Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 ore fa S. Saturnino martire

Date rapide

Oggi: 29 novembre

Ieri: 28 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaAuguri di Buon Natale dalla Pasticceria Pansa. Acquista on line i panettoni artigianali www.pasticceriapansa.itMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeePasticceria Gambardella Augura a tutti Buon Natale e Buone Feste. Acquista on line il Panettone artigianale firmato Pasticceria Gambardella, dal 1963 sinonimo di eccellente qualità Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniL'EditorialePositano piange il suo "Re"

Il Black Friday di MielePiù: la scelta infinitaSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line il Panettone Campione del Mondo. Sal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti i lettori de Il Vescovado un buon NataleLauro & Company Black Friday: al via una settimana di sconto del 20% su tutto il catalogo

L'Editoriale

Positano piange il suo "Re"

Scritto da (redazionelda), domenica 16 giugno 2019 09:42:33

Ultimo aggiornamento domenica 16 giugno 2019 09:45:04

di Umberto Belpedio

Stava ora a Nuova York, ora a Londra o Parigi o in capo al mondo per allestire un'opera teatrale o per dirigere uno dei suoi tanti film, tra una "prima" alla Scala, all'Arena di Verona dove tra pochi giorni ritornava di nuovo, Franco Zeffirelli riusciva a trovare comunque il tempo per sentirsi vicino a Positano, la sua seconda "casa" per oltre mezzo secolo perché il calore della gente e l'aria della costiera amalfitana lo galvanizzavano. Fin dal giorno del suo arrivo quando scoprì quel magico luogo, facendo delle "Tre ville" non solo un autentico un elegante e raffinato salotto affacciato verso l'Isola dei Galli e Capri, ma anche un cenacolo di arte e cultura, attorniato da una pletora di amici e collaboratori che si alternavano con divi del cinema, del teatro o della televisione e qualche rara presenza di uomini politici, come il ministro del Turismo e Spettacolo Bernardo D'Arezzo, venuto in una calda estate in compagnia di Eduardo De Filippo. Si racconta che fu questo piacevole incontro, svoltosi in terrazza, a dare una svolta per l'approvazione della legge sul teatro che si era arenata in Parlamento.

Tra Positano e Zeffirelli è stato un grande amore, un rapporto che sembrava indissolubile, almeno fino ai primi anni del 90, fino a quando non finì nella morsa e nella lotta tra alcuni big della politica locale, trascinato in un'inchiesta di abusi edilizi.

"Ho dato l'anima a questo paese e vengo ripagato in questo modo con un attacco vergognoso ..." raccontava con profonda amarezza a chi gli stava vicino e a chi lo chiamava da lontano.
Zeffirelli ha sempre fatto tanto per Positano e per i positanesi che avevano in lui il nume tutelare. Basta ricordare l'estate del 1974 quando portò il piccolo paese sulla scena del mondo, organizzando il Festival del Teatro, trasformando la spiaggia del Fornillo in uno straordinario palcoscenico.

La Campania pagava i danni provocati dall'epidemia del colera. Il turismo con le sue attività era in ginocchio. La Regione con l'assessore Roberto Virtuoso, sollecitato anche dall'indimenticabile presidente dell'EPT di Salerno, Mario Parrilli, lo aveva chiamato per dare una mano. Il progetto del regista, mezzo fiorentino e mezzo positanese, piacque subito, allestendo tra Capri, Positano, Paestum, Ravello e Napoli una serie di manifestazioni di forte richiamo, cui presero parte tra gli altri anche Carla Fracci e il grande Nureyev.

A Positano dietro invito di Eduardo De Filippo e di Isabella Quarantotto arrivarono per la serata conclusiva e per il premio Laurence Olivier e Joan Flowright, applauditissimi.

Un successo di una rassegna e di una iniziativa che provocò anche qualche reazione piccante da Spoleto per i costi. Si parla di 200 milioni di lire. Una tesi priva di fondamento. Alla fine di uno degli spettacoli al Fornillo, feci notare a Zeffirelli che il costo del biglietto, 20 mila lire, era abbastanza alto per un evento finanziato dalla Regione . E lui di rimando: "pochi apprezzerebbero se tutto fosse gratis".

Zeffirelli ha avuto sempre un buon rapporto con i positanesi, iniziando dalla mitica famiglia Lucibello che la flotta dei gozzi, faceva la spola tra le Tre ville" e la spiaggia grande, con i Rispoli, con i Russo, con i Caldiero, titolari di boutique, con Pepato che aveva inventato i jeans di lino che attirava l'attenzione degli amici del regista, dei Sersale, specialmente Aldo, proprietari del Sirenuse, dj Carlino Cinque, grande padrone di casa del San Pietro, di personaggi noti e di umili pescatori, di amministratori locali, di sindaci e assessori. Alla morte di Andrea Milano, un autista di bus eletto al vertice del Comune, Franco Zeffirelli tra le lacrime tenne una lunga e commovente orazione funebre davanti alla Chiesa Madre. Con il sindaco Giannino Fusco aveva un lungo rapporto d'affetto. Fusco fu disarcionato dal Comune con un provvedimento del prefetto Corrado Catenacci che decretò lo scioglimento del consiglio comunale. Fu un'estate infuocata per il paese. Zeffirelli come tanti positanesi scese in campo con la sua forte vena polemica.

Se Nureyev riuscì ad acquistare l'Isola dei Galli in pieno degli anni Ottanta, lo deve ad un improvviso litigio scoppiato in piena notte tra le pareti delle "Tre Ville". Il celebre danzatore fece le valigie e andò via. Dalla strada di Laurito chiamo un tassista amico, Mimi Barba, che lo accompagnò a Capodichino. Durante il tragitto all'alba verso Napoli, Nureyev confesso all'amico di voler comprare una villa. Fu Barba, conoscitore della vita positanese, a metterlo in contatto con Lorca Massine. E una volta a Parigi, si concluse l'affare. Si disse "un dispetto a Zeffirelli". Il quale provò un grande dolore quando decise di alienare le "Tre Ville", una decisione determinata ora dagli acciacchi ad un'anca e anche da un'amarezza causata da quella che lui considerava uno schiaffo.

Sembrava che fosse interessato all'acquisto Silvio Berlusconi per fare un regalo a Marina . L'ex presidente del Consiglio era venuto apposta per un sopralluogo ma non se ne fece niente, preferendo acquistare la villa sull'Apple del regista messa in vendita dal proprietario e data in concessione a titolo gratuito a Zeffirelli.

La "Tre ville" fu venduta ad un albergatore di Sorrento, Russo, proprietario dell'Isola dei Galli, prima trasformata in un lussuoso albergo e da qualche anno ceduta ad un ricco magnate straniero.

Zeffirelli disse: "ho affidato la mia casa in mani giuste". Da quel giorno , i suoi ritorni a Positano, erano conosciuti soltanto agli intimi, ospite della sua grande amica, donna Virginia Attanasio che gli riservata una suite al San Pietro.
Riposa in pace, mio caro Maestro.

Nella foto Franco Zeffirelli e il giornalista Umberto Belpedio dopo la presentazione del Festival di Positano, giugno 1974

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Le ragioni (possibili) di una vittoria, le cause (possibili) di una sconfitta

di Antonio Schiavo Sono quasi le sette di sera del quattro ottobre duemilaventuno, da circa mezz'ora le ombre stanno calando su Ravello, fra poco sarà buio. Per la lista del Sindaco uscente però è buio pesto già dall'inizio del pomeriggio. Dalle prime schede scrutinate il messaggio che il popolo della...

VERGOGNA SENZA FINE

di Antonio Schiavo "What happens?" Vaglielo a spiegare alle due turiste americane dai tratti orientali dirette ad Amalfi che quel serpentone di auto davanti a noi appena dopo Minori arrivava proprio fino alla loro mèta agognata. "Traffic", tentava di giustificarsi, in un inglese maccheronico l'autista...

Mons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

di Francesco Criscuolo Oggi, 22 luglio 2021, Mons. Giuseppe Imperato, esponente di punta del clero della diocesi di Amalfi - Cava de' Tirreni, compie 90 anni. È un giorno che va annoverato, secondo il costume degli antichi romani, tra i "dies fasti" e che assume una connotazione di grossa rilevanza non...

Il dissolvimento dei beni comuni tra l’indifferenza generale

di Francesco Criscuolo* Ci sono snodi di valenza istituzionale e di prassi quotidiana, la cui importanza decisiva per la vita del comprensorio della Costiera amalfitana non trova adeguato riscontro nel dibattito politico - mediatico e, di conseguenza, nell'opinione pubblica. Colpisce la scarsa attenzione,...

Abbiamo bisogno di una nuova stagione culturale a casa nostra

di Antonio Schiavo Confesso, per quanto possa valere la mia opinione, che non amo particolarmente Saviano. Non per le cose che dice o scrive, si intende, ma per il baraccone mediatico che si è creato, o gli hanno creato intorno. Sotto la furbesca regia del plurimilionario (coi soldi del canone e quindi...