Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Sebastiano martire

Date rapide

Oggi: 20 gennaio

Ieri: 19 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioPasticceria Gambardella a Minori le tradizioni e i sapori della Costa d'Amalfi dal 1963Connectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoPeppe Lucibello, il ricordo dell’amico musicista dallo stile composto e discreto

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiLa casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Lettere al Vescovado

Peppe Lucibello, il ricordo dell’amico musicista dallo stile composto e discreto

Scritto da (Redazione), lunedì 24 febbraio 2020 22:28:52

Ultimo aggiornamento martedì 25 febbraio 2020 08:31:02

Di Enzo Del Pizzo

I postumi di una normale (fastidiosa) febbre influenzale mi hanno impedito, purtroppo, di accompagnare alla estrema dimora il carissimo PeppeLucibello, deceduto prematuramente un mese fa. Sarebbe stato mio dovere essere presente almeno al rito esequiale, che ha visto una massiccia partecipazione di cittadini amalfitani, e non solo.

Il caro Peppe, che viveva in perfetta sintonia con la sua chitarra, ha trascorso con me gli anni verdi della nostra gioventù. Un amico sincero, discreto, garbato, fraterno, che ha saputo accettare in silenzio le difficoltà della vita, "copiosamente" ricevute nel corso degli anni.

Anche dopo la conclusione del nostro periodo d'oro, legato a filo doppio con la musica, Peppe ha saputo mantenere i migliori rapporti con noi, con i nostri familiari, con chi ha condiviso con lui i successi di un normale complesso musicale che, negli anni 60, sapeva soddisfare le esigenze della gioventù di casa nostra, competente e attenta nel ramo della musica leggera del momento. Gli 004 (così si chiamava il nostro complesso) era in grado di rappresentare la Costa d'Amalfi, nel panorama musicale del tempo, così, al Garden Bar di Ravello, nel lontano 1963, fu dato inizio (nella parte alta della divina Costiera) al primo dancing, ricco di fascino. Ai tanti turisti (italiani e stranieri) che sceglievano Ravello e dintorni per la loro vacanza estiva, si offriva musica consona allo stile e alla storia di Ravello.

Tutti i fine settimana registravamo nuove presenze di pubblico grazie soprattutto alla stampa quotidiana campana: Gigino De Stefano, corrispondente de "Il Mattino" e Enzo Liguori, del "Roma", seguivano costantemente le nostre performances canore, contribuendo, così, a divulgare la notizia che a Ravello, nelle calde serate estive, era possibile trascorrere anche qualche ora, in compagnia di buona musica all'aperto, con la compiacenza non trascurabile di una piacevole brezza marina. Il suono gradevolissimo della chitarra (classica ed elettrica) di Silio Parente, di quella ritmica di Peppe Lucibello, della batteria di mio fratello Guglielmo, e del pianoforte, che il buon Antonio Mansi (indimenticato gestore del Garden Bar) volle affidare alle mie mani, quale"anziano" del gruppo, rompeva l'incomparabile magico silenzio di Ravello, tanto caro ai suoi affezionati Ospiti. Puntualmente, dal belvedere, che sovrastava la terrazza del bar, giungevano (nei pochi secondi di pausa tra un brano e l'altro) richieste di canzoni in voga che noi, con immenso piacere, eseguivamo. Gli applausi non mancavano, sia dal Bar, sia dal belvedere e, allo scoccare della mezzanotte, si rispettava rigorosamente l'ordine di spegnere di amplificatori, per non disturbare chi aveva la fortuna di addormentarsi (in casa o in albergo) in quello scenario unico, tra cielo, mare e monti.

Che bei tempi, carissimo Peppe. La spensieratezza dei nostri anni verdi, l'amore per la buona musica che, specie negli insuperabili anni 60, trascinava anche i più distratti verso l'ascolto di brani che non hanno conosciuto tramonto, ti hanno visto (nel nostro gruppo) protagonista di un messaggio canoro che anche Tu hai saputo interpretare con il garbo e la passione che ti erano congeniali.

Qualche anno fa, quando presso l'AuditoriumOscarNiemeyer di Ravello, i LoveMen vollero ricordare, con uno speciale concerto, la prematura scomparsa di Guglielmo (il più piccolo del nostro complesso, e, successivamente, voce del prefato complesso amalfitano) tu prendesti parte al fantastico memorial; anche in quella occasione mostrasti la sensibilità di persona mite e semplice (doti non comuni che hai saputo conservare nel tempo).

Grazie, Peppe, per tutto quello che hai dato a noi, ai tuoi cari, agli appassionati della buona musica; grazie per lo stile composto e discreto col quale hai anche accettato le tante difficoltà che hanno contrassegnato i momenti difficili della tua vita.

Grazie per la compostezza con la quale hai fatto tesoro degli aiuti di quanti ti hanno voluto bene (in testa, i responsabili comunali del servizio di PoliticheSociali di Amalfi). Grazie, soprattutto, per le lezioni di vita che, con il tuo encomiabile comportamento, hai saputo dare a quanti hanno avuto la fortuna di incontrarti.

Riposa in pace, carissimo Peppe. Godi la meritata Luce e la Serenità del posto che ti spetta: il Paradiso.

>Leggi anche:

Amalfi: addio a Peppe Lucibello, amabile cantore della Costiera

Ciao Peppe, amico indimenticabile coi capelli lunghi, il basso luccicante e l'aria da "Teddy Boy" americano

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Minori, Ulderico Leone continua la sua battaglia per Villamena

Riceviamo e pubblichiamo nuovo intervento dell'ex assessore ai Lavori Pubblici al Coune di Minori, Ulderico Leone, sulla questione "Villamena" che seguono i dettagliati chiarimenti già resi dal sindaco Andrea Reale (link in calce) Caro Direttore, la ringrazio per l'ospitalità che mi dà sul Vescovado...

Ravello, concerto nuovo anno: la critica di Lelio Della Pietra

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma dell'avvocato Lelio Della Pietra, già componente il Consiglio Generale d'Indirizzo della Fondazione Ravello, che ieri sera ha assistito al concerto in streaming dell'Orchestra Filarmonica Giuseppe Verdi di Salerno diretta dalla bacchetta di Jordi Bernàcer esibitasi...

Minori, “Villa Amena indietro tutta”

Riceviamo lettera a firma di Ulderico Leone, cittadino di Minori, della località Villa Amena, già assessore comunale, che evidenzia alcune lacune del territorio. E pubblichiamo. Il 2020, anno tragico, è appena andato via e a Minori il borgo di Villa Amena tra Minori e Ravello è ancora completamente isolato...

Angelo Tajani, grande figlio di Amalfi, amico fraterno

Riceviamo lettera a firma di Michele Ferrigno di Scala nel ricordo del compianto Angelo Tajani, scomparso nella giornata di ieri in Svezia. E pubblichiamo. Angelo Tajani... Bastava pronunciare il suo nome in tutto il nord Europa per associarlo ad Amalfi ed alla Costa Amalfitana intera. Angelo è stato...

Il richiamo di Ravello (e del cuore) per Antonio Amato

Alla memoria di Antonio Amato. Caro Antonio, Mi sei stato sempre riconoscente per quel consiglio che si dimostrò utile e prezioso perchè ti fece tornare a vivere con noi a Ravello. Era il 27 luglio di circa 60 anni fa. Io, Vincenzo Palumbo e Roberto Casanova, di ritorno da un viaggio in Danimarca e Olanda,...