Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Gabriele dell'Addolorata

Date rapide

Oggi: 27 febbraio

Ieri: 26 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniDai ComuniComune di Ravello chiede riconoscimento dello stato di calamità naturale

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Dai Comuni

La delibera della giunta municipale

Comune di Ravello chiede riconoscimento dello stato di calamità naturale

Per le piogge persistenti dei giorni 21 e 22 dicembre 2019

Scritto da (Redazione), lunedì 23 dicembre 2019 15:14:52

Ultimo aggiornamento lunedì 23 dicembre 2019 15:14:52

Con delibera di Giunta Municipale numero 137 che porta la data odierna, il Comune di Ravello ha richiesto il riconoscimento dello stato di calamità naturale per le piogge persistenti dei giorni 21 e 22 dicembre 2019. Dopo Cetara Ravello è senza dubbio il paese più colpito da questi eventi calamitosi eccezionali. Tra gli smottamenti più importanti quello di Casa Rossa (nel video in basso) e i tre sulla Strada Provinciale ex 373.

Di seguito il testo del deliberato

Oggetto: Richiesta di riconoscimento del Comune di Ravello nello stato di calamità naturale per le piogge persistenti dei giorni 21 e 22 dicembre 2019.

Premesso che
- fermo restando le funzioni di programmazione e di coordinamento delle regioni, loro spettanti nelle materie di cui all'art. 117, commi terzo e quarto, Cost. e le funzioni esercitate ai sensi dell'art. 118 Cost., sono funzioni fondamentali dei comuni, ai sensi dell'art. 117, secondo comma, lett. p) - e Cost. le attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi;
- lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano e gli enti locali sono componenti del Servizio nazionale di protezione civile e provvedono all'attuazione delle attività di cui al D. Lgs.1/2018 - Codice della Protezione civile, secondo i rispettivi ordinamenti e competenze;
- ai sensi e per gli effetti della normativa vigente, gli Enti locali interessati, dopo aver dichiarato lo stato di calamità naturale e quantificato i lavori da seguire, presentano domanda di contributo. Il Servizio di protezione civile, al verificarsi degli eventi, a seguito di valutazione speditiva, espletando la fase istruttoria ed effettuando il sopralluogo nei territori colpiti, indica gli interventi ammissibili a contributo;
- il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri, formulata anche su richiesta del Presidente della Regione o Provincia autonoma interessata e comunque acquisitane l'intesa, delibera lo stato d'emergenza di rilievo, determinandone l'estensione territoriale con riferimento alla natura e alla qualità degli eventi. La delibera individua, secondo criteri omogenei, le prime risorse finanziarie da destinare all'avvio delle attività di soccorso e assistenza alla popolazione e gli interventi più urgenti, nelle more della ricognizione in ordine agli effettivi fabbisogni. A seguito della valutazione dell'effettivo impatto dell'evento calamitoso, il Consiglio dei ministri individua, con propria deliberazione, le ulteriori risorse finanziarie necessarie. Le Regioni, nei limiti della propria potestà legislativa, definiscono provvedimenti con finalità analoghe, in relazione a determinate emergenze.

Rilevato che
- le copiose piogge di questi giorni hanno determinato il dissesto del territorio a seguito di movimenti franosi che hanno interessato strade comunali e provinciali, interpoderali, vicinali e strade di centro abitato e danni a strutture pubbliche e private;
- la gravità della situazione si evince dai numerosi interventi e sopralluoghi eseguiti da parte dei tecnici comunali, del Comando della Polizia Locale, della Protezione civile regionale, del Genio civile, i quali hanno provveduto ad attivare tutti i mezzi e le maestranze necessarie a fronteggiare le emergenze che hanno colpito il delicato ecosistema del territorio comunale, e non solo;
- da una prima disamina, pare che numerose siano le attività agro silvo pastorali, rimaste isolate a causa dell'impercorribilità delle suddette infrastrutture;
- tali dissesti hanno causato molteplici danni, fra cui l'evacuazione di intere famiglie, ad oggi alloggiate presso strutture private (alberghi, case di privati);
- l'accertamento dei danni è ancora in corso;
- esistono le condizioni di fatto e di diritto per promulgare lo stato di calamità naturale che ha colpito il territorio del Comune di Ravello.

Atteso che
- gli eventi calamitosi sono classificati, ai fini dell'attività di protezione civile, in tre diversi tipi. Per
ogni evento, in base ad estensione, intensità e capacità di risposta di protezione civile, si individuano
i competenti livelli di protezione civile che devono assumere la direzione e il coordinamento degli interventi: tipo a (livello comunale), tipo b (provinciale e regionale) e tipo c (nazionale).

Dato atto che
- ai sensi del Codice di Protezione civile, lo stato di emergenza può essere dichiarato "nell'imminenza" e non solo "al verificarsi" di calamità naturali;
- l'evidente gravità ed eccezionalità dell'evento, determinano l'intervento di aiuti sovracomunali,mediante richiesta della dichiarazione dello stato di calamità naturale;

Considerati
- l'elenco degli eventi emergenziali di protezione civile, di cui all'art. 7 del D. Lgs. 1/2018 - art. 2, L.
225/1992;
- i verbali dei sopralluoghi effettuati.

Visti
- Il D. Lgs. 1/2018;
- La legge 225/1992 - Istituzione del Servizio nazionale della protezione civile;
- La Legge regionale in materia;
- Il D. Lgs. 112/98 concernenti le funzioni amministrative conferite alle Regioni in materia di protezione civile.

Ritenuto che sussistano i presupposti per la dichiarazione dello stato di calamità naturale.

Preso atto che sul presente provvedimento non sono previsti i pareri di cui all'art. 49 del D. Lgs. 267/00.

Richiamati
- Lo Statuto comunale;
- Il D. Lgs. 267/00;

Con votazione unanime favorevole, resa nelle forme di legge

DELIBERA

Per le motivazioni che precedono e che qui si abbiano per ripetute e trascritte:
1) Dare atto del sussistere di condizioni tali da configurare lo stato di calamità naturale per i gravi danni che gli eventi meteo dei giorni scorsi (21 e 22 dicembre) hanno causato al territorio comunale ed in
particolare smottamenti e frane, esondazioni, danneggiamenti vari;
2) Chiedere il riconoscimento dello stato di calamità naturale per i gravissimi danni causati dal forte maltempo dei giorni 21 e 22 dicembre 2019;
3) Chiedere il riconoscimento dello stato di emergenza per calamità naturale inserendo il Comune di Ravello nello stato di emergenza;
4) Precisare che al presente provvedimento farà seguito altro provvedimento, con il quale saranno indicati nel dettaglio i danni subiti dal territorio comunale e dalla popolazione tutta;
5) Trasmettere copia del presente provvedimento:
· al Presidente del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione civile;
· al Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare;
· al Presidente della Regione Campania;
· alla Struttura regionale di Protezione civile della Regione Campania;
· al Genio civile di Salerno;
· al Presidente della Provincia di Salerno;
· al Sig. re Prefetto di Salerno.
ciascuno per le proprie competenze istituzionali, per l'attivazione delle procedure di tutela del territorio, per un rapido rientro nelle condizioni di ordinarietà;
6) Dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo, ai sensi e per gli effetti dell'art. 134, co IV, D.Lgs. 267/00, per consentire l'attivazione degli interventi atti a rimuovere le situazioni di grave disagio dei cittadini colpiti dall'evento.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Dai Comuni

Furore, Giardino della Pellerina da intitolare a De Crescenzo: la scelta non piace alla minoranza

Il gruppo di minoranza "Furore nelle tue mani" ha presentato una mozione consiliare per impegnare il sindaco e l'amministrazione comunale a intitolare un luogo pubblico alla memoria del filosofo Luciano De Crescenzo, che tanto amò questi luoghi i quali custodiranno per sempre le sue ceneri (non appena...

«Nessun caso di coronavirus in Costiera Amalfitana», la comunicazione della Conferenza dei Sindaci

«Non ci sono casi di coronavirus in Costiera Amalfitana». La Conferenza dei Sindaci, attraverso il delegato alla sanità Andrea Reale, sindaco di Minori, rassicura la popolazione dopo l'incubo vissuto per il sospetto caso riscontrato all'ospedale "Costa d'Amalfi". Le analisi effettuate presso il centro...

Prevenzione e tutela economia della Costiera: Salvatore Di Martino chiede Conferenza dei Sindaci straordinaria

«Alla notizia avuta qualche minuto fa che in Costa d'Amalfi non vi è alcun caso di coronavirus devono seguire iniziative, in linea con le prescrizioni che ci provengono dal Ministero della Sanità e dagli organi ed enti che hanno la responsabilità di salvaguardare la salute di tutti». È l'invito del sindaco...

Sindaco di Ravello: «Allarmismi e critiche non servono. È l'ora della serietà e della compostezza»

In una nota trasmessa alla nostra redazione il Sindaco di Ravello, Salvatore Di Martino, in cui è ubicato l'ospedale della Costa d'Amalfi, lancia un messaggio volto a rassicurare la cittadinanza. «Stiamo monitorando la situazione e predisponendo un piano per fronteggiare sia lo scenario più negativo...

Viabilità in Costiera, sindaco Positano difende ordinanza ANAS: «Migliora viabilità e vivibilità del territorio»

«Siamo contenti per l'esito del ricorso al Tar. Spero che questo ritiro del ricorso sia foriero di buone intenzioni da parte di tutti». E' quanto dichiara il sindaco di Positano Michele De Lucia al Vescovado dopo il "congelamento" del ricorso degli operatori turistici avverso l'ordinanza Anas che dal...