Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Bonifacio I papa

Date rapide

Oggi: 25 ottobre

Ieri: 24 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniCronacaCosta d’Amalfi, morte bambino inglese per choc anafilattico: pena dimezzata a responsabile ristorante

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Cronaca

Costa d’Amalfi, morte bambino inglese per choc anafilattico: pena dimezzata a responsabile ristorante

A stabilirlo la Sezione Penale della Corte d'Appello di Salerno che riduce la pena di due anni di reclusione inflitta in primo grado, a un anno (pena sospesa)

Scritto da (redazione), venerdì 19 marzo 2021 19:25:39

Ultimo aggiornamento mercoledì 24 marzo 2021 11:28:35

di Emiliano Amato

Ridotta a un anno di reclusione la condanna per omicidio colposo alla responsabile di sala del ristorante "La Margherita-Villa Giuseppina" di Scala, Ester Di Lascio, unica imputata nel processo per la morte di Cameron Wahid, il bambino inglese di sette anni che il 30 ottobre del 2015 morì in seguito allo choc anafilattico avvertito a Ravello dopo aver pranzato presso il ristorante di Scala.

A stabilirlo la Sezione Penale della Corte d'Appello di Salerno (presidente Donatella Mancin, consigliere Sergio De Luca, consigliere relatore Sergio Giocoli) che riduce la pena di due anni di reclusione inflitta in primo grado, a un anno (pena sospesa), con alcuna menzione della condanna sul certificato del Casellario giudiziario. Le motivazioni sono attese nelle prossime due settimane.

Accolte, dunque, le tesi difensive dell'avvocato Marcello Giani, coadiuvato dagli avvocati Alessandro e Adriana Giani unitamente all'avvocato Vincenzo Mazzotta, che si basano sull'assenza di comunicazione da parte della madre del bambino alla responsabile di sala sull'allergia del figlio

Revocate, inoltre, tutte le condanne alle spese e alle statuizioni civili.

 

In primo grado il giudice Mariella Montefusco aveva ritenuto di liquidare provvisoriamente la famiglia del piccolo Cameron per 325mila euro, pari al 50% del tetto assicurativo di cui il ristorante era coperto.

 

Nel settembre 2019 era stato assolto con la più ampia formula, perchè il fatto non costituiva reato, il cuoco dell'hotel, Luigi Cioffi. Estinto il procedimento nei confronti della legale rappresentante della società che gestisce l'albergo deceduta nel 2017.

I FATTI

Il 27 ottobre del 2015, nel corso di una escursione da Sorrento alla Costiera Amalfitana, un gruppo di 27 turisti inglesi soggiornò per il pranzo a Scala presso il ristorante dell'albergo "La Margherita-Villa Giuseppina" consumò scialatielli contenenti latte cui era allergico il piccolo Wahid Cameron, giunto in Costiera con i genitori Ritzwan e Cassandra Wahid e col fratellino Aid.

Prima di sedersi a tavola la madre del piccolo avrebbe comunicato agli addetti di sala che a suo figlio non andava servito formaggio.

Quegli scialatielli - l'unica pietanza incriminata nel cui impasto è stata rilevata la presenza di proteine del latte - erano stati conditi soltanto del pomodoro. Il tempo di giungere a Ravello, intorno alle 13, che al punto di salita e discesa dei bus turistici, in via Giovanni Boccaccio, il piccolo aveva cominciato ad avvertire malori fino ad accasciarsi sull'asfalto. Poi la corsa disperata al pronto soccorso di Castiglione, il cuoricino del piccolo che dopo 15 interminabili minuti era tornato miracolosamente a battere e il trasferimento al Santobono di Napoli dove era spirato tre giorni dopo fu dichiarata la morte clinica.

Dagli atti processuali è emerso che sua madre, nel pieno della crisi allergica avvenuta nel pomeriggio appena giunti a Ravello, gli praticò un'iniezione di Epipen sulla mano al posto di praticare l'adrenalina.

Inizialmente la pubblica accusa contestò l'omicidio colposo a carico del cuoco Luigi Cioffi e della responsabile e cameriera di sala Ester Di Lascio per non aver adeguatamente informato gli avventori delle pietanze contenenti allergeni in esecuzione del regolamento europeo 1169 del 2014 che prevedeva l'obbligo della informativa anche in lingua Inglese. Tuttavia la normativa europea, per quanto contestata, è risultata correttamente applicata esposta in un Registro degli allergeni ma soltanto in lingua italiana e non anche in inglese. La pubblica accusa, con la sua requisitoria all'esito di una laboriosa istruttoria dibattimentale, sulla base di tutti gli elementi ed i documenti allegati dall'avvocato Giani ha preso atto che nell'albergo ristorante "La Margherita-Villa Giuseppina" di Scala tutto era in ordine e che gli adempimenti amministrativi risultavano essere stati osservati, con la pubblicazione del registro degli allergeni a disposizione dei clienti. È risultato finanche che erano stati osservati in maniera corretta e puntuale gli adempimenti di formazione del personale di cucina.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Costa d’Amalfi, 86enne di Minori soccorso in eliambulanza

Intervento dell'eliambulanza questo pomeriggio a Maiori per il soccorso urgente di un anziano. L'uomo, 86 anni di Minori, che lamentava un forte dolore toracico, nel primo pomeriggio era stato accompagnato da un familiare al Pronto Soccorso di Castiglione. Il cardiologo di turno si è accorto immediatamente...

Tramonti: violenza su una bimba di 10 anni, decisiva testimonianza baby sitter. Il giudice: “Promiscuità evidente”

Sul caso increscioso di Tramonti, relativo alle violenze sulla bambina di 10 anni a cui è conseguita la condanna per il padre, la madre e il fratellastro, rispettivamente a 14, 10 e 7 anni di carcere, sono state pubblicate le motivazioni dell'ultima sentenza del processo. Il padre e il fratellastro sono...

«Reti fognarie assenti e carenti», nel mirino 35 Comuni salernitani. Anche Tramonti e Maiori

Per il momento non è stata comminata alcuna sanzione pecuniaria, se non il pagamento delle spese legali del procedimento. Ma, adesso, l'Italia rischia grosso e dovrà lavorare - a fondo - per evitare un ulteriore stangata da parte dell'Unione Europea: la sesta sezione della Corte di Giustizia del Vecchio...

Positano, domenica l'ultimo saluto a Fernanda. Proclamato lutto cittadino

Si svolgeranno domani, domenica 24 ottobre, i funerali di Fernanda Marino, la giovane positanese di 17 anni investita giovedì scorso. Dopo l'esame esterno, la salma è stata consegnata alla famiglia. Domani, alle 15.00, l'ultimo saluto a Fernanda. Tutta Positano si ritroverà all'interno e all'esterno...

Positano, morte Fernanda: per conducente minivan confermata misura cautelare

Si è svolta questa mattina, al Tribunale di Salerno, l'udienza di convalida degli arresti dell'autista che giovedì scorso, sulla Statale 163 Amalfitana, ha investito e ucciso la giovane Fernanda Marino. Il 28enne di Pompei, incensurato, accusato di omicidio stradale, è stato ascoltato in camera di consiglio...