Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 36 minuti fa S. Felice da Cantalice

Date rapide

Oggi: 18 maggio

Ieri: 17 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieVietri sul mare: c'è tanto da fare...

Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Storia e Storie

Vietri sul mare: c'è tanto da fare...

Scritto da (redazionelda), mercoledì 25 aprile 2018 16:50:11

Ultimo aggiornamento mercoledì 25 aprile 2018 16:52:19

Fu la "matematica" a farci scoprire Vietri e la sua Marina.

 

A quel tempo, in assenza di alternativi mezzi di trasporto, oltre alle gambe, la spiaggia del nostro porto era l'unica meta mattutina, d'estate, con destinazione a scelta tra il "Savoia", lo "Scoglio 24, le "Sirene" o altro. C'erano amici dappertutto.

E Vietri, per noi, era solo un gruppo di case lungo la strada per Cava ove, tutti intruppati, andavamo la domenica con le famiglie a consumare il gelato per combattere il caldo della Città.

La Marina, invece, no: per noi, vista dall'alto, era un sogno.

Tali visioni restarono nel nostro immaginario fino a quando, in virtù della "proprietà transitiva" che caratterizza i rapporti di amicizia, non trovammo "l'amico dell'amico" con la mitica 500. Vettura nella quale ci stipavamo anche in sei, se c'era chi stava in piedi, con il busto fuori dal tettuccio per non occupare spazio all'interno.

E, così, cambiò il nostro piccolo mondo e furono stravolte le stesse abitudini di vita.

Del resto, di lì a poco, le spiagge del porto sarebbero comunque scomparse.

Sono passati molti anni da allora e, purtroppo, siamo ritornati alle origini.

Perché, pur con l'autonomia della nostra diversa età, nei mesi estivi la Marina è di nuovo un sogno, essendo praticamente irraggiungibile, e Vietri è veramente il posto di passaggio verso altre località "più tranquille" nonché l'esempio del livello di oscenità al quale può arrivare il traffico veicolare nelle "bestiali" domeniche d'estate.

D'altronde, non potrebbe essere diversamente.

Perché, se molte cose sono state modificate, dai bar ai ristoranti, dalle passeggiate agli stabilimenti balneari, nulla è stato possibile fare per il reticolo delle strade né, soprattutto, per i parcheggi in quanto gli spazi sono stretti, i percorsi sono obbligati e non sono ovviamente ipotizzabili cementificazioni per nuovi piazzali, ancor più per la frazione a mare.

Del resto, siamo i primi a desiderare che la "Vietri della nostra gioventù" resti come era, certamente migliorata nelle modalità di godimento delle sue tante attrazioni ma non stravolta nelle sue caratteristiche ambientali solo per favorire accessi egoistici e devastanti con auto, autobus o qualsivoglia altro mezzo di trasporto.

Vietri, come tutta la Costiera, "è bella perché è così", e così va vissuta.

Con tale giusta logica, alcuni anni fa furono avviati i lavori per realizzare un ascensore tra il piazzale della Stazione Ferroviaria e piazza Matteotti come prima parte di un più articolato progetto di collegamento del Centro con la Marina.

Progetto che noi condividiamo proprio perché incentrato su accessi "pedonalizzati" che, per quanto possano essere consistenti, non sarebbero assolutamente dannosi per il territorio e l'ambiente. E, anzi, favorirebbero ulteriormente le attività economiche locali.

Peraltro, laddove fosse attivato il collegamento con la nostra Metro, Vietri e la Marina potrebbero divenire meta privilegiata di tanti concittadini, noi compresi, in cerca di aria e di sole, senza considerare i maggiori flussi turistici indotti dalla accresciuta qualità dell'accoglienza.

Sui lavori in corso non abbiamo aggiornamenti e nulla sappiamo sulla data del loro completamento. Così come nulla sappiamo sulle caratteristiche dell'ascensore.

In ogni caso, noi auspichiamo che sia possibile avviarne l'impiego in tempi brevissimi e riteniamo che sia utile attivare, contemporaneamente, un servizio pubblico di discesa a mare mediante piccoli bus elettrici, o alimentati a metano, ovvero mediante auto scoperte, munite di tendalino, come a Capri.

Pensiamo, poi, che sia necessario incrementare le aree di sosta al di fuori del centro e, a tal fine, trasformare in parcheggio l'ampio terreno incolto posto a fianco della Stazione Ferroviaria. Con un unico biglietto, il visitatore potrebbero acquisire tutte le utilità.

Intanto, è stata recentemente diffusa la notizia dello stanziamento di fondi regionali per la progettazione del successivo trasporto meccanico di discesa fino alla Marina.

Noi pensiamo che questa non sia un'opera particolarmente complessa atteso che impianti della specie, sia funicolari, sia funivie, sia seggiovie, sono ormai costruiti con tecniche avanzatissime che consentono di affrontare ogni difficoltà legate alle asperità del terreno o alle condizioni climatiche. E riteniamo, quindi, che il vettore possa essere realizzato in tempi abbastanza ristretti.

Sotto il profilo dei costi, se è vero che l'impegno può essere elevato e che le disponibilità pubbliche possono non essere adeguate, è altresì vero che la maggior parte di tali impianti viene realizzata con la formula del project-financing e che sarebbe agevole trovare operatori privati interessati a costruire e amministrare il vettore per un concordato numero di anni.

Senza allontanarsi troppo, basta pensare agli impianti di risalita sulle piste da sci di Roccaraso, costruiti e gestiti con grande competenza e soddisfazione economica.

Siamo convinti che solo "mettendo ordine" con queste indispensabili opere Vietri possa acquisire la sua giusta dignità e un livello di apprezzamento analogo a quello di altre realtà della Costiera avendo non minori ricchezze ambientali e potendo contare, anzi, sui prodotti dei suoi maestri artigiani.

In tal senso, la sua vicinanza alla Città potrebbe apportarle grandi benefici.

Perché potrebbe divenire meta di passeggiate a piedi, a partire dall'Olivieri, ove mai si pensasse di trasformare quel tratto di strada in un cammino di grande qualità urbana e di promozione dell'arte locale con muretti decorati, panchine in ceramica, illuminazione e arredo a tema.

Un percorso che sarebbe alimentato anche dai flussi turistici perché raggiungibile agevolmente con l'ausilio di un vettore di risalita da realizzare in prossimità del porto.

Siamo consapevoli che, per quest'ultima opportunità, sia necessaria una preliminare, ampia, riflessione su quali debbano essere le modalità più proficue di utilizzo dell'area portuale, oggi impraticabile ai più perché divenuta luogo di manovra e di transito del traffico pesante legato alle preponderanti finalità commerciali dello scalo. Sull'argomento ci siamo intrattenuti più volte (salernonotizie.it 19/04/17 - 11/10/17 - 24/01/18 - 31/01/18 - 07/02/18).

In ogni caso, noi pensiamo che abbandonare al degrado un'area di così grande interesse paesaggistico non sia una scelta vantaggiosa per il benessere della comunità, per il suo futuro, per la sua immagine, per la sua dignità e per la qualità della vita di tutti.

E pensiamo, anche, che un programma di concreta collaborazione con Vietri e la sua Marina, puntando su progetti comuni di valorizzazione della costa, del mare, della cultura, della tradizione, possa costituire una fantastica opportunità di crescita per entrambe le comunità. Ancor più proficua perché coerente con territorio e ambiente e rispettosa della coesione sociale.

Sarebbe una scelta razionale ma espressione di un grande sentimento di comune appartenenza e, quindi, di amore.

Abbiamo bisogno di più amore.

Associazione Io Salerno

e.mail: associazione.iosalerno@gmail.com

pagina fb: Associazione io Salerno

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 105323104

Storia e Storie

Minori, festa a sorpresa per i futuri sposi Antonio e Claudia: oggi il fatidico "sì" nella Basilica

La notte prima delle nozze non si scorda mai. C'è chi la vive con un po' di ansia e c'è chi la vive con gioia, come nel caso di Antonio Iuliano e Claudia Minerva. Alla coppia è stata organizzata ieri sera una festa a sorpresa a Minori. Ad allietare la serata il cantante Lello Marino con la classica serenata...

Da Corfù alla Costiera Amalfitana: ecco la nave da crociera inaugurata 38 anni fa da Lady Diana

E' arrivata di buon mattino in Costiera Amalfitana, proveniente dalla Corfù, la lussuosa nave Artania, appartenente alla flotta della compagnia Phoenix Reisen. La nave, alle 6, era nella rada di Amalfi, mentre intorno alle 13 si avvicinava a Maiori. La Artania, che naviga attualmente sotto bandiera delle...

Quel terribile 9 maggio 1978. L'assassinio di Aldo Moro

di Sigismondo Nastri Il cadavere di Aldo Moro, assassinato dalle Brigate Rosse, fu fatto trovare il 9 maggio 1978 nel vano bagagli di un'auto - una Renault 4 rossa - parcheggiata a Roma, in via Caetani, nei pressi delle sedi della Dc e del Pci. Aldo Moro - ha scritto la figlia Agnese - "non si stancò...

Ventiquattro anni fa a Sarno la tragica alluvione che causò 137 morti: inaugurata mostra permanente per non dimenticare

A Sarno tra il 5 e il 6 maggiodel 1998 si consumò una delle più grandi tragedie italiane. Un'alluvione che coinvolse altri comuni limitrofi come Bracigliano, Siano e poi comuni di altre province come Quindici e San Felice a Cancello. In tutto ci furono 160 morti, di cui 137 solo a Sarno, con tremila...

A Maiori una scultura in memoria del giovane Carabiniere Francesco Calabretti

Sono passati più di dieci anni ma il ricordo vive ancora nel dramma di un incidente ancora oggi per noi inspiegabile. Si stava recando al lavoro Francesco Calabretti, giovane carabiniere originario di Taranto, in forza al nucleo radiomobile della Compagnia di Amalfi, quando un terribile incidente stradale...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.