Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 15 minuti fa SS. Ponziano e Ippolito martiri

Date rapide

Oggi: 13 agosto

Ieri: 12 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Gambardella Minori, Costiera Amalfitana, Pasticceria, Gelateria, Lounge Bar, Liquorificio artigianaleContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureRavello Festival 2020Terra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: RubricheProtagonistiJinnai, l'architetto giapponese rapito da Amalfi: un paesaggio "unico", perchè in evoluzione

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Connectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzatePasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Protagonisti

Qui è chiamato "Gennarino"

Jinnai, l'architetto giapponese rapito da Amalfi: un paesaggio "unico", perchè in evoluzione

Un'essenza che risiede nelle persone che lo abitano, lo vivono ogni giorno e che da secoli coniugano le esigenze della società che evolve con il rispetto di un paesaggio urbano e territoriale che va preservato ma parimenti valorizzato

Scritto da (Redazione), domenica 1 settembre 2019 11:20:59

Ultimo aggiornamento martedì 3 settembre 2019 13:25:33

Nella pittoresca cornice di largo Duchi Piccolomini, nel cuore di Amalfi, si è svolto ieri pomeriggio l'incontro con il nuovo Magister di Civiltà Amalfitana, l'architetto giapponese Hidenobu Jinnai che per primo ha studiato in maniera sistematica la composizione e la storia urbanistica della città di Amalfi al di fuori dei suoi monumenti più importanti.

Una tavola rotonda a cura del Centro di Storia e Cultura Amalfitana dal titolo "Il Sol Levante racconta Amalfi. Venti anni di ricerca interculturale sulla storia urbana e del paesaggio", dal sapore dolce di una chiacchierata tra amici di vecchia data. Perché in realtà il nuovo Magister, che oltre un ventennio oramai si reca puntualmente ad Amalfi per studio, lavoro e piacere, è entrato di diritto a far parte attiva nel tessuto sociale.

 

Il suo lavoro scientifico di rilievo e analisi dell'evoluzione del paesaggio urbano colpisce per il continuo parallelismo con lo studio antropico del tessuto sociale amalfitano che negli anni gli ha permesso di visitare ben oltre 300 edifici al centro storico. Sono stati numerosissimi gli amalfitani che hanno aperto le loro case e le loro vite a questo studioso dagli occhi a mandorla e dalla straordinaria cortesia, che per suo stesso dire «ha bevuto più limoncelli nei suoi rilievi che molti amalfitani».

Il suo amore per questo territorio traspare negli aneddoti, nelle foto sbiadite, nella commozione nel raccontare di un'anziana che ogni anno aspettava il suo gruppo di studio per poter salutare "Gennaro" (Jinnai trasformato dalla fantasia e dal vernacolo amalfitano dell'arguta signora).

L'Amalfi aperta e pronta agli scambi è stata la scintilla che ha fatto divampare nel cuore di Jinnai l'amore per l'antica Repubblica marinara, scegliendola ad altre (tra cui la stessa Venezia da lui studiata per un anno ma poi abbandonata proprio per Amalfi).

Diversi gli interventi della tavola rotonda, tra cui quello del professore nipponico che ha spiegato all'uditorio, in maniera divulgativa, i risultati salienti dei suoi studi.

Dal professor Giuseppe Gargano, massimo studioso della storia amalfitana e presidente onorario del Centro di Cultura e Storia Amalfitana a molti altri tra cui l'ingegnere Pierluigi Califano, presidente dell'APCA (Associazione Professionisti Costiera Amalfitana) che ha avuto come correlatore per la tesi di laurea proprio il professor Jinnai.

«L'esperienza del professor Jinnai - ha spiegato Califano - dovrebbe essere studiata obbligatoriamente da chi vive questo territorio. Dai tecnici e dai vari responsabili che sovraintendono al controllo ed al suo sviluppo.

Ricordo che in ogni sopralluogo fatto, in ogni casa visitata, la preoccupazione maggiore per il professore era quella di intervistare chi la abitava. L'ascolto, l'empatia, l'entrare in sintonia con l'unicum dell' "edificato umano" come lo definirei.

È in questo aspetto l'unicità del professore: il suo aver visto oltre le cose, le misure, la vera essenza della bellezza di un paesaggio unico come Amalfi.

Essenza che risiede nelle persone che lo abitano, lo vivono ogni giorno e che da secoli coniugano le esigenze della società che evolve con il rispetto di un paesaggio urbano e territoriale che va preservato ma parimenti valorizzato.

Dai suoi studi emerge chiara la capacità della struttura sociale di evolversi e di trasformare il territorio a seconda delle mutevoli esigenze. Evoluzione che, permettetemi, cozza con l'attuale volontà vincolistica che vuole un paesaggio cartolina ben lontano dalla sua originaria bellezza che lo vuole invece sempre dinamico nel rispetto delle molteplici essenze del territorio».

 

Questa sera l'investitura ufficiale del Magister al culmine del sontuoso corteo storico con oltre cento figuranti, secondo il suggestivo rito d'incoronazione dei Duchi di Amalfi.

Una cerimonia che cementerà ancor di più i legami tra Amalfi e il Giappone - da anni interessati da intensi e proficui scambi interculturali - resa ancora più importante e solenne dalla presenza per l'occasione dell'Ambasciatore giapponese in Italia, Keiichi Katakami.

Il titolo di "Magister di Civiltà Amalfitana" è come da tradizione associato ad un personaggio storico che si è distinto nella società medioevale dell'Antica Repubblica Marinara. Per il 2019 ricorda il nome dell'arcivescovo Lorenzo di Amalfi che fu maestro di scienze a Ildebrando di Soana, futuro papa Gregorio VII.

Come si legge nel verbale della commissione del "Premio Magister Civitatis Amalfie: "vagliati i profili di eminenti personalità legate al territorio dell'antico Ducato da vincoli di appartenenza, frequentazione o studio della civiltà medievale amalfitana, ha designato all'unanimità Magister Civitatis Amalfie Hidenobu Jinnai, professore emerito di Architettura presso l'Università Hosei di Tokyo, con la seguente motivazione: con metodologie fortemente innovative di analisi interculturale degli aggregati urbani nelle loro marcate analogie con quelle delle "città d'acqua" bizantine, islamiche e nipponiche, ha indagato le dinamiche e le stratificazioni spaziali degli insediamenti amalfitani posti, per le connotazioni antropologiche e l'autenticità del vivere e dell'abitare, a modello di paesaggio mediterraneo e di integrazione ambientale da preservare e rivitalizzare quale Patrimonio intangibile dell'umanità"

Questa la pronuncia della commissione composta da il sindaco di Amalfi, Daniele Milano; il sindaco di Atrani, Luciano De Rosa Laderchi; l'assessore alla Cultura di Amalfi, Enza Cobalto; l'assessore alla cultura di Atrani, Michele Siravo; il presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, Ermelinda Di Lieto; i professori Giovanni Camelia e Giuseppe Gargano, storici e ideatori della manifestazione.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Protagonisti

Ristoranti al top: al "Pineta 1903" di Maiori assegnato il Travellers' Choice 2020 di TripAdvisor

Allo storico ristorante-bar "Pineta 1903" di Maiori il Travellers' Choice 2020 di TripAdvisor. L'ambito premio viene attribuito alle strutture ricettive e ai ristoranti che ottengono recensioni positive - e in modo costante - dai viaggiatori di tutto il mondo, classificadole tra le migliori di scelte...

Carabinieri Maiori: al comandante Loria il grado di Luogotenete "Carica Speciale"

Il comandante della stazione dei Carabinieri di Maiori, Giuseppe Loria, promosso a Luogotenente "Carica Speciale". Si tratta del grado più alto del ruolo Marescialli delle Forze Armate Italiane. Ieri il cambio del distintivo per controspallina. Giuseppe Loria, classe 1965, originario di San Giovanni...

Ritorno ad Amalfi per Gianfranco Vissani: il noto chef accolto da Alessandro Tormolino e Nicola Pansa

Gianfranco Vissani si riconferma un habitué della Costa d'Amalfi. Il noto chef della cucina nazionale ha fatto tappa al nuovo ristorante "Sensi" dell'hotel Residence di Amalfi per provare la cucina dell'executive chef Alessandro Tormolino, suo allievo. In compagnia del duo c'era anche Nicola Pansa, titolare...

A Maurizio Ruggiero le chiavi della città di Minori

A Minori, lo scorso 20 luglio, presso il largo solaio dei Pastai, piacevole serata nell'ambito degli "Incontri d'Autore" della 14esimaedizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo con Fulvio Di Lieto e il suo nuovo romanzo "Lara delle Camere", e Riccardo Troiano e la silloge poetica...

"Frammenti", l'album nel cassetto di Elio Amato inciso dopo il lockdown [VIDEOCLIP]

Il tempo di quarantena che si è rivelato un'occasione. Il lockdown non è stato solo e per forza una costrizione, ma per alcuni, specie i creativi, è diventato il momento perfetto per riscoprire una passione, approfondire un hobby, coltivare una novità. E magari progettare un futuro diverso. Come per...