Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 minuti fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: RubricheLe sfide perseI «paesani» indolenti nemici dello sviluppo

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Le sfide perse

I «paesani» indolenti nemici dello sviluppo

Scritto da (Redazione), sabato 19 gennaio 2019 15:19:55

Ultimo aggiornamento sabato 19 gennaio 2019 15:48:38

di Raffaele Ferraioli*

Franco Arminio, scrittore irpino di Bisaccia, è l'ideatore di una nuova scienza: la Paesologia. Le sue tesi, a prima vista un po' bizzarre, sono di un'attualità sconcertante e meritano un'attenta lettura e una profonda riflessione.

In un articolo pubblicato di recente, sotto il titolo "I paesani indolenti fanno morire i piccoli borghi" egli ci regala uno spaccato della realtà, di questo mondo subalterno, senza voce, popolato da paesani rassegnati, accidiosi, indolenti, abituati alla sconfitta, adusi a issare bandiera bianca.

In questi centri minori, piccoli non solo in termini fisici e demografici, le maldicenze sono il pane quotidiano, distribuito a piene mani fra il bar della piazzetta e il salone del barbiere da soggetti particolarmente impegnati nel compiere la loro missione di "scoraggiatori militanti".

Un po' ciarlatani, un po' scemi del villaggio queste persone sono i primi responsabili di quel clima di sfiducia che rappresenta il più grande ostacolo allo sviluppo.

Saccenti quanto indolenti, malati di pessimismo e di scetticismo, essi causano lo spaesamento e vanno contrastati energicamente.

Bisogna confutare le loro tesi pessimistiche ed elogiare apertamente i buoni risultati ottenuti da quei paesani impegnati e affermati nel loro settore di attività che dimostrano sul campo che certi valori tuttora meritano di essere perseguiti.

L'autolesionismo è, per altro, contagioso e se aggravato dalla presenza di "Sindaci dal cuore piccolo" rischia di diventare endemico. In questo mondo depresso nel quale regna incontrastata la grettezza la crisi non riguarda solo l'economia ma l'identità stessa. Bisognerebbe trasferirvi eserciti di incoraggiatori e, invece, si assiste inerti alla fuga dei migliori che vanno a cercare fortuna altrove.

Chi vuole fare qualcosa di buono si trova di fronte mille ostacoli e viene dissuaso, sconsigliato, scoraggiato e finanche osteggiato. Nonostante l'entusiasmo che lo anima è costretto prima o poi a gettare la spugna.

Ne scaturisce una grande verità. Lo sviluppo si promuove non tanto e non solo con l'incentivazione economica ovvero con l'elargizione di finanziamenti a tasso più o meno agevolato, bensì con la messa al bando dei maldicenti, dei profeti di sventura, dei maestri del nulla. Diversamente finiscono per prevalere gli "strozi", la cui forza sta nella capacità di apparire più forti di quello che sono.

"I paesi non moriranno", conclude Arminio. "Gli unici a morire saranno i miserabili. Ai buoni è concessa la piccola eternità delle cose amorevoli. La battaglia da vincere sta nello scavare nelle macerie alla ricerca di un respiro, di uno sguardo di chi non vuole morire".

*sindaco di Furore

> Leggi anche:

Lo scemo del villaggio al tempo di internet

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Le sfide perse

Altro radicale o altro liberale?

di Raffaele Ferraioli* Il nuovo libro di Geppi Rippa, scritto a quattro mani con Luigi Oreste Rintallo - Guida Editore, reca un titolo per molti aspetti discutibile: "L'altro radicale, essere liberali senza aggettivi". Viene spontanea la domanda: come si può pensare di aggiungere aggettivo ad aggettivo?...

L'ansia tradita dell'altrove

di Raffaele Ferraioli E' stata definita "Sindrome di Trude", in omaggio alla città invisibile di Italo Calvino, quella metamorfosi progressiva che, in nome della modernità, riduce la qualità urbana, erode il paesaggio rurale, fino ad assumere i connotati di uno sradicamento, di uno spaesamento di appiattimento...

Siamo una sola umanità in un unico pianeta

di Raffaele Ferraioli* Più passa il tempo più appare evidente una raccapricciante verità: la nostra è una libertà condizionata, limitata, controllata. Siamo in un regime di dittatura morbida, nascosta, ma terribilmente oppressiva. il guaio più grande è che non ne abbiamo coscienza, non ne siamo per niente...

La Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana pro viabilità in un documento del 1910

di Raffaele Ferraioli* Correva l'anno 1910 quando i sindaci della Costa d'Amalfi, riuniti in un comitato esecutivo procostiera (l'attuale Conferenza) redigevano il "promemoria" sotto riportato da inviare al Governo del Re. questo documento è di un'attualità sconcertante e sembra sia stato scritto ieri....

Il restyling del waterfront di Maiori

di Raffaele Ferraioli* Sono passati oltre venti anni dall'ottenimento del riconoscimento UNESCO alla Costa d'Amalfi quale "Paesaggio culturale" patrimonio mondiale dell'Umanità. Correva l'anno 1997 (appena due anni prima era arrivata la DOC dei vini!) e la Divina poteva fregiarsi del prestigioso "marchio"...