Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: Musica, Cinema e Teatro L'Orchestra d'Archi Accademia di Santa Sofia incanta il teatro Comunale di Benevento /foto

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Musica, Cinema e Teatro

Benevento, Musica, Cultura, Concerto

L'Orchestra d'Archi Accademia di Santa Sofia incanta il teatro Comunale di Benevento /foto

L’evento apre la stagione concertistica 2024, proposta da Accademia di Santa Sofia sempre in collaborazione con Università degli Studi del Sannio e Conservatorio di Benevento

Inserito da (Admin), domenica 14 gennaio 2024 17:28:28

di Monica Carbini

Grande successo, sabato sera, per l'Orchestra d'Archi Accademia di Santa Sofia, che ha inaugurato l'anno nuovo, in un Teatro Comunale di Benevento stracolmo, dalla platea fino all'ultimo piano dei palchi, di appassionati di buona musica, entusiasmati dai "Fuochi d'artificio", uno spumeggiante programma musicale, tutto dedicato alla grande danza, che ha spaziato con emozione, sapienza e coinvolgimento, tra i più celebri e amati brani di quella grande musica classica che ha fatto anche la storia della danza universale.

Straordinaria, come e più di sempre, l'orchestra tutta, popolata di talento virtuosistico straripante da ogni sezione, messo ancora più in luce dalla particolarità della scelta musicale, molto più che un piacevole e pur sempre raffinatissimo intrattenimento da gran ballo a palazzo, che ha saputo scaldare i cuori e gli animi degli spettatori, in una fredda sera d'inverno come poche, ancora, ne avevamo sentite.

Il libretto di sala proponeva, in forma di concerto, alcune tra le musiche più iconiche e memorabili, composte per alcuni dei balletti più amati della storia, composti per la danza, il teatro, l'opera o per il cinema.

La gustosa soirée inizia con le briose note di "Coppélia, o La ragazza dagli occhi di smalto" (1870) di Léo Delibes, celeberrima, col suo notissimo e bellissimo Valzer delle ore, trascinante e irresistibile che suscita il primo applauso a scena aperta; e poi il delizioso Galop, incontenibile e giocoso.

L'ensemble conquista i cuori con le vive e struggenti "Danze rumene" (1915-1918) dell'ungherese Béla Bartók, che ci trasportano dall'accorata e nostalgica malinconia all'allegria più sfrenata, dove il primo Violino Riccardo Zamuner dapprima ci incide l'anima con affilate, precisissime stoccate e poi la ricompone, intessendo magistralmente sottili e lancinanti trame come il più abile e spietato dei chirurghi. A controllare le pulsazioni, profonde e limpide, del cuore, pensa, come sempre, il contrabbasso di Gianluigi Pennino. Sorridente il respiro, ampio e controllato, del violoncello di Danilo Squitieri coadiuvato dal perfetto collega Alfredo Pirone, mentre l'ensemble compatto e affiatato li segue e assiste mirabilmente l'operazione, perfettamente riuscita. E il pubblico, paziente guarito, ringrazia con calorosissimi applausi.

Arriva poi il momento dedicato a Georges Bizet con le atmosfere provenzali della suite dalle danze de l'Arlésienne (l'Arlesiana, 1872), in cui Bizet riprende, moltiplicandolo, il celebre tema popolare natalizio dell'Antica Marcia di Turenna o de' Re Magi, passando dalle meraviglie dell'Allegro moderato, all'Andantino, all'Allegro vivo, dai toni caldi, memorabile e incalzante.

Ecco arrivare le aristocratiche melodie de "Il Gattopardo" (1963) di Nino Rota, o "la storia del cinema mondiale", con il valzer dal film Il Gattopardo (Luchino Visconti,1963) dove il grande respiro dell'intera orchestra incarna perfettamente il largo respiro di un valzer raffinato e iconico, simbolo del cinema italiano, della cultura, della storia e dell'arte di un paese, con le sue luci e le sue contraddizioni.

L'atmosfera in teatro ritorna subito frizzante e spensierata con lo scherzo musicale "Perpetuum Mobile" (Moto Perpetuo,1861) di Johan Strauss (figlio). L'orchestra divertita è un orologio dal meccanismo perfetto ed elegantemente giocoso.

Seguono altri tesori immortali, con la suite da Lo Schiaccianoci (1821-1892) di Pëtr Il'ič Čajkovskij, con l'incantevole Valzer dei fiori, romantico e impetuoso, dove la memoria corre all'omaggio alla natura, poetico e sublime, del film, capolavoro d'animazione Disney, Fantasia; e poi l'esaltante Trepak, la danza cosacca che esalta letteralmente il pubblico.

E ancora, l'inquietante e straniante "Danza dei cavalieri" da "Romeo e Giulietta" (1935) di Sergej Sergeevič Prokof'ev; oscura e splendida al contempo, fu scritta per il balletto ispirato alla tragedia di William Shakespeare.

Ed ecco l'iconica e travolgente "Danza delle spade" o "delle sciabole" (1942) del balletto "Gayane" di Aram Il'ič Chačaturjan, energia pura dalla fiammeggiante orchestra.

Il vortice della danza approda in Italia, per finire con il gran "Ballo Excelsior" (1881) di Romualdo Marenco, che è ormai nel nostro patrimonio genetico, così come l'amatissima "Tarantella" (1830-1835) di Gioachino Rossini, che chiude in bellezza la serata.

Gli applausi scrosciano riconoscenti e grati e le grida Bravi risuonano, richiamando più volte ai saluti l'orchestra, finché il bis arriva riproponendo l'esaltante Trepak da Lo Schiaccianoci di Čajkovskij.

L'ensemble, meraviglioso, sul palco era composto dai Primi Violini: Riccardo Zamuner (konzertmeister), Elena Emelianova, Alberto Marano e Lorenza Maio; i Secondi Violini: Federica Tranzillo, Emanuele Procaccini e Alessandra Rigliari; le Viole: Francesco Solombrino e Martina Iacò; i Violoncelli: Danilo Squitieri e Alfredo Pirone; il Contrabbasso: Gianluigi Pennino.

Come sempre, ad aprire la serata, i saluti calorosi di Marcella Parziale Direttore Artistico e Maria Buonaguro, Presidente Amici Accademia di Santa Sofia, cui è seguito il consueto preludio scientifico affidato per l'occasione a Eugenio Zimeo, Professore Associato di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni al Dipartimento di Ingegneria (DING) dell'Università degli Studi del Sannio, con un interessante intervento, quanto mai attuale, intitolato "Invisibile computing: l'informatica pervade il quotidiano" dedicato alla necessaria giusta comprensione e alla corretta gestione della cosiddetta intelligenza artificiale, oggi presente in ogni ambito della nostra vita.

L'evento faceva parte della Stagione Concertistica 2023/2024, proposta da Accademia di Santa Sofia sempre in collaborazione con Università degli Studi del Sannio e Conservatorio di Benevento. Da quest'anno anche Banco Bpm affianca l'Accademia di Santa Sofia, poiché sostenere la cultura e promuovere la sua diffusione sui territori, anche attraverso iniziative musicali, rappresenta per la Banca un impegno concreto a favore delle comunità.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 102933109

Musica, Cinema e Teatro

Nino d’Angelo torna ad abbracciare il pubblico nei palasport: 7 dicembre al PalaSele di Eboli “I miei meravigliosi anni '80…e non solo!

Dopo il grande successo del suo concerto-evento allo stadio Diego Armando Maradona di Napoli, il 29 giugno, Nino D'Angelo è pronto a tornare dal vivo con una nuova serie di imperdibili appuntamenti musicali. L'evento napoletano ha visto più di 40mila spettatori riunirsi per celebrare un'icona della musica...

Ravello Festival, le “otto stagioni” di Vivaldi e Piazzolla sul belvedere di Villa Rufolo

La programmazione della 72esima edizione del Ravello Festival propone al suo pubblico sabato 20 luglio (ore 20) il primo degli appuntamenti cameristici con il ritorno dell'Orchestra da camera dell'Accademia di Santa Sofia. Sul Belvedere di Villa Rufolo, sotto la direzione della violinista Sonig Tchakerian,...

Stasera i Colapesce Dimartino premiati ad Agerola, 18 luglio arriva Luca Madonia

Il Parco Colonia Montana si trasforma in un palcoscenico magico per l'apertura del Festival Sui Sentieri degli Dei. Questa sera, 17 luglio, ad Agerola l'incantevole voce di Isotta e l'emozionante esibizione di Luca Madonia incanteranno il pubblico. A seguire, i Colapesce Dimartino (Lorenzo Urciullo e...

Minori, 20 luglio Murubutu & Moon Jazz Band in concerto: prima l’intervista con Gigi Marzullo

Per la prima volta in Costa d'Amalfi arrivano Murubutu & Moon Jazz Band. L'appuntamento è a Minori, sabato 20 luglio (ore 21), nel salotto di Piazza Cantilena. Murubutu, al secolo Alessio Mariani, si avvicina all'hip hop all'inizio degli anni "90. Insegnante di filosofia e storia presso il liceo "'Matilde...

Matthew Lee and Band protagonista di Amalfi in Jazz

Sarà uno spettacolo adrenalinico e coinvolgente il nuovo appuntamento di Amalfi in Jazz, la rassegna promossa dal Comune di Amalfi, guidato dal Sindaco Daniele Milano. Venerdì 19 luglio 2024 alle ore 22 in Piazza Duomo il sagrato della Cattedrale, con la sua scala monumentale, si prepara ad accogliere...