Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 ore fa S. Saturnino martire

Date rapide

Oggi: 29 novembre

Ieri: 28 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaAuguri di Buon Natale dalla Pasticceria Pansa. Acquista on line i panettoni artigianali www.pasticceriapansa.itMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeePasticceria Gambardella Augura a tutti Buon Natale e Buone Feste. Acquista on line il Panettone artigianale firmato Pasticceria Gambardella, dal 1963 sinonimo di eccellente qualità Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeLe notti della vergogna

Il Black Friday di MielePiù: la scelta infinitaSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line il Panettone Campione del Mondo. Sal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti i lettori de Il Vescovado un buon NataleLauro & Company Black Friday: al via una settimana di sconto del 20% su tutto il catalogo

L'Editoriale

Ravello

Le notti della vergogna

Fracasso e malcostume sconfiggono la tradizione di stile ed eleganza che ha sempre contraddistinto la Città

Scritto da (redazionelda), venerdì 21 giugno 2019 12:18:51

Ultimo aggiornamento lunedì 24 giugno 2019 09:13:06

di Antonio Schiavo

 

Chissà quando a Cupertino realizzeranno una APP che consenta di percepire odori e sapori.

Facevo questo ragionamento domenica scorsa: era un bel po’ che non capitavo a Ravello di questi tempi. Piazza Vescovado odorava di buono, di pulito; i tigli riempivano l’aria di un profumo delicato ed intenso al tempo stesso, famiglie di forestieri incantati davanti alla maestà della Cattedrale, alla torre di Villa Rufolo. Educati, rispettosi, chiedevano con cortesia informazioni e contemporaneamente il silenzio ai propri bambini che, come è giusto che sia, trotterellavano vivaci e chiassosi, liberi in una piazza accarezzata da un leggero venticello che attenuava la calura di inizio estate.

La giornata poi volge al termine: a via Boccaccio una calca irrequieta per il solito ritardo (o forse una soppressione) delle autolinee SITA, una carovana di turisti che si affrettava verso il capolinea di un grosso torpedone.

Cala la sera, tutti a cena compreso un gruppo di invitati ad un matrimonio che già avevano attinto ad abbondanti libagioni nel tardo pomeriggio.

Ravello si addormenta nella sua stessa pace, come avrebbe detto il Manzoni, o - meglio - tenta di addormentarsi.

Allo scoccare della mezzanotte, poco più o poco meno (vai a guardare il pelo?), nessuna carrozza va a raccogliere la Canerentola di turno appena convolata a nozze, ma un onda di barbari si riversa in piazza. Il tasso alcolemico a punte indicibili, esposizione di lardo anglosassone (effettivamente fa ancora caldo), esibizioni canore degne di Woodstock, canti belluini al cui confronto quelli da stadio sono un coro per voci bianche.

Sedie di un bar rovesciate, effusioni animalesche (niente di trascendentale per carità, ma tanto simili ai corteggiamenti tra mufloni), residui gastrici sui cantucci verso la galleria vecchia, esito di sbronze non sopportate.

Apprendo che anche la notte successiva, verso le due, l’indegno spettacolo si è ripetuto corredato anche da un derby calcistico tra le scale della chiesa e i pini.

Ci risiamo: da decenni tutti sembrano indignarsi ma poche sono state le azioni a contrasto del fenomeno; tutti rimpiangono i bei tempi andati quando Ravello si distingueva da altre località costiere o della riviera romagnola per l’educazione e il senso civico degli ospiti (qualcuno lo chiamava con un po’ di supponenza "turismo d’elite).

Gli operatori turistici in genere (le eccezioni ci sono sempre state) assecondavano tale signorilità con il garbo ed il gusto connaturato a chi in questo posto è nato non sacrificando questa qualità comportamentale sull’altare di mammona, il dio danaro che non puzza per definizione ma ammorba luoghi e coscienze.

Non c’era bisogno di corsi per insegnare la ravellesità, quella era uno stato d’animo geneticamente ereditato, una virtù civica che De Masi ha opportunamente tradotto nel termine azzeccatissimo di "Spirito di Ravello". Che si trasmetteva, come in una trasfusione di plasma, anche a chi desiderava soggiornarvi godendo del silenzio, inebriandosi di quei profumi di tiglio, lasciandosi accarezzare della brezza della sera al chiaro della luna piena.

E quanto al povero Don Angelo gli ridò il consiglio espresso in altra occasione: dovesse ripetersi questa vergogna assoluta, risponda agli schiamazzi, ai canti sguaiati e agli strombazzamenti sciogliendo le campane a distesa.

Qualcuno, oltre ai "privilegiati" che abitano in piazza (e che non riescono a farci il callo) si sveglierà.

Meglio se di soprassalto.

>Leggi anche:

Notte di bagordi a Ravello: schiamazzi di stranieri ubriachi a torso nudo in piazza. Il Parroco: «È una vergogna, non se ne può più» [FOTO-VIDEO]

Bagordi notturni post matrimoni a Ravello: Nicola Amato propone un codice di autoregolamentazione

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Le ragioni (possibili) di una vittoria, le cause (possibili) di una sconfitta

di Antonio Schiavo Sono quasi le sette di sera del quattro ottobre duemilaventuno, da circa mezz'ora le ombre stanno calando su Ravello, fra poco sarà buio. Per la lista del Sindaco uscente però è buio pesto già dall'inizio del pomeriggio. Dalle prime schede scrutinate il messaggio che il popolo della...

VERGOGNA SENZA FINE

di Antonio Schiavo "What happens?" Vaglielo a spiegare alle due turiste americane dai tratti orientali dirette ad Amalfi che quel serpentone di auto davanti a noi appena dopo Minori arrivava proprio fino alla loro mèta agognata. "Traffic", tentava di giustificarsi, in un inglese maccheronico l'autista...

Mons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

di Francesco Criscuolo Oggi, 22 luglio 2021, Mons. Giuseppe Imperato, esponente di punta del clero della diocesi di Amalfi - Cava de' Tirreni, compie 90 anni. È un giorno che va annoverato, secondo il costume degli antichi romani, tra i "dies fasti" e che assume una connotazione di grossa rilevanza non...

Il dissolvimento dei beni comuni tra l’indifferenza generale

di Francesco Criscuolo* Ci sono snodi di valenza istituzionale e di prassi quotidiana, la cui importanza decisiva per la vita del comprensorio della Costiera amalfitana non trova adeguato riscontro nel dibattito politico - mediatico e, di conseguenza, nell'opinione pubblica. Colpisce la scarsa attenzione,...

Abbiamo bisogno di una nuova stagione culturale a casa nostra

di Antonio Schiavo Confesso, per quanto possa valere la mia opinione, che non amo particolarmente Saviano. Non per le cose che dice o scrive, si intende, ma per il baraccone mediatico che si è creato, o gli hanno creato intorno. Sotto la furbesca regia del plurimilionario (coi soldi del canone e quindi...