Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa S. Stanislao vescovo

Date rapide

Oggi: 11 aprile

Ieri: 10 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Gambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureMielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniCronacaElettrodotto sui Monti Lattari: Wwf e Italia Nostra contro Terna

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Cronaca

Elettrodotto sui Monti Lattari: Wwf e Italia Nostra contro Terna

Scritto da (redazione), sabato 26 dicembre 2020 09:47:00

Ultimo aggiornamento sabato 26 dicembre 2020 09:53:54

Wwf e Italia Nostra contro Terna per il progetto di un nuovo elettrodotto nella penisola sorrentina. Attraverserà il Parco dei Monti Lattari e consentirà il raddoppio della potenza, la quale passerà da 60 a 150kV. L'intervento è stato bocciato una volta dalla Regione Campania, che all'epoca si espresse in sostituzione del Parco, nel 2013. Riproposto nel 2014, è stato approvato da Palazzo Santa Lucia. A darne notizia il Corriere del Mezzogiorno in un articolo a firma di Fabrizio Geremicca.

 

Ha avuto il via libera definitivo dal ministero dell'Ambiente nel 2019. Il punto però è che, secondo le due associazioni ambientaliste le autorizzazioni non avrebbero mai potuto essere concesse per il contrasto stridente tra il progetto e le norme di salvaguardia - in qualche modo si potrebbero definire la carta di identità - del parco regionale.

"Esse prevedono - scrivono Claudio d'Esposito e Massimo Maresca, i referenti del Wwf e di Italia Nostra in penisola sorrentina - che non possano essere installati nella riserva naturale nuovi impianti per la produzione ed il trasporto di energia elettrica superiori ai 60kV. Consentono esclusivamente la manutenzione degli impianti esistenti".

Il nuovo elettrodotto, però, secondo le due associazioni, si configura come una nuova opera e certamente non può essere contrabbandato come intervento di manutenzione della rete esistente.

 

"Parliamo - sottolineano - di 37 nuovi piloni di altezza considerevole ed insistenti ciascuno su una superficie (la base) di 50 metri quadrati. L'impatto ambientale di tali opere sarà inevitabilmente notevole anche perché per la costruzione sarà necessario aprire nuovi sentieri, strade carrabili e camminamenti tra la vegetazione. Giova ricordare che le norme di salvaguardia del Parco lo vietano espressamente".

 

Il documento redatto dal Panda e da Italia Nostra paventa danni per la fauna, per i grandi alberi monumentali, per le sorgenti ed una generale compromissione del territorio. Fa riferimento, poi, alla incompletezza dell'analisi della commissione tecnica di verifica per l'impatto ambientale.

Rileva, ancora, che taluni dei nuovi piloni saranno collocati, nel territorio di Positano, in zona 1 del piano urbanistico territoriale della penisola sorrentino - amalfitana, che impedisce ogni trasformazione del suolo e non consente l'attraversamento da parte, tra l'altro, di elettrodotti.

Ce n'è quanto basta, insomma, secondo le due associazioni, per chiedere a Terna di cambiare rotta e di cercare soluzioni diverse.

 

La società, però, è di tutt'altro avviso ed intende andare avanti sulla strada già intrapresa. "L'intervento è stato progettato - sostiene Terna - per ridurre al minino l'impatto sul territorio coinvolto. Per ogni tratto della nuova linea elettrica, infatti, sono stati scelti il percorso, la tecnologia e il sistema di costruzione più adatti. In particolare, per quel che concerne il Parco Regionale dei Monti Lattari, dove possibile, la nuova linea ripercorrerà quella esistente, che verrà poi demolita, evitando in questo modo consumo aggiuntivo di suolo. Nelle aree più naturali i sostegni saranno elitrasportati, non sarà quindi necessario costruire piste di accesso e grandi impianti di cantiere. Al termine dell'intervento, saranno 20 i chilometri di vecchie linee demoliti all'interno del Parco, ed in generale, a valle della realizzazione dei nuovi collegamenti si procederà con la demolizione di 58 chilometri e 162 tralicci delle vecchie linee, in tutta l'area coinvolta dall'opera".

La società rivendica, inoltre, di avere condiviso il percorso con i sindaci, con Legambiente e con altre associazioni ambientaliste.

Il Parco dei Monti Lattari non ha assunto una posizione ufficiale sulla vicenda, ma c'è grande preoccupazione e perplessità. Il timore, tra l'altro, è che l'abbattimento dei vecchi tralicci non preveda anche la rimozione delle grosse basi in cemento nel terreno e che, dunque, il consumo di suolo del nuovo elettrodotto si sommi a quello già avvenuto con il vecchio impianto.

Si fa notare - ancora - che l'altezza dei nuovi piloni sarà superiore a quella dei vecchi. Proprio il Parco, peraltro, potrebbe giocarsi ancora una carta importante per evitare che l'elettrodotto attraversi il suo territorio. E' ente gestore, infatti, anche dei siti di interesse comunitario al suo interno: sic e zps. Una commissione presieduta da Simona Capasso, naturalista molto apprezzata, e composta da altre due persone dovrà esprimersi in merito alla compatibilità dell'opera con la tutela dei siti di interesse comunitario. Quanto ai Comuni della penisola sorrentina, si sono da tempo schierati con Terna. Allettati, forse, anche dalla possibilità che i subappalti per le opere a terra alimentino un circuito economico locale e garantiscano lavori ad imprese del territorio.

Foto: Alessandro Mennella

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Rubarono scooter a Tramonti: beccati due giovani dell'Agro

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Amalfi hanno denunciato due ragazzi, di cui un minorenne, per i reati di furto aggravato, ricettazione e porto di oggetti atti ad offendere. L'attività investigativa è stata avviata a seguito di una denuncia di furto sporta da un residente di Tramonti...

Lavoratori stagionali, Amendola (Flaica CUB): «Settore turismo riparta con diritti e sicurezza»

«Che gli errori commessi in passato, accettando compromessi di lavoro a ribasso, non siano la strada maestra da seguire come vorrebbero ancora una volta i padroni. I lavoratori del settore turismo non sono e non saranno mai gli schiavi del futuro». Lo dichiara Marcelo Amendola, segretario nazionale della...

Amalfi, lavori “extra” nel fondo del Consigliere comunale. C’è l’ordinanza di demolizione

Dovrà procedere alla demolizione delle opere realizzate senza le previste autorizzazioni e ripristinare lo stato dei luoghi. Il provvedimento del settore Demanio e Urbanistica del Comune di Amalfi è indirizzato al consigliere comunale di minoranza Gianluca Laudano, proprietario di un fondo agricolo in...

Denunce per gioco d’azzardo ad Amalfi. Titolare del pub: «Nessuna bisca clandestina, semplice partita a carte tra amici»

«Una semplice partita di carte tra amici senza nessuna posta in palio in danaro». Bonaventura Amendola, titolare del pub della frazione Pogerola di Amalfi in cui sabato sera sono intervenuti i Carabinieri nel bel mezzo di una seduta tra amici, smentisce l'attività di gioco d'azzardo, «mai esercitata...

Colpo “grasso” a Scala. Rubati due maiali

Furto di animali denunciato questa mattina a Scala. Si tratta di due maiali spariti da una porcilaia in un terreno della località Campolavigna, nei pressi della zona Senite. Sconfortato il proprietario, il quale, speranzoso di poter ritrovare i suoi animali, ha atteso qualche giorno prima di denunciarne...