Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Antonio abate

Date rapide

Oggi: 17 gennaio

Ieri: 16 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioPasticceria Gambardella a Minori le tradizioni e i sapori della Costa d'Amalfi dal 1963Connectivia Internet da 9 euro al mese con tablet a 40,80 euro. Voucher 500 euro bonus digitaleAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniChiesaMontoro, Camerota e Ravello unite nel nome del Santo Patrono: 26 luglio la fiaccolata di San Pantaleone arriva in Costiera

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiLa casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Chiesa

Montoro, Camerota e Ravello unite nel nome del Santo Patrono: 26 luglio la fiaccolata di San Pantaleone arriva in Costiera

Scritto da (Redazione), mercoledì 22 luglio 2020 19:43:50

Ultimo aggiornamento mercoledì 22 luglio 2020 19:57:51

Stiamo attraversando un periodo che difficilmente dimenticheremo! Abbiamo attraversato e tuttora stiamo attraversando, seppur in forma più lieve, momenti di angoscia e di paura ad avvicinarsi addirittura alle persone care, per evitare di trasmettere o ricevere il Covid-19. Stare chiusi in casa ci ha permesso di fermarci dalla corsa che eravamo soliti fare e di riflettere sul senso della nostra vita, che cosa fosse importante e cosa futile, con l'incertezza del giorno dopo! Ogni giorno dai media abbiamo assistito a continui diari di guerra con la lista del numero dei caduti e della zona in cui hanno perso la vita. Mai avremmo immaginato di vivere quello che i nostri nonni ci avevano raccontato, arrivando a saccheggiare i supermercati per evitare di rimanere senza provviste di cibo! Abbiamo sperimentato la paura, la solitudine, l'abbandono, l'egoismo...

Che ansia stare chiusi in casa sperando che tutto passi, che tutto ritorni alla normalità! Nel pieno di questi momenti, quando tutto stava per cedere, non sapendolo, le comunità di Montoro, in provincia di Avellino, di Camerota e Ravello (Salerno) si sono affidate nello stesso giorno, alla protezione del Patrono San Pantaleone, medico e martire. Il 17 marzo a Borgo di Montoro, in pieno lockdown, in diretta facebook il parroco Don Francesco Sessa pregava il Santo Martire attraverso una Supplica per liberarci dal male della pandemia (video pagina Facebook Parrocchia dei Santi Leucio e Pantaleone). Sempre in quel giorno il parroco Don Andrea Sorrentino della Parrocchia San Daniele e San Nicola di Camerota iniziò la novena in onore di San Pantaleone (Post pagina Facebook Parrocchia San Daniele e Sam Nicola Camerota). Alle 19 di quello stesso giorno il parroco del Duomo di Ravello, Don Angelo Mansi, si riunì in preghiera davanti all'ampolla del Sangue di San Pantaleone in diretta streaming (diretta Facebook Don Angelo Mansi). In quel 17 di marzo avvenne la liquefazione del Sangue di San Pantaleone (clicca qui per rileggere l'articolo).

Il 29 settembre 2019 le comunità di Borgo di Montoro, attraverso l'associazione Fiaccola San Pantaleone, e di Ravello hanno preso parte ai festeggiamenti in onore di San Pantaleone a Camerota partecipando alla celebrazione Eucaristica delle 11 e alla processione per le strade della cittadina.

Per tutta questa serie di circostanze e di eventi, la Fiaccola San Pantaleone di Borgo di Montoro con la partecipazione dei componenti del solo comitato organizzatore, si recherà a Ravello domenica 26 luglio, alle 17, per accendere la 52esima fiaccola in onore del Santo Martire di Nicomedia per poi portarla al Santuario di San Pantaleone di Borgo di Montoro.

La storia della fiaccola San Pantaleone Borgo Montoro nasce dal senso più autenticamente cristiano dello sport, della forza fisica, della pienezza della vita, che induce di per sé a partecipare, a comunicare, a condividere, a superare qualsiasi distanze, a gemellare con altre comunità, a diffondere la fede e a portare la pace in tutto il mondo. Era il 1969, anno di elevato significato politico per il progresso socio-economico del nostro Paese, quando alcuni giovani insieme al parroco Don Alfredo Iasozzi pensarono di creare la cosiddetta "Fiaccola San Pantaleone".
Un' idea che nasceva dal bisogno di vivere con maggiore impegno sociale la fede e far conoscere a tutto il mondo l'adorato Medico e Martire San Pantaleone.

Dopo diversi anni "La Fiaccola" ha raggiunto il più alto significato, grazie al particolare impegno di tutti gli organizzatori, soprattutto quando nel 1982 i giovani atleti si incontrarono con Papa San Giovanni Paolo II e con l'indimenticabile Presidente della Repubblica Sandro Pertini per discutere i temi della pace.
Alla pace vengono dedicate tutte le altre edizioni come tra le più importanti quella di Assisi (1983) terra di pace e di preghiera, quella di San Francesco.
Nell'anno 1984 si è segnata un' altra tappa storica quella con la Comunità di Montauro (CZ), dove tuttora è presente una grande amicizia tra le due popolazioni. Sull'esempio trasmesso dalla Comunità di Borgo, nel 2012 anche la Fiaccola della Comunità di Montauro (CZ) ha festeggiato i suoi 25 anni di "Fiaccola San Pantaleone". Dalla poesia del Presidente, Greto Pantaleone di Montauro, la fiaccola vive del suo "INNO" che accompagna gli atleti con le sue parole e la sua musica per le strade del Mondo.
Una delle tappe più significative della Fiaccola di Borgo, fu quella in Argentina nel 1985, dove l'incontro con gli emigrati montoresi segnò un grande evento, fu una grande manifestazione di spiritualità e di emozioni, potendo sperimentare la fine delle distanze tra le due Comunità divise dall'oceano e dalle sorti della vita. In questa occasione, più parenti si conobbero per la prima volta. Grande era la fede degli emigrati montoresi, che nel 1964 costruirono il Santuario di San Pantaleone a Buenos Aires, ora diventato punto di riferimento di fede e devozione, dove anche Papa Francesco quando era Arcivescovo di Buenos Aires, si recava per le celebrazioni e per aiutare i Sacerdoti nelle confessioni.

In questa occasione la Comunità Argentina donò ai Montoresi una statua della madonna "VIRGEN DE LUJAN" di cui in Italia esistono solo tre copie, una si trova in Città del Vaticano a disposizione del Papa.

Il 2015 vede la partecipazione di 200 atleti con una staffetta che partì da Napoli dal Monastero di San Gregorio, con un ampolla contenente il Sangue di San Pantaleone. Un evento straordinario fu quello della liquefazione del sangue di San Pantaleone al momento della consegna dell'ampolla ai fiaccolatori, l'ultima documentata era stata del 27 giugno del 1950.

Il 2020 segna per la Fiaccola, seppur in forma simbolica, la sua 52esima edizione e ritorna a Ravello dopo che era stata nel 2001 nella sua 33 edizione.

L'incontro che avverrà il 26 luglio prossimo sarà l'inizio di un nuovo percorso di fede tra le Comunità presenti.

>Leggi anche:

A Ravello liquefazione"atipica" delSangue diSanPantaleone. Don Angelo: «Il segno del Medico buono»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Chiesa

Maiori, da lunedì 18 le Chiese riaprono alle celebrazioni comunitarie in sicurezza

Da domani, lunedì 18 gennaio, le Chiese di Maiori riapriranno al culto in sicurezza. Lo comunicano in una nota i parroci Don Nicola Mammato, Don Gennaro, Don Jean-Jaques, Fra Mimmo anticipando la ripresa delle celebrazioni liturgiche comunitarie dopodieci giorni di stop per effetto di un'ordinanza sindacale,...

Ravello, dopo lo stop si torna alle Sante Messe comunitarie in sicurezza

Dopo una domenica di stop a causa del proliferare dei contagi da coronavirus, domani, 17 gennaio, a Ravello si torna a dire messa alla presenza dei fedeli. Soltanto due le funzioni programmate nelle chiese più capienti del paese: nel Santuario dei Santi Cosma e Damiano (ore 11.00) e nel Duomo (ore 18.00)....

Minori, Chiese chiuse: celebrazioni quotidiane su Canale YouTube "Santa Trofimena Tv"

Il parroco di Minori Don Ennio Paolillo comunica la chiusura delle chiese del territorio nel rispetto dell'ordinanza numero 2/2021 con cui il sindaco Andrea Reale ha adottato ulteriori misure preventive e precauzionali per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Covid-19. Fino a domenica 24...

Maiori, Chiese chiuse fino al 17 gennaio. L’ esortazione dei sacerdoti: «Difendiamo la nostra salute con comportamenti corretti e responsabili»

In considerazione del crescente numero di positivi al Covid-19 sul territorio comunale, tutte le chiese di Maiori saranno chiuse in via precauzionale da domani, 10 gennaio, fino a cessata necessità, forse il 17 gennaio. Lo comunicano i sacerdoti maioresi Don Nicola Mammato, Don Gennaro Giordano, Don...

Emergenza Covid, a Ravello Chiese chiuse fino al 10 gennaio

I parroci del Duomo di Ravello, don Angelo Mansi, e di Santa Maria del Lacco, don Raffaele Ferrigno, comunicano di prolungare la chiusura delle chiese, in via precauzionale, almeno fino a domenica 10 gennaio. Ciò in considerazione del perdurare dell'emergenza sanitaria in atto a Ravello, in attesa anche...