Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 17 minuti fa S. Antonio abate

Date rapide

Oggi: 17 gennaio

Ieri: 16 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, Vini

Tu sei qui: SezioniCultura & TerritorioFrane in Costiera Amalfitana: non inevitabili

App Eni liveSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Cultura & Territorio

Frane in Costiera Amalfitana: non inevitabili

Scritto da (redazionelda), mercoledì 4 agosto 2021 10:50:20

Ultimo aggiornamento mercoledì 4 agosto 2021 10:50:20

di Andrea Della Pietra

 

Strettamente connesso ai fenomeni alluvionali di cui si è discusso nel precedente articolo (giugno 2021), altro dissesto idrogeologico ad elevata pericolosità e rischio per la Costiera Amalfitana sono le frane, con le quali da sempre gli abitanti si sono dovuti abituare a convivere.

Flussi del materiale che costituisce gli strati superficiali dei rilievi collinari e montuosi, misti con massi, pietre ed elementi arborei investiti lungo il percorso, si riversano lungo i valloni sotto forma di vere e proprie colate, investendo le strade e, nei casi più gravi, i centri abitati.

Ad aggravare gli effetti alluvionali di tali colate di materiale eterogeneo, sono gli intasamenti che si generano in corrispondenza di strozzature ed ostacoli, di origine naturale o artificiale (per esempio i piccoli ponti), presenti lungo i percorsi dei numerosissimi corsi d'acqua diffusi sul territorio, in prevalenza a carattere stagionale e torrentizio. Tali ostacoli impediscono lo scorrimento ordinato del flusso lungo il percorso naturale e favoriscono l'espansione delle colate alle aree circostanti.

La genesi di tali fenomeni è dovuta alla particolarissima conformazione morfologica della Costiera, formata da alti rilievi calcarei con grandi pendenze, che si elevano anche a strapiombo configurando alla loro base stretti valloni. Gli strati superficiali di tali rilievi sono costituiti, per la gran parte, da materiale di origine vulcanica (pomici e ceneri), che nel corso delle eruzioni del Vesuvio è stato trasportato dai venti sui versanti calcarei di origine marina, ha riempito cavità ed interstizi presenti generando anche uno strato superiore poco compatto e friabile, molto "sensibile" agli effetti delle piogge intense.

Più in dettaglio, quando grandi quantità di pioggia si infiltrano all'interno delle spaccature e delle cavità presenti nella roccia calcarea, l'acqua riempie i vuoti esistenti e si diffonde all'interno fino a riempire tutti gli interstizi esistenti. Se l'evento meteorico perdura, il livello dell'acqua sale man mano, gonfia le sacche di materiali vulcanici e spinge, fino all'espulsione, gli strati superiori poco coerenti, che si riversano a valle sotto forma di colate di detriti.

Ma il rischio frane non è solo quello dovuto al dilavamento dei terreni. Infatti, fratture verticali nei costoni della roccia dura calcarea possono comportare, in caso di forti piogge, sensibili escursioni termiche, piccoli terremoti, il distacco di porzioni anche cospicue di pareti o la caduta di grandi e piccoli massi. Se tali pareti incombono su strade, sentieri o centri abitati la probabilità di danni sarà molto elevata.

Il rischio frane, insomma, è un elemento intrinseco della struttura idro-geologica della Costiera. Ma è un rischio mitigabile. Sia con interventi di messa in sicurezza del territorio sia, anche, con il coinvolgimento dei cittadini nella prevenzione.

Si può intervenire, ad esempio, con l'apposizione di reti paramassi ancorate con chiodature e tiranti. Di più difficile attuazione risultano gli interventi necessari al contenimento del dilavamento dei terreni, per il quale sono auspicabili interventi di ingegneria naturalistica, che potrebbero riprendere le antiche tecniche utilizzate per la realizzazione dei terrazzamenti. Tutti interventi di ampia portata che esulano dalle possibilità di azione del singolo cittadino.

Tuttavia, come già accennato per il rischio idraulico, questi può offrire un contributo segnalando alcune situazioni di criticità, attraverso il sito web Tutela il Tuo Territorio (https://www.tutelailtuoterritorio.it/ - sezione "segnalazioni").

Ad esempio, possono essere segnalate rocce in precarie condizioni di equilibrio, poste soprattutto lungo i percorsi non controllati dalle istituzioni (sentieri, scale, mulattiere, percorsi di trekking); oppure i muri di sostegno dei terrazzamenti crollati o in procinto di crollare, che possono innescare processi di smottamento più ampii. Nell'effettuare la segnalazione è anche possibile indicare le coordinate dell'area critica, nonché inviare fotografie del luogo al fine di consentire una più rapida individuazione dello stesso e della problematica rilevata.

In conclusione, in Costiera le frane, anche se storicamente ricorrenti, non sono inevitabili.

*ingegnere

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cultura & Territorio

L'Area Marina Protetta Punta Campanella riceve l'unico accreditamento quale Lead in Campania

Punta Campanella è stata accreditata come organizzazione LEAD per i prossimi anni di finanziamenti europei nel settore della formazione e del volontariato europeo. L'Agenzia Nazionale per i Giovani ha accreditato soltanto 20 organizzazioni Lead (guida, coordinamento) in Italia, tra enti e associazioni,...

A Tramonti torna il calendario benefico: quest’anno a ispirare le foto il passato e la storia dell’arte

Torna anche per quest'anno il Calendario di Tramonti, che per il 2022 vuole essere un fil rouge in grado di collegare il presente con il passato, sfruttando lo straordinario pretesto fornito dalla Storia dell'Arte. Opere note e meno note hanno faro da spunto nel ricreare piccole scene di vita quotidiana....

Troppe persone costrette in quarantena, a Maiori prorogata l’apertura della Mostra d'Arte Presepiale

Avrebbe dovuto chiudere al pubblico ieri, 6 gennaio, la Mostra d'Arte Presepiale organizzata dall'Associazione Presepiale Città di Maiori, ma i soci hanno deciso di prorogare. Infatti, tantissime persone affezionate alla mostra che durante le vacanze natalizie hanno dovuto rimanere in quarantena causa...

“Neapolis. Nuova città, nuove arti” al via la II edizione dal 8 al 31 gennaio 2022

Si svolgerà a Napoli dall'8 al 31 gennaio 2022, nel suggestivo Complesso Monumentale di Sant'Anna dei Lombardi, sito in Piazza Monteoliveto, 4 a Napoli, la seconda edizione della mostra "Neapolis. Nuova città, nuove arti" dedicata alle più recenti tendenze dei linguaggi artistici. Dopo uno stop forzato...

Scala come un Presepe nella trasmissione Rai "Tu che scendi dalle stelle" con Padre Enzo Fortunato

Un viaggio attraverso tre luoghi significativi che esprimono profondamente la spiritualità del Natale: Betlemme, Greccio e Scala. Narrato da Padre Enzo Fortunato, "Tu scendi dalle Stelle" è andato in onda ieri, 4 gennaio, su Rai Tre, con la conduzione di Simona Vanni. Betlemme è il luogo in cui è nato...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.