Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 27 minuti fa S. Ireneo martire

Date rapide

Oggi: 15 dicembre

Ieri: 14 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieUnisa: in esposizione i reperti di Villa Rufolo

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Storia e Storie

Unisa: in esposizione i reperti di Villa Rufolo

Scritto da Emiliano Amato (redazione), lunedì 26 gennaio 2009 20:35:58

Ultimo aggiornamento lunedì 26 gennaio 2009 20:35:58

"Villa Rufolo a Ravello. Una finestra sul Mediterraneo" è il titolo della mostra che da martedì 27 gennaio e fino a venerdì 30, resterà fruibile al pubblico presso l’area espositiva antistante le Presidenze di Lettere e Filosofia, Scienze della Formazione e Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Salerno. L’iniziativa, frutto di una brillante intuizione della docente

di Laboratorio di Archeologia Medievale Rosa Fiorillo, è volta a dare conto alla comunità scientifica dell’Ateneo salernitano delle attività che gli studenti di Scienze dei Beni Culturali svolgono all’interno del Laboratorio per l’Archeologia Medievale "N. Cilento".

"Le diverse competenze acquisite dagli studenti in questi anni – spiega la Fiorillo- sono state finalizzate alla ideazione e comunicazione di un progetto di promozione del patrimonio artistico e culturale che ha come interprete il materiale archeologico proveniente dalle indagini condotte dal prof. Paolo Peduto, nella prima metà degli anni ‘90, nella villa patrizia dei Rufolo a Ravello".

Gli scavi di Villa Rufolo hanno restituito 102.093 frammenti di ceramica tra cui si contano 4926 invetriate dipinte e 948 protomaioliche, databili tra il secolo XIII ed il successivo. Si tratta per lo più di produzioni locali, dell’area campana, ma non mancano anche importazioni dalla Puglia e dalla Sicilia e da regioni più lontane. Tracce di commerci su più lunga distanza sono testimoniate da frammenti di un bacino a pasta bianca con invetriatura bianca e decorazioni in blu cobalto, di probabile produzione irachena, collocabile al secolo X e da un frammento di una fiasca dalla pasta giallo chiara con decorazione a rilievo, ricoperta da vetrina bianca, ancora una volta attribuibile a produzioni irachene databili tra l’XI e il XIII secolo. Contatti con l’Iraq e la Persia sono di nuovo attestati mediante la ceramiche realizzate a stampo. Si tratta di tre frammenti di invetriate in verde sia all’interno che all’esterno, con decorazione a rilievo molto marcato sotto vetrina. Anche la ceramica del tipo Raqqa con rivestimento in vetrina azzurra su pasta bianca è ben presente a Ravello e numerosi sono anche gli esemplari dal corpo in pasta silicea bianca con invetriatura alcalina azzurra.
Gli scavi effettuati in varie zone della Villa Rufolo tra il 1990 ed il 1995 consentono di delineare un quadro un po’ più ampio rispetto a quanto acquisito dalla storiografia tradizionale circa i commerci degli Amalfitani i quali, attraverso numerose famiglie patrizie, furono tra i fautori della corona angioina. Dopo la conquista del regno, Canto I d'Angiò riconobbe i meriti di questi signori favorendone, mediante l’assegnazione di cariche pubbliche, un elevato potere. Ma, nonostante l’adesione politica verso i nuovi regnanti, i patrizi amalfitani manifestarono quasi sempre la loro ricchezza attraverso scelte formali che sapevano d’Oriente – tant’è che i loro palazzi venivano costruiti sui modelli dei califfi - in contrasto con le novità del gotico d’Oltralpe. Nelle suppellettili questo contrasto appare ancora più evidente per la presenza di numerosa ceramica proveniente dal Nordafrica e dalla regioni islamizzate, testimoni autorevoli dell’opulenza mercantile della famiglia ravellese menzionata finanche dal Boccaccio nel Decameron.

Attraverso il laboratorio "Comunicare l’archeologia" gli studenti dell’ateneo salernitano hanno potuto realizzare in prima persona tutte le fasi di un allestimento museale, partendo dallo studio del contesto fino alla documentazione grafica finalizzata all’esposizione. L’esperienza può essere così intesa come tirocinio per l’impiego in futuro di tali competenze nel mondo del lavoro.

Intanto dalla Città della Musica il sito web di Villa Rufolo www.villarufolo.it non riporta cenno alcuno della prestigiosa iniziativa che certamente avrebbe meritato maggior risalto.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...

Luce e realismo nella pittura napoletana dell’Ottocento

di Paolo Spirito Ci sono due appunti nel taccuino di Giuseppe De Nittis, pubblicato nel 1894 a Parigi col titolo di "Notes e Souvenirs" e poi in Italia nel 1964 come "Taccuino 1870/1884", che meglio di qualunque altra espressione riassumono, attraverso la viva voce del pittore, la consapevolezza acquisita...

"Sant'Andrea, 'a neva 'mporéa”, gli antichi detti amalfitani legati alla festa patronale

di Sigismondo Nastri La festa patronale del 30 novembre ad Amalfi apre la porta al cambio di stagione. Infatti, un vecchio proverbio insegna: "Sant'Andrea, 'a neva 'mporéa". Cioè (come lo interpreto io): "Sant'Andrea, la neve in grembo". Sarà vero? Questa espressione, 'mporéa, è tipicamente amalfitana....

In ricordo di Alfonso Baccaro, servo della Patria

di Rita Di Lieto Alfonso Baccaro, agricoltore, nato a Maiori il 9 ottobre 1916, ha lasciato di sé un ricordo di persona sensibile, cordiale, disponibile. Già centenario, ha messo per iscritto i ricordi della sua vita militare e della sua penosa e movimentata vita da prigioniero, prima dei Tedeschi e...