Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 1 minuto fa S. Ranieri confessore

Date rapide

Oggi: 17 giugno

Ieri: 16 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi Il portale online della Costa d'Amalfi

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliPasticceria Gambardella a Minori, il gusto della tradizione in Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Supermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickSal De Riso Costa d'Amalfi, acquista i dolci del maestro pasticcere più amato d'Italia sul sito ufficiale Sal De Riso ShopHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera, Albergo 4 Stelle Superior, Leisure Lifestyle Hotel in Amalfi, Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel

Tu sei qui: MondoSigiMelanzane al cioccolato, il dolce della tradizione di Maiori /Foto

Villa Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyCasa Angelina, Ospitalità di lusso e Boutique Hotel in Costiera AmalfitanaGranato Caffè, il più buono che c'è. In Costiera Amalfitana a Maiori, Conca dei Marini, Ravello, Amalfi e PositanoPietra di Luna Hotel a Maiori in Costiera AmalfitanaEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoRistorante Masaniello a Maiori, Cucina Tipica e raffinata in Corso ReginnaPositano Destination, Your private taxi on the Amalfi Coast, Excursions, Tours Amalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiProvoloncino Amalfitano, con scorzette di Limone Costa d'Amalfi IGP firmato "la Tramontina"Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

MondoSigi

Maiori, Costiera Amalfitana, Specialità, Tradizioni, Dolci

Melanzane al cioccolato, il dolce della tradizione di Maiori /Foto

Anche se non è una "invenzione" maiorese, essa è profondamente radicata nella tradizione e nella cultura gastronomica locale

Inserito da (Admin), lunedì 15 agosto 2022 09:51:14

di Sigismondo Nastri*

La "Melanzana col cioccolato" è una specialità di Maiori, in Costiera amalfitana, e viene preparata, solitamente, il 15 agosto, nella ricorrenza della festa dell'Assunta, venerata qui col nome di Santa Maria a Mare. Anche se non è una "invenzione" maiorese, essa è profondamente radicata nella tradizione e nella cultura gastronomica locale. Si sa che a Napoli, sotto la dinastia dei Borbone, veniva offerta ai reali, a metà agosto, in occasione della "festa della ‘nzegna", celebrata al quartiere Santa Lucia, una "mulignana c' ‘o ddoce", probabilmente introdottavi da un cuoco proveniente da questo paese della Costiera, dove sicuramente ha origini più lontane. Sembrerebbe anche, come vuole la storia, che le massaie maioresi, verso la metà dell'Ottocento, abbiano attinto le notizie e le modalità della ricetta da un frate cuciniere del monastero di Tramonti e l'abbiano ulteriormente impreziosita di spezie e aromi.

Si racconta anche che, sul finire del XIX secolo, i maioresi emigrati per motivi di lavoro in America Latina (molti, e, tra questi, il pittore Antonio Ferrigno, autore di alcuni grandi dipinti sulle piantagioni di caffè) si preoccupavano, in vista del ferragosto, di far pervenire alle famiglie rimaste in patria del cacao speciale per la salsa delle "mulignane". Che questa bacca carnosa, della famiglia delle solanacee, originaria dell'India, si coltivasse in Costiera, e venisse preparata in molti modi (alla parmigiana, fritta, arrostita, a funghetti, a barchetta, ecc.), è cosa assodata. Già nel Seicento, Jean-Jacques Bouchard, un avventuriero francese, giunto a Minori, ebbe modo di gustare "molignane" farcite di carne, formaggio, pasta, spezie: un frutto a forma di giovani zucche - così lo descrisse -, ma di colore rosso brunito... poco stimato et a Roma solo li Giudei lo mangiano".

A un noto imprenditore tessile di Como, originario della provincia di Salerno, che mi chiese ragguagli sulle modalità di preparazione della "melanzana col cioccolato", mandai la ricetta che segue.

Ingredienti: Melanzane, diritte, affusolate, non troppo grosse di diametro, di una qualità (le cosiddette "napoletane") che non abbiano all'interno molti semi. Olio extravergine d'oliva (o, preferibilmente, almeno in questo caso, olio di arachide, che non lascia traccia all'olfatto e al gusto). Uova, farina, un pizzico di sale (da aggiungere all'uovo battuto). Cacao amaro, zucchero, cioccolato fondente, liquore Strega (meglio ancora, il "Concerto", molto aromatico, originario di Tramonti, di fattura per lo più domestica, ora prodotto e messo in commercio da liquorifici locali), qualche chiodo di garofano, vaniglia, canditi di arancia e cedro, pinoli, mandorle, confettini (cosiddetti "diavolilli"), amaretti.

Sbucciare le melanzane, dopo averle lavate, e tagliarle a fette larghe, non troppo sottili, ma neppure troppo spesse (come si usa per la parmigiana). Friggerle una prima volta senza troppo arrosolarle. Adagiarle, quindi, su carta assorbente, avendo cura poi di capovolgerle, sostituendo il foglio di carta, in modo da eliminare da ambo i lati l'olio in eccesso.

Quando si sono raffreddate, passarle nella farina (rimuovendo quella in eccesso), nell'uovo sbattuto (al quale va aggiunto un pizzico di sale) e rifriggerle. Ripetere

L'operazione di asciugatura con l'uso di carta assorbente e lasciar raffreddare. A parte, preparare una salsa di cioccolato con cacao amaro, zucchero, cioccolato fondente, un po' d'acqua (q.b.), una spruzzata di liquore. Proporzionare i vari elementi secondo i propri gusti.

Le fette di melanzane (ripeto: ben private dell'olio di frittura in eccesso) vengono prima immerse ad una ad una nella salsa di cioccolato (che dev'essere abbondante, di una certa consistenza, né troppo liquida né troppo densa), quindi disposte a strati in un piatto da portata.

Sopra ogni strato si cospargono canditi, tagliati a dadini minuscoli, pinoli, mandorle triturate (dopo averle spellate e asciugate in forno), confettini (diavolilli), amaretti sminuzzati e scaglie sottili di cioccolato fondente. Oltre a un pizzico di vaniglia e qualche chiodo di garofano, se si ama un gusto più forte e penetrante. Far rapprendere in frigo e servire.

Qualche tempo fa l'amico Enzo Mammato, appassionato di storia, arte, cultura e tradizioni maioresi, ha pubblicato su Facebook la ricetta così come l'aveva raccolta dalla viva voce di Valente Tramontano, personaggio indimenticabile, che anch'io ho avuto modo di conoscere. E' scritta in napoletano. La riporto qui tale e quale, sottolineando che corrisponde esattamente a quella delle melanzane con la cioccolata che ogni anno, a ferragosto, mi regala la signora Rina Apicella Dell'Isola. La particolarità è nel fatto che qui le fette di melanzane sono messe a due a due, sovrapposte, adeguatamente farcite, come vuole la tradizione più antica. La preparazione, in questo caso, risulta più laboriosa ma il gusto ne guadagna. Ingredienti: melanzane lunghe paesane; olio e.v.o. oppure di arachide per la frittura; farina; uovo (e un pizzico di sale, da aggiungere all'uovo sbattuto); cacao amaro, cioccolato fondente, zucchero; liquore Concerto o amaretto di Saronno; canditi di arancia e cedro; cannella, chiodi di garofano, vaniglia.

«Pe' fà ‘stu doce, pecché ‘e nu doce se tratta! - insegnava Valente - servono 'e mulignane paisane che nun so' amare... Se tagliano ‘e luongo doppo ca so' state munnate e se frjeno fella pe' fella. Po' se 'nfarinano, se passano dint' a ll'uovo e se ‘mbuttiscono cu cedro e scorze, po' se frijeno a doje a doje, mettenno na fella a cupertura ‘e chell'ata. ‘O juorno appriesso se pulizzano, levanno ll'uovo ‘e cchiù, ca è rimasto attuorno, se fernisce ‘e ll'asciuttà cu ‘a carta assurbente e se acconciano dint' a na sperlonga co ‘a ciucculata fundente, squagliata ‘ncopp' ‘o fuoco. Tra nu strato e n'ato se mette cannella, capogarofalo e vaniglia e ato cedro e scurzette, ‘nzieme a na scurretura ‘e amaretto ‘e Saronno, ma chi ‘o tène ce mette ‘o cuncierto, ca è meglio. Me raccumanno ‘a ciucculata: adda essere assaje abbundante, pecché si no so' ascutte!». Conclusione. La melanzana col cioccolato - diffidare dalle imitazioni! - è una specialità di Maiori, in Costiera amalfitana, profondamente radicata nella tradizione e nella cultura gastronomica di questo paese. Solo qui la sanno fare "come comanda Iddio". E, al di là di quello che qualche scettico potrà pensare, è una pietanza, anzi un dessert, attraente, invitante, di grande prelibatezza. Provare per credere!

(Nella foto la ricetta di nonna Nunziatina del ristorante Il Giardiniello di Minori)

Articolo tratto dalla raccolta"'A cannarizia" (Area Blu edizioni)

Per saperne di più:

"‘A cannarizia", la grande tradizione gastronomica della Costa d'Amalfi raccontata da Sigismondo Nastri

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Melanzana al cioccolato<br />&copy; Mariarosaria Pisacane Melanzana al cioccolato © Mariarosaria Pisacane

rank: 1053151101

MondoSigi

Salerno, addio all'attore e docente Attilio Bonadies: il ricordo di Sigismondo Nastri

Si è spento nelle scorse ore Attilio Bonadies, attore, regista e docente di lettere. Protagonista di diversi spettacoli del Teatro Popolare Salernitano, fondatore e figura importante del Teatro gruppo di Salerno, Bonadies era noto anche in Costiera Amalfitana, come ha ricordato Sigismondo Nastri. "Con...

I riti del Giovedì santo e del Venerdì santo in Costiera amalfitana

Di Sigismondo Nastri In Costiera Amalfitana, protagonisti di questo tempo di Passione sono i Battenti. Bisogna venirci per rendersene conto. Vestiti di una lunga tunica bianca, incappucciati, in qualche caso (ad Amalfi) col capo coronato di rovi, cinti alla vita da un nodoso cilicio, che anticamente...

Senza pastiera, che Pasqua sarebbe?

Di Sigismondo Nastri* La pastiera, dal profumo inebriante di cedro e fiori d'arancio, rigorosamente di fattura domestica, con quel tocco personale che la distingue dalle altre, è sicuramente il simbolo della Pasqua. In chiave gastronomica, intendo dire. Sono convinto che, se ne mettiamo cinquanta in...

“Se ad Amalfi la Processione del Cristo Morto finisce, tanto vale abolire anche quella di Sant’Andrea”: la riflessione di Sigismondo Nastri

Di Sigismondo Nastri Leggo il documento firmato dal Priore della Congrega dell'Addolorata, e per quanti sforzi faccia non riesco a credere che ad Amalfi possa succedere ciò che vi viene anticipato [Andrea Amendola, l'indimenticabile Barbone, si starà rivoltando nella tomba]. Ricordo altri momenti storici...

Le polpette di Carnevale

Un proverbio calabrese recita: «A purpetta gioia mia è na cosa ca ta ricria» (La polpetta, gioia mia, è una cosa che ti fa godere). In particolare, quelle che si preparano a Carnevale e hanno, tra gli ingredienti irrinunciabili, i pinoli e l'uvetta sultanina. Ho letto questa espressione indirizzata da...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.