Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 54 minuti fa S. Vincenzo Ferrer

Date rapide

Oggi: 5 aprile

Ieri: 4 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: RubricheSalute & BenesserePrevenire per non curare: le patologie chirurgiche spiegate dal dott. Martini per Il Vescovado

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Insieme a Voi - la Colomba di Sal De Riso è buona e sa di buono. Aiuta gli ospedali della Campania acquistando le colombe pasquali di Sal De Riso

Salute & Benessere

Cominciamo con Ernie della parete addominale

Prevenire per non curare: le patologie chirurgiche spiegate dal dott. Martini per Il Vescovado

Lo scopo è di informare correttamente i cittadini allo scopo di rendere ognuno più consapevole di quanto le scelte individuali possano incidere sulla qualità della vita.

Scritto da (Redazione), martedì 14 maggio 2019 09:52:45

Ultimo aggiornamento martedì 14 maggio 2019 13:23:03

Cari lettori,

nel solco della continua crescita del giornale e al fine di garantire un'informazione sempre più puntuale e professionale, diamo inizio a una rubrica di divulgazione medica, in particolare per quello che riguarda le patologie chirurgiche.

A curarla il dottor Angelo Martini di Ravello, specialista in chirurgia generale, in endocrinochirurgia ed in laparoscopica, dirigente medico presso il reparto di Chirurgia dell'Ospedale Pellegrini di Napoli.

Il rischio di tale iniziativa è quello della sovrainformazione poichè sono innumerevoli nei mezzi di informazione le rubriche che si occupano di medicina quindi rischiamo di non suscitare l'interesse dei lettori.

Noi preferiremo un taglio di estrema semplicità e chiarezza pur nel rigore delle informazioni che il dottor Martini fornirà con cadenza quindicinale ed evitare l'impressione che le patologie descritte e le terapie da attuare possano apparire "banali", parola che ricorre spesso e pericolosamente nei media. Lo scopo è di informare correttamente i cittadini così da rendere ognuno più consapevole di quanto le scelte individuali possano incidere sulla qualità della vita.

Cominciamo con:

Ernie della parete addominale

Fin dai tempi antichi è stata descritta la patologia erniaria ma è solo con il chirurgo italiano Bassini che si definisce il trattamento chirurgico i cui principi sono ancora oggi insuperati. In pratica Bassini comprende la necessità della riparazione del piano profondo della parete addominale cosa che si fa ancora oggi rinforzando il tutto con le famose reti.

Le ernie più frequenti interessano il canale inguinale e l'ombelico ma ernie più rare possono interessare altre sedi della parete addominale.

I trattamenti chirurgici del passato andavano incontro ad insuccesso, fondamentalmente perchè la sutura dei tessuti creava una tensione che non sempre permetteva la formazione di una valida cicatrice. L'uso delle protesi ha sensibilmente ridotto le complicanze e le recidive, cioè il ripresentarsi della patologia erniaria.

Le reti protesiche non servono a contenere la parete addominale ma favoriscono la formazione di una cicatrice.

La terapia delle ernie addominali è solo chirurgica, poiché ci troviamo di fronte ad un difetto strutturale della parete che lasciato a se stesso può solo peggiorare.

La complicanza, sia pure rara, è lo strozzamento dell'intestino che occupa il sacco dell' ernia che, non riuscendo a rientrare nella cavità addominale, può andare incontro a sofferenza vascolare. Questo può richiedere un intervento di urgenza con dei rischi anestesiologici e chirurgici molto elevati.

La diagnosi di ernie della parete addominale, da parte del medico curante o da parte del paziente stesso, impone una visita chirurgica nella quale sarà valutata l'entità della patologia erniaria, le eventuali patologie del paziente e la possibilità di effettuare l'intervento in anestesia locale con la dimissione in giornata.

La presenza di patologie cardiorespiratorie, l'obesità grave, l'età avanzata, o altre patologie valutate dal chirurgo, non consigliano l'intervento in regime di day surgery ma in regime di ricovero ordinario.

I pazienti candidati all'intervento in regime ambulatoriale effettueranno il primo accesso in ospedale per effettuare ecg, visita cardiologica, rx torace, prelievi, visita anestesiologica, per poi essere chiamati nel giro di quindici venti giorni a effettuare l'intervento chirurgico ambulatoriale. Alla dimissione saranno poi programmati controlli ambulatoriali.

Questo è il modello organizzativo che applico nel mio ospedale nel reparto di day surgery ma è un modello comune nella maggior parte degli ospedali.

L'intervento chirurgico viene fatto in anestesia locale, in presenza dell'anestesista che può anche indurre una breve sedazione, a richiesta del paziente, e la dimissione, come detto, avviene nel pomeriggio stesso dell'intervento con indicazione delle terapie mediche da fare a domicilio e tutte le indicazioni delle cose da fare nel periodo di convalescenza.

La tecnica chirurgica è standardizzata e prevede la preparazione del canale inguinale, la riduzione dell'ernia e la plastica della parete con l'apposizione di una rete.

Non mi dilungherò a descrivere la tecnica chirurgica ma ci tengo a parlare invece degli aspetti non sempre messi in evidenza nelle trasmissioni mediche che parlano di medicina nelle quali è tutto rosa e fiori...

La prima considerazione non banale come sembra è quella che un'ernia operata in una fase iniziale guarisce meglio di una operata più tardivamente...

Ci sono poi le complicanze che sono presenti in tutti gli interventi chirurgici.

Per le ernie della parete addominale la complicanza più importante è la recidiva la cui percentuale si è sicuramente fortemente ridotta con l'uso delle protesi ma esiste sempre la possibilità del ripresentarsi della patologia erniaria il cui trattamento è sicuramente più complicato.

Altre complicanze sono l'ematoma postoperatorio ed il sieroma post operatorio che tendono a ridursi e scomparire nel tempo con opportuna terapia medica e medicazioni ripetute anche se in rari casi si può determinare l'atrofia testicolare.

Una complicanza importante è la nevralgia postoperatoria del canale inguinale dovuta alla lesione dei nervi regionali o al loro inglobamento nella cicatrice indotta dalla rete. Il trattamento di questa complicanza e difficile e può richiedere ripetute infiltrazioni o anche un nuovo intervento chirurgico.

Ci tenevo a parlare delle complicanze che in realtà sono molto rare ma ci tengo molto a dire sempre che è difficile andare a raccontarlo al paziente che ha avuto il problema....

Spero di essere stato chiaro nella trattazione della patologia sia pure nelle sue linee generali. Sono a disposizione per ogni domanda di approfondimento degli aspetti trattati.

 

Dott. Angelo Martini

angelomartini57@gmail.com

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Salute & Benessere

Difendiamoci dal coronavirus rinforzando le difese immunitarie: i consigli del dottor Lanzieri

a cura del dottor Franco Lanzieri* In questo periodo in cui siamo tempestati da informazioni sulla nostra salute e, in particolare, sullo sviluppo del COVID-19 (meglio conosciuto come Coronavirus), abbiamo la possibilità di utilizzare dei piccoli accorgimenti che favorirebbero l'aumento delle difese...

Coronavirus, ecco i numeri di telefono di Ministero e Regione da chiamare in caso di sintomi [VIDEO]

L'incubo è passato. E' risultato negativo al coronavirus l'uomo di Scala con febbre alta, tosse e difficoltà respiratorie ricoverato giunto ieri sera al Pronto Soccorso del Costa d'Amalfi. L'esito dell'esame colturale faringeo effettuato nei laboratori dell'ospedale "Domenico Cotugno" di Napoli, specializzato...

A Cetara apre il nuovo ambulatorio medico-sociale e polispecialistico in memoria del dottor Montesanto

Si inaugura domani, giovedì 20 febbraio, alle 17, presso l'ex-plesso della Scuola Media di Cetara, in Corso Umberto I, il nuovo Ambulatorio Medico Comunale dedicato alla memoria di Luigi Montesanto, medico di famiglia del borgo cetarese scomparso nel 1984, una persona semplice e garbata che dispensava...

Ad Amalfi screening medici gratuiti e dono del sangue: il calendario degli appuntamenti

Nuove iniziative per la prevenzione dei tumori e la cura della salute ad Amalfi, dove l'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Milano promuove ancora una volta una serie di screening sanitari gratuiti. A partire da mercoledì 19 febbraio 2020, gli screening sanitari si svolgeranno presso...

4 febbraio, giornata mondiale contro il cancro. Tumori sempre più curabili

In 10 anni in Italia i pazienti vivi dopo la diagnosi di tumore sono aumentati del 53%: erano 2 milioni e 250 mila nel 2010, oggi sono 3 milioni e 460 mila. Passi in avanti realizzati nell'assistenza oncologica e che collocano il nostro Paese ai vertici in Europa e nel mondo. Ma si può ancora migliorare,...