Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Maria Goretti vergine e martire

Date rapide

Oggi: 6 luglio

Ieri: 5 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaPansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniPasticceria Liquorificio Gambardella Minori, Costiera AmalfitanaAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniPoliticaLa Disfida di Ravello. Sindaco: «Felicori deve andare via» e Amalfitano suona la carica [VIDEO]

Salerno e la sua Provincia, Turismo, Territorio, Tradizioni #adv #salernoemozionivicine #CCIAASA2020Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Contract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel Forniture

Politica

La Disfida di Ravello. Sindaco: «Felicori deve andare via» e Amalfitano suona la carica [VIDEO]

L’ex direttore di Villa Rufolo “ferito” detta la linea di Palazzo Tolla e si rivolge ai cittadini: «Ho la certezza che si sta colpendo, attraverso di me il mio paese, Ravello, e tutti voi»

Scritto da (Redazione), domenica 17 novembre 2019 20:28:21

Ultimo aggiornamento martedì 19 novembre 2019 09:33:56

di Emiliano Amato

«Felicori deve andare via perchè ha dimostrato di non voler bene al nostro paese». «Noi siamo fuori dalla Fondazione ormai». Ci è andato giù duro questo pomeriggio il sindaco di Ravello Salvatore Di Martino che nel dibattito pubblico svoltosi all'auditorium "Oscar Niemeyer" (trasmesso in diretta stremaming e registrato dalla piattaforma comunale di facebook e visibile in basso) ha ribadito la necessità di riportare Ravello e i Ravellesi al centro delle attività della Fondazione. Secondo Di Martino il commissario straordinario Mauro Felicori non avrebbe rispettato le priorità del suo mandato: modifica dello statuto della Fondazione con il conseguente conferimento dei tre beni (Villa Rufolo, Palazzo Episcopio e Auditorium) all'ente di cui Regione Campania e Comune sono soci fondatori.

«Gestione scellerata, individualista che non ha tenuto conto non solo del Comune di Ravello in sé ma di tutto il territorio»: così il primo cittadino ha giudicato i dieci mesi di gestione commissariale e rivela: «Abbiamo chiesto al commissario di spendere i soldi per la sistemazione dell'Auditorium (ha parlato di 300mila euro ndr) e lui ha risposto che non poteva, visto che è un bene comunale».

 

Testimonial della battaglia di "dignità cittadina" il chirurgo napoletano Gennaro Rispoli, ravellese d'adozione.

Ma l'appuntamento, a cui hanno preso parte poco più di 150 cittadini (assenti i rappresentanti delle minoranze di Insieme per Ravello e Ravello nel Cuore), si è rivelato tutto sommato incentrato sulla vicenda relativa al licenziamento di Secondo Amalfitano da Villa Rufolo. L'ex direttore non ha lesinato attacchi diretti al manager felsineo che non avrebbe tenuto conto dei numeri del suo operato in circa dodici anni di attività alla guida del monumento pubblico più prestigioso della Città della musica. Amalfitano ha parlato di una sua previsione di bilancio, avanzata lo scorso gennaio, per 3,9 milioni di euro in entrata e altrettanti in uscita. Stando a quanto rivelato in sala, le previsioni di Felicori, approvate ad aprile, si sono mantenute su un milione e mezzo di euro. L'ex sindaco ha poi parlato di somme di danaro relative ai bilanci di Villa Rufolo distratte dalla precedente gestione per altre finalità.

Apparso visibilmente colpito ma non per questo remissivo, ha difeso con forza la sua gestione annunciando fiducia nella magistratura circa il suo ricorso al provvedimento di licenziamento. «Ci sono state persone che si sono scagliate con una violenza inaudita contro di me, la mia storia, la mia persona, i miei trascorsi» ha detto, aggiungendo che «dovranno rispondere, perché mi hanno venduto al paese come un incompetente». Il riferimento, esplicito, è al governatore della Campania Vincenzo De Luca che ebbe a definire la situazione politica di Ravello come un pollaio o piccoli feudi.

Sul punto specifico Di Martino ha cercato di minimizzare e buttare acqua sul fuoco, per una questione di rispetto istituzionale.

A difendere, d'ufficio, la posizione di Amalfitano, è anche il suo legale Paolo Imperato, convinto di poter affermare, in giudizio, le ragioni del suo assistito, di cui ha evidenziato le capacità professionali e umane. «Ho la certezza che si sta colpendo, attraverso di me il mio paese, Ravello, e tutti voi» ha detto Amalfitano.

Diversi gli interventi dal pubblico, tra cui l'albergatore Gino Schiavo con una considerazione di carattere politico e l'ex direttore di produzione del Ravello Festival Antonio Fraulo. Quest'ultimo, in maniera diretta, ha imputato al sindaco responsabilità su quello che è lo scenario attuale (paragonato all'attuale condizione di Venezia), ricordando che al suo allontanamento dall'ente che organizza il Ravello Festival il Comune non ha agito come in questo caso.

A chiudere è stato Secondo Amalfitano che sembra dettare la linea indicando al Comune la strada per liberarsi del commissario Felicori. «Il Consiglio Comunale deve nominare dal 3 gennaio i tre rappresentanti del Comune. Però c'è un particolare: i tre rappresentanti non faranno rinnovare il commissariamento a Felicori ma dovranno poi fare la modifica allo statuto senza il quale i tre beni non possono andare alla Fondazione. Questa cosa nessuno la vuole capire, loro».

«La Fondazione è un soggetto di diritto privato i beni sono pubblici non possono essere dati direttamente a un privato. Allora bisogna modificare lo statuto come hanno fatto in altri posti d'Italia» ha chiosato Amalfitano, pronto alla nuova battaglia.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Politica

Ravello, consigliere Cantarella lascia la maggioranza. A 10 mesi dalle elezioni cominciano le grandi manovre

di Emiliano Amato A poco meno di un anno dalla scadenza del mandato di governo, il Consigliere comunale Dario Cantarella si è ufficialmente staccato dalla maggioranza del sindaco Salvatore Di Martino. Il Cantarella, tra gli artefici della vittoria elettorale del 2016, è stato capogruppo di maggioranza...

Quando rispondere (della cosa pubblica) è un dovere

di Donato Bella Il decadimento della vita politica assume aspetti sempre più sconcertanti anche nelle piccole realtà. Per esempio, vedasi Maiori. Le minoranze consiliari avanzano circostanziate contestazioni alla gestione della società partecipata Miramare Service, chiedono la convocazione del consiglio...

Insieme per Ravello all'attacco: «Sindaco inadeguato per la nostra prestigiosa Città»

«Con l'approvazione del nuovo statuto della Fondazione Ravello infatti, la Regione Campania assume i pieni poteri e si sancisce il definitivo addio alla sbandierata centralità (ancor oggi -senza vergogna-sbandierata come realizzata) del Comune di Ravello». È quanto sostiene il gruppo di Insieme per Ravello...

Il Comune di Ravello ha chiuso col passato

di Nicola Amato* Ieri ho partecipato alla seduta del Consiglio di Indirizzo di Fondazione Ravello. Un'assise durata circa due ore ove i rappresentanti della Regione Campania, Provincia di Salerno e Comune di Ravello si sono spesi dimostrando che, al di là degli argomenti posti sul tavolo, ogni confronto...

Fondazione Ravello, approvato lo statuto con i desiderata del Comune. A Villa Rufolo la musica sta cambiando davvero

di Emiliano Amato Il Consiglio Generale d'Indirizzo della Fondazione Ravello ha finalmente approvato le modifiche allo statuto. Mella seduta di questo pomeriggio, svoltasi in videoconferenza, l'organismo presieduto dal commissario straordinario Almerina Bove e composto dalle rappresentanze di Regione...