Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Giusto martire in Roma

Date rapide

Oggi: 28 febbraio

Ieri: 27 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Connectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Sal De Riso Costa d'Amalfi, il sito ufficiale del Maestro Pasticciere membro e presidente dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani (AMPI) Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaPasticceria Pansa, la dolcezza in piazza ad AmalfiSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniHotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Territorio e AmbienteLegambiente: ancora troppi imballaggi in Campania, sono il 17% sul totale dei rifiuti

Casa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Territorio e Ambiente

Napoli, Salerno, Legambiente, imballaggi

Legambiente: ancora troppi imballaggi in Campania, sono il 17% sul totale dei rifiuti

Secondo il dossier "Facciamo secco il sacco" di Legambiente, la Provincia di Napoli è il territorio nel quale si osserva il maggiore quantitativo di rifiuti da imballaggio, con 222.122 tonnellate, seguito da Salerno con 99.083 tonnellate

Inserito da (PNo Editorial Board), venerdì 24 novembre 2023 10:46:07

In Campania, nel 2021, la produzione di rifiuti da imballaggio è stata di 450.185 tonnellate, pari al 17% del totale dei rifiuti prodotti, con un valore pro-capite di 80,5 kg. Nel corso degli anni si registra un aumento dei quantitativi di rifiuti da imballaggio prodotti, nello specifico dal 2018 al 2021 si evidenzia un aumento del 24%, complice anche l'incremento della raccolta differenziata su base regionale che passa dal 52,7% al 54,7%. Entrando nel dettaglio delle province, in termini di produzione assoluta è Napoli il territorio provinciale nel quale si osserva il maggiore quantitativo di rifiuti da imballaggio, con 222.122 tonnellate, seguito da Salerno con 99.083 tonnellate, da Caserta con 69.090 tonnellate e infine da Avellino e Benevento rispettivamente con 30.771 tonnellate e 29.118 tonnellate. Quantitativi fortemente diversificati, che sono legati chiaramente alla popolazione residente. Analizzando quindi il dato della produzione dei rifiuti da imballaggio rispetto alla popolazione residente risulta essere la provincia di Benevento con 110 kg per abitante l'area con la maggiore produzione di rifiuti da imballaggio pro-capite, seguita da Salerno con 93 kg/ab, Avellino con 77 kg/ab, Caserta con 76,7 kg/ab e Napoli con 75 kg/ab.

In occasione della Settimana Europea per la riduzione di rifiuti, Legambiente presenta una fotografia della produzione e recupero degli imballaggi nel dossier Facciamo secco il sacco realizzato con il contributo di Ambiente Spa e L' Igiene Urbana Evolution. Durante il fine settimana i circoli di Legambiente saranno presenti nei nei pressi di supermercati e negozi (alimentari casalinghi) incontreranno clienti che hanno appena effettuato degli acquisti per conoscerne abitudini e comportamenti e sensibilizzare sul corretto conferimento dei rifiuti

Gli imballaggi sono studiati per garantire una facile e duratura fruizione del prodotto e non devono essere quindi demonizzati ma se si analizza il loro ciclo di vita, presentano ancora notevoli criticità. La Commissione europea stima che gli imballaggi costituiscono il 36% dei rifiuti solidi urbani e la loro produzione impiega grandi quantità di materie prime: circa il 40% della plastica e il 50% della carta utilizzate nell'UE sono infatti destinati agli imballaggi. Lo scorso 22 novembre, il Parlamento ha adottato la sua posizione sul nuovo regolamento UE in materia di imballaggi, per affrontare l'aumento dei rifiuti e promuovere il riutilizzo e il riciclaggio, sostenendo obiettivi generali di riduzione degli imballaggi: il 5% entro il 2030, il 10% per il 2035 e il 15% entro il 2040, oltre che una serie di altre indicazioni per la riduzione dei formati in miniatura e degli imballaggi a contatto con gli alimenti. L'Unione europea stima che, in assenza di nuove misure, entro il 2030 l'UE registrerebbe un ulteriore aumento del 19% dei rifiuti di imballaggio.

È evidente, infatti, che gli imballaggi rappresentino un problema per la troppo facile dispersione in ambiente. L'indagine beach litter 2023 condotta da Legambiente Campania ha mostrato, infatti, come nelle 8 spiagge monitorate siano stati individuati ben 5.650 rifiuti da imballaggio, pari al 36% del totale degli oltre 15 mila rifiuti conteggiati dai volontari dell'associazione. Il problema dei rifiuti da imballaggio dispersi in ambiente non riguarda solo le nostre spiagge, ma anche tante strade e aree delle nostre città come, ad esempio, i parchi pubblici urbani come evidenziato nel corso dell'annuale indagine park litter condotta in 10 parchi urbani tra il comune di Napoli e quello di Pozzuoli dai volontari di Legambiente Campania. Ben 698 rifiuti totali individuati e di questi 172, pari al 25%, sono rifiuti da imballaggi.

"Facciamo secco il sacco -commenta Francesca Ferro, direttrice Legambiente Campania - è la campagna nata per migliorare la raccolta differenziata e ridurre sempre più i quantitativi di rifiuti. Un ruolo fondamentale per la riduzione di imballaggi passa per le scelte responsabili dei consumatori. Tra le prime cose, sicuramente la scelta di acquistare prodotti sia alimentari che di altro tipo nei punti vendita che prevedono la vendita alla "spina". In questo caso si potrà utilizzare un proprio imballaggio, riutilizzabile, per acquistare il prodotto scelto. Un'altra alternativa per ridurre la produzione di rifiuti da imballaggio è quella di acquistare prodotti che presentano un quantitativo minore di packaging. Queste scelte, insieme alle politiche che istituzioni centrali e locali devono mettere in campo, possono fare la differenza sia in termini ambientali che in termini economici. Inoltre, per una corretta raccolta differenziata è fondamentale che gli enti locali non solo realizzino efficaci piani di gestione, ma che a questi affiancano permanenti campagne di informazione e comunicazione rivolte ai cittadini."

Ritornando ai dati del dossier di Legambiente è interessante osservare come, rispetto alle diverse tipologie dei materiali di rifiuti da imballaggio prodotti, le province della Campania mostrano alcune differenze. In particolare, le province di Salerno, Caserta e Napoli presentano la maggiore produzione pro-capite di rifiuti da imballaggi misti (cod. 150106), con valori rispettivamente di 40,7 kg/ab, 36,4 kg/ab e 33,3 kg/ab. Segue poi, sempre per queste tre province, il vetro (cod. 150107). Le province di Benevento e di Avellino mostrano, invece, una produzione maggiore di rifiuti da imballaggio pro capite di vetro, con valori rispettivamente di 37 kg/ab e 34 kg/ab. Per la provincia di Avellino seguono poi i rifiuti da imballaggio misti, mentre per quella di Benevento seguono quelli da imballaggio di plastica

Per poter ridurre la produzione di imballaggi ci sono diverse azioni che possono essere messe in atto. Tra le prime cose, sicuramente la scelta di acquistare prodotti sia alimentari che di altro tipo nei punti vendita che prevedono la vendita alla "spina". I punti vendita in cui poter acquistare prodotti sfusi si stanno diffondendo sempre di più. Da una prima indagine condottane sono stati individuati, in tutto il territorio campano, ben 160 distribuiti tra tutte le diverse province. Sono stati inseriti nel conteggio negozi che prevedevano la vendita sfusa di prodotti quali detergenti e detersivi e prodotti alimentari di qualsiasi tipo, fatta eccezione dei prodotti quali frutta e verdura, pesce fresco macelleria e panetteria. Sono stati conteggiati anche i negozi per la vendita di prodotti surgelati sfusi. I negozi di generi alimentari presentano una diffusione maggiore, arrivando a rappresentare il 73% dei punti vendita individuati. In termini assoluti è la provincia di Napoli l'area in cui è stato individuato il maggior numeri di negozi per la vendita di prodotti sfusi, ben 98 pari al 61% del totale. Senza esprimere un giudizio di merito, in rapporto alla popolazione residente è la provincia di Caserta l'area in cui si conteggia il maggior numero di punti vendita con ben 3,8 negozi per la vendita di prodotti sfusi per ogni 100 mila abitanti, seguita poi da Napoli con 3,3 negozi ogni 100 mila abitanti, dati ben al di sopra, per entrambe le aree provinciali, alla media regionale che si attesta a 2,9 negozi ogni 100mila abitanti. Seguono poi la provincia di Salerno 1,9 negozi ogni 100 mila abitanti, quella di Avellino con 1,3 negozi e infine Benevento con 1,1 negozi ogni 100mila abitanti

Un'altra alternativa per ridurre la produzione di rifiuti da imballaggio è quella di acquistare prodotti che presentano un quantitativo minore di packaging. Un pratico esempio è quello dei prodotti ortofrutticoli acquistati nei supermercati. Attraverso un'indagine condotta dai volontari di Legambiente Campania in diversi punti vendita di Napoli e provincia, è stato osservato come oltre il 60% prodotti ortofrutticoli già confezionati mostri, in media un costo superiore di quasi il 30% rispetto all'analogo prodotto sfuso.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Legambiente: ancora troppi imballaggi in Campania, sono il 17% sul totale dei rifiuti<br />&copy; Massimiliano D'Uva Legambiente: ancora troppi imballaggi in Campania, sono il 17% sul totale dei rifiuti © Massimiliano D'Uva

rank: 10557103

Territorio e Ambiente

Campania, nuova allerta meteo Gialla: 28 febbraio precipitazioni intense e repentine

La Protezione Civile della Campania ha emanato una allerta meteo di colore Giallo per temporali valida dalle 14 alle 23.59 di domani, mercoledì 28 febbraio, su tutta la regione ad esclusione delle zone 4 (Alta Irpinia e Sannio) e 7 (Tanagro). Le precipitazioni potrebbero essere intense e repentine. I...

Sita Sud avvia indagine “Soddisfazione Clientela 2024”: servirà a migliorare la Carta Dei Servizi

A partire dal 24 febbraio la Sita Sud, che gestisce il trasporto pubblico anche in Costiera Amalfitana, ha attivato l'indagine di soddisfazione alla Clientela, i cui risultati saranno analizzati nell'ottica del miglioramento continuo ed inseriti nella "Carta Dei Servizi 2024" di prossima pubblicazione....

Minori, l'associazione "Neptune Softair" impegnata nella pulizia dell’arenile

L'associazione sportiva dilettantistica Neptune Softair ha dimostrato un forte impegno verso la salvaguardia dell'ambiente. Nell'ambito di un'iniziativa lodevole, ieri, domenica 25 febbraio, il team ha dedicato il proprio tempo e sforzi alla pulizia dell'arenile di Minori, dichiarando: "Ogni anno il...

Agricoltura come forma di protezione civile del territorio: le proposte di Italia Viva Costa d’Amalfi

Il coordinamento territoriale Italia Viva Costa d'Amalfi, nella giornata di venerdì 23 febbraio, nell'Auditorium di Villa Rufolo, ha discusso della proposta sul "Micro credito per la manutenzione dei fondi agricoli" con attivisti, simpatizzanti e imprenditori locali, alla presenza del Vice-Sindaco di...

Secondo incontro PCTO 2024 a Conca dei Marini: focus su rischio incendi e dissesto idrogeologico /foto

Gli studenti della classe III B del Liceo Scientifico "Marini Gioia" di Amalfi hanno partecipato ieri al secondo incontro del percorso PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento) 2024, focalizzato sui rischi incendi boschivi e dissesto idrogeologico. L'evento si è svolto presso...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.