Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Samuele martire

Date rapide

Oggi: 16 febbraio

Ieri: 15 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: RubricheProtagonistiStella Michelin a Villa Cimbrone, per Giorgio Vuilleumier è «Riconoscimento collettivo, altro successo per Ravello»

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Protagonisti

Stella Michelin a Villa Cimbrone, per Giorgio Vuilleumier è «Riconoscimento collettivo, altro successo per Ravello»

Scritto da (Redazione), lunedì 11 novembre 2019 19:52:59

Ultimo aggiornamento lunedì 11 novembre 2019 20:01:43

«Non posso che dirmi soddisfatto e felice del risultato raggiunto. Riportare l'ambito riconoscimento della Stella Michelin a Villa Cimbrone (checché se ne discuta in particolare tra i detrattori, è comunque la massima gratificazione a cui tutti gli chef e coloro che lavorano in ambito gastronomico e dell'hotellerie anelano), era per me un dovere». È quanto ci dice il direttore dell'hotel Villa Cimbrone, Giorgio Vuilleumier, intervistato all'indomani della riconquista della Stella Michelin al ristorante "Il Flauto di Pan" con lo chef Lorenzo Montoro.

 

«Un luogo così straordinario dal punto di vista storico, monumentale e di bellezza ambientale, che vive e si sostiene soprattutto grazie a questa sinergica attività, non poteva prescindere da un riconoscimento che premiasse anche gli aspetti di grande qualità ed eccellenza da sempre perseguiti - ha aggiunto in prima battuta - . Lo dovevo anche per l'impegno, la fatica e la grande passione profusa da tutto il team di questa piccola gemma dell'ospitalità italiana, cresciuta passo dopo passo e apprezzata dalla clientela di ogni dove».

La stella è tornata a brillare nel cielo di Villa Cimbrone dopo quattro anni di "stallo". Cosa è successo?

Riconquistare la stella Michelin per la terza volta dopo averla purtroppo persa per il cambio chef (le ammalianti Sirene del mercato non cessano mai di cantare...) non è impresa facile. Tutt'altro. Abbiamo dovuto attendere ben quattro anni, perché tornasse a brillare, continuando anno dopo anno, con grande perseveranza e continuità, a garantire quella qualità del cibo e quell'eccellenza del servizio che non sono né facili, né scontate, finanche in luogo magico come Villa Cimbrone. Anzi, per questo, l'asticella era collocata ancora più alto. Tutto ciò che ci veniva costantemente riconosciuto dai nostri ospiti, non trovava il naturale ed auspicato completamento con il suggello della "rossa". Ma stavolta l'impegno si presentava ancora più ardito.

Una rottura totale col passato, uno staff tutto nuovo bel allestito in tutti i reparti et voilà, risultato al primo colpo. Ma qual è stato l'ingrediente principale del successo?

 

Dopo la partenza lo scorso anno, di quasi l'80 per cento del personale, attratti dall'apertura di una nuova struttura alberghiera in Costiera su cui tanto si stava investendo, era la volta di una nuova sfida: ripartire da capo con uno staff nuovo, con "vecchi amici" ritornati dopo anni a casa, ma tanti, tanti ragazzi, specialmente del posto, non solo da formare ma a cui fare capire l'importanza e la responsabilità di un progetto, varato ed in piena navigazione che non poteva avere né battute d'arresto, né rallentamenti. Lorenzo, lo chef scelto dopo decine di incontri e colloqui, e su cui ho puntato, condividendo visioni, filosofia ed obiettivi, per i prossimi lunghi anni, è persona della nostra Terra, di Sarno. Orgoglioso delle sue origini contadine come non né ho mai conosciuti e come è veramente raro scoprire. Figlio di una terra di tradizioni, di famiglia, dei valori più autentici, troppo spesso ignorati o perduti.

Qual è la maggiore dote professionale o capacità che si può riconoscere a Lorenzo Montoro?

Oltre alle indiscusse capacità tecniche acquisite negli anni nelle cucine più importanti ed a fianco degli chef più blasonati (è stato per anni sous chef e pupillo di Pino Lavarra) ciò che mi ha colpito di Lorenzo, in particolare durante le nostre passeggiate nell'entroterra dei Monti Lattari, è la profonda conoscenza, quasi botanica, della vegetazione spontanea quasi tutta commestibile, idea e spunto per piatti nuovi e sorprendenti, che riportano ad una cultura dei sapori quasi ancestrale ma allo stesso tempo, semplice e alla portata di tutti. Lorenzo è innanzitutto una bella persona, così come Carmine, Stefano, Carmela, Luisa, Giovanni, Luigi. Enza, Serena e via via tutti gli altri, nessuno escluso.

 

L'unione di un bel gruppo di professionalità, giovane e ben assemblato, la nuova forza di Villa Cinbrone?

 

Questa è stato l'anno delle " belle persone", obbiettivo primario che mi ero prefissato. Con queste essenziali basi, con la condivisioni di valori importanti, è più facile lavorare e costruire qualcosa di spessore e soprattutto di duraturo che possa portare a ulteriori progressi e possibili riconoscimenti. Senza nulla togliere agli straordinari professionisti che si sono succeduti negli anni e che ancora ringrazio per quanto speso e profuso a Villa Cimbrone senza i quali non sarebbe stato possibile quanto realizzato di bello ed importante fino ad oggi. Sono felice per tutti coloro che si sono quotidianamente impegnati con fatica e dedizione, perché anche questi riconoscimenti sono anche linfa vitale, miele e pappa reale (per rimanere nella concezione naturale e filosofica del progetto), per quell'entusiasmo che ci consentirà di superare tutti gli ostacoli e fare ogni giorno un passetto più avanti.

 

Ravello è sempre magica, capace di stupire: ma a brillare, oltre alle due Stelle Michelin, mi consenta, ci sono tanti piccoli grandi astri, belle e invidiate realtà, non crede?

 

Sono felice per il mio paese, Ravello, perché sicuramente con due ristoranti stellati (con il Rossellinis di Palazzo Avino a cui auguro di raddoppiare nuovamente il firmamento) avrà un immagine di grande qualità gastronomica riconosciuta e diffusa grazie questo, anche all'ottimo lavoro svolto dagli altri ristoranti sul territorio. Ma, per concludere, non possiamo tralasciare lo straordinario lavoro ed i riconoscimenti ottenuti da Bartolo Sammarco, per rimanere in città, o di tanti imprenditori illuminati che, pur con gran fatica, dedizione e soprattutto passione ed amore per il territorio, stanno rastrellando riconoscimenti anche internazionali. Vogliamo dimenticare, per uscire dall'ambito enogastronomico, i successi di Antonio Schiavo o del novello concittadino Scurati? O magari dei tanti giovani ravellesi che dopo i successi formativi universitari continuano a conquistare posizioni nell'Olimpo della società? Certo ci sono tanti che rinunciano, per carattere, per sfiducia in sé stessi, a volte anche per l'atteggiamento troppo protettivo delle famiglie. Magari potremmo anche considerare ciò che di negativo ne scaturisce per un paese da troppo tempo avvolto nelle spire delle polemiche e dei contrasti in cui molti spettatori nullafacenti, sguazzano gaudenti. Oltre alla Ravello che tutto il mondo ci invidia, fatta di storia, bellezze architettoniche e paesaggiste, dai personaggi legati al mondo dell'arte e della musica che l'hanno nei secoli frequentata e a cui si sono ispirati per le loro preziose opere, esiste anche una Ravello di cui essere orgogliosi, fatta di uomini e donne, giovani e ragazzi che quotidianamente, con il loro impegno e passione, realizzano dei piccoli, grandi obiettivi di cui essere contenti ed orgogliosi. Ci sono solo piccoli, grandi passi da fare per dimostrare di essere capaci finalmente, di quella vera evoluzione culturale, liberi da quelle invidie e gelosie che sono freno e condizionamento di una vera crescita collettiva. Un successo di un ravellese, è un successo di tutta la Città.

E noi, che da sempre siamo convinti di tutto questo, non possiamo far altro che augurare a Villa Cimbrone e a tutte le realtà d'eccellenza di Ravello i migliori successi.

>Leggi anche:

La stella tornata a brillare nel cielo di Ravello

Guida Michelin 2020, in Costiera brillano 8 stelle: Glicine (Amalfi) e Flauto di Pan (Ravello) new entry. 'Cade' La Sponda (Positano)

Ravello, Lorenzo Montoro nuovo executive chef del Flauto di Pan a Villa Cimbrone

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Protagonisti

Sal De Riso in visita all’Università Gastronomica di Agerola

Salvatore De Riso, tra i maestri pasticcieri più amati e ricercati in Italia e all'estero, si è recato questa mattina ad Agerola dove ha visitato il Campus Principe di Napoli, l'Università Gastronomica e Centro di Alta Formazione e specializzazione che ha sede nella ex Colonia Montana. Il Maestro Pasticciere...

La Costiera festeggia i 103 anni di Antonio De Ponte. Conobbe gli orrori della guerra

di Giovanni Bovino La seconda guerra mondiale colpì duramente tutta l'Europa con morti, povertà e miseria. La Costiera Amalfitana non ha, purtroppo, fatto eccezione. Numerosi sono stati i cittadini coinvolti nei combattimenti e molti sono gli anziani che oggi ne conservano la memoria tramandando alle...

"Tutto qui", il racconto di Giovanni Russo presentato a Positano

di Massimiliano D'Uva Giovanni Russo, classe 1933, positanese doc, terzo di otto figli, è un imprenditore edile molto conosciuto che coltiva da sempre la sua passione per la scultura. Nel 2018 ha pubblicato un libro in cui racconta la sua fanciullezza marchiata indelebilmente dalla guerra e dall'episodio...

Antonio Scurati Commendatore della Repubblica Italiana

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito allo scrittore Antonio Scurati l'onorificenza di Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. È un titolo che il Capo dello Stato concede ai cittadini meritevoli, tra i tanti esempi presenti nella società civile e nelle...

La scuola pasticciera salernitana protagonista al Sigep di Rimini

di Antonio Di Giovanni Oltre 200mila presenze di operatori professionali, 33mila buyer provenienti da 187 Paesi, in testa Spagna, Germania e Francia, ma anche tanti paesi da Asia e Americhe a partire da Cina e Stati Uniti. Sono questi i numeri record di Sigep, il Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria,...