Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Cristina vergine

Date rapide

Oggi: 24 luglio

Ieri: 23 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Il Festival della Musica di Ravello - Il Programma del Ravello Festival 2021 EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: RubrichePersonaggi‘Per noi fare presto è già troppo tardi’. Il ricordo di Padre Gianfranco Grieco

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiRavello Festival 2021 - il Festival della Musica di RavelloFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Personaggi

‘Per noi fare presto è già troppo tardi’. Il ricordo di Padre Gianfranco Grieco

Scritto da (redazione), domenica 7 marzo 2021 16:33:47

Ultimo aggiornamento domenica 7 marzo 2021 16:37:07

di Salvatore Amato

‘Per noi fare presto è già troppo tardi'. L'aveva mutuato da un gesuita, pare un caporedattore di Radio Vaticana. E quel motto ha costituito sempre la sottile filigrana che ha animato l'infaticabile impegno di una operosa esistenza al servizio della grande Famiglia dei Frati Minori Conventuali e della Chiesa. Fino a quando una malattia incurabile, affrontata con dignità e discrezione, ne ha consumato la pur robusta e vigorosa fibra di uomo lucano. Quella terra di antica civiltà mai dimenticata, ma lasciata in tenera età per una scelta che gli avrebbe cambiato la vita. Nel settembre 1954, appena undicenne, accolto dalle amorevoli premure dell'indimenticabile P. Andrea Sorrentino, varcava la soglia del Convento di San Francesco di Ravello, il luogo del cuore in cui più forte avrebbe avvertito l'orgogliosa appartenenza alla sua Lucania.

Ad un mese dal suo ingresso nel Collegio Serafico, al giovane fanciullo ‘venuto da un paese del Vulture' si aprivano davanti agli occhi le terribili immagini dell'alluvione che colpì duramente la Costa d'Amalfi. Momenti, come avrebbe poi scritto pochi anni fa, che ‘portava ancora scolpiti nell'anima'. «Dal piccolo campo sportivo della dimora serafica si poteva osservare il mare che aveva perduto i suoi colori: tronchi di alberi, letti di ferro battuto, sedie, armadi e corpi morti giacevano sul letto del mare fangoso, inquieto e nemico». Anche in quell'occasione, come più volte avverrà nel corso della sua vita, P. Gianfranco aveva invocato il conforto del Beato Bonaventura da Potenza, venerato quotidianamente "dinanzi alla mirifica arca dei tuoi portenti".

Ma la formazione religiosa e i numerosi impegni al servizio della Santa Sede in qualità di inviato speciale per l'Osservatore Romano nei viaggi pontifici e di Capo Ufficio del Pontificio Consiglio per la Famiglia lo avrebbero portato inevitabilmente lontano da Ravello, senza mai recidere, però, il cordone ombelicale che lo legava alla Città della Musica, della quale desiderava diventare ufficialmente cittadino.

Un privilegio che avrebbe sicuramente meritato per le numerose iniziative spirituali, sociali e culturali, di cui restano testimonianza indelebileGiornate della Memoria, Natali di solidarietà, Convegni di Studio, presentazioni di libri, mostre documentarie e momenti altamente celebrativi.

Tutti animati da un sentimento di profonda gratitudine nei confronti dei suoi antichi maestri francescani, quei ‘giganti', come amava definirli, che a Ravello avevano lasciato un segno profondo nella vita religiosa e sociale.

Proprio alle figure dei testimoni e dei maestri francescani aveva dedicato buona parte della sua sterminata produzione editoriale, a partire da quella fortunata opera dedicata al BeatoBonaventura da Potenza: "Il pellegrino della Costiera", edita nel 1989, fino a giungere all'auspicata biografia di fra Antonio Mansi: "Il figlio più grande", pubblicata nel 2018.

Nei trent'anni che intercorrono tra i due titoli, P. Grieco ha offerto il suo prolifico contributo di acuto giornalista e di puntuale cronista anche a tante altre figure di uomini e donne di Dio, che hanno illuminato la vita della Chiesa e delle comunità in cui hanno operato.E questo privilegio è toccato anche a Ravello.

Ce lo ricordava, nel 2017, in un articolo apparso sulla rivista «Luce Serafica», nel quale, preparando i lettori agli appuntamenti centenari che avrebbero ricordato il solido legame tra la Città e l'Ordine dei Frati Minori Conventuali, invitava «a fare un cammino a ritroso, guardando, nel contempo, al futuro, in compagnia con persone che con la loro permanenza a Ravello hanno santificato e benedetto i giorni della loro dimora tra le nostre chiese, le nostre case e le nostre strade lasciando il profumo francescano e mariano del loro passaggio».

Così, con infaticabile impegno e il supporto di pochi amici, preparava il centenario della morte di fra Antonio Mansi, nel 2018, e del passaggio di San Massimiliano Kolbe a Ravello, di cui resta a imperitura memoria la lapide collocata il 30 ottobre 2019 alla fine dell'abitato di Sambuco, grazie alla generosa disponibilità di una famiglia della frazione.

Coronamento di questo percorso della memoria è stato l'avvio della causa di beatificazione proprio di fra Antonio, aperta nel Palazzo del Vicariato di Roma, l'8 marzo 2019, della quale costantemente s'interessava per fornire le testimonianze più utili alla postulazione.

I nomi dei ‘giganti' sarebbero ritornati, ancora una volta, nell'ultima opera che il conventuale lucano aveva consegnato alle stampe alla fine del 2020, nei giorni in cui era ricoverato e cominciava la sua personale Via Crucis.

Con il titolo San Francesco, santuario dell'altissimo glorioso Dio, l'Autore, forse presago del poco tempo che avrebbe ancora vissuto, compiva un lungo viaggio nel rimeditare gli aspetti storici e teologici legati alle esperienze della fede, considerando alcuni elementi fondanti della vita religiosa: il santuario e il pellegrinaggio.

Ora che il suo pellegrinaggio terreno è terminato, le eredità che lascia alla Città di Ravello sono molteplici, a cominciare dall'impegno nel seguire la causa di beatificazione di fra Antonio Mansi e nel programmare gli eventi per l'VIII centenario del passaggio del Serafico Padre a Ravello, che la tradizione vorrebbe sia avvenuto nel 1222.

A questi appuntamenti, che avrebbe vissuto sicuramente da protagonista, padre Gianfranco veglierà dalla sua nuova dimora, affacciato ‘sopra il cielo di Ravello' a ricordarci, ancora una volta, che "per noi fare presto è già troppo tardi". Addio!

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Personaggi

Samuel L. Jackson ritorna in Costa d'Amalfi: per la star hollywoodiana relax in yacht al largo di Amalfi

Samuel L. Jackson è ormai un habitué della Costiera Amalfitana. L'amatissimo attore americano ha pubblicato alcune ore fa dei video sulla sua pagina Instagram che confermano la sua presenza a bordo di un lussuoso yacht nelle acque della Divina, più precisamente al largo di Amalfi. Alcuni giorni fa, Jackson...

Emily Ratajkowski torna in Costiera Amalfitana. Vacanza tra Praiano e Positano con passeggino e biberon [FOTO]

Emily Ratajkowski è tornata in Costa d'Amalfi. La supermodella e attrice statunitense, sempre legata alla "Divina", alcune ore fa ha pubblicato una foto su Instagram che la ritrae con alle spalle l'iconico abitato di Positano. Poi, in compagnia del marito, l'attore statunitense Sebastian Bear-McClard,...

Ravello, Sally Quinn alla Rondinaia ricorda Gore Vidal. E sull'America: «Paese diviso, Biden prova a ricucire» [FOTO]

Sally Quinn è una storica giornalista americana. È stata una firma del Washington Post, editorialista, commentatrice televisiva e soprattutto una insider di Washington, considerata una delle leggendarie protagoniste della vita mondana della capitale. Ha fondato il sito web "On Faith" del Washington Post,...

Lino Banfi si racconta a Minori: «Ad Amalfi ricevetti tesserino di allenatore. Il mio motto ha portato bene agli Azzurri»

«Non mi chiamare Maestro perché è sinonimo di vecchiaia. Chiamami "raghezzo"». Esordisce così, scherzosamente, ai microfoni de "Il Vescovado", l'attore Pasquale Zagaria, per tutti Lino Banfi, uno degli attori più rappresentativi della commedia all'italiana. Ospite ieri sera a Minori, alla Basilica di...

Amalfi, in piazza c'è Sting

Tutti vogliono la Costa d'Amalfi. Sono giorni in cui nel mare della Divina si registra una presenza eccezionale di panfili, sotto la striscia di costa tra Minori e Amalfi. A bordo vip in incognito, o quasi. Fino a quando non svelano la propria presenza a mezzo social o, addirittura, decidono di scendere...