Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Costanzo patrono di PG

Date rapide

Oggi: 29 gennaio

Ieri: 28 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniAttualitàLa Costiera che crolla, distrutta da vincoli assurdi

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NatalePalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Attualità

La Costiera che crolla, distrutta da vincoli assurdi

Scritto da (Redazione), venerdì 3 gennaio 2020 10:13:50

Ultimo aggiornamento venerdì 3 gennaio 2020 10:13:50

di Pierluigi Califano*

 

"Cient nunn'è nient acceretter ‘u ciuccio" (che tradotto significa questo: a furia di minimizzare i sintomi della malattia l'asino ammalato morì). Così esordiva mio nonno quando voleva commentare una situazione in cui, davanti ad un problema, la superficialità la faceva da padrona. Ed è quello che direbbe ahimè oggi per descrivere l'attuale situazione in Costiera Amalfitana. Sono decenni che il nostro sistema territoriale è al collasso e oggi, come ieri, sento solo dire "nunn' è nient"! Tutto è iniziato circa trent'anni fa: nel 1987 viene emanata una legge Regionale (la 35/87 denominata "PUT") che mirava alla salvaguardia paesaggistica di tutti i comuni costieri. Un piano innovativo al tempo che salvò la Costiera da cementificazione certa negli anni del boom economico. Nel frattempo la vocazione turistica della Divina diventava predominante nello scenario internazionale rendendo ad alta redditività gli immobili turistici della fascia costiera a scapito dei terreni collinari sempre più abbandonati perché improduttivi anche a causa di una sempre meno redditività del limone sul mercato globale. E qui cominciano i primi "nunn' è nient".

Siamo ai primi anni del 2000 e porzioni sempre più vaste di territorio agricolo sono coltivate ormai soltanto dagli ultimi contadini settantenni che solo per amore della propria terra, ereditata dai padri, coltivano e gestiscono i terrazzamenti. Già in questo periodo si levano i primi timidi appelli da parte di molti studiosi: il sistema terrazzato della costiera è al collasso, senza una politica di tutela e gestione tra poco si arriverà al punto di non ritorno. Appelli che vengono soffocati dal più incisivo e marcato "nunn' è nient"....quello che con il silenzio di istituzioni e politici minimizzava il problema dicendo più di una volta: la costiera è un presepe e come tale va preservato....in fondo cosa ci manca? Da allora la corsa verso il baratro è stata inarrestabile. Anno dopo anno sulla costiera è stato un aumentare di "nunn' è nient". Questa volta concretizzatisi in una marea di divieti, prescrizioni, vincoli, limiti. Il traffico paralizza la costiera? Nunn' è niet...tanto "i pulman e le macchine portano soldi".

Di secondaria importanza che la gente muoia perché non riesce ad arrivare in ospedale o che la vivibilità dei residenti risulti ormai sempre più ridotta... La costiera ha un piano urbanistico (PUT) obsoleto? Nunn' è niet...invece di aggiornarlo limitiamo quanto più possibile gli interventi sul costruito e non ci poniamo più il problema. Questo, e lo dico senza timore di smentita, è la mentalità applicata dalla Soprintendenza di Salerno, dall'autorità di bacino e da tutti gli enti regionali che hanno dovere di "salvaguardare" il nostro territorio...da oltre quindici anni. Inutili i nostri appelli. Noi tecnici siamo visti come i cementificatori, come i pirati che vogliono distruggere il territorio deturpandolo. Noi invece siamo l'ultimo avamposto di una società che vuole vivere in questo territorio ma che per farlo deve averne la possibilità solo grazie ad un sistema di regole certe ed applicabili per tutti gli attori del sistema. E allora siamo noi a lanciare un appello a De Masi, Scurati e Padre Enzo: usate le vostre capacità per gettare ponti tra chi vive e lavora in costiera e chi la gestisce e "dovrebbe" tutelarla. L'appello fatelo alla Soprintendenza che blocca qualunque tipo di intervento anche di recupero o ripristino dei terrazzamenti nascondendosi dietro la finta volontà della "tutela e difesa del paesaggio". Dimenticando che il paesaggio della costiera deve la sua bellezza all'armonia tra costruito e paesaggio naturale. Bloccare il costruito significa influenzarne negativamente anche il patrimonio paesaggistico naturale.

L'appello fatelo ai politici e tecnici regionali, provinciali, comunali che privi di una visione d'insieme condannano la costiera all'isolamento ed all'abbandono. L'appello fatelo agli ambientalisti che fingono di voler tutelare il paesaggio ma nella realtà vogliono salvaguardare solo "la cartolina" senza salvaguardare il sistema che ha generato quella "cartolina". L'appello fatelo alla regione per modificare ed aggiornare il PUT con strumenti di gestione urbana già esistenti e per non far crollare la costiera tutta distrutta da vincoli assurdi, interpretazioni legislative sempre più limitative e una burocrazia egemonica e paralizzante. Usiamo le nostre forze e capacità per unire tutti questi attori intorno ad un tavolo, davanti ad un progetto concreto da condividere. Questo è quello che vorrei leggere nel vostro prossimo articolo. Non dite anche voi "nunn' è nient" ...la costiera ormai è al collasso e non potete, non possiamo, più far finta di non vedere.

 

*ingegnere, presidente APCA (Associazione Professionisti Costiera Amalfitana)

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Nuovo codice strada da martedì, ritiro patente per cellulare alla guida

Il divieto di fumo in auto per il guidatore, l'innalzamento dei limiti di velocità a 150 km/h in alcuni tratti autostradali e una stretta drastica sull'uso del cellulare alla guida. Questi alcuni temi della riforma del Codice della Strada che sarà discussa oggi alla Camera. La riforma è ferma da luglio...

La gruviera amalfitana

a cura dell'ass. "Io Salerno" ‘Il Signore dà il pane a chi non tiene i denti', concludeva il Nonno quando commentava i comportamenti di chi mostrava di non saper gestire le proprie fortune. Grandi o piccole che fossero. Purtroppo, anche in Costiera Amalfitana, dove il pane sopravanza, quel detto non...

Vietri: l'Istituto Turistico al Regina Margherita, firmata la convenzione

E' stato firmato nella mattinata di ieri il protocollo tra la Provincia di Salerno, il Comune di Vietri Sul Mare e l'Istituto d'Istruzione Superiore "Marini-Gioia" di Amalfi per l'istituzione della sezione distaccata dell'Istituto Tecnico Economico ad indirizzo turistico presso il plesso "Regina Margherita"...

Da Cava ad Assisi: studenti del "De Filippis-Galdi" incontrano presidenti Conte e Sassoli [VIDEO]

Il legame con le comunità per dare slancio a una competizione che non può prescindere dai piccoli comuni, molto spesso culla di realtà all'avanguardia, una responsabilità sociale d'impresa che non sia mero strumento di marketing, la spinta all'economia circolare che vede l'Italia già eccellenza in molti...

Da Ravello e Scala un contributo alla Fondazione Veronesi per lotta a tumore ovarico nel ricordo di Teresa

Oggi avrebbe compiuto 39 anni Teresa Cioffi, la giovane di Ravello scomparsa prematuramente il 2 dicembre 2017. E proprio in questo giorno le sue amiche, che lo scorso 29 dicembre l'avevano ricordata in un evento sportivo al Campetto dei Fratini, hanno reso nota la missiva con cui la Fondazione Veronesi...