Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 minuti fa S. Sebastiano martire

Date rapide

Oggi: 20 gennaio

Ieri: 19 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOSMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniAttualitàDe Masi su Repubblica plaude scelta Felicori: «Farà bene solo se si fanno da parte due o tre personaggi»

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NatalePalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Attualità

La ri-Fondazione Ravello

De Masi su Repubblica plaude scelta Felicori: «Farà bene solo se si fanno da parte due o tre personaggi»

E ricorda: «Quando De Luca mi chiamò a fare il presidente, mi ritrovai ad assumere un ruolo di facciata, avevo attorno due badanti che prendevano le decisioni sulla base delle esigenze della politica. E mi dimisi»

Scritto da (Redazione), martedì 15 gennaio 2019 15:01:03

Ultimo aggiornamento martedì 15 gennaio 2019 15:31:38

«A Ravello serve una personalità che coniughi doti manageriali e spessore culturale. E che abbia la forza di svincolarsi dalla prepotenza della politica». A dirlo è il sociologo Domenico De Masi, che per otto anni ha guidato la Fondazione, è fiducioso nell'operato di Mauro Felicori, designato commissario della Fondazione dal presidente della Regione Vincenzo De Luca. Dalle colonne di Repubblica oggi in edicola, proprio alla Regione De Masi fa risalire i guai del Festival.

«Abbiamo assistito, negli ultimi anni, a una deriva che io attribuisco al monopolio assunto dalla Regione nella Fondazione, Prima era partner di pari importanza con Comune e Provincia. Ci metteva solo 300 mila euro, il resto dei finanziamenti veniva dalla Provincia (150 mila euro) e dai privati che faticosamente coinvolgevo. Ora Santa Lucia ci mette più di 3 milioni, ma la qualità del Festival è andata scadendo via via».

Tutta colpa della Regione?
«La responsabilità è della Regione. La colpa è di chi gestisce. E chi gestisce è messo lì dalla Reggio che allunga le sue mani su tutto e su tutti. Il segretario lo sceglie la Regione, ogni incarico lo sceglie la Regione, che stabilisce tutto».

Sono spariti anche gli sponsor privati?

«Nessuno li cerca più».

Si dice: "Tanto paga Santa Lucia".

«E perché si fa fatica a trovare sponsor di qualità. Eppure adesso privati. Prima, quando il Festival non era ancora decollato, i privati erano più scettici».

Ma la politica anche tempo addietro aveva le sue mire su Ravello.

«Ovviamente. Ma quando c'ero io la Fondazione era completamente indipendente dalla politica. L'allora presidente della Regione Antonio Bassolino non mi ha mai chiesto neppure un biglietto omaggio. La Fondazione fu creata proprio per avere un ente super partes che superasse le beghe tra i tre proprietari. Una istituzione fosse capace di resistere alle pressioni e alle mire della politica locale. In nome della cultura».

Da anni il livello della litigiosità tra le istituzioni è alto. Il braccio di ferro col Comune non si è mai spento.

«Gli interessi in campo non sono facilmente componibili. E a Ravello non c'è pace. Per riportare l'equilibrio tra le parti occorrono personalità di alta capacità e di forte motivazione, che si impegnino a tempo pieno o quasi».

Chi ha guidato la Fondazione di recente non si è impegnato abbastanza

«So che nell'ultimo periodo alle riunioni del cda non partecipavano i componenti culturalmente "alti". Arbore, Minoli o Rigillo non si fanno vedere. Quando c'ero io Achille Bonito Oliva o Lina Wertmiuller, ad esempio, non mancavano mai. I cda sì facevano ogni mese ed erano tutti presenti».

Professore, che fa, si ricandida a tornare a Ravello?

«Ci sono già stato due volte. Ho dato a quel Festival 10 anni della mia vita. E gli incarichi erano a titolo gratuito. Ho già dato».

A titolo gratuito anche i direttori? Ora guadagnano 50mila o 60mila euro all'anno.

«lo avevo otto direttori, uno per ogni sezione del Festival. Ma prendevano 8 mila euro. E la qualità del Festival era decisamente migliore. Facciamo due conti: nel 2008 con 2 milioni di euro abbiamo fatto 14 manifestazioni di alto livello, Quest'anno col doppio della cifra ce ne sono state solo 27 e di media qualità».

Riuscirà Felicori a risollevare le sorti della Fondazione?

«Fui io il primo, in una trasmissione televisiva, a fare il nome di Felicori per quel ruolo. Ma perché riesca serve che si facciano da parte due o tre personaggi. Quando De Luca mi chiamò a fare il presidente, mi ritrovai ad assumere un ruolo di facciata, avevo attorno due badanti che prendevano le decisioni sulla base delle esigenze della politica. E mi dimisi. Se Felicori riuscirà a liberarsene, potrà fare bene. Ravello ha grandissime risorse e può ambire a un Festival degno, destagionalizzato».

A proposito, l'Auditorium è un'altra spina nel fianco.

«Niemeyer ce lo regalò e ci raccomandò di averne cura dopo la sua morte. Ora quella struttura - che vengono a visitare da tutto il mondo - deperisce senza manutenzione».

>Leggi anche:

Af-Fondazione Ravello: ecco tutti i retroscena nel "libro nero" di Lelio Della Pietra. Buona fortuna Dottor Felicori

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Danni maltempo di novembre, alla Campania 5,6 milioni

Il Consiglio dei Ministri, facendo seguito alle deliberazioni del 14 novembre e del 2 dicembre 2019, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, ha deliberato un ulteriore stanziamento di 208.732.103,47 euro (la delibera del 2 dicembre scorso aveva già previsto un primo stanziamento di 100 milioni di...

Da Maiori l'appello per la tutela della Costiera Amalfitana

Si è svolto ieri, nella chiesa di San Domenico a Maiori, l'incontro pubblico "Costiera Amalfitana Zona Rossa", promosso da cittadini autoconvocati e firmatari dell'appello "per la tutela della Costiera Amalfitana". Erano presenti il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello con Ferruccio...

Il traforo Tramonti-Cava de' Tirreni: perchè non rispolverare il vecchio progetto? (che è previsto dal PUT)

di Emiliano Amato Passati i disagi alla viabilità provocati dalle frane che l'hanno messa in ginocchio, in Costiera Amalfitana, in vista della stagione turistica oramai alle porte (mancano due mesi oramai) si torna a ragionare sull'annoso problema mobilità. Mentre l'opinione pubblica si divide sulle...

Costiera Amalfitana spezzata dalle frane, il Collegio Docenti è in diretta internet

Le frane e i notevoli disagi in Costiera Amalfitana, creati dal maltempo - a cavallo tra la fine del vecchio anno e l'inizio del nuovo - hanno finito per compromettere non solo la viabilità ma anche le quotidiane attività. E così - come scrive il quotidiano "Il Mattino" oggi in edicola - la dirigente...

Dissesto idrogeologico in Costa d'Amalfi: cosa fare?

di Raffaele Ferraioli Il fenomeno di sfascio diffuso del territorio in Costa d'Amalfi, pur avendo interessato un vasto fronte, è solo un segnale di allarme rispetto ad uno scenario ben più ampio e preoccupante che si profila all'orizzonte e che impone un impegno non più procrastinabile se si vuole evitare...