Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 20 minuti fa S. Roberto Bellarmino

Date rapide

Oggi: 17 settembre

Ieri: 16 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniCronacaOmicidio di Ravello, condanna definitiva per Giuseppe Lima: Cassazione respinge ricorso

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Cronaca

Omicidio di Ravello, condanna definitiva per Giuseppe Lima: Cassazione respinge ricorso

La condanna è di 13 anni e 4 mesi di reclusione, scontata in Appello, rispetto al primo grado in cui gli erano stati inflitti 18 anni di detenzione.

Scritto da (redazione), mercoledì 5 maggio 2021 16:26:23

Ultimo aggiornamento mercoledì 5 maggio 2021 16:29:03

Condanna definitiva per Giuseppe Lima, giudicato colpevole insieme a Vincenza Dipino, dell'omicidio di Patrizia Attruia, consumato a Ravello tra la sera del 25 e il 27 marzo 2015.

La condanna è di 13 anni e 4 mesi di reclusione, scontata in Appello, rispetto al primo grado in cui gli erano stati inflitti 18 anni di detenzione.

La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso, così motivando: «Il ricorso è inammissibile perché proposto per motivi manifestamente infondati, in quanto afferenti ad asseriti vizi della motivazione, che la lettura del provvedimento impugnato dimostra essere esistente e connotata da lineare e coerente logicità. Il giudice dell'appello ha spiegato, con motivazione piana e laica, per quali ragioni ha ritenuto di non poter riconoscere nella massima estensione le circostanze attenuanti generiche. Il giudice del merito ha evidenziato che l'ammissione in sede di appello degli addebiti e la rinuncia dell'appellante ai motivi inerenti la responsabilità, pur essendo frutto anche di valutazioni di tipo opportunistico, sono comunque espressione di una volontà di collaborazione e, unitamente alla rinuncia del motivo afferente alla derubricazione del reato di omicidio volontario, consentono di riconoscere le circostanze attenuanti generiche».

 

Le ammissioni di Lima in fase processuale: «Quella sera a stento mi reggevo in piedi e comunque sapevo che si sarebbero calmate da sole.

Ricordo che la sera della morte di Patrizia, mentre stavo seduto nella sdraio, le ho sentite urlare con più forza del solito e mi sembra di aver capito che la questione era relativa a chi avesse avuto un rapporto sessuale con me. Di solito per calmare bastava che io urlassi dalla cucina ma quella sera Enza e Patrizia si erano addirittura azzuffate e io, preso dalla rabbia, sono entrato nella stanzetta, le ho separate e poiché Enza era fisicamente molto più piccola della Attruia, ho colpito più volte quest'ultima sbattendola, credo, vicino a un muro, se non sbaglio quello dov'era posizionato il letto.

Sono assolutamente certo di non aver usato alcuna arma o alcun oggetto mi ricordo che in qualche modo Patrizia, molto forte fisicamente, ha reagito e io credo si averle dato alcuni pugni violenti all'altezza del collo o comunque in faccia vicino all'orecchio. Dico credo perché l'unica cosa che ricordo con certezza è che Patrizia nel cadere a terra mi aveva coinvolto nella caduta. Ricordo che credevo che la stessa fosse soltanto svenuta. Altro onestamente non riesco a ricordare perché poi sono tornato nella sdraio e solo più tardi, risvegliandomi, ho visto che Patrizia era nella stessa posizione in cui l'avevo lasciata».

Intanto anche Enza Dipino resta in carcere: la Cassazione ha confermato che dovrà scontare la pena di 14 anni e due mesi (10 mesi in più di Lima).

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Maiori, spiaggia delimitata per tre giorni: attese altre tartarughine

A Maiori delimitato il tratto di spiaggia da cui, la notte scorsa, sono sbucate, a soprsa, le tartarughine. Stanotte i militari della Guardia Costiera presidieranno l'area in cui non si escludono nuovi rinvenimenti di piccole testuggini. E' necessario garantire condizioni di quiete intorno, nessun movimento,...

Meraviglia a Maiori: prima schiusa di uova di tartaruga in Costiera Amalfitana [FOTO]

Notte speciale, questa del 15 settembre 2021, in Costiera Amalfitana. Sulla spiaggia Ovest di Maiori, poco distante dal Porto turistico, si registrata la schiusa delle uova di un nido di tartarughe Caretta caretta. Un evento più unico che raro da queste parti: intorno alle 22.00 le prime tartarughine...

Manovra azzardata tra i tornanti della Costa d'Amalfi: bus turistico s’incastra a Conca. Traffico in tilt [FOTO]

Traffico in tilt sulla Statale 366 Agerolina verso Conca dei Marini dove un grosso autobus turistico risulta incastrato tra i tornanti. Sono in corso complesse le operazioni di manovra per l'autista del torpedone di circa 13 metri con targa tedesca che, proveniente da Agerola, ha pensato di svoltare...

Droga a domicilio nel lockdown: anche persone di Maiori tra clienti della centrale di spaccio di Salerno

La droga veniva consegnata a casa, quasi come fosse un servizio di delivery, oppure in un luogo concordato da acquirente e venditore. E non mancavano le "offerte", tramite sms, tipo "prendi tre, paghi due". A mettere la parola fine alla fitta rete di spaccio sono stati i Carabinieri del comando provinciale...

Covid, ad Amalfi tre nuovi positivi e un decesso

Attraverso la pubblicazione di un nuovo bollettino ufficiale, il Comune di Amalfi comunica l'odierna positività al Covid-19 di tre cittadini residenti. Tutti appartengono allo stesso nucleo familiare e sono tutti vaccinati e asintomatici. Dal comune capofila della Divina si apprende, inoltre, del decesso...