Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Valeriano vescovo

Date rapide

Oggi: 27 novembre

Ieri: 26 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaAuguri di Buon Natale dalla Pasticceria Pansa. Acquista on line i panettoni artigianali www.pasticceriapansa.itMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeePasticceria Gambardella Augura a tutti Buon Natale e Buone Feste. Acquista on line il Panettone artigianale firmato Pasticceria Gambardella, dal 1963 sinonimo di eccellente qualità Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieQuando il maggiore inglese accusò il Sindaco di Positano di avergli "strappato" la bellissima moglie

Il Black Friday di MielePiù: la scelta infinitaSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line il Panettone Campione del Mondo. Sal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti i lettori de Il Vescovado un buon NataleLauro & Company Black Friday: al via una settimana di sconto del 20% su tutto il catalogo

Storia e Storie

Accadde nell’estate del 1959

Quando il maggiore inglese accusò il Sindaco di Positano di avergli "strappato" la bellissima moglie

Richard Guy Carne Rasch, maggiore delle Guardie reali, accusò la moglie, Annemarie Mary Brocklerhust, di essere innamorata del marchese Paolo Sersale

Scritto da (redazionelda), sabato 1 maggio 2021 18:11:54

Ultimo aggiornamento sabato 1 maggio 2021 18:21:43

Un maggiore inglese accusò il Sindaco di un paese della Costiera Amalfitana di avergli "stregato" la bellissima moglie. Accadde a Positano nell'estate del 1959.

Le cronache dell'epoca, dalle pagine della rivista di gossip "Gente", raccontano lo scandalo e che la cittadina turistica, che di lì a poco sarebbe diventata icona di glamour, si unì per difendere il proprio sindaco, il marchese Paolo Sersale, dalle accuse di correità in adulterio formulate contro di lui da un tribunale britannico.

Un maggiore inglese delle Guardie reali, Richard Guy Carne Rasch, accusò la moglie, Annemarie Mary Brocklerhust, di essere innamorata del marchese Sersale, chiedendo il divorzio. La signora si difese affermando di essere solo un'ammiratrice e un'amica del sindaco. Il marchese, quarant' anni, proprietario di un albergo di Positano, accolse la notizia con palese distacco dichiarando che credeva gli inglesi più freddi nel giudicare gli uomini ed avvenimenti. I positanesi, infine, schierarono nella loro grande maggioranza a favore del primo cittadino, pronti a giurare che il marchese non aveva mai fatto nulla per "stregare" la bella Annemarie Brocklerhust. Trentacinque anni, bionda, snellissima, di altezza normale, con degli occhi azzurro cupo, Annemarie era la tipica rappresentante della bellezza inglese. Aveva soprattutto uno sguardo penetrante che sulle prime metteva a disagio l' interlocutore, ma finiva poi per stabilire con lui una corrente simpatia.

Naturalmente non mancarono, e furono però una trascurabile minoranza, quelli che, per motivi politici o per motivi di concorrenza alberghiera, cercarono, con frasi equivoche o con paroline buttate lì come per caso, di avallare le dicerie sul preteso amore, e per rafforzare tale tesi ricordano che la signora Mary era venuta a Positano sola, per due stagioni di seguito, e che quell'anno era giunta addirittura nel mese di maggio e non mostrava nessuna intenzione di lasciare la casetta di due stanze presa in affitto alla periferia del paese. Quando la signora Brocklerhust ricevette la citazione per la causa, preferì passare le giornate lontano da Positano, lasciando la cura degli affari amministrativi a un suo delegato. Agli amici intimi disse: «Sono perfettamente a posto con la coscienza; e questo mi basta. Per il resto non posso inseguire le dicerie delle male lingue, né tanto meno può colpirmi la gelosia di un marito fantasioso».

Paolo Sersale era nato a Napoli nel 1919, terzogenito del marchese Luigi, illustre esponente della nobiltà salernitana. Era proprietario, insieme con i fratelli Antonino e Aldo, dell' albergo Sirenuse, dove abitava essendo scapolo e deciso a conservare quello che egli chiama "la roccaforte della libertà". Era alto, robusto, simpatico nei tratti e nella parlato, signore nel senso vero della parola. Sindaco democristiano di Positano dal 1944, da quando, cioè, era rientrato dalla prigionia in Germania, venne nominato commissario prefettizio dagli angloamericani. In seguito ebbe sempre il plebiscito della cittadinanza, che gli riconobbe tutte le qualità essenziali per sostenere il ruolo di sindaco in una località internazionale che già traeva i suoi cespiti unicamente dal turismo. L' amicizia tra il primo cittadino e la mistress nacque allorchè Paolo Sersale si recò a Londra, nel 1954, per incrementare il turismo positanese. Lì, frequentando la società londinese, il sindaco conobbe l'allora capitano Richard Rash, uomo fra i più ricchi dell' impero britannico, e sua moglie Annemarie Brocklerhust, anche lei donna ricchissima. Fra Sersale e la coppia inglese si stabilì una profonda simpatia e i coniugi Rash decisero che l' anno seguente avrebbero trascorso le vacanze in Italia e precisamente a Positano. Ciò avvenne puntualmente: la vacanza fu piacevole e i Rash tornarono a Positano anche nel 1956. Nel 1957 e nel 1958, però, la signora giunse senza marito, trattenuto a Londra dal suo servizio. Lei rimase a Positano per due mesi.

Nel 1959 la signora Annemarie arrivò addirittura in anticipo sul previsto: a maggio, infatti, era già ad abbronzarsi sulla spiaggia e a intrattenersi con gli amici italiani che la trovano "meravigliosamente interessante"...

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

L’economia del limone nel XIX e XX secolo in Costiera Amalfitana

di Luigi Reale Nel XIX e XX secolo il limone assume grande valore economico e sociale per la Costa d'Amalfi. All'alba dell'Ottocento l'apertura dei mercati esteri, in particolare inglesi e nordamericani, offre un'opportunità senza precedenti per il rilancio della limonicoltura della Costa d'Amalfi dopo...

4 novembre 1921. Maiori e il Milite Ignoto: la posa della prima pietra del Monumento ai Caduti

di Donato Sarno Esattamente cento anni fa, venerdì 4 novembre 1921, in occasione del terzo anniversario della Vittoria, veniva a Roma tumulata la salma del Milite Ignoto sull'Altare della Patria. Il Prefetto di Salerno aveva raccomandato ai vari Comuni della provincia di ricordare l'evento e Maiori per...

Le onoranze al Milite Ignoto a Ravello del 4 novembre 1921

di Salvatore Amato La legge dell'11 agosto 1921, n. 1075, stabilì la sepoltura in Roma, nell'Altare della Patria, della salma di un soldato ignoto caduto in guerra. La data immaginata per la celebrazione fu il 4 novembre 1921 e all'esecuzione del provvedimento era autorizzato a provvedere il ministero...

Il Milite Ignoto è eterno, figlio d’Italia e fratello di tutti noi

di Salvatore Ulisse Di Palma* Nel 2021 ricorre il centenario della traslazione del Milite Ignoto all'Altare della Patria e per tale occasione il Gruppo delle Medaglie d'Oro al Valor Militare d'Italia, in collaborazione con l'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), ha avviato il progetto "Milite...

Il ruolo della Comunità Montana per la Costa d’Amalfi: battaglie e conquiste

di Raffaele Ferraioli* Non ricordo la data, ma non scorderò mai il grido di esultanza dell'amico Ezio Falcone, che Dio lo abbia in gloria, quando fu estratta dall'urna l'ultima scheda che dava vincente Donato Cufari - che Dio l'abbia in gloria - per l'elezione a primo presidente della Comunità Montana...