Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Apollonia martire

Date rapide

Oggi: 9 febbraio

Ieri: 8 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaPasticceria Pansa dal 1830 tutta la dolcezza di Amalfi Hotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, Internet Service Provider in fibraSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickPasticceria Sal De Riso, capolavori di dolcezza realizzati in Costa d'Amalfi Offerta Granato Caffè a cialde con macchina Frog

Tu sei qui: Storia e StorieRudolf Nureyev, trent'anni fa moriva il più grande ballerino di sempre

Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Casa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaMaurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaLa prima cotta, la nuova mozzarella dal gusto antico realizzata dai maestri caseari de La TramontinaMacchina da caffè Baby Frog in offerta a 99,90 per tutti i clienti Granato CaffèCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoHotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaAmalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Storia e Storie

Positano, Parigi, Irkutsk, Danza, Li Galli, Storia, anniversario

Rudolf Nureyev, trent'anni fa moriva il più grande ballerino di sempre

Nel 30° anniversario della sua morte, ricordiamo l'artista che ha tanto amato Positano. Quando lasciò Li Galli per l'ultima volta, pianse, sapeva che non vi avrebbe più fatto ritorno. In questi luoghi però il suo ricordo è vivo

Inserito da (Admin), venerdì 6 gennaio 2023 18:25:14

Rudol'f Chametovič Nureev nacque a Irkutsk il 17 marzo 1938 ed è morto nel 1993 all'ospedale Nôtre Dame du Perpétuel Secours a Levallois-Perret, a Parigi il 6 gennaio, aveva solo 54 anni.

Il ballerino di origine russa ma naturalizzato austriaco Rudolf Nureyev morì a causa di una crisi respiratoria, malata da tempo di Aids, affrontò la malattia come tutta la sua vita, a testa alta, indebolito nel corpo ma mai nello spirito.

Nureyev è senza ombra di dubbio uno dei più grandi interpreti della danza del secolo scorso, non a caso soprannominato "il tartaro volante", per le incredibili acrobazie che regalava in ogni sua performance.

Temprato dal clima Siberia, dove Nureyev è nato, viene viene scelto dall'Accademia di Danza del Teatro Bol'šoj, ma è l'Accademia di danza Vaganova del Teatro Kirov per cui fa il provino e viene preso diventandone immediatamente una stella.

Basteranno pochi anni perchè il giovane ballerino si affermi come il più grande ballerino dell'Unione Sovietica, tanto da essere richiesto a Parigi per una sostituzione in un'esibizione programmata all'Opéra. Fu un successo tale che vennerò programmate repliche anche a Londra, vietate dai servizi segreti sovietici che non vedevano di buon occhio le sue frequentazioni occidentali. Temendo per la sua incolumità richiese asilo politico alla Francia. Venne scritturato all'Opéra e la sua carriera decollò in tutto il mondo.

Il suo contributo alla danza moderna come coreografo regala nuove versioni di innumerevoli balletti, innovando lo stile e i passi e attirando su di sé numerose critiche ma molti più ammiratori. Per i suoi meriti fu nominato premier maître de ballet del Balletto dell'Opéra di Parigi e poi Chevalier de la Légion d'Honneur(1988)eChevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres(1992).

Il suo amore per Positano lo portò, pochi anni prima della sua morte nel 1989, ad acquistare l'arcipelago de Li Galli, di proprietà dal 1924 di un altro grande ballerino russo, Léonide Massine. Fu il figlio di Léonide Massine, Lorca, impossibilitato a sostenerne le spese, a vendere Li Galli a Nureyev, che se ne era innamorato sette anni prima, quando era stato invitato a Positano per ritirare il Premio "Léonide Massine per l'arte della danza" nel 1982.

In un articolo di Rossiyskaya Gazeta si legge "Per lui era prioritario, in quel solo mese di agosto in cui riusciva ad approdarvi, isolarsi dal mondo. Raccontano che in uno dei vari edifici dell'isola aveva fatto predisporre una stanza con le finestre oscurate, dove poteva non sentirsi, come sempre era, sotto i riflettori. Amante della sofisticata mondanità di Positano, Nureyev scendeva però a terra più spesso di Massine, come evoca una targa sul lungomare, per una festa nelle ville dei conoscenti o una cena al ristorante La Buca di Bacco. Tornato sull'isola si rifugiava nella villa, arredata con il suo opulento gusto orientale: azuleios turchi, tappeti persiani, bronzi anatolici. Ma il luogo che più lo rappresentava era la sala ballo predisposta nella torre saracena, coperta di specchi, circondata da sbarre, con parqué di pino rosso."

 

Fonte: Corriere della Sera Style Magazine

Foto di Copertina: Allan Warren

Foto interna: Wikipedia con Liliana Cosi autore sconosciuto

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 104923106

Storia e Storie

Valorizzazione condivisa del territorio sulle orme di Sant' Alfonso: l'idea che unisce la Costa d’Amalfi, Pagani e il foggiano

Si intitola "Percorsi della fede alfonsiana. Redentorismo e terre del Mezzogiorno d'Italia" ed è l'incontro che si è tenuto lo scorso 31 gennaio all'Università degli Studi di Salerno, al quale hanno partecipato anche l'Assessore del Comune di Tramonti Antonio Giordano e il professor Domenico Taiani,...

Amarcord Yasmina, la nave che 20 anni fa si arenò sulla spiaggia di Salerno

"Faceva freddo, e il mare era in tempesta. E c'era pure neve abbondante sui monti, il 4 febbraio 2003, quando la nave Amarcord Yasmina si arenò a Torrione, dirimpetto al mio balcone. Rimase lì, suscitando curiostà e interesse, fino al 24 luglio, quando fu disincagliata e trasferita nel bacino portuale....

Il maltempo in una città antica: gli insegnamenti dell’antica Herculaneum tra sostenibilità e resilienza

Il maltempo dell'ultimo periodo ha valorizzato l'efficienza dei lavori in corso al Parco Archeologico di Ercolano sulla gestione delle acque piovane e sorgive e il loro smaltimento. E' infatti grazie agli interventi messi in campo che, nonostante le piogge tanto abbondanti degli ultimi mesi, il fronte...

"Amalfi per non dimenticare", nel Giorno della Memoria un Concorso dedicato alle scuole e nuovi libri in Biblioteca

"L'indifferenza è più colpevole della violenza stessa. È l'apatia morale di chi si volta dall'altra parte: succede anche oggi, verso il razzismo e altri orrori del mondo. La memoria vale proprio come vaccino contro l'indifferenza": le parole della senatrice a vita, Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz,...

Il rapimento di Aldo Moro: un ricordo personale sull'imprinting politico degli anni di piombo

di Paola Mansi* Il recente passaggio in video di "Esterno Notte" ha suscitato ricordanze tutt'altro che sopite. Lo ricordo bene con quella pennellata bianca sui capelli neri. Lo ricordo bene l'onorevole Aldo Moro, seduto tra i banchi della Chiesa di San Francesco a Monte Mario, di domenica, con la moglie,...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.