Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa Maria SS. della neve

Date rapide

Oggi: 5 agosto

Ieri: 4 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Il Festival della Musica di Ravello - Il Programma del Ravello Festival 2021 EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniDai ComuniLa voragine nel parcheggio dell’Ospedale del Mare

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiRavello Festival 2021 - il Festival della Musica di RavelloFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Dai Comuni

La voragine nel parcheggio dell’Ospedale del Mare

Scritto da (redazione), lunedì 25 gennaio 2021 17:34:49

Ultimo aggiornamento lunedì 25 gennaio 2021 17:36:19

di Rita Di Lieto

È stata dissequestrata, per dieci giorni, l'area sottoposta ai sigilli dalla procura, per consentire le indagini sulle responsabilità del crollo di parte del parcheggio dell'Ospedale del Mare di Napoli.

Ciò per ripristinare le condotte idriche andate distrutte a causa del cedimento del parcheggio, avvenuto dopo un lungo periodo di intense piogge.

Commissionato allo studio romano IaN+ nel 2004, pochi anni dopo l'approvazione del nuovo modello ospedaliero nazionale, sviluppato dalla Commissione Ministeriale presieduta da Umberto Veronesi e coordinata da Renzo Piano, l'Ospedale del Mare si trova a Ponticelli e dista 5,50 Km. dalla Stazione centrale di Napoli di Piazza Garibaldi e 5 Km. dall'aeroporto di Capodichino.

Il nome stesso di Ponticelli evoca piccoli corsi d'acqua o di lagni, canali ove si convogliano le acque stagnanti o piovane. E anche quello della sua strada principale, via Argine, centro di attività economiche ed industriali napoletane quali il centro commerciale Auchan e la Wirpool, evoca un fiume. Inoltre, a Ponticelli il contadino in dialetto è chiamato ‘o parulàn, che il Dizionario etimologico di C. Iandolo definisce "ortolano, venditore di ortaggi" e fa derivare il termine da parùla, "campo di ortaggi", Etim.: Accus. lat. palude(m).

Ponticelli oggi con Barra e S. Giovanni a Teduccio fa parte della VI Municipalità della Città Metropolitana di Napoli e confina a nord con Volla, in napoletano ‘A vólla, termine derivante

"da <vol> (acque, sorgenti, fiume) e <-la> variante dialettale osca che significa villaggio, abitato, quindi villaggio ubicato in zona con forte presenza di acque e, quasi certamente di acquitrini e paludi". (M. Falso, Geografia e popoli al di qua e al di là del Garigliano, Caramanico ed., Scauri 2020).

Proprio a Volla, alle falde del Monte Somma, il cono più basso e più a nord del complesso vulcanico "Somma-Vesuvio", sgorgava il fiume Sebéto, da molti definito leggendario, mitico.

Il Sebéto era il fiume che bagnava l'antica città greca di Neapolis. Le città in genere si sviluppavano nei pressi dei fiumi ed erano importanti a tal punto che in alcune monete napoletane, coniate tra il IV e il V sec. a. C., sul verso vi era inciso il suo nome greco Sepeithos (che corre impetuoso), e sul recto Neapolites (napoletano).

I greci convogliarono parte delle acque sorgive del Sebéto nell'Acquedotto della Bolla, appunto da Volla, unendo con cunicoli le cave da cui avevano estratto il tufo con cui avevano costruito la città. Fu un primo salasso delle sue acque.

Il Sebéto si divideva in due rami, il primo sfociava tra piazza Borsa e piazza Municipio, dove c'era l'antico porto; il secondo scorreva in direzione di Poggioreale e passava sotto il ponte della Maddalena.

Eruzioni vulcaniche, terremoti e maremoti, nonché le colmate, sia le naturali con l'accumulo di detriti alluvionali nell'alveo, sia quelle eseguite nel corso dei secoli a seguito della progressiva espansione della città, lo hanno fatto interrare. Lo citavano però nei loro scritti Virgilio, Tito Livio e Stazio. Sappiamo quindi da loro che il Sebéto era il confine tra Neapolis (città nuova, nella parte pianeggiante) e Parthenope (poi Palepolis, città vecchia, sulla collina di Pizzofalcone) e che il console Pubilio Filone per conquistare ai romani il golfo di Napoli accampò il suo esercito alla foce del Sebéto per porre l'assedio alle due polis greche.

Petrarca, a Napoli nel 1340, alla ricerca del virgiliano Sebéto, rimase deluso perché lo trovò ridotto a un rigagnolo. Gianbattista Marino lo definì "tanto ricco d'onor, povero d'onde". Malgrado ciò, quel fiume era sempre presente nell'immaginario collettivo e diventava una leggenda che generava altre leggende.

Nel 1635, il viceré di Napoli Manuel Zuñiga y Fonseca, conte di Monterey, fece edificare una fontana monumentale dedicata al Sebéto da Cosimo Fanzago che la progettò e si fece aiutare dai figli per le sculture. Oggi la bella Fontana del Sebéto troneggia sul lungomare di Mergellina in Largo Sermoneta.

Tuttavia di tanto in tanto dalle viscere della terra il fantasma del mitico fiume riappare per testimoniare la sua passata esistenza.

In uno scavo nei pressi di Porta Mercato è stata rinvenuta un'epigrafe in marmo di età imperiale che rappresenta un tempietto con la scritta P. Mevius Eufychus aedicolam restituit Sebeto, "P. Mevio Eutico ha riconsacrato un'edicola al Sebeto", un'edicola votiva che addirittura ne attesta il culto.

Nel 2009, durante i lavori per la costruzione del Treno ad Alta Velocità, in località Tavernanova zampillò dal sottosuolo acqua di risorgiva; non fu possibile eliminare l'acqua perché il getto era continuo. Fu necessario realizzare delle condotte a cielo aperto per lo scolo dell'acqua fino all'estremo confine fra Casalnuovo e Volla.

Nell'ottobre 2018, nell'ex macello comunale di Napoli a Poggioreale, poiché acque che sgorgavano dal sottosuolo rendevano la zona un acquitrino, una commissione di tecnici si è recata sul posto in seguito alle proteste degli abitanti, per le dovute verifiche ed ha scoperto che si trattava di purissime acque sorgive.

La natura prima o poi si riprende sempre e comunque i suoi spazi!

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Dai Comuni

Traffico Costa d'Amalfi, Comune di Ravello predispone ausiliari viabilità a Castiglione fino a settembre

Per far fronte al traffico veicolare sulla Statale 163 Amalfitana, il Comune di Ravello ha predisposto l'affidamento del servizio di ausilio alla viabilità sul territorio di propria competenza, con base a Castiglione. Con delibera della giunta municipale numero 79 di ieri, 4 agosto, è stato incaricato...

Vietri sul Mare, Capozzolo rimosso da assessore: «Sindaco si è consegnato a Benincasa»

Il sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone, ha annunciato la revoca dell'assessorato ad Antonello Capozzolo dopo le dichiarazioni espresse in merito alla nomina dell'ex sindaco Franco Benincasa alla guida di Vietri Sviluppo e divulgate attraverso una nota stampa condivisa dal coordinamento provinciale...

Positano torna Covid-free, guariti ultimi due contagiati

Positano torna Covid-free dopo l'accertata guarigone degli ultimi due contagiati. «Con piacere comunichiamo la guarigione dei nostri due concittadini - si legge dalla pagina facebook del Comune di Positano -. Invitiamo tutti i cittadini al rispetto delle regole e a non abbassare la guardia». Sono 31,...

Ravello, incuria e abbandono dei bagni pubblici. Il Comune li chiude [FOTO]

A Ravello gli agenti della Polizia Locale si sono visti costretti a chiudere i servizi igienici di piazza Vescovado che versano in condizioni indecorose. "Servizi igienici fuori servizio per manutenzione" si legge dal cartello che conferma la cessata attività. Da alcuni giorni all'interno della toilette...

Ravello, si attende ripristino fermata Sita a Via Boccaccio

A Ravello pendolari e turisti dovranno attendere ancora qualche giorno per vedere ripristinata la fermata dei bus del trasporto pubblico Sita al largo Boccaccio. I recenti lavori di sostituzione del manto d'asfalto al rettilineo di Via Giovanni Boccaccio impongono il tracciamento della segnaletica orizzontale....