Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Rosa da Lima vergine

Date rapide

Oggi: 23 agosto

Ieri: 22 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaGusta Minori 2019 "Accussì Natalea" 29 - 30 - 31 agosto 2019La Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaAmalfi, misteri casa Afeltra: compravendite chiave di volta? La figlia Maddalena: «Togliete quella targa col nome di mio padre»

"Accussì Natalea" il tema 2019 del Gusta Minori il 29, 30 e 31 agosto prossimoFrai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Cronaca

Dove sono finite quelle carte, c'è qualcuno che le ha fatte sparire? E per quale ragione?

Amalfi, misteri casa Afeltra: compravendite chiave di volta? La figlia Maddalena: «Togliete quella targa col nome di mio padre»

I più sospettosi scommettono che le compravendite non andate in porto centrino non poco con la sparizione del faldone

Scritto da (Redazione), mercoledì 23 gennaio 2019 13:07:10

Ultimo aggiornamento mercoledì 23 gennaio 2019 18:43:16

di Emiliano Amato

«Non metterò mai più piede ad Amalfi. Sarei felice se la targa col nome di mio padre venisse tolta, riportando quella strada al nome originario di Via dei Ferrari». A ribadirlo è Maddalena, figlia del grande giornalista Gaetano Afeltra il cui nome è rimbalzato agli onori della cronaca - a tredici anni dalla morte - per i presunti abusi edilizi accertati presso la sua abitazione nel cuore di Amalfi e i retroscena relativi alla scomparsa della relativa documentazione dall'ufficio tecnico comunale. L'unica erede dell'ex vicedirettore del Corriere della Sera morto a 90 anni nel 2005, chiede la rimozione della targa con cui il Comune di Amalfi intitolò a suo padre, tra i più illustri amalfitani, il supportico che conduce proprio a casa.

«È questa una situazione che mi ha molto amareggiata - ci ha detto al telefono da Milano dove ha sempre vissuto - il caso è da approfondire. Questa, per me, è una battaglia importantissima, per onorare la memoria di mio padre. Fortunatamente mi sono affidata a tecnici competenti».

Stando ai bene informati, nell'archivio dell'ufficio tecnico del Comune di Amalfi mancherebbero diversi documenti relativi alla pratica a nome della Famiglia Afeltra. Proprio il faldone che custodiva gli atti relativi a quelle variazioni strutturali operate negli anni Cinquanta e che risulta tracciato nei registri ma che di fatto è sparito dagli scaffali.

A riprova dell'esistenza della documentazione "scomparsa" - che, con ogni probabilità, autorizzava le modifiche oggi contestate - gli incartamenti conservati alla Soprintendenza ai Monumenti di Napoli che all'epoca aveva competenza sul territorio.

Una vicenda a tinte fosche, di cui è stato per primo Il Vescovado a darne notizia e destinata ad avere risonanza oltre i confini locali.

Di recente l'ufficio tecnico del Comune di Amalfi aveva accertato difformità "in mancanza dei regolari titoli autorizzativi" (clicca qui per approfondire) al quarto piano dell'abitazione di Via Supportico Gaetano Afeltra, in pieno centro storico. Interventi realizzati negli anni Cinquanta del secolo scorso e costretto Maddalena Afeltra, a procedere alla demolizione delle opere contestate e al ripristino dello stato dei luoghi entro 90 giorni.

«Da Amalfi una manifestazione di ingratitudine verso mio padre, un oltraggio alla sua memoria, percò sarei felice che quella targa venisse tolta» ha chiosato.

Dove sono finite quelle carte? Non si esclude che il fascicolo possa essere andato smarrito durantei diversi spostamenti, durante il corso dei decenni, operati negli archivi di Palazzo San Benedetto, sede del Municipio.

Ma i più sospettosi non sono di questo avviso. L'abitazione di Gaetano Afeltra era da tempo in vendita e diversi erano stati gli acquirenti: circa 2,6 milioni milioni di euro la valutazione. Sotto i riflettori sono finite le ultime due compravendite non andate in porto centrino non poco con la sparizione del faldone.

Fatti che, secondo Andrea Cretella, presidente dell'associazione "Mani Pulite", «si verificano sempre in occasione di qualche compravendita di un immobile dove sembra vi siano abusi edilizi mai dichiarati o sanati. Come ben sapete se un immobile è soggetto a ordinanza di ripristino stato dei luoghi non può essere venduto quindi qualche fantasma è intervenuto per agevolare la compravendita».

Al suo post di Facebook replica il giornalista Umberto Belpedio, già a capo della redazione salernitana de "Il Roma" e del "Giornale di Napoli", addentro ai fatti della Costiera Amalfitana: «Un caso non inedito, ma secondo quanto afferma il rappresentante dell'Associazione Mani Pulite, la scomparsa dei documenti, guarda caso, si verificherebbe ogni qualvolta c'è in ballo una compravendita immobiliare.
San Benedetto, da cui prende il nome il Palazzo del Municipio, evidentemente assicura protezione al misterioso personaggio, il quale saprebbe anche dove mettere le mani.
Io capisco la riservatezza del sindaco di Amalfi, persona perbene secondo chi lo conosce da vicino, ma in questa occasione non può alzare il muro del silenzio, trincerandosi dietro la giustificazione degli accertamenti in corso.

Comprendo il silenzio di qualche operatore dell'informazione, in grave conflitto di interesse, ma il silenzio del primo cittadino di Amalfi non è giustificabile.
In attesa che il sindaco batta un colpo, si muova immediatamente la Procura anche sulla scorta degli elementi forniti dall'Associazione Mani Pulite.
Comprendo l'amarezza di Maddalena Afeltra per questa vicenda triste ed avvilente. Saprà tutelare non tanto gli interessi di un bene ereditato, quanto la memoria del padre, il grande Maestro del giornalismo, Gaetano Afeltra, cui gli amalfitani e Amalfi devono non poco».

Un caso a tinte fosche che resta aperto, destinato, a questo punto, a conoscere risvolti giudiziari.

> Leggi anche:

Amalfi, ordinanza di demolizione per parte della casa di Gaetano Afeltra

Amalfi, ordinanza di demolizione a casa di Gaetano Afeltra: al Comune sparite vecchie pratiche edilizie

Amalfi, Sigismondo Nastri sui misteri di casa Afeltra: «Carte mancanti darebbero legittimità a intervento edilizio di decenni fa»

Amalfi, sui misteri di casa Afeltra interviene l'ingegnere Califano: «Sparizione faldoni è episodio preoccupante»

Gaetano Afeltra si riprende il cuore di Amalfi, nome del grande giornalista per sempre nella sua Città [FOTO]

Gaetano Afeltra e Amalfi negli aneddoti di Sigismondo Nastri

Gaetano Afeltra, il mago-direttore «milanese di Amalfi» che sapeva far scrivere i giornalisti

A casa di Gaetano Afeltra dieci anni dopo

'Gaetano Afeltra, una vita per il giornalismo', la prima biografia del grande giornalista amalfitano

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cade a Valle delle Ferriere, 14enne soccorsa in elicottero

Si è concluso intorno alle 16 e 30 un intervento di soccorso a una ragazza di 14 anni caduta accidentalmente sul sentiero basso di Valle delle Ferriere. Sono intervenuti i volontari del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) con l'ausilio di elisoccorso del 118 di Salerno con tecnico CNSAS a bordo, supportato...

Incendio Capo d'Orso, elicotteri in azione: Statale Amalfitana chiusa a intervalli per consentire i lanci d'acqua [FOTO-VIDEO]

Dalle 10 e 30 circa mezzi aerei sono in azione per lo spegnimento del vasto incendio di Capo d'Orso. Le fiamme si sono sviluppate la scorsa notte, intorno all'una. Poco o nulla hanno potuto i Vigili del Fuoco e i Volontari della Millenium e del Nucleo di Protezione Civile Comunale per riuscire ad avere...

Morte Pietro Villani, aperte due inchieste: negligenze e responsabilità dei ragazzi alla guida

Sono due le inchieste aperte per la morte di Pietro Villani, il 15enne morto nel tragico incidente di Praiano nella notte tra sabato e domenica. A darne notizia il quotidiano La Città di Salerno secondo cui da un lato c'è la procura ordinaria, con il sostituto Maria Chiara Minerva, che ha disposto l'autopsia...

La Costiera che brucia: nuove fiamme nella notte a Capo d’Orso. Strada a rischio [FOTO-VIDEO]

La Costiera Amalfitana ostaggio dei piromani. Torna a bruciare la "Divina" d'agosto: un incendio di vaste proporzioni è divampato nella notte, intorno all'una, a Capo d'Orso, proprio nel luogo in cui la montagna bruciò l'11 agosto scorso con conseguente chiusura della Statale Amalfitana con tutte note...

Naufragio tra Capri e Positano, salvi quattro diportisti di Caserta

Salvataggio in mare nella serata di ieri tra Capri e Positano. Protagonisti della vicenda quattro ragazzi, due uomini e due donne originari di Caserta, che si trovavano su una barca in avaria in prossimità dell'isola di Galli. Stando alle prime ricostruzioni, il quartetto aveva noleggiato l'imbarcazione...