Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 minuti fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniCultura & TerritorioSlow Food lancia il nuovo itinerario in Costa d’Amalfi

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Cultura & Territorio

Slow Food lancia il nuovo itinerario in Costa d’Amalfi

Una serie di esperienze del gusto e dell'artigianato da vivere lungo la Costiera Amalfitana che accompagnano il viaggiatore alla lenta scoperta dell’essenza autentica del territorio

Scritto da (redazione), giovedì 4 marzo 2021 11:56:00

Ultimo aggiornamento giovedì 4 marzo 2021 11:56:00

Debutta oggi on line l'itinerario Slow Foodi ideato per la Costa d'Amalfi e promosso dal Distretto Turistico Costa d'Amalfi. Una serie di tappe che attraversano tutta la costa: da Positano ad Amalfi, da Ravello a Tramonti, da Maiori a Cetara, fino a Vietri sul Mare.


Costa d'Amalfi si inserisce all'interno di una progettazione più ampia, in cui gli attori del territorio sono selezionati secondo le linee guida di Slow Food Travel, per assicurare un'esperienza di viaggio buona, pulita e giusta. Nell'ambito del progetto Slow Food in Azione: le comunità protagoniste del cambiamento*, oltre a quello campano, sono già stati lanciati Valdarno di Sopra in Toscana, Transameria in Umbria e Gran Sasso in Abruzzo. In questi giorni saranno pubblicate le ultime due destinazioni che fanno parte del progetto Torre Guaceto e il Parco delle Dune Costiere in Puglia e Monti Lepini nel Lazio.

Gli itinerari Slow Food in Azione consentono di sperimentare un nuovo modello di viaggio, fatto di incontri e scambi con agricoltori, artigiani, ristoratori e albergatori, per conoscere attraverso esperienze turistiche di alta qualità il patrimonio gastronomico, culturale e sociale del nostro territorio.

Il lavoro di realizzazione degli itinerari ha permesso di costruire una rete di circa 200 stakeholder nei vari territori, soggetti che durante questo percorso si sono confrontati con le linee guida di Slow Food e che hanno avuto la possibilità di discutere insieme ai coordinatori dei progetti di quello che sarà il futuro del turismo post Covid-19. Un'occasione per imparare e confrontarsi per produttori, allevatori, ristoratori e bottegai è la tre giorni di formazione ospitata a Praiano e trasmessa online organizzata nell'ambito di Slow Food in Azione che si terrà dal 5 al 7 marzo. Guidato da formatori esperti in relazioni interpersonali, gestione della comunità e marketing delle destinazioni, si tratta di un vero e proprio corso per capire il mercato del turismo e le potenzialità del progetto.

Domenica 7 i lavori saranno aperti a tutti gli interessati con l'evento Lentamente viaggiare: la rete di Slow Food, trasmesso sulla piattaforma di Terra Madre Salone del Gusto a partire dalle 10.

L'itinerario Costa d'Amalfi va oltre alle spiagge e ai borghi affacciati sul mare cristallino. Esiste infatti un'altra Costiera, fatta di comunità e piccole produzioni artigiane che testimoniano un patrimonio culinario ricchissimo e che ogni giorno difendono questo paradiso fragile dall'abbandono, valorizzandone la sua vera unicità. Gli itinerari accompagnano i viaggiatori interessati a esplorare le aree meno frequentate e conosciute della Costa d'Amalfi, mostrando loro la parte più autentica e genuina attraverso una serie di esperienze per entrare in contatto con realtà gastronomiche e creative che racchiudono l'essenza di questo meraviglioso territorio. L'invito è quello di immergersi in ecosistemi diversi che vanno dalle scogliere ad alture che superano i mille metri di quota, dai terrazzamenti eroici della media-alta costa fino ai valloni più profondi, che si alternano a promontori a strapiombo sul mare. Una terra, quella della Costa d'Amalfi, la cui bellezza viene riflessa negli occhi di chi la vive.

I percorsi diventano un'opportunità per toccare con mano e sentire il profumo degli agrumi che crescono su giardini verticali, che dal Medioevo hanno un ruolo centrale nell'agricoltura e nella cucina del luogo. Visitare le distese di limoneti da dove nasce lo sfusato di Amalfi che si distingue per l'elevata concentrazione di sostanze aromatiche, fra cui oli essenziali e terpeni, in alcuni casi in quantità doppia rispetto alle varietà più comuni, e che per questo garantisce risultati straordinari se usato nella preparazione del limoncello. Bussare nel laboratorio-boutique di Valentino Esposito a Positano dove vengono elaborate marmellate e confetture preparate esclusivamente con ingredienti locali. Farsi incantare da vigneti secolari che animano il paesaggio del borgo di Tramonti, da cui nasce il Tintore, l'uva autoctona della zona.

E poi ancora, fare capolino a Cetara, il piccolo villaggio di pescatori, noto per l'inconfondibile colatura tradizionale di alici (Presidio Slow Food). Entrare da Nettuno, azienda che dagli anni ‘50 lavora artigianalmente il pescato locale, per vedere insieme al proprietario Giulio Giordano, come si ottiene il prezioso liquido ambrato che percola dalle botti in cui sono conservate e maturate le alici pescate nel Golfo di Salerno.

Gustare alcune specialità del luogo in ristoranti che hanno segnato la storia della tradizione e dell'innovazione culinaria della Costa d'Amalfi, fra cui M'ama a Praiano e la celebre Hostaria di Bacco a Furore, che ospitò personaggi storici della politica e della cultura italiana, fra cui Roberto Rossellini e Anna Magnani.

Gli itinerari sono stati costruiti anche per permettere all'ospite di osservare da vicino le maestrie artigianali che hanno segnato la creatività della zona, fra cui il Museo della carta di Amalfi.

L'itinerario è disponibile a questo indirizzo ed è possibile contattare ogni singola struttura autonomamente. Oppure, è possibile farsi consigliare nella costruzione di un percorso personalizzato. Grazie alla collaborazione fra le comunità locali in Costa d'Amalfi si è sviluppato un ampio network di guide e appassionati, capaci di raccontare questa terra, la sua storia, e le sfide che affronta, attraverso un'offerta gastronomica di turismo esperienziale di altissimo livello, che unisce il piacere alla responsabilità.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cultura & Territorio

Ravello Lab 2021: una proposta concreta per PNRR cultura

Si è conclusa la sedicesima edizione di Ravello Lab - Colloqui Interazionali, il forum europeo promosso da Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, Federculture e Formez PA. Il laboratorio di idee e proposte ha raccolto in una tre giorni di approfondimenti e dibattiti una serie di raccomandazioni...

Ravello Lab 2021: premi “Patrimoni viventi” a Comune di Noto, Casa Poesia Como e pescatore Pino Veneruso

Inaugurata la sedicesima edizione di Ravello Lab - Colloqui internazionali, l'annuale forum europeo su cultura e sviluppo promosso da Federculture, dal Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali e da quest'anno da Formez PA. "Ravello Lab si conferma un incubatore di idee e un laboratorio di progettualità...

Al Ravello Lab 2021 le strategie PNRR per la Cultura. Dal 14 al 16 ottobre la XVI edizione [PROGRAMMA]

"Cultura è futuro" è il titolo della XVI edizione di Ravello Lab - Colloqui Internazionali, il forum europeo su cultura e sviluppo promosso da Federculture, dal Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali e da quest'anno da Formez PA rappresenta un punto avanzato di elaborazione e di proposta per...

A Ravello giornata di studi su "Vecchi problemi e nuove soluzioni. I terrazzamenti della Costa d’Amalfi, paesaggio culturale UNESCO"

"Vecchi problemi e nuove soluzioni. I terrazzamenti della Costa d'Amalfi, paesaggio culturale UNESCO" è il titolo del convegno in programma oggi, sabato 9 ottobre, a Ravello. La giornata di studi con inizio alle 9.30, è promossa dal CITTAM - Centro di ricerca Interdipartimentale per lo studio delle Tecniche...

“Cultura è futuro”, 11 ottobre presentazione Ravello Lab 2021

"Cultura è futuro" è il titolo della sedicesima edizione del Ravello Lab - Colloqui Internazionali che si svolgerà a Ravello dal 14 al 16 ottobre prossimi. Due i panel: Paesaggio Culturale e Aree Interne. Pianificazione strategica e progettazione integrata nel tempo della Ripartenza e l'impresa socio-culturale...