Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Chiara da Montefalco

Date rapide

Oggi: 17 agosto

Ieri: 16 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialePasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneA Scala "Luci della Costiera": Storytelling, illuminazione artistica, videomappingCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàRavello Festival 2022, è tutto pronto per la settantesima edizioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: Economia e TurismoStagionali del turismo: quelli che non possono nemmeno scioperare

Luci della Costiera 2022 a Scala il comune più antico della Costiera AmalfitanaRavello Festival VXX edizione, è tutto pronto per l'edizione 2022 del Festival della città della musicaGranato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
Maurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni

Economia e Turismo

Lavoro, Turismo, Economia, Diritti

Stagionali del turismo: quelli che non possono nemmeno scioperare

Il punto di vista di Paolo Russo

Scritto da (LdA Journals), domenica 19 dicembre 2021 19:43:16

Ultimo aggiornamento domenica 19 dicembre 2021 19:43:16

di Paolo Russo

Non so quanti lavoratori stagionali del settore turistico avrebbero partecipato allo sciopero generale dello scorso 16 dicembre, se fossero stati occupati in quella data. Anzi: quanti avrebbero "POTUTO" partecipare...

Probabilmente pochi, forse pochissimi. Il perché è evidente: sono lavoratori sotto ricatto, sottomessi alle esigenze del datore di lavoro che sceglie liberamente di anno in anno chi merita la riconferma e chi no.

Devono comportarsi "PER FORZA" secondo gli input dell'azienda. E non soltanto per quanto riguarda la possibilità di scioperare, ma soprattutto per tutti gli altri diritti costituzionalmente garantiti: il diritto alla giusta retribuzione, al riposo settimanale, alle ferie, alle mansioni concordate, all'assenza per malattia, alle maggiorazioni per attività festive e notturne, alla contribuzione corrispondente al lavoro effettivamente prestato, alla parità salariale tra uomo e donna, etc. etc. etc.

Tantissimi lavoratori del settore, anche in Costa d'Amalfi, sanno perfettamente di che cosa stiamo parlando, vivono sulla propria pelle soprusi ed angherie cui devono necessariamente piegarsi. "Necessariamente" perché il BISOGNO è una condizione mortificante, che degrada le persone e fa perdere spesso dignità e consapevolezza.

Dall'altro lato, se non tantissime, sono di sicuro non poche le imprese che del bisogno approfittano, imponendo ai propri addetti condizioni siffatte: solo chi è in malafede può fingere di ignorare questa realtà, solo chi ha convenienza a perpetuare lo sfruttamento può simulare sorpresa o indignazione.

In un quadro generale, neanche può tacersi dell'immane sproporzione che lo Stato continua ad attuare tra il sostegno alle imprese e quello ai dipendenti: milioni alle une, pochi spiccioli agli altri sotto forma di bonus o modesti sgravi fiscali.

Ovviamente non mancano i lavoratori conniventi, che scelgono consapevolmente di lavorare IN NERO per cumulare lo stipendio (regolarmente basso) ad indennità di altro tipo: disoccupazione (per quel poco che ne resta), reddito di cittadinanza (quando è legittimamente attribuito), etc.

Ma sono scelte miopi, che compromettono il futuro individuale e danneggiano le condizioni di tutti. In buona sostanza, è un mercato del lavoro distorto quello che puntualmente si ripresenta ogni anno ad inizio stagione, ed è un mercato cui l'informazione non guarda: non è Whirlpool, non è Carrefour né Caterpillar, non fa notizia, la tv non se ne occupa.

Il paradosso è che persino il sindacato si interessa poco del problema: se i lavoratori non denunciano (e infatti non denunciano, abbiamo visto perché), si preferisce far finta che vada tutto bene. Invece non va bene per niente, e sono proprio gli imprenditori del turismo che dovrebbero capirlo per primi.

Perché il turismo è qualificato soltanto se è qualificato il lavoro che utilizza, e un lavoro qualificato richiede rispetto e dignità.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 105238100

Economia e Turismo

Ferragosto a Positano è guardare i fuochi d'artificio dall'alto: ecco il programma a "Le Agavi"

Dopo due anni di assenza tornano i fuochi d'artificio a festeggiare il Ferragosto positanese. Per celebrare l'evento l'hotel Le Agavi propone una tre giorni tra musica e cucina tradizionale, coinvolgendo tutta la struttura a partire dal ristorante stellato Michelin "La Serra", alla terrazza Alma, fino...

Costa d'Amalfi, un milione di passaggi di mezzi in 21 giorni. Il dato rilevato col progetto "Turismo e viabilità"

Un milione di passaggi di veicoli dal 18 luglio a 8 agosto, con un computo giornaliero di picco di circa 43mila transiti. 270mila pedoni in transito nell'arco di 21 giorni. Sono i numeri che emergono dal rilevamento del traffico veicolare e pedonale in Costiera amalfitana avviato dalla Rete Sviluppo...

Turismo, gli aumenti pesano sulle vacanze. Codacons: «Saranno le più care degli ultimi 50 anni»

Le vacanze estive del 2022 saranno ricordate come le più care degli ultimi 50 anni. Lo afferma il Codacons, secondo gli ultimi dati Istat che registrano rincari fino a tre cifre per il settore turistico. Iniziando dagli spostamenti, chi deciderà di partire per la villeggiatura deve mettere in conto aumenti...

ENIT, agli italiani piace la vacanza a km zero: si va sul sicuro con luoghi vicino casa e già visitati

Nell'estate 2022 agli italiani piace la vacanza a km zero: si tende a tornare nei luoghi già visitati. Infatti - secondo i dati raccolti dall'Ufficio Studi Enit - solo quattro intervistati su dieci dichiarano di essere intenzionati a visitare un posto nuovo. Chi parte sceglie tendenzialmente località...

Agosto da sold out in Campania. Ingenito (Abbac): «Pienone in Costa d'Amalfi. Auspichiamo allungamento stagione turistica»

Si prospetta un agosto da tutto esaurito in gran parte delle maggiori località turistiche della Campania, in primis in Costiera Amalfitana. Malgrado una leggera flessione di viaggiatori dalla seconda decade di luglio, complici anche gli scioperi aerei, i rincari energetici e le impennate covid, gli italiani...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.