Ultimo aggiornamento 55 secondi fa S. Enrico imperatore 'Il pio'

Date rapide

Oggi: 13 luglio

Ieri: 12 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: ChiesaAmalfi Sant'Andrea: quando la Manna non c'è nell'anno horribilis

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Chiesa

Amalfi Sant'Andrea: quando la Manna non c'è nell'anno horribilis

Inserito da (redazionelda), venerdì 26 giugno 2020 22:38:48

Piatto e ampolla totalmente aridi. E' il triste riscontro di questa sera nella Cripta del Duomo di Amalfial momento dell'estrazione dei due elementi dall'altare in cui sono deposte le reliquie di Sant'Andrea apostolo.

Quest'anno il fenomeno della Manna del primo degli Apostoli, alla vigilia del suo patrcinio, non si è manifestato. "Non abbiamo la Manna" ha comunicato l'arcivescovo Orazio Soricelli alle 20 e 30 circa all'interno della Cripta alla presenza del clero.

Spesso il prodigio si manifesta anche con un'abbondante presenza del misterioso liquido, una sostanza oleosa di tipo organico inodore, incolore e insapore, visibile all'interno dell'ampolla. Essa veniva somministrata agli ammalati, che spesso guarivano, come confermano varie testimonianze cronachistiche

Il segno più evidente della protezione di Sant'Andrea sugli Amalfitani è mancato in quest'anno horribilis. Evitato il canto del Te Deum e il suono delle campane a festa. Recitato, invece, il Parce Domine.

Foto d'archivio

LA MANNA DI SANT'ANDREA

di Giuseppe Gargano

L'agiografia insegna che a numerosi Santi sono spesso associati segni, miracoli o strani fenomeni, la cui spiegazione scientifica è allo stato inesistente. Il nostro Apostolo Andrea è collegato ad un avvenimento che si verifica sin dall'epoca del suo tradizionale martirio a Patrasso in maniera assolutamente aperiodica. Si tratta della comparsa improvvisa e senza periodicità di un liquido al quale fu associato il nome di "manna", sicuramente in memoria della manna biblica. Il fenomeno continuò a manifestarsi dal IV secolo a Costantinopoli, dove fu trasferito il corpo del Primo Chiamato per essere tumulato nella chiesa dei Ss.Apostoli. L'8 maggio del 1208 le sacre spoglie dell'Apostolo furono tumulate nella cripta della cattedrale di Amalfi, trasportate dal cardinale amalfitano Pietro Capuano, il quale, legato pontificio alla IV crociata, le prese, insieme a tante altre reliquie di Santi, dalla chiesa dei Ss. Apostoli, in virtù di una "pia fraus", come giustamente sostiene lo storico austriaco Werner Maleczek.

Il fenomeno della manna tornò a manifestarsi ad Amalfi la sera del 29 novembre 1304, quando un vecchio indicò al sagrista la presenza di un liquido strano sparso al di sopra della tomba di Sant'Andrea. Da allora in poi la manna fu sempre raccolta ad ogni sua apparizione e conservata in ampolle di vetro. Essa veniva somministrata agli ammalati, che spesso guarivano, come confermano varie testimonianze cronachistiche.

Si è a conoscenza che ci furono ciechi che ottennero la vista, storpi che camminarono, malati terminali che tornarono in piena salute. Alcuni lustri visitatori vollero di persona conoscere i segreti taumaturgici di questo liquido miracoloso: Santa Brigida di Svezia, il viaggiatore inglese Thomas Hoby (amico dei duchi Piccolomini di Amalfi), il vicerè di Napoli de Castro, che offrì capitali per gli addobbi artistici della cripta, Torquato Tasso, il quale nella "Gerusalemme Liberata" scrive: «il divo che Amalfi di manna instilla».

Ci sono giorni stabiliti per la raccolta della manna, la quale può o non può manifestarsi oppure apparire in quantità minime (una goccia). Questi giorni sono il Natale, la Pasqua, l'Immacolata le vigilie relative alle festività del Santo (26 giugno e 29 novembre). Nel corso del XVI secolo il fenomeno addirittura cessò a tal punto che fu completamente dimenticato.

La statistica relativa alle effusioni della manna, puntualmente registrata dai parroci, evidenzia che la quantità più consistente si mostra il 28 gennaio, la ricorrenza del definitivo ritrovamento del cranio del Santo, nascosto in altro luogo della cripta, allo scopo di conservare una cospicua reliquia nel caso l'intero corpo fosse stato prelevato da invasori stranieri.

Varie testimonianze supportate da analisi dirette, effettuate da esperti studiosi stranieri del passato, hanno messo in evidenzia che il misterioso liquido sarebbe una sostanza oleosa di tipo organico inodore, incolore, insapore ma forse in qualche situazione profumata.

La manna può anche essere raccolta in circostanze particolari e occasionali. Quando l'arcivescovo Ercolano Marini giunse ad Amalfi nel 1915 per assumere la guida dell'archidiocesi, fu subito interessato da un caso straordinario: un giovane aveva tentato il suicidio per amore ed era rimasto in coma. L'arcivescovo, allora, convocò nella cripta alcune donne; insieme pregarono a lungo fino a quando sulla tomba dell'apostolo non si manifestò la manna. Essa, raccolta, fu fatta bere al moribondo, il quale miracolosamente uscì dal coma e tornò definitivamente alla vita terrena.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 106162105

Chiesa

Patti e Minori unite nel nome di Santa Trofimena e Santa Febronia /FOTO

Le celebrazioni per Santa Trofimena, patrona di Minori, vedono anche quest'anno la partecipazione di una delegazione della città siciliana di Patti, rinnovando un gemellaggio che affonda le sue radici nella devozione comune per Santa Trofimena e Santa Febronia. La delegazione, riconoscibile dalle magliette...

Grande commozione ad Amalfi: Don Pasquale Avitabile è stato ordinato presbitero

Grande commozione ieri sera nella Cattedrale di Sant'Andrea ad Amalfi per l'ordinazione sacerdotale di Don Pasquale Avitabile. A pregare e festeggiare insieme al giovane tantissimi fedeli della Costiera Amalfitana, che l'hanno visto crescere nella fede. L'Arcivescovo Orazio Soricelli ha celebrato il...

Maiori si prepara a celebrare Santa Maria a Mare il 15 agosto: il messaggio del parroco

Maiori si prepara a festeggiare la sua amata patrona, Santa Maria a Mare, il 15 agosto. Questa celebrazione è radicata profondamente nella cultura e nella storia di Maiori e rappresenta un momento significativo per la comunità, unendo fede e tradizione in un periodo di intensa spiritualità. La preparazione...

Scala, dal 23 al 25 agosto un ritiro spirituale con le Monache Redentoriste rivolto a giovani ragazze: come iscriversi

Dal 23 al 25 agosto, le Monache Redentoriste di Scala organizzano un ritiro spirituale rivolto a giovani ragazze di età compresa tra i 20 e i 35 anni. Questo evento rappresenta un'occasione preziosa per le partecipanti di fermarsi e riflettere, immergendosi in un'atmosfera di preghiera e contemplazione....

La festa della Madonna del Carmelo a Nocelle: nella frazione di Positano un'antica tradizione di fede e comunità

Ogni anno, il 16 luglio, la frazione di Nocelle, nel comune di Positano, festeggia Santa Maria del Carmelo, un evento che non solo celebra la devozione religiosa, ma rafforza anche i legami comunitari. Il 7 luglio con l'apertura del Novenario (ogni sera alle 18 si terrà il Rosario cantato fino al 15...