Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Benedetta vergine

Date rapide

Oggi: 6 maggio

Ieri: 5 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniDall'Italia e dal MondoL'attentato scongiurato: quando Soleimani ordinò di uccidere l'ambasciatore saudita al Cafe Milano di Franco Nuschese

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Dall'Italia e dal Mondo

L'attentato scongiurato: quando Soleimani ordinò di uccidere l'ambasciatore saudita al Cafe Milano di Franco Nuschese

Scritto da (Redazione), sabato 4 gennaio 2020 19:18:59

Ultimo aggiornamento domenica 5 gennaio 2020 20:38:37

di Emiliano Amato

Aveva organizzato un attentato per eliminare l'ambasciatore dell'Arabia Saudita in Usa, in un ristorante italiano di Washington il generale iraniano Qassem Soleimani, ucciso nel raid americano all'aeroporto di Baghdad. Era considerato dagli Stati Uniti e dai suoi alleati uno dei militari più sanguinari all'opera nella regione mediorientale. Lo storico comandante delle Guardie iraniane della Rivoluzione era il capo della squadra d'élite per le operazioni più segrete, e soprattutto uomo chiave del regime degli ayatollah. Negli ultimi vent'anni il generale aveva guadagnato una fama quasi mitica sia tra i suoi nemici sia tra i molti sostenitori iracheni. Tra le operazioni attribuite al gruppo guidato da Soleimani anche complotti in Asia e in Sud America e un fallito attentato, nel 2011, al Cafè Milano, il ristorante a Georgetown del guru della ristorazione italiana Franco Nuschese, preferito dal mondo della politica e del business internazionale.

 

La cospirazione iraniana aveva previsto il bombardamento del celebre ristorante in cui l'ambasciatore saudita negli Stati Uniti Adel al-Jubeir (oggi ministro degli eteri saudita) pranzava regolarmente. E agli uomini di Soleimani non importava se ad essere coinvolti sarebbero stati i facoltosi astanti, tra cui eventuali senatori statunitensi.

Al centro della vicenda, un iraniano americano del Texas, Manssor Arbabsiar cugino di un membro di al-Quds, l’alto ufficiale, Abdul Reza Shahlai. Arbabsia proprietario di una concessionaria di auto, viveva ai confini meridionali con il Messico. L’iraniano fu incaricato di organizzare l’attentato per conto di Tehran. A maggio del 2011, Arbabsiar contattò un uomo che credeva trafficante di droga messicano chiedendogli se fosse esperto di esplosivi. I due iniziarono ad incontrarsi regolarmente ed a organizzare il colpo. Una operazione da 1,5 milioni di dollari che avrebbe comportato la morte di almeno 150 persone innocenti all’interno del ristorante. Il piano non andò mai in porto perché nel settembre del 2011 Arbabsiar fu arrestato all’aeroporto John F. Kennedy di New York e condannato a 25 anni. A far saltare il piano, il messicano che non era in realtà un trafficante, ma un informatore della Dea (Drug Enforcement Administration) che aveva registrato tutte le conversazioni con Arbabsiar. Il governo americano ha individuato nel generale Soleimani il mandante del fallito attentato terroristico a Cafe Milano. L’allora presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha sempre negato.

Di quella strage evitata ne ha parlato oggi il Washington Post e la CNN.

Lo scorso ottobre è diventata un docufilm di Netflix "Operation Chevrolet" (clicca qui).

«Non possiamo vivere nella paura - ha dichiarato Franco Nuschese -. Le persone vengono qui per quello che siamo. Tuteliamo la loro privacy. Sono a loro agio qui perché abbiamo una certa sensazione. Ma siamo sempre vigili».

 

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Dall'Italia e dal Mondo

Oggi la giornata della libertà di stampa, ma l’Italia è ultima in Europa

Al 41esimo posto nella classifica mondiale, ultima in classifica in Europa e con circa venti giornalisti sotto scorta, l'Italia celebra oggi la Giornata internazionale sulla libertà di stampa, istituita nel 1993 dall'assemblea generale delle Nazioni Unite. Secondo l'ultimo rapporto di Reporter senza...

Smart working nella Pubblica amministrazione: cade l’obbligo del 50%. Brunetta: «Ritorno alla normalità»

«Avviamo un percorso di ritorno alla normalità, in piena sicurezza». Così il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta spiega la novità introdotta nel decreto Proroghe, approvato ieri dal Consiglio dei ministri, che cancella il riferimento all'obbligo del 50% di lavoro in smart working...

Governo, accordo sul coprifuoco: sarà rivisto a metà maggio

La maggioranza "impegna il governo a valutare nel mese di maggio, sulla base dell'andamento del quadro epidemiologico oltre che dell'avanzamento della campagna vaccinale, l'aggiornamento delle decisioni prese" con l'ultimo decreto legge Covid sulle aperture, "anche rivedendo i limiti temporali di lavoro...

Draghi in Parlamento: «Al Sud il 40% delle risorse, far ripartire la crescita»

Replica del presidente del Consiglio al dibattito sul Recovery plan. Alle 15 il premier si sposterà in Senato per tenere a Palazzo Madama le sue comunicazioni. Il voto dell'Assemblea sarà in serata. "Indubbiamente i tempi erano ristretti ma la scadenza del 30 aprile non è mediatica, è che se si arriva...

«Cancellare il coprifuoco dialogando con il Governo»

«Nel momento in cui si decide di poter avviare la riapertura di alcune attività, soprattutto quelle serali, credo bisogni spostare il limite del coprifuoco almeno alle 23. Quella del coprifuoco è una norma che non è nemmeno supportata e certificata da evidenze scientifiche e sanitarie». Lo ha dichiarato...