Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 24 secondi fa S. Maria di Cleofa

Date rapide

Oggi: 9 aprile

Ieri: 8 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: RubrichePersonaggiCiao, ciao, Alfredo. Un bacio ancora…

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Insieme a Voi - la Colomba di Sal De Riso è buona e sa di buono. Aiuta gli ospedali della Campania acquistando le colombe pasquali di Sal De Riso

Personaggi

Ciao, ciao, Alfredo. Un bacio ancora…

Scritto da (Redazione), lunedì 1 luglio 2019 19:06:35

Ultimo aggiornamento lunedì 1 luglio 2019 21:13:23

di Gabriele Cavaliere
Quando mi è giunta la notizia mi trovavo a Duoglio, nella zona "degli scogli" che una volta, in tono scherzoso, noi bagnini di Duoglio chiamavamo "Spiaggia dei Coccodrilli" perché, non essendo una spiaggia vera e propria ma una cascata di pietre, per sdraiarsi al sole occorreva avere la schiena dura come quella di un coccodrillo!

Frequento quel lembo di costa da un po' di anni ormai, un po'snobbando i bei ciottoli della spiaggia, perché è lì che ancora si annida l'anima della Duoglio che ho amato, dove ho vissuto tanti anni, quando Duoglio era una spiaggia "fuori di Amalfi", sconosciuta ai più, tanto che alcuni chiamavano Duoglio, altri Doglie, i più vecchi Marina d'Uoglio, una spiaggia bellissima e a tratti selvaggia, dall'acqua cristallina e pura, che la potevi bere, raggiungibile solo da mare da pochi selezionati estimatori e da tanti Vip, che facevano la fila per sedersi al Ristorante Sette Odori. Così si chiamava il ristorante che Alfredo aveva inventato sulla spiaggia. Alfredo Beach - Ristorante Sette Odori. Qui Alfredo aveva dato vita il convivium caro ai latini. Io c'ero, e posso testimoniare quel mix irripetibile di elementi unici, eh, ahimè, oramai perduti. L'ultimo è dipartito stamane.

Il primo elemento: la buona tavola, a base di prodotti del territorio. Patate di Tovere, pomodorini di collina, melanzane di Furore, pere di Agerola, zucche e zucchine di Pogerola, Fiordilatte, limoni, arance, origano, basilico, prezzemolo...e tutte le fragranze delle colline amalfitane ... all'epoca neppure si pensava al Km 0, ma Alfredo aveva già capito!
E poi c'era il pesce, tanto pesce. Ricordo ancora i coreografici approdi dei pescatori con le barche ricolme di marmore ancora guizzanti, che venivano portate al ristorante facendosi largo tra gli ombrelloni e i lettini di ammirati turisti che, immediatamente iniziavano a seguire i pescatori, formando una piccola processione che si arrestava sullo stabilimento/ristorante, dove, mentre si pesava il pesce, ognuno prenotava questo o quell'esemplare da farsi cucinare per il pranzo che sarebbe seguito da lì a poche ore.
Tra quei pescatori c'era Gaetano "a sorda" di Conca dei Marini. Il mitico pescatore di polpi giganti che, in una sorta di infantile gioco con Alfredo nascondeva sotto i paioli della barca i deliziosi "gambarielli di nassa", che voleva vendere ai più prodighi ristoratori amalfitani - ma Alfredo lo sapeva, e mentre contrattava sul peso dei "polponi" sguinzagliava noi ragazzi a perquisire la barca del pescatore.

Ricordo poi gli approdi del "Capitano" Sandella, che arrivava, accompagnato dalla bionda Caterina, la sua amante, complice, aiutante, con il mitico gozzo L'Airone ricolmo di pesci serra argentei e di merluzzi...
Una volta il Capitano trascinò sulla spiaggia addirittura una verdesca di due metri che, ovviamente, era impossibile servire in un ristorante! Chissà cosa gli girava per la testa quando allamò la povera bestia, questionò con Alfredo per alcune ore cercando a forza di vendergliela perché, diceva lui, che il mare l'aveva attraversato in lungo e in largo (sfoggiava con orgoglio l'orecchino d'oro, privilegio riservato ai marinai di lungo corso) quella volta che era rimasto naufrago su di una non meglio precisata isola del Pacifico (?!) si era mangiato vari pescecani! Ma il Capitano amava il vino, e chissà se non fosse l'ennesima balla di un vecchio lupo di mare, che dava il meglio dei suoi racconti dopo la terza bottiglia di bianco.

Il secondo elemento:il vino. Tanto vino. Tutte le etichette allora esistenti, non molte per la verità, di quello che nel 1997 diventerà Costa d'Amalfi Doc, erano rappresentate e proposte ai commensali che, il più delle volte, neppure immaginavano che in Costa d'Amalfi si producesse vino... i contadini di mare a quell'epoca erano praticamente conosciuti.
Terzo elemento:la poesia. Da Alfredo si cantava a tutte le ore, ma non le canzonette alla moda. Alfredo Beach - Ristorante Sette Odori era il tempio della canzone napoletana: Torna a Surriento, Lacrime napulitane, Canzone appassiunata, Tu vuò fa l'americano, Carovan Petrol... sapientemente miscelate con i più bei versi del repertorio in prosa. ‘A Livella di Totò, in primis, Ncoppa a nu muntone e munnezza di Salvatore Di Giacomo, ma anche A cunfessione e' Taniello, Dint' 'o Marcone e tutte liriche più salaci, note come Inferno della poesia napoletana... chiudeva ogni esibizione il pasto del Conte Ugolino,e l'intero Inferno di Dante, che Alfredo recitava tutto a memoria...

Il quarto elemento, quello che più di ogni altro connotava Alfredo Beach e rispecchiava l'anima del suo mentore: l'accoglienza, e la voglia di stare insieme. Ad Amalfi. A Duoglio. Quelli che Alfredo serviva alla "sua tavola" non erano semplici clienti ma erano amici.

Anche gli avventori più "abbottonati", assuefatti alle algide atmosfere cittadine, alla professionalità seriosa, anche i clienti stranieri, come si chiamavano allora i turisti esteri, Alfredo riusciva ad inondarli di quello spirito goliardico e felice, di quella magica atmosfera che avvolgeva Duoglio (e la Amalfi di quell'epoca). Mischiando qualche parola di inglese e di francese, un pizzico di tedesco (quasi sempre si trattava di parole che non c'entravano nulla con il discorso) latino e tanto, tanto Napoletano, Alfredo riusciva a comunicare con tutti. Ne faceva dei complici.

Trascinava, letteralmente, gli esterrefatti avventori, prendendoli per mano e conducendoli in cucina o in quello che oggi si definisce "back office", per fargli assistere alla preparazione dei piatti che avrebbero da li a pochi minuti degustato, facendogli assaggiare gli ingredienti, a mani nude ovviamente - e crepino i protocolli HCCP! - mostrando loro come venivano pulite le cozze o come si preparavano le alici marinate, facendogli annusare i contenitori in cui maceravano i limoni che avrebbero dato vita al limoncello... che di li a breve li abbrancati...

Alfredo travolgeva gli ospiti in un turbinio di sapori, canzoni, vino e allegria che avevano sempre lo stesso epilogo: le lacrime degli ospiti che, finita la vacanza, passavano in spiaggia per un ultimo commosso saluto... Alfredo, mentre si allontanavano piagnucolanti sulla barca, li salutava dalla sommità dello scalone del ristorante, cantando, Ciao, ciao bambina...

Ciao Alfredo, mio maestro e mio amico... e quando poi "iniziai coi libri" e con l'agenzia di comunicazione, mio sostenitore, scettico, molto scettico, ma compiaciuto. ..

Ciao, ciao, Alfredo,
un bacio ancora
e poi per sempre
Ti perderò
Come una fiaba
l'amore passa
c'era una volta poi
Non c'è più....

Amalfi, addio ad Alfredo Laudano. Domani i funerali

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Personaggi

Il vibrafono di Pasquale Mirra alla Maratona del Jazz di Bologna. Stasera concerto "a domicilio"

La cultura non si ferma ed è solidale. Anche il "nostro" Pasquale Mirra, noto musicista, maestro del vibrafono originario di Ravello, tra i protagonisti, stasera (6 aprile), alla Maratona del Jazz promossa dal Comune di Bologna, dal Bologna Jazz Festival e da Camera - jazz & music club. Alle 19.30 tutti...

Scala-Ravello, il dottor Gabriele Mansi va in pensione: quarant'anni per la cura della comunità

Termina oggi, martedì 31 marzo, l'attività del dottor Gabriele Mansi. Dopo oltre quarant'anni di onorato servizio, il medico di base di Scala e Ravello, raggiunti i limiti d'età, saluta i suoi assistiti. A sostituirlo, come già annunciato, il dottor Vincenzo Calvanese di Nocera Inferiore, a partire da...

Attore Sebastian Maniscalco (The Irishman) rivela: «Mio figlio Caruso, omaggio a Ravello»

di Giovanni Bovino Negli ultimi due anni ha riscosso una certa fama, lavorando per film del calibro di "Green Book" (vincitore dell'Oscar al miglior film nel 2019) e "The Irishiman" (ultima fatica del regista Martin Scorsese con attori del calibro di Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci). Stiamo parlando...

Addio a Pino Grimaldi, designer per Fondazione Ravello ispiratosi ai fregi del Duomo

di Lucia Serino* Si è spento a Napoli, portato via dal coronavirus, Pino Grimaldi, uno dei più quotati designer grafici della scena creativa salernitana e non solo. Grimaldi era stato consulente prezioso della Fondazione Ravello e aveva lavorato a stretto contatto con l'ex commissario Mauro Felicori...

Da Maria Sharapova l'incoraggiamento all’Italia decantando la Costiera Amalfitana

La tennista russa Maria Sharapova, che ha da poco annunciato il suo ritiro, ha recentemente mandato un accorato messaggio all'Italia ed in particolar modo a tutti coloro che stanno vivendo una situazione difficile a causa del coronavirus. La campionessa, considerata una delle più forti tenniste dell'epoca...