Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniCronacaTrasporto passeggeri, il grido d'allarme degli armatori italiani. Gambardella scrive al Governo: «Tutti hanno ricevuto contributi, tranne noi»

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Cronaca

Trasporto passeggeri, il grido d'allarme degli armatori italiani. Gambardella scrive al Governo: «Tutti hanno ricevuto contributi, tranne noi»

Scritto da (redazione), domenica 21 febbraio 2021 07:21:28

Ultimo aggiornamento domenica 21 febbraio 2021 07:38:44

L'Associazione Italiana Armatori Trasporto Passeggeri (AIATP), presieduta dall'amalfitano Salvatore Gambardella, lancia un "Mayday" sulla grave situazione in cui versa il comparto armatoriale italiano. Il grido d'aiuto in una lettera indirizzata al Presidente delle Repubblica, al Governo, ai Ministri e alle forze politiche che si pubblica integralmente di seguito.

 

L'Associazione Italiana Armatori Trasporto Passeggeri rappresenta 184 Società di navigazione Italiane operanti in acque marittime ed interne con 970 navi minori in servizio di trasporto passeggeri turistico e di collegamento tra le località di maggior prestigio turistico/ambientale e le isole italiane.

Le scriviamo, nonostante il discreto silenzio che ci ha contraddistinti in questo ultimo anno, per lanciare il Mayday come ultimo appello di soccorso prima di vedere affondare le nostre aziende.

La gravità del momento, l'incertezza sul futuro, gli impegni debitori contratti ci portano a lanciare questo GRAVE allarme perché ad oggi le nostre aziende non hanno ricevuto quegli aiuti economici che ci potrebbero e dovrebbero consentire di navigare in mezzo a questa tempesta fino all'arrivo in un porto sicuro.

La stagione 2020 ha visto registrare perdite per le nostre aziende che variano da un meno 55% per gli operatori che svolgono l'attività da giugno a settembre, un meno 75% per gli operatori che svolgono l'attività da marzo a dicembre e meno 95 % per gli operatori delle vie fluviali e lagunari.

Stiamo cercando di sostenere gli oltre 10.000 lavoratori del nostro settore tra personale imbarcato e personale a terra. Personale spesso dimenticato e ignorato perché escluso dall'elenco delle categorie oggetto di sostegni mirati.

Ogni azienda, nonostante il calo di fatturato, ha dovuto adottare costosi protocolli di sicurezza funzionali al tipo di servizio svolto, ha dovuto ridurre le capienze delle imbarcazioni per assicurare i distanziamenti previsti dalle Norme, ha adempiuto a tutti gli obblighi fiscali e contributivi senza usufruire di alcun beneficio, ha sostenuto i consueti costi legati allo svolgimento delle manutenzioni finalizzate a mantenere elevati standard di sicurezza, senza usufruire di alcuna deroga sia per il rinnovo dei certificati di sicurezza sia per il rinnovo dei certificati del personale navigante soggetto peraltro a costosi corsi di aggiornamento, AUMENTANDO LO STATO DI SOFFERENZA ECONOMICA CHE LA SCRIVENTE ASSOCIAZIONE CERCA DISPERATAMENTE DI SALVAGUARDARE

Stiamo subendo con il decreto di Agosto 2020 un discriminatorio aumento dei canoni demaniali, relativi all' ormeggio e attracco delle nostre imbarcazioni, alle biglietterie (minuscole strutture prefabbricate), alle aree di sosta per i passeggeri prima dell'imbarco e ai gavitelli. E tale incremento che si aggira intorno al 700% che per noi risulta assolutamente insostenibile.

Nonostante tutto l'impegno profuso per arginare le conseguenze pandemiche, il comparto armatoriale delle Navi Minori ha subito perdite di fatturato superiore ai 100 milioni di euro da ricondurre alla mancanza di turisti creata dall' emergenza sanitaria.

Gli unici aiuti che ad oggi risultano previsti per il nostro settore sono 5 milioni indicati dal Decreto rilancio e 5 milioni indicati dalla recente Legge Finanziaria, un totale di 10 milioni di euro il cui iter burocratico procedurale finalizzato alla regolare erogazione prevede l'autorizzazione Europea sugli Aiuti di Stato e successivamente il Decreto Attuativo da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Riusciremo a sopravvivere così a lungo?

Come si può immaginare un contributo a fondo perduto di 10 milioni su perdite stimate di oltre 100 milioni? Riusciranno questi 10 milioni a coprire le rate dei mutui che abbiamo dovuto contrarre per far fronte alla profonda crisi che stiamo vivendo? E poi?

Oggi ci troviamo alle porte di una nuova stagione turistica con una pandemia ancora in atto, con le agende di prenotazioni vuote, con l'incertezza sul futuro e con le società indebitate per far fronte a quanto sopra evidenziato.

Non siamo stati soggetti a ordinanze di chiusura e limitazione specifica ma l'impossibilità di spostarsi tra regioni e la mancanza di Turismo/Turisti Internazionali ci ha privato della tipologia di trasporto di cui abbiamo bisogno per VIVERE.

TUTTI HANNO RICEVUTO CONTRIBUTI E RISTORI; PERCHE' NOI NO?

Il nostro settore non risulta poter usufruire dei contributi previsti per il Trasporto Pubblico Locale (nonostante molte nostre Aziende svolgano Servizi di Linea Regolari), e nemmeno possiamo usufruire dei contributi previsti per la Filiera Turistica, nonostante risulti evidente che dipendiamo da essa. SIAMO NELLA TERRA DI NESSUNO?

La mobilità garantita dal trasporto turistico effettuato dalle Società di Navigazione della nostra Associazione rappresenta il Valore Aggiunto fondamentale per l'economia locale dei luoghi turistici. Trasporti Turisticidi Linea e non di Linea indispensabili per le comunità, dove la sinergia tra operatori commerciali ha consentito uno sviluppo che ha prodotto un notevole incremento dell'occupazione e dell'economia.

Il TURISMO - In base ai dati raccolti il 2020 si chiude con 53 miliardi di euro in meno rispetto al 2019 e per i primi tre mesi del 2021 si stima una perdita di ricavi di 8 miliardi dovuti principalmente alla riduzione di turisti internazionali, turisti grazie ai quali noi esistiamo, ma quello che preoccupa maggiormente è che si stima per i primi mesi del 2021 una riduzione del 60% dei flussi italiani e un 85% di quelli internazionali. Siamo tutti fiduciosi che il turismo, finita l'emergenza sanitaria, tornerà molto in fretta e impetuoso, ma per sopravvivere fino al termine dell'emergenza occorrono ulteriori misure di sostegno così come stabilite per altre realtà riconducibili al comparto turistico.

ESISTIAMO ANCHE NOI

Le domande che ogni giorno ci poniamo sono le seguenti:

  • Come faccio a salvare l'azienda?
  • Come faccio a salvare i dipendenti e le relative famiglie?
  • Dove trovo le coperture economiche per affrontare un nuovo anno?
  • Dove e come faccio a sostenere i costi per mantenere in sicurezza le motonavi?
  • Che fine farà l'azienda se non riesco a sopravvivere economicamente fino alla fine della pandemia?
  • A cosa sono serviti tutti i sacrifici, gli investimenti e tutte le tasse che ho pagato?
  • Come faccio a preservare la mia FAMIGLIA ?
  • Potevamo in questi mesi effettuare grosse dimostrazioni per far sentire la nostra voce magari bloccando dei porti o cortei sulla Capitale, ma abbiamo preferito confidare nel buon senso della Politica aspettando aiuti al settore, ma ciò non è avvenuto.

La nostra categoria Armatoriale è composta da persone abituate ai sacrifici, dovuti come già successo in passato a stagioni meteorologicamente negative, ad una crisi politica Internazionale o eventi meteorologici estremi che hanno prodotto distruzione e lacrime, ma nei momenti peggiori e senza chiedere niente a nessuno queste persone sono riuscite comunque ad andare avanti. Oggi stiamo vivendo una guerra per la sopravvivenza che non sappiamo se è quando finirà.

Nel discorso di replica al Senatoabbiamo sentito il Presidente del Consiglio dei Ministri parlare del turismo e della sua importanza economica, della crisi in cui versa e della rapida ripresa che avrà a fine pandemia, esortando il parlamento a salvaguardare le aziende che si occupano di turismo, per evitare che a fine emergenza i turisti nazionali e stranieri non trovino macerie di aziende fallite compromettendo la ripresa.

Ebbene le Società Armatrici fanno parte di tale segmento turistico e come le attività sciistiche ed alberghiere vanno aiutate.

Il momento è di estrema fragilità e ci impone oggi di manifestare questo FORTE grido di AIUTO per evidenziare quanto siano indispensabili per la nostra categoria sostegni immediati e adeguati al fine di poter essere pronti al più presto per partecipare attivamente allo sviluppo futuro del settore turistico che tanto beneficio ha portato al nostro amato Paese ma soprattutto per dare un senso al sacrificio e all'impegno che i nostri Nonni e i nostri Padri hanno dedicato ad una attività così importante come la nostra.

Cordialmente

Il Presidente

Salvatore Gambardella

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Covid, ad Amalfi due contagi alla scuola primaria. La nota della preside

Con una comunicazione sulla propria pagina facebook il Comune di Amalfi informa della positività al Covid-19 di quattro cittadini residenti. Due di questi sono adulti, mentre i restanti alunni dell'Istituto Comprensivo "Gerardo Sasso", non vaccinati. Immediatamente sono state attivate tutte le misure...

Escalation di furti in Costiera Amalfitana, arrestato il responsabile

Nella giornata di ieri, personale della Squadra Mobile - quinta Sezione Narcotici - Antidroga, ha dato seguito all'Ordine di Esecuzione per la Carcerazione emesso nella data di ieri, lunedì 18 ottobre, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno nei confronti di A.V., riconosciuto colpevole...

Covid, a Minori numero positivi sale a 9

A Minori questa mattina si registrano due nuovi casi di positività da Covid-19 che vanno a sommarsi ai due di ieri sera. Si tratta due cittadini conviventi di mezza età rientranti nella catena dei contatti di un recente familiare positivo. Entrambi hanno completato il ciclo vaccinale e risultano asintomatici....

Covid, a Minori due nuovi casi

A Minori stasera si registrano due nuovi casi di positività da Covid-19. Si tratta una cittadina adulta che ha completato il ciclo vaccinale e di sua figlia, una bambina di 11 anni non vaccinata. Entrambe presentano lievi sintomi del virus. Il Centro Operativo Comunale ha attivato tutte le procedure...

Covid, nuovo contagio a Ravello

A Ravello si riscontra un nuovo caso di positività al Covid-19. Lo conferma il Comune di Ravello in una comunicazione a mezzo Facebook. Stando a quanto appreso la persona contagiata è residente in località Valle del Dragone, al confine con Atrani e già aveva contratto il virus durante la scorsa stagione...