Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Lanfranco martire

Date rapide

Oggi: 23 giugno

Ieri: 22 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniPoliticaRavello, Auditorium senza guardiania e progetti futuri. Nicola Amato interroga il Sindaco

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCon il Cuore. Dona alle mense francescane e aiuta i poveri in questo periodo di grande difficoltà

Politica

Ravello, Auditorium senza guardiania e progetti futuri. Nicola Amato interroga il Sindaco

Scritto da (Redazione), martedì 4 dicembre 2018 09:12:42

Ultimo aggiornamento martedì 4 dicembre 2018 09:12:42

Nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 27 novembre, il capogruppo di minoranza di "Ravello nel Cuore", Nicola Amato, ha avanzato un'interrogazione al sindaco Salvatore Di Martino circa l'attuale condizione dell'Auditorium "Oscar Niemeyer" legata al suo utilizzo. Amato evidenzia il momento sociale di Ravello in cui mancano spai per favorire importanti momenti sociali. E che le sale sottostanti l'auditorium sono state persino negate alle attività ginniche delle bambine ravellesi con palese disappunti dei genitori.

Inoltre viene evidenziato che la struttura, concessa per "pochi spiccioli" (1100 euro al mese), allo stato la struttura sarebbe priva del servizio di guardiania. Per completezza d'informazione si pubblica interrogazione integrale firmata da Nicola Amato

 

Sig. Sindaco,
Premesso:
- che nei giorni scorsi abbiamo letto di dinieghi sull'uso delle sale del complesso di Villa Rufolo per tenervi spettacoli teatrali, come già tenutesi in passato, da parte di associazioni locali;
- che i locali suddetti sono gestiti da Fondazione Ravello di cui l'attuale Sindaco e l'ex Sindaco risultano essere membri del Consiglio di indirizzo;
- che tale diniego non ha provocato alcuna reazione da parte di entrambi, o, almeno, non si è avuto contezza di una qualche reazione a riguardo, che và nella direzione di favorire l'associazionismo, che rappresenta, ad oggi, l'unica fucina culturale e aggregativa di tanti giovani di Ravello;
- che le associazioni saranno costretti a programmare gli spettacoli natalizi presso strutture non facilmente raggiungibili dalle persone aventi difficoltà di deambulazione e dagli anziani;
- che, parimenti, ad altri giovanissimi ravellesi (alle loro madri) è stato negato l'uso delle sale e salette dell'auditorium O.N. per attività ginniche o sportive che siano,in ogni caso per attività aggregative;
- che sono sconosciute al mittente le vere motivazioni di questi dinieghi;
- che, sembrerebbe, che la struttura sia oggi concessa, per solo un giorno a settimana, ad una sola associazione, in forma gratuita, senza rilevare alcun atto amministrativo che ne confermi l'uso, le modalità relative, l'assunzione di responsabilità, etc., nonché le motivazioni della concessione rispetto ad altri;
Rilevato:
- che le associazioni e i gruppi, comunque costituiti (bambini, giovani, mamme, etc.) svolgono un ruolo aggregativo molto importante nella nostra società per cui non possiamo non preoccuparci di loro, individuando luoghi idonei, anche provvisori in attesa di interventi di manutenzione, da assegnare per l'aggregazione e la formazione dei ns giovani ove praticare tutte quelle attività che rappresentano, soprattutto per i più giovani, il pane della crescita;
- che oggi l'Auditorium è affidato in gestione, per pochi spiccioli, nemmeno sufficienti a pagare l'uso dei servizi, acqua, luce, gas, etc.;
- che l'Auditorium, per diversi eventi, è stato dato in uso gratuito alla Fondazione Ravello (per spettacoli a pagamento);
- che non vi sono luoghi di aggregazione a Ravello nemmeno un parco giochi per bambini, completo di strutture e servizi;
Rilevato altresì
- che nei giorni scorsi l'unica edicola di Ravello ha chiuso i battenti per problemi di natura economica stante l'esosità del canone di locazione rispetto al volume di affari che una piccola edicola può produrre;
- che da più parti si auspica l'uso gratuito del parcheggio dell'Auditorium e dei parcheggi comunali nel periodo invernale;
- che dal 4 ottobre al 30 novembre l'Auditorium risulta privo di guardiania e di manutenzione degli impianti interni, con problemi di pulizia ma anche con il rischio di richiesta di danni da parte dell'attuale gestore;
Constatato
- che l'Auditorium, per come oggi è utilizzato, rappresenta solo un vuoto a perdere che nessuno vuole;
- che per lo stesso, ad oggi, dal 29 gennaio 2010, alcun piano industriale, risulta presentato dalle amministrazioni che si sono succedute;
- che le odierne modalità dell'utilizzo non riusciranno mai a coprire le spese, nemmeno quelle per la manutenzione e dei consumi;
Evidenziato
- che lo scrivente, in data 24 settembre 2018, attraverso un post sui social, invogliava l'A.C. ad avere coraggio all'uopo postando una nota sui social, dal titolo una Casa per i bambini.

Quando fin qui svolto, al fine di adempiere ad atti che il mandato di consigliere impone, soprattutto negli aspetti sociali, e spronare il Sindaco e l'A.C., ma anche noi tutti a manifestare quel coraggio, che non è un passo indietro ma un comune sentire, una comune consapevolezza, di uso di un bene, che è di tutti, e non certo di poche persone!
interroga la S.V., per conoscere:

1) se è vero che l'Auditorium O.N. è risultato privo di guardiania e manutenzione agli impianti per circa due mesi, le relative motivazioni e come si sta procedendo?
2) se risulta vero che la struttura è oggi utilizzata da una associazione per un giorno a settimana e con quali formali provvedimenti?
3) se, sulla scorta della concessione rilasciata ad una sola associazione, di cui al punto precedente, si intende affidare in uso la struttura per le attività ginniche, formative, culturali e di spettacolo, ad altre associazioni, compresi i giovanissimi, almeno durante questo periodo invernale in attesa dei lavori di sistemazione di altri locali comunali?
4) se è intenzione dell'A.C. di valutare l'ipotesi di assegnazione di spazi (box office) per attivare all'interno dello stesso una rivendita di giornali (edicola) abbinando, in capo al soggetto affidatario anche attività di biglietteria e di visita dell'Auditorium(valutandone la relativa convenienza) ?
5) se è intenzione dell'A.C. di consentire, durante il periodo invernale l'uso del parcheggio dell'Auditorium ai residenti e /o parimenti del parcheggio di Piazza Duomo?

Spero che il Sindaco, in sede di risposta non adduca a giustificazione le trattative in corso con la Regione Campania e Fondazione per il conferimento della struttura, atteso che i tempi non saranno certamente celeri per cui, nella migliore delle ipotesi, non si ci sarà nulla prima della prossima primavera.

L'appello è: facciamolo vivere l'Auditorium in attesa dei grandi progetti e dei grandi accordi, per la cui concreta attuazione ci vorranno ancora diversi mesi.
Si chiede risposta scritta anche differita, qualora non trattata esaurientemente in questo Consiglio comunale.

 

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

De Luca bacchetta Scurati a Fiera Libro: «Programmazione in piena libertà, al di là di forme di cialtroneria e maleducazione istituzionale»

Si presenta la Fiera del Libro, in programma a Napoli dal primo al 4 luglio. Ma l'occasione, dopo lo strappo consumatosi con Antonio Scurati, dimessosi dalla presidenza della Fondazione Ravello, a pochi giorni dal decreto di nomina da lui firmato, è propizia per il presidente della Regione Campania,...

Fondazione Ravello, sindaco difende De Luca e accusa Scurati: «E' stato improvvido»

«Antonio Scurati ha fatto un grandissimo errore: quello di non seguire le regole. La libertà si ha perché c'è il rispetto delle regole. Noi siamo schiavi delle regole per avere la libertà altrimenti non l'avremmo. Questo è il principio fondamentale fondante della libertà». Lo ha dichiarato ieri il sindaco...

Fondazione Ravello: Imperato potrebbe traghettare l'ente

Quando mancano meno di dieci giorni all'inizio del Festival musicale, le dimissioni del presidente della Fondazione Ravello, lo scrittore Antonio Scurati, lasciano una velenosa scia di polemiche e soprattutto aprono un pericoloso vuoto di potere al vertice dell'ente. Chi firmerà i contratti degli orchestrali,...

Ravello, è rottura totale tra Sindaco e Vice. Di Palma pronto ad abbandonare Di Martino [VIDEO]

RAVELLO - Ieri, nel corso del Consiglio comunale fiume sul bilancio, durato 6 ore e 40 minuti, il consigliere del gruppo di minoranza Ravello nel Cuore, Nicola Amato, ha avanzato la proposta di inserire all'interno del DUP (Documento Unico di Programmazione) Dup il riconoscimento al lavoro svolto dall'Amministrazione...

"Maiori di nuovo" sullo stato del fiume Reginna: «Sembra di stare nella giungla»

«Evidentemente l'esperienza tragica dell' alluvione del 1954 non è bastata. Basta affacciarsi a guardare il letto del fiume Reginna a partire dalla località San Pietro per rendersi conto della giungla che caratterizza il posto a cui si aggiungono detriti e rifiuti di ogni genere. Chiediamo conto di questa...