Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoLa linea di massima

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Lettere al Vescovado

La linea di massima

Scritto da (redazione), sabato 19 giugno 2021 14:50:56

Ultimo aggiornamento sabato 19 giugno 2021 14:50:56

di Attila Amato

 

Assistere all'ennesimo triste episodio della saga Fondazione lascia un amaro che è più amaro stavolta.
Il fatto di trovarsi coi fari puntati dalla totalità delle testate giornalistiche e televisive, amplifica una difficoltà che mostra purtroppo vistose lacune relative alla capacità manageriale degli attori esterni coinvolti.
L' amore per il rischio che provano i soggetti coinvolti (Regione Campania e Comune di Ravello in primis, consideratasi la prima come ente finanziatore principale della rassegna) può atterrire.
Le tematiche colpite da questo status Quo sono varie.
Facciamo 15 secondi di teoria: il brand management rappresenta da definizione l'applicazione delle tecniche di marketing a uno specifico prodotto, linea di prodotto o marca.
La Fondazione Ravello nasce come prodotto, cresce, vuole diventare marchio riconosciuto e riconoscibile ovunque. Gli ultimi anni hanno suggellato la creazione di una vera spada di Damocle che, con le dimissioni di Antonio Scurati, potrebbe davvero porre fine alla credibilità/reputazione di un Ente nato con i migliori propositi.
Inserire la parola Ravello nel nome dell'Ente, in questo caso è un'arma a doppio taglio, anche perché le persone potrebbero velocemente passare dall'associazione di Ravello alla sua totale bellezza estrinseca (che non sono qui ad approfondire) a sentirne il nome e dire: ah, quello è il posto dove non si riesce ad organizzare una manifestazione culturale degna, nonostante ci siano volontà e possibilità economiche fuori dal comune (sembra anche una battuta, ma è così).

La scelta di affidare la direzione a Scurati vogliamo immaginare sia stata ponderata in maniera quanto meno profonda e, l'evoluzione della attuale situazione, mostra come sia palese l'incapacità di comprendere quanto, raggiungere un compromesso in un senso o nell'altro, possa essere vitale per portare a conclusione progettualità ambiziose, brillanti, coraggiose.

In altre parole potrebbe il tutto definirsi in bassa capacità di negoziazione.
Aggiungiamo a questi due fattori la eccessiva liquidità delle notizie che investono un micro-terriorio come la Costiera così come l'intera nazione, un pizzico di impulsività improbabili davanti a scelte azzardate (e il nostro presidente della Regione Campania sa bene quanto conti, specie a livello politico, la parola detta) e la frittata è bella e fatta.
Scurati annunciato, chiudi gli occhi, Scurati dimesso.

Va detto che arrampicarsi sulla cima della ribalta rende rumorosa la caduta, oggi ne siamo tutti più consapevoli.
Abbiamo paura di sostenere fermamente che la politica debba esulare da questi argomenti, abbiamo paura di metterci la faccia, esporci al rischio di essere bloccati, ma proviamoci. E mi riferisco all'amministrazione di Ravello in toto.
Stare fermi a guardare la tempesta aspettando che passi, non serve a niente.

Avere il coraggio di fare passi nelle giuste direzioni, in avanti o all'indietro che sia, è condizione necessaria e sufficiente per approcciare determinati tipi di realtà senza rischiare di incorrere in figure barbine.

Un fatto che mi sembra evidente dover sottolineare è che la Fondazione non è più come prima, non lo sarà. È il ciclo naturale delle imprese, e cambiare non solo si può, ma si deve. Valutare l'implementazione di una nuova forma di consultazione, sondaggio di interesse o libera candidatura, di personaggi nuovi ma non mi sento di escludere lo stesso Antonio Scurati, che invito fermamente a non arrendersi al primo ostacolo, che presentino un progetto valido (come sono sicuro sia già l'attuale, bloccata, programmazione) a forte impatto culturale e aggiungerei destagionalizzante.

Salvare la cultura che con così tanta fatica si è cercato e si cerca di associare in maniera univoca al paese di Ravello è la vera priorità. Dietro questa priorità si estende una ramificazione di business da sviluppare, competenze, territoriali e non, da sfruttare e potenziare, miglioramento della qualità e dello stile di vita della popolazione coinvolta che richiederebbe troppe parole per non tediare il lettore, oggi.

Ho provato, da ravellese che guarda con un fuoco differente (dettato da una distanza prettamente geografica) le situazioni interne, ad esprimere un pensiero che racchiude al contempo una paura ed una voglia di andare avanti bene, e non vorrei sia già troppo tardi.

È ora che i paesi come Ravello si aprano.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Istituto Comprensivo Amalfi: da genitori nuove obiezioni su gestione mensa [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano nuove scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi, riguardo la gestione...

La Costa d'Amalfi attende il progetto ztl territoriale. I dubbi di Sorrentino

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma del professore Salvatore Sorrentino, già sindaco di Ravello, sull'argomento ztl territoriale trattato nell'articolo pubblicato venerdì scorso dal titolo "Viabilità Costa d'Amalfi, pronto il progetto ztl territoriale". Caro Direttore, ho letto il tuo articolo sull'argomento....

Istituto Comprensivo Amalfi: genitori contestano scelte preside su mensa e lezioni al sabato [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano alcune scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi. "Ci rivolgiamo a questa...

Ravello, riecco gli schiamazzi notturni: la lettera di un’operatrice turistica

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Giulia Schiavo, operatrice turistica di Ravello con cui denuncia gli schiamazzi della scorsa notte in Piazza Vescovado da parte di un gruppo di turisti stranieri "allegri", reduci da un banchetto nuziale, che fino alle 4 del mattino hanno intonato canzoni di...

Non parlerò a favore di nessuno, ma di tutti. Non parlerò contro nessuno, ma contro tutti

di Salvatore Sorrentino* Siamo ormai alla campagna elettorale. Dopo quella del 2006, non ho più partecipato attivamente alle campagne elettorali, specie a quelle locali. Per motivi vari, che non sto qui a indicare, non ne vale la pena, e sono facilmente intuibili, non ho potuto. Ne ho sofferto molto....