Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Economia e TurismoIl TAR Campania vieta locazione breve turistica continuativa senza struttura ricettiva, Abbac: «A rischio migliaia di locazioni brevi»

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Economia e Turismo

Turismo, economia, TAR Campania, sentenza, locazione breve turistica continuativa

Il TAR Campania vieta locazione breve turistica continuativa senza struttura ricettiva, Abbac: «A rischio migliaia di locazioni brevi»

Una sentenza dello scorso dicembre pubblicata dal Tar Campania mette a rischio il comparto ricettivo extralberghiero

Inserito da (PNo Editorial Board), sabato 11 marzo 2023 14:14:00

Una sentenza dello scorso dicembre pubblicata dal Tar Campania mette a rischio il comparto ricettivo extralberghiero. Migliaia di locazioni brevi rischiano il blocco ai sensi di una sentenza del Tar Campania e infatti l'appello del presidente AbbacAgostino Ingenito si rivolge direttamente al governatore Vincenzo De Luca perché «termini questa lunga fase attendista della Regione e si approvi urgentemente un emendamento alla legge regionale 17/2001 per istituire le locazioni turistiche».

«Siamo a pronti a dare battaglia e ci costituiremo al Consiglio di Stato, e per questo chiediamo l'intervento dell'Agcom, sono a rischio soluzioni abitative temporanee utilizzate da migliaia di viaggiatori, e con le quali molti Comuni, hanno aumentato i viaggiatori e potuto introitare più tasse di soggiorno e tributi - commenta Agostino Ingenito -. Al netto di speculatori ed abusivi, la locazione breve risponde ad una domanda sempre più crescente di viaggiatori, ora la Regione faccia ciò che abbiamo chiesto a più riprese in questi anni. Sono a rischio importanti flussi turistici e una filiera che consente la sussistenza di migliaia di famiglie».

Sintesi a cura dell'Abbac

Il T.A.R. Campania-Napoli, con sentenza n. 8128 del 28 dicembre 2022, respingendo il ricorso di una sublocatrice che offriva in locazione un appartamento per periodi inferiori a 30 giorni, confermava il "divieto di prosecuzione dell'attività abusiva di casa vacanze" per mancata presentazione della SCIA. Secondo il TAR Campania chiunque concluda contratti di locazione breve per finalità turistica (con continuità) deve necessariamente avviare un'attività ricettiva riconducibile, secondo l'inquadramento regionale campano, alla CAV. Centrale, per la riqualificazione, quanto risultante dai siti web.

Il fatto

Il 23 maggio 2018 un sub-locatore di un appartamento nel Comune di Napoli subiva un accertamento dei Vigili Urbani che contestavano la mancata presentazione al Comune della SCIA prevista dalla L.R. Campania 17/2001 per l'avvio di struttura ricettiva con irrogazione di una sanzione pecuniaria e "divieto di prosecuzione dell'attività abusiva di casa vacanze". Il sub-locatore presentava ricorso al TAR Campania. Il Comune di Napoli si costituiva. ll TAR rigettava il ricorso e confermava la sanzione.

Le ragioni della ricorrente

In particolare, il ricorrente contestava l'applicabilità della normativa regionale, trattandosi di locazione (e/o sublocazione) cd. breve per meno di 30 giorni che "esulava dall'attività di «casa vacanza» (ovvero di residence ecc.). Secondo il ricorrente, nella nozione di «strutture ricettive extralberghiere», "dovrebbero ritenersi rientranti quelle «case» ove oltre alla locazione vengono forniti anche i cc.dd. servizi personali analoghi a quelli offerti da strutture alberghiere, come il riassetto quotidiano, la fornitura di biancheria e la loro sostituzione, la biancheria cambiata periodicamente", nonché l'esclusivo potere legislativo regionale nel disciplinare la materia del turismo.

La qualificazione dell'attività della ricorrente secondo il Comune

Secondo quanto riportato dalla Polizia Locale, nell'appartamento veniva svolto un esercizio ricettivo nella forma di "attività di casa vacanze", ma "senza titolo autorizzativo". La ricorrente, a detta dei Vigili, era il "legale rappresentante" di tale struttura ricettiva.

Secondo il Comune, la riconducibilità dell'attività svolta dalla ricorrente a quella di casa vacanze era deducibile "dai siti web sui quali l'appartamento in questione è stato pubblicizzato, elemento di prova utilizzabile nel processo avendo lo stesso valore delle prove documentali". Secondo il TAR, la differenza sostanziale "che sorregge la diversa disciplina giuridica tra la locazione per casa-vacanza (quindi per esigenze turistiche) e la cosiddetta locazione breve prevista dal codice civile per non più di 30 giorni consiste proprio nella continuità della gestione e nella natura della stessa che assume carattere professionale, assimilabile ai servizi alberghieri, per cui si tratta di attività che esula dalle normali facoltà di godimento dominicale, rientrando in regime di diritto amministrativo".

Non è chiara, sul punto, la comparazione proposta dal giudice amministrativo, tra "contratto di locazione per casa-vacanza" e "contratto di locazione breve". Una distinzione, quella tra contratto di alloggio in casa vacanza (o più in generale, in albergo o struttura ricettiva) e contratto di locazione (tipico) disciplinato da specifiche norme civilistiche più volte trattata dalla dottrina civilistica e dalla giurisprudenza della Corte Civile di Cassazione che portano a una ricostruzione di questo contratto atipico del tutto diversa da quella proposta dal TAR campano (v. infra).

La competenza normativa in materia di contratti e in ambito turistico

A seguito della riforma del Titolo V della Costituzione la materia del turismo rientra tra le competenze residuali delle Regioni, ai sensi dell'art. 117, co.4, Cost. Lo Stato mantiene competenza esclusiva in materia di "ordinamento civile" o "tutela della concorrenza" (art. 117, co. 2 Cost) e dunque per ciò che concerne il diritto di proprietà e gli eventuali limiti, il concetto e la disciplina dell'imprenditore e l'intera materia dei contratti. Rilevanti, ai fini della fattispecie esaminata, i contratti (tipici) di locazione, la cui disciplina per le locazioni a uso abitativo con finalità turistica è prevista dal combinato disposto della L. 431/98 (art. 1 co.2 lett. c) e del Codice del Turismo (art. 53, all. 1 D.Lgs 79/2011) che rimanda alla disciplina del Codice civile (artt. 1571 s.s. del c.c.). A differenza dei contratti di locazione, i contratti di ospitalità in struttura ricettiva, strumento negoziale prevalente utilizzato dai gestori di esercizi ricettivi, sono contratti atipici o misti, la cui disciplina è ricavabile dal contratto stesso ovvero dai principi dell'ordinamento civile applicabili, oltre che dagli Usi e Consuetudini spesso depositati presso le Camere di Commercio. Contratti che vengono conclusi dal gestore di un esercizio pubblico, ovvero di un esercizio aperto al pubblico indeterminato (e indiscriminato) dei consumatori, sottoposto a disciplina del tutto differente (v. per esempio, l'Art. 187 reg. es. TULPS). Ai soli fini fiscali, la legge statale si occupa anche di disciplinare la locazione c.d. breve ("non superiore a 30 giorni") all'art. 4 DL 24 aprile 2017, n. 50 (conv. dalla L. 21 giugno 2017, n. 96), che pure ha una sua rilevanza in materia di turismo, posto che le locazioni inferiori ai 30 giorni sono per lo più concluse per finalità turistiche. In virtù della competenza delle Regioni in materia di turismo, ben possono essere imposti dalle Regioni adempimenti amministrativi a carico di chiunque offra un alloggio nel mercato turistico, posto il "fine precipuo di esercitare al meglio le proprie funzioni di promozione, vigilanza e controllo sull'esercizio delle attività turistiche" (C. Cost. 84/2019).

La L.R. Campania sulla «Disciplina delle strutture ricettive extralberghiere»

La L.R. Campania 17/2001 "definisce e disciplina le strutture ricettive extralberghiere" espressamente individuandole. Nell'elenco compaiono le "case e appartamenti per vacanze" mentre l'art. 15 prevede una sanzione amministrativa per chiunque "fa funzionare una delle strutture ricettive disciplinate dalla presente Legge senza aver presentato regolare segnalazione certificata di inizio attività".

La L.R. Campania sugli alloggi concessi in locazione turistica

La normativa turistica della Regione Campania, a differenza di altre normative regionali non prevede, ad oggi, adempimenti amministrativi specifici a carico di chi, senza aprire un esercizio ricettivo, offre l'immobile in locazione con finalità turistica o per periodi inferiori ai trenta giorni. Sul punto la Regione Campania è coerente: nelle FAQ si chiarisce che il c.d. "affitto breve non costituisce attività ricettiva in senso stretto, per cui non soggiace a SCIA e non è prevista la presentazione di alcuna istanza al SUAP del Comune territorialmente competente".

La Corte Costituzionale e gli adempimenti amministrativi imposti al locatore

Come ben chiarito dalla decisione della Corte Costituzionale 84/2019, le Regioni possono prevedere disposizioni che "pongono un adempimento amministrativo precedente ed esterno al contratto di locazione turistica, sanzionando i correlativi inadempimenti, senza incidere sulla libertà negoziale e sulla sfera contrattuale che restano disciplinate dal diritto privato", e sono dunque una "legittima conseguenza dell'esercizio da parte della Regione...della sua competenza residuale in materia di turismo".

Coerente, sul punto, anche il rilievo del TAR Campania, secondo cui "per le locazioni a carattere turistico deve rilevarsi come le Regioni ... possono prevedere ... che sia necessaria, per il relativo esercizio, una autorizzazione, ovvero segnalazione di attività al Comune, senza che ciò risulti irragionevole o sproporzionato".

Non convince tuttavia la conclusione del giudice amministrativo, che parrebbe individuare nella normativa regionale campana non l'esistenza di adempimenti amministrativi a carico dei locatori che offrono l'alloggio per fini turistici (non previsti) ma un vero e proprio divieto a concludere contratti di locazione con fine turistico (se posti in essere con una certa frequenza e continuità) senza aprire un esercizio ricettivo. Una simile interpretazione potrebbe però esporre la normativa campana esaminata a censura di illegittimità costituzionale.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 102770102

Economia e Turismo

Michelangelo Lurgi è il nuovo presidente del Gruppo Turismo, Alberghi e Tempo Libero di Confindustria Salerno

Di Maria Abate Il 10 luglio 2024, Michelangelo Lurgi, Ceo di Giroauto Travel di Salerno, è stato eletto presidente del Gruppo Turismo, Alberghi e Tempo Libero di Confindustria Salerno. Succede ad Andrea Ferraioli, titolare dell'Hotel Margherita e presidente della Rete Sviluppo Turistico Costa d'Amalfi,...

"Vermarine", a Praiano la nuova suite di Casa Angelina nelle esclusive tonalità verde acqua Paola Lenti

Casa Angelina, scrigno opalescente di bellezza che si specchia sul mare della Costiera Amalfitana, presenta Vermarine, la nuova suite inaugurata per la stagione 2024 e arredata con gli esclusivi prodotti Paola Lenti per indoor e outdoor. Posizionata al terzo piano, la suite offre un massimo livello di...

Positano, il segreto del successo della città verticale svelato da Vito Cinque

Questa mattina, le telecamere del TG5 si sono accese su uno degli angoli più suggestivi della Costiera Amalfitana: Positano. I giornalisti di Canale 5 sono giunti nella perla glamour della Divina per documentare la bellezza che ogni anno attira migliaia di turisti da tutto il mondo. In ogni scorcio di...

Al via sabato 6 luglio i saldi estivi, Confesercenti Campania: «Spesa pro capite di 107 euro, giro d’affari di 400 milioni grazie anche ai turisti»

Partono sabato 6 luglio i saldi estivi in Campania. Secondo le stime del Centro Studi di Confesercenti Campania poco più del 50% dei consumatori campani ha intenzione di spendere in questi due mesi di sconti. Ovvero 2.9 milioni di cittadini sui 5.5 della nostra regione. Le aspettative di spesa, seppur...

Il Santuario di Santa Maria del Bando ad Atrani vince il Travellers' Choice Awards 2024

Il Santuario di Santa Maria del Bando ad Atrani ha conquistato, per il terzo anno consecutivo, il prestigioso premio Travellers' Choice Awards assegnato da Tripadvisor. Questo riconoscimento rappresenta un traguardo significativo, frutto dei sacrifici e dell'impegno costante di tutti i collaboratori...