Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: PoliticaFrana a Furore, Sindaco annuncia disponibilità dei privati a effettuare messa in sicurezza costone

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Politica

Furore, Costiera Amalfitana, frana, privati, sicurezza, costone

Frana a Furore, Sindaco annuncia disponibilità dei privati a effettuare messa in sicurezza costone

"Si rammenta che, in altra circostanza, qualche anno fa, la strada Provinciale rimase chiusa con apposizione di interclusione all’altezza della deviazione su via Aldo Moro per un intervento analogo per circa 3 mesi", scrive il Sindaco

Inserito da (Redazione LdA), mercoledì 16 marzo 2022 15:25:37

Pubblichiamo la lunga nota in cui il Comune di Furore, in risposta alla capogruppo di minoranza Antonella Marchese, che invocava la «somma urgenza» per i lavori e riteneva «inammissibile che la riapertura della strada dipenda esclusivamente dai privati», effettua una "cronistoria" degli eventi accaduti negli ultimi dieci giorni e assicura che «gli stessi proprietari hanno dato la disponibilità ad effettuare la messa in sicurezza delle aree» e che ieri sera, 15 marzo, sono stati trasmessi dalla Provincia di Salerno «la relazione geologica ed il computo metrico delle opere».

 

Ci sembra opportuno, chiarire, la cronistoria degli avvenimenti che si sono susseguiti in relazione all'evento franoso che ha avuto luogo domenica scorsa sulla S. R. ex SS 366 Agerolina (di competenza della Provincia di Salerno) nel nostro Comune.

Nell'imminenza dei fatti (domenica) 06/03/2022 si è provveduto ad emettere ordinanza contingibile ed urgente con la quale immediatamente si disponeva a tutela della pubblica e privata incolumità, per esigenze di protezione civile e fino al ripristino delle condizioni di sicurezza, l‘immediata chiusura al transito veicolare e pedonale del tratto della SR ex SS 366 Agerolina (strada di competenza provinciale) in località Bottara di questo Comune, interessato dall'evento franoso, di cui alla comunicazione del Comando Provinciale dei VV.FF. di Salerno e ad ordinare alla Amministrazione Provinciale di Salerno competente l'adozione di tutti i conseguenziali provvedimenti, ivi compresa l'apposizione, ove consti, di ulteriore segnaletica e transennamento nonché, a sua cura e spese, l'esecuzione di urgenti lavori di ripristino delle condizioni di sicurezza sotto la direzione di tecnici abilitati e qualificati al fine di ripristinare il transito in sicurezza della predetta arteria.

Successivamente alla relazione del responsabile dell'Ufficio Tecnico comunale con la quale si individuava tra l'altro che la nicchia di distacco del materiale lapideo ricade nell'area identificata catastalmente al F. 3 p.lla 961, e che il masso, verosimilmente, abbia coinvolto nella caduta le aree sottostanti identificate catastalmente al f.3 p.lle 1037 - 52 - 53 e riscontrato lo stato precario del costone e la presenza di una folta vegetazione che potrebbe nascondere ulteriori stati di pericolo ed insidie, si rendeva necessario ordinare ai proprietari delle aree interessate, come sopra specificate, di provvedere ad horas alla verifica, alla pulizia generale, all'eventuale disgaggio delle parti instabili che possono rappresentare pericolo per la sede stradale, nonché a tutti gli interventi ed opere finalizzate alla messa in sicurezza delle stesse, al fine di prevenire ed eliminare le situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità.

Veniva, pertanto, (esigenza ribadita anche dalla Provincia di Salerno nella propria ordinanza) emessa ordinanza del 8/03/2022 con la quale si ordinava ai proprietari di provvedere ad horas alla verifica, alla pulizia generale, all'eventuale disgaggio delle parti instabili che possono rappresentare pericolo per la sede stradale, nonché a tutti gli interventi ed opere finalizzate alla messa in sicurezza delle proprietà interessate, al fine di prevenire ed eliminare le situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità.

La suddetta ed ultima ordinanza veniva ritualmente notificata ai proprietari che per la maggiore consistenza non risultavano essere residenti nel Comune di Furore.

Le notifiche venivano correttamente richieste ai messi comunali dei comuni di appartenenza immediatamente ed a mezzo pec.

Il completamento delle operazioni di notifica dei comuni di residenza avveniva in data 15/03/2022.

Nel contempo ed in data 11/03/2022 si effettuava rituale sopralluogo alla presenza dei tecnici e dei responsabili della Provincia di Salerno e del tecnico del Genio Civile di Salerno nonché del nostro Responsabile dell'Ufficio Tecnico ed i proprietari dei terreni interessati dalla caduta massi e oggetto dell'ordinanza sindacale, gli stessi proprietari hanno dato la disponibilità ad effettuare la messa in sicurezza delle aree e, a tal fine, si è dato mandato alla medesima ditta specializzata ad effettuare subito l'ispezione dei luoghi al fine di acquisire una relazione geologica e una quantificazione degli interventi ritenuti necessari.

Un privato, al quale era stata notificata l'ordinanza sindacale ha comunicato di avere ceduto la proprietà ad altro soggetto.

E' stata prontamente revocata l'ordinanza nei confronti del venditore ed emessa e notificata ordinanza al nuovo proprietario.

Nella serata del 15/03/2022 veniva trasmesso dalla Provincia di Salerno la relazione geologica ed il computo metrico delle opere.

Si rammenta, infine, (ma i cittadini tutti lo ricorderanno bene) che, in altra circostanza, qualche anno fa, la strada Provinciale rimase chiusa con apposizione di interclusione all'altezza della deviazione su via Aldo Moro per un intervento analogo per circa 3 mesi.

In un'altra circostanza la strada di via Aldo Moro restò chiusa al transito pedonale e carrabile in seguito ad un crollo di una macera di proprietà comunale sulla sede stradale comunale e anche in quella occasione la strada fu interrotta per tante settimane.

In entrambe le occasioni, si segnala che non era certamente in carica la nostra amministrazione.

Questo per considerare che solo il lavoro è quello che paga e le chiacchiere stanno a zero.

Si allega, altresì, unicamente a scopo conoscitivo la "Nota su interventi in somma urgenza" redatta da ANCI: Nota su interventi in somma urgenza a cura dell'Area Relazioni Internazionali, Sicurezza Diritti e Protezione civile: «In caso di calamità naturali per l'esecuzione di lavori o l'acquisizione di beni e servizi si può ricorrere all'istituto della "somma urgenza", disciplinato dall' art. 163 del D.Lgs 50/2016 recentemente novellato e recante "Procedure in caso di somma urgenza e di protezione civile"».

INTERVENTI DI SOMMA URGENZA

- in circostanze di somma urgenza che non consentono alcun indugio, il soggetto fra il responsabile del procedimento e il tecnico dell'amministrazione competente che si reca prima sul luogo, può disporre, contemporaneamente alla redazione del verbale, in cui sono indicati i motivi dello stato di urgenza, le cause che lo hanno provocato e i lavori necessari per rimuoverlo, la immediata esecuzione dei lavori entro il limite di 200.000 euro o di quanto indispensabile per rimuovere lo stato di pregiudizio alla pubblica e privata incolumità;

- L'esecuzione dei lavori di somma urgenza può essere affidata in forma diretta ad uno o più operatori economici individuati dal responsabile del procedimento o dal tecnico dell'amministrazione competente (ovviamente in presenza del Verbale di somma urgenza di cui sopra)

- Il corrispettivo delle prestazioni ordinate è definito consensualmente con l'affidatario; in difetto di preventivo accordo la stazione appaltante può ingiungere all'affidatario l'esecuzione delle lavorazioni o la somministrazione dei materiali sulla base di prezzi definiti mediante l'utilizzo di prezzari ufficiali di riferimento, ridotti del 20 per cento, comunque ammessi nella contabilità; ove l'esecutore non iscriva riserva negli atti contabili, i prezzi si intendono definitivamente accettati;

- Il responsabile del procedimento o il tecnico dell'amministrazione competente compila entro dieci giorni dall'ordine di esecuzione dei lavori una perizia giustificativa degli stessi e la trasmette, unitamente al verbale di somma urgenza, alla stazione appaltante che provvede alla copertura della spesa e alla approvazione dei lavori. Qualora l'amministrazione competente sia un ente locale, la copertura della spesa viene assicurata con le modalità previste dall'articolo 191, comma 3, e 194 comma 1, lettera e), del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267 (delibera di consiglio per debiti fuori bilancio). Si ritiene utile a tal proposito ricordare che la procedura di cui alle surrichiamate norme prevede, per i lavori, che la Giunta Comunale, su proposta del responsabile unico del procedimento, qualora i fondi specificamente previsti in bilancio si dimostrino insufficienti, ha venti giorni di tempo per sottoporre al Consiglio Comunale il provvedimento di riconoscimento del debito fuori bilancio. Qualora un'opera o un lavoro, ordinato per motivi di somma urgenza, non riporti l'approvazione del competente organo dell'amministrazione, la relativa realizzazione è sospesa immediatamente e si procede, previa messa in sicurezza del cantiere, alla sospensione dei lavori e alla liquidazione dei corrispettivi dovuti per la parte realizzata. - Costituisce circostanza di somma urgenza anche il verificarsi degli eventi di protezione civile (art. 7 dlgs 1/18), ovvero la ragionevole previsione dell'imminente verificarsi di detti eventi, che richiede l'adozione di misure indilazionabili, e nei limiti dello stretto necessario imposto da tali misure. La circostanza di somma urgenza, in tali casi, è ritenuta persistente finché non risultino eliminate le situazioni dannose o pericolose per la pubblica o privata incolumità derivanti dall'evento, e comunque per un termine non superiore a quindici giorni dall'insorgere dell'evento, ovvero entro il termine stabilito dalla eventuale declaratoria dello stato di emergenza (art. 24 dlgs 1/18); in tali circostanze ed entro i medesimi limiti temporali le amministrazioni aggiudicatrici possono procedere all'affidamento di appalti pubblici di lavori, servizi e forniture con le procedure di somma urgenza;

- In via eccezionale, nella misura strettamente necessaria, l'affidamento diretto può essere autorizzato anche al di sopra dei limiti (200.000 euro), per un arco temporale limitato, comunque non superiore a trenta giorni e solo per singole specifiche fattispecie indilazionabili e nei limiti massimi di importo stabiliti nei provvedimenti di dichiarazione di stato di emergenza nazionale. L'affidamento diretto per i motivi di somma urgenza non è comunque ammesso per appalti di valore pari o superiore alla soglia europea; Importante: - Limitatamente agli appalti pubblici di forniture e servizi di importo pari o superiore a 40.000 euro, per i quali non siano disponibili elenchi di prezzi definiti mediante l'utilizzo di prezzari ufficiali di riferimento laddove i tempi resi necessari dalla circostanza di somma urgenza non consentano il ricorso alle procedure ordinarie, gli affidatari si impegnano a fornire i servizi e le forniture richiesti ad un prezzo provvisorio stabilito consensualmente tra le parti e ad accettare la determinazione definitiva del prezzo a seguito di apposita valutazione di congruità. A tal fine il responsabile del procedimento comunica il prezzo provvisorio, unitamente ai documenti esplicativi dell'affidamento, all'ANAC che, entro sessanta giorni rende il proprio parere sulla congruità del prezzo.

Leggi anche:

A dieci giorni dalla frana, la strada a Furore è ancora chiusa. Marchese: «Riapertura non può dipendere solo dai privati!»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 107225107

Politica

Proroga delle concessioni demaniali a Vietri sul Mare, Serretiello: «Maggioranza approva delibera in violazione del diritto comunitario»

Il gruppo consiliare di minoranza 'Vietri che Vogliamo' ha contestato la proposta di Delibera Consiliare giunta nell'ultimo Consiglio Comunale di Vietri sul Mare, in merito alla proroga delle concessioni demaniali turistico-ricreative, perché "in palese violazione delle norme Comunitarie oramai consolidate"....

Pnrr, Lega Campania: «De Luca bocciato dai suoi stessi revisori»

Ieri, 18 luglio, il consiglio regionale ha dato il via libera, con 26 voti favorevoli, 11 contrari e due astenuti, all'assestamento del Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2024-2026 e a una variazione di bilancio, a iniziativa dell'assessore al ramo Ettore Cinque. Le variazioni di spesa...

Metrò del mare in Cilento, Tommasetti: «Si parte praticamente ad agosto, così si affossa il turismo»

«Un'altra estate dimezzata per i turisti in provincia di Salerno». Questo il commento di Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Lega, in merito all'attivazione del Metrò del mare prevista per il weekend. «Devo purtroppo constatare che la lezione dell'anno scorso non è servita e siamo qui dopo...

Cetara, Tommasetti (Lega) ribadisce il suo "no" al progetto di edilizia residenziale: «Sarà un nuovo Crescent!»

Com'è ormai noto, il TAR ha sbloccato il progetto di edilizia residenziale e sociale approvato a Cetara, grazie a una variante al Piano Urbanistico Territoriale (PUT). Il Sindaco Fortunato Della Monica, assistito dall'avvocato Giuseppe Vitolo, ha difeso il Comune contro i ricorsi presentati da Maria...

Amalfi, Villani (M5S): «Lavori di manutenzione del Molo Cassone, depositata interrogazione»

«Questa mattina il Consigliere regionale Michele Cammarano ha depositato un'interrogazione urgente riguardante i lavori di manutenzione in corso al molo Cassone di Amalfi, noto anche come molo Pennello». A renderlo noto è la Coordinatrice provinciale del Movimento 5 stelle in provincia di Salerno Virginia...