Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 34 minuti fa SS. Simone e Giuda

Date rapide

Oggi: 28 ottobre

Ieri: 27 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Genea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneConnectivia Back To School, l'offerta dedicata alle famiglie e agli studentiAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaGambardella Minori, Costiera Amalfitana, Pasticceria, Gelateria, Lounge Bar, Liquorificio artigianaleContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel ForniturePansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie1991: la “Fatalità” di Nino D’Angelo a Ravello [VIDEO]

LIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaMielePiù Eco Buonus 65%Terra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi

Genea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, Ottimizzazione

Storia e Storie

1991: la “Fatalità” di Nino D’Angelo a Ravello [VIDEO]

Scritto da (Redazione), lunedì 13 aprile 2020 21:15:25

Ultimo aggiornamento martedì 14 aprile 2020 16:28:19

Ravello è da sempre location prediletta da registi di tutto il mondo. Non si contano oramai le produzioni cinematografiche ambientate nella Città della Musica: dal Tesoro dell'Africa con un Humpherey Bogart e Gina Lollobrigida del 1954 alla più recente Wonder Woman con Gal Gadot (2017). Non volendo scomodare il cinema Hollywoodiano, vogliamo ricordare un film "nostrano" che spesso viene riproposto dalle reti televisive locali: "Fatalità", firmato alla regia da Ninì Grassia e girato principalmente a Ravello e in alcuni altri siti della Costiera nella primavera del 1991. Protagonista è Nino D'Angelo che interpreta il ruolo di Nino Santoro, giovane rappresentante di calzature, è felicemente sposato con Anna (Nina Soldano), finché conosce Barbara Chierici (Veronica Bartoli), figlia di un noto industriale, iniziando una relazione extra-coniugale. La donna lo coinvolge in una truffa organizzata da lei ai danni della ditta per cui lui lavora; Nino, così, abbandona la moglie e fugge a Roma con Barbara. Dopo sette anni, di cui quattro trascorsi in prigione per truffa, Nino torna a Napoli facendosi dare un passaggio da Gino Ramaglia (interpretato Francesco Paolantoni), un noto cantante, diventando subito amici; Gino decide inoltre di aiutare l'amico ospitandolo a casa sua e trovandogli lavoro come cameriere in un bar.

IL MEMORABILE CAMEO

L'ambientazione è quella del San Domingo, in una piazza Vescovado ancora transitabile per i veicoli (il tunne nuovo sarebbe stato inaugurato di lì a pochi mesi). Una mattina Aristide Iannotti (Gabriele Villa), noto ingegnere proprietario di un cantiere navale è intento a leggere il giornale seduto ai tavolini esterni, nell'atmosfera trasformata per l'occasione in una piazza di Napoli. A un tratto ecco irrompere nella scena, con piglio deciso e modi spavaldi, due rapinatori a volto scoperta a bordo di una moto (Alessandro Calce alla guida e Salvatore Di Palma passeggero). Dal sedile posteriore, Di Palma dà un'occhiata furtiva alla valigetta dell'ingegnere, per poi uscire dall'inquadratura. In un secondo momento, la moto riappare e, nonostante gli occhiali da sole Ray Ban Wayfarer schermino il suo sguardo, sembra evidente la sua intenzione di appropriarsi della borsa. L'uomo scende fulmineamente dalla moto e con un agile scatto si scaraventa sul malcapitato, ingaggiando un corpo a corpo con tanto di coltello che estrae minaccioso. Da rimarcare la prestanza fisica che gli consente di impersonare con credibilità questo personaggio che viene messo fuori gioco solo dalla finta pistola puntatagli alle spalle da Nino D'Angelo intervenuto prontamente. E' così che il colpo viene sventato, con i due rapinatori che si danno alla fuga. La finta pistola si rivelerà una bottiglietta di vetro.

 

LA FATALITA'

L'ingegnere, colpito dal gesto valoroso, propone a Nino di lavorare maggiordomo nella sua casa. Location l'abitazione del dottore Paquale Correale di Via Boccaccio e gli alberghi Bonadies, Villa Maria, Villa Eva e Giordano. Nino alla fine accetta, coinvolgendo anche Gino. L'ingegnere ha una figlia di nome Antonella, che immediatamente ha una simpatia per Nino, ma al ritorno della madre per un viaggio, Nino scopre che la madre della bambina non è altro che la sua ex moglie Anna, che aveva abbandonato tempo prima, quand'ella era ancora incinta di Antonella. Infatti, la donna aveva conosciuto l'ingegnere assistendone la madre come infermiera e l'aveva sposato facendogli credere che Antonella fosse sua figlia.

A causa poi dell'odio implacabile verso Nino, considerato come se fosse morto, tenta di farlo sentire ridicolo dicendogli la verità sulla bambina. Antonella intanto invita Nino a partecipare alla sua Prima Comunione: all'inizio accetta ma, dopo avere rivelato tutto all'ingegnere, decide di partire per Milano, evitando di prendere parte alla comunione della figlia.

LA CORSA CONTRO IL TEMPO

Allora l'ingegnere decide di rivelare alla bambina, proprio nel giorno della prima comunione, l'identità del suo padre naturale. La bambina, commossa, vuole a tutti i costi raggiungere Nino ed è Andrea Carrano, alla guida della sua Mercedes, ad accompagnarla, con sua madre, verso la stazione di Vietri sul Mare. Una vera e propria corsa contro il tempo, ma alla fine Antonella riesce a raggiungere in tempo suo padre e ad abbracciarlo sul binario. Una scena piena di pathos con il lieto fine accompagnato dal brano "Mente-Cuore", tra i più celebri di D'Angelo.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Vietri sul Mare, la storia del cantiere navale dei fratelli Della Monica

Il gruppo Cava storie, che ha lo scopo di far conoscere a grandi e piccini le bellezze di Cava de' Tirreni e dintorni, specie quelle di cui poco si parla, ha voluto raccontare la breve storia del cantiere navale dei fratelli Della Monica di Vietri sul Mare. Di seguito il racconto completo: Il cantiere...

La saggezza di un Popolo (47)

di Antonio Schiavo Con imperdonabile ritardo riprendiamo il nostro percorso nella tradizione popolare ravellese sostanziatasi nei decenni , con un fecondo passaparola, tra le generazioni e che ancora oggi riempie di colore e, perché no, di cultura la vita di tutti i giorni. Un particolare ringraziamento...

Quando Cossiga a Londra espresse gratitudine all'avvocato Sammarco di Ravello [FOTO]

Ieri, all'Università di Sassari, il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha ricordato, nel decennale della scomparsa, la figura di Francesco Cossiga, presidente della Repubblica dal giugno 1985 al maggio 1992. Mattarella ne ha fatto un elogio che lo ha assolto anche dai vizi di Picconatore, di cui non...

Le famiglie di Ravello che nel 1940 rimpatriarono con navi protette dalla Croce Rossa Internazionale

di Rita Di Lieto Durante la guerra, Via Lacco, a Ravello, era una strada molto popolata: sfollati non solo dai paesi vicini, ma anche dall'estero. I bambini erano tanti. Una mia compagna di scuola e di giochi era una nipote di Antonio Romano che era vissuto molto a lungo in Inghilterra e suo figlio Leonardo...

Mio padre, paracadutista americano, che nel ’43 combatté tra il Valico di Chiunzi e Maiori

Pubblichiamo, in questo giorno di ricordo dell'8 settembre 1943, la testimonianza di William Bonnamy, Jr., detective americano in quiescenza, che ci scrive da Scottsdale, in Arizona. Qualche anno fa è ritornato in Costiera Amalfitana nei luoghi in cui suo padre, un paracadutista americano, combattè nel...