Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Giovanna Antida Touret

Date rapide

Oggi: 23 maggio

Ieri: 22 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie2 febbraio: un anno fa la frana che spezzò in due Amalfi e la Costiera

Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Storia e Storie

Amalfi, Costiera Amalfitana, frana, ricostruzione

2 febbraio: un anno fa la frana che spezzò in due Amalfi e la Costiera

Furono momenti di sgomento e preoccupazione. Qualcuno poteva essere finito sotto le macerie: per fortuna non fu così. Nove persone furono evacuate tramite elicottero dalle proprie abitazioni site proprio sopra il costone franato

Scritto da (Redazione LdA), mercoledì 2 febbraio 2022 09:34:47

Ultimo aggiornamento mercoledì 2 febbraio 2022 09:57:38

Di Maria Abate

Un anno fa, martedì 2 febbraio 2021, intorno alle 9:30, ad Amalfi, una frana di dimensioni impressionanti si staccò dal costone Vagliendola, crollando sulla SS163 sottostante, proprio accanto alla galleria "Matteo Camera", tirando con sé Via Annunziatella e parte della Statale fin sotto al Lungomare dei Cavalieri.

Furono momenti di sgomento e preoccupazione. Qualcuno poteva essere finito sotto le macerie: per fortuna - lo annunciò in serata il sindaco Daniele Milano in un video pubblicato su Facebook - così non è stato. Nove persone furono evacuate tramite elicottero dalle proprie abitazioni site proprio sopra il costone franato.

Di fatto, Amalfi era spezzata in due: centro e frazioni. Gli operatori del trasporto marittimo, in pieno inverno, attivarono immediatamente un apposito servizio per bypassare il punto della frana. Un'ambulanza medicalizzata fu collocata nella zona delle frazioni, disponibile h24 in caso di emergenza.

La Procura di Salerno sequestrò l'area del crollo e incaricò quale consulente tecnico Settimio Ferlisi, professore associato del Dipartimento di Ingegneria Civile dell'Università di Salerno.

Il dissequestro arrivò tre settimane dopo e i lavori furono finalmente avviati su due fronti: il consolidamento del costone roccioso affidato alla FraCam srl di Praiano e la messa in sicurezza della galleria più la ricostruzione della SS163 da parte di ANAS.

A marzo sul lungomare furono installati ponteggi di cantiere fino a un'altezza di oltre 10 metri. Da lì gli operai specializzati iniziarono a innalzare un muro fondante, con un sistema di tiranti, fino al raggiungimento della quota strada, dove fu costruita una soletta in cemento armato con parapetto e successivamente fu ripristinata la pavimentazione.

Si lavorava senza sosta: grazie alla predisposizione di un impianto di illuminazione, i lavori proseguivano anche di notte. E così, sabato 24 aprile, alle 11, la strada fu riaperta definitivamente. Un palco fu montato sull'asfalto appena posato e il governatore Vincenzo De Luca, i vertici nazionali di Anas e il Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Giovanni Carlo Cancelleri illustrarono alla cittadinanza il lavoro fatto.

E, mentre sulla statale SS163 appena riaperta si teneva la cerimonia di inaugurazione, sul lungomare dei Cavalieri, proprio sotto il tratto franato, i lavoratori del settore turistico-ricettivo della Costa d'Amalfi erano in protesta per la crisi causata dalla pandemia e chiedevano «lo stesso impegno profuso per la frana».

A fine giugno fu depositata la relazione sulla perizia tecnica ordinata dalla procura di Salerno sulle cause della frana: secondo il docente universitario Settimio Ferlisi fu lo sradicamento di un albero di fico a indebolire l'assesto idrogeologico del terreno, che, sotto l'azione delle piogge invernali, è poi franato.

Recentissimo, invece, il verdetto della Procura: indagati il vicesindaco di Amalfi e due tecnici comunali per reato di cooperazione nel delitto colposo per frana e danno. Già dal 6 novembre 2020, alcuni cittadini avevano segnalato un avvallamento su Via Annunziatella: secondo le indagini dei Carabinieri guidati dal capitano Umberto D'Angelantonio, gli indagati non si sarebbero attivati immediatamente per verificare l'anomalia segnalata dai residenti, che riferivano anche che il costone roccioso "sudava" di continuo acqua.

Quanto a Via Annunziatella, il 20 aprile 2021 il Comune di Amalfi approvò il progetto esecutivo dell'ingegnere Michele Brigante per il ripristino della strada pedonale e il 3 maggio, a seguito dell'espletamento della procedura di gara, i lavori sono stati affidati a una ditta di Genova. I lavori sono iniziati il 15 giugno con l'installazione di una galleria artificiale con copertura metallica in putrelle in modo da poter eseguire gli interventi in sospensione consentendo al traffico veicolare di scorrere regolarmente.

Dopo la ricostruzione di Via Annunziatella, che dovrebbe terminare nel giro di qualche settimana, i residenti del Rione Vagliendola potranno finalmente tornare a casa.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank: 105233104

Storia e Storie

Portici: inaugurata al museo ferroviario di Pietrarsa la mostra “Treni fra arte, grafica e design”

Presentata stamattina, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, la mostra "Treni fra arte, grafica e design. Dal Ticino Svizzero al Golfo di Napoli". Ad accogliere gli ospiti Vincenzo Cuomo, Sindaco di Portici, Oreste Orvitti, Direttore Museo Pietrarsa, e Nicoletta Ossanna Cavadini, Direttrice m.a.x....

Minori, festa a sorpresa per i futuri sposi Antonio e Claudia: oggi il fatidico "sì" nella Basilica

La notte prima delle nozze non si scorda mai. C'è chi la vive con un po' di ansia e c'è chi la vive con gioia, come nel caso di Antonio Iuliano e Claudia Minerva. Alla coppia è stata organizzata ieri sera una festa a sorpresa a Minori. Ad allietare la serata il cantante Lello Marino con la classica serenata...

Da Corfù alla Costiera Amalfitana: ecco la nave da crociera inaugurata 38 anni fa da Lady Diana

E' arrivata di buon mattino in Costiera Amalfitana, proveniente dalla Corfù, la lussuosa nave Artania, appartenente alla flotta della compagnia Phoenix Reisen. La nave, alle 6, era nella rada di Amalfi, mentre intorno alle 13 si avvicinava a Maiori. La Artania, che naviga attualmente sotto bandiera delle...

Quel terribile 9 maggio 1978. L'assassinio di Aldo Moro

di Sigismondo Nastri Il cadavere di Aldo Moro, assassinato dalle Brigate Rosse, fu fatto trovare il 9 maggio 1978 nel vano bagagli di un'auto - una Renault 4 rossa - parcheggiata a Roma, in via Caetani, nei pressi delle sedi della Dc e del Pci. Aldo Moro - ha scritto la figlia Agnese - "non si stancò...

Ventiquattro anni fa a Sarno la tragica alluvione che causò 137 morti: inaugurata mostra permanente per non dimenticare

A Sarno tra il 5 e il 6 maggiodel 1998 si consumò una delle più grandi tragedie italiane. Un'alluvione che coinvolse altri comuni limitrofi come Bracigliano, Siano e poi comuni di altre province come Quindici e San Felice a Cancello. In tutto ci furono 160 morti, di cui 137 solo a Sarno, con tremila...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.