Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieTurismo religioso in Costiera Amalfitana: le chiese di Cesarano e Polvica a Tramonti

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Storia e Storie

Turismo religioso in Costiera Amalfitana: le chiese di Cesarano e Polvica a Tramonti

Scritto da (ilvescovado), sabato 15 ottobre 2016 12:21:47

Ultimo aggiornamento sabato 15 ottobre 2016 14:38:15

di Giuseppe Liuccio

Nella Costiera, anzi nella "montiera", d'Amalfi c'è uno straordinario punto di osservazione in grado di scaricare emozioni che terremotano cuore, anima e pensieri. Si tratta del Monte Cerreto che tra Tramonti e Ravello, si erge maestoso nei 1300 metri della cima scabra e quasi lunare nell'assenza di vegetazione. Dà, però, brividi di piacere nella scoperta del bosco e, soprattutto, del sottobosco con la ricchezza e la varietà della vegetazione nel caleidoscopio cangiante dei colori e nella intensità dei profumi, soprattutto in questa stagione autunnale. Di lassù ti si para dinanzi, luminoso di grazia e di bellezza, lo spettacolo di tutti e tredici i borghi di Tramonti che dal Valico di Chiunzi arabescano di case chiese e campanili la vallata che caracolla a sbalzi fin giù al mare.

Tredici villaggi con altrettante parrocchie: dal Cerreto nasce il torrente Satrono, che lungo il corso s'ingrossa con l'apporto d'acqua di altri torrenti e, via via, prende forma portata e dignità di fiume e con il nome di Reginna sfocia nel mare di Maiori.
Le origini di Tramonti, cittadina che supera i 4.000 abitanti, non sono certe. Secondo quanto afferma lo storico Camera "L'istoria è muta, anche se non senza fondamento si può attribuire l'origine di questo borgo agli espulsi e dispersi Picentini, i quali, rimasti combattuti e fugati dai romani, furono costretti a cercare ricovero nelle vicine borgate": della stessa idea è anche il Cerasuoli.

Il villaggio di Cesarano, la cui fondazione si fa risalire IV - V secolo a.C. fu per molto tempo propugnacolo principale di Tramonti e, come tale, dovette sostenere la guerra contro i principi Durazzeschi ed Aragonesi di Napoli. La popolazione andò man mano crescendo, si sparse per il vasto territorio di montagna, "intra montes, il quale venne diviso in villaggi. E proprio da Cesarano ha inizio l'escursione di oggi. Sorge in bella posizione panoramica con alle spalle il monte Cerreto a far da quinta e di fronte il monte Finestra che anticipa il territorio di Cava, come d'altronde, l'Avvocata, con un noto santuario, dove i devoti di Maiori in modo particolare, ma quelli dell'intera Costiera in generale si recano in pellegrinaggio la domenica di Pentecoste. Più in là si erge maetoso con i suoi altari di pietra il Monte Falerzio, dove la fantasia popolare ha individuato sullo sperone accidentato, il moro addormentato dirupante nella gloria della luce sul mare cristallino di Capodorso.

A parte la storia avvincente e la bellezza del panorama che spazia a perdita d'occhio dai monti al mare tra pianori, petti di colline e vallate festanti di vigneti e limoneti, che riecheggiano la musica dei campanacci delle mandrie alla pastura brada, il villaggio dispone di una bella ed accogliente Chiesa Parrocchiale, dedicata alla Madonna Assunta, a tre navate e con un ampio sagrato spalancato sulla vallata fecondata dal torrente Satrono. Il viaggio è il posto ideale per una scampagnata fuori posta, anche per adempiere al precetto della messa domenicale, consumare un pasto con famiglia al seguito a prezzi competitivi, in una delle trattorie che non mancano e che garantiscono squisiti prodotti tipici, trecce, provole, funghi e fumanti pizze, innaffiati da un robusto "tintore" e concedersi, dopo, una passeggiata con il pizzicore dell'aria frizzante di aromi alle narici e visitare le case-botteghe degli ultimi cestai per portarsi a casa un souvenir dell'artigianato locale, che profuma ancora di giovani virgulti di castagno utilizzati negli intrecci. Ma la passeggiata può continuare a Polvica, a pochissimi chilometri di distanza, anche per avere notizie precise di una bella pagina di storia del territorio.

Polvica è la frazione più importante di Tramonti. Qui ha sede il Municipio, qui si svolge il corteo storico per rievocare il Privilegium concesso a Tramonti dal Re Ferrante.
Il Corteo Storico rievoca, appunto, la devozione dei Tramontani alla Casa Reale d'Aragona nel secolo XV. I figuranti dei tredici casali sfilano lungo un percorso centralizzato, intorno all'antica sede del Sedile del Popolo di Tramonti, ubicato nei pressi della Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista, ove un tempo aveva la residenza la municipalità tramontana. Nel Settecento proprio sulla parete della chiesa parrocchiale, fu murata una lapide commemorativa che recita testualmente: Dio Ottimo Massimo / Qui i Nobili Uomini di Tramonti /Come re Ferdinando li dichiarò e decorò / Si Radunano e Siedono per gli Affari della Patria / Anno domini 1461.

Polvica, poi, ospita il bellissimo convento di San Francesco, fondato nel 1474 alle falde del Colle di Santa Maria. Fu fatto costruire da Matteo D'Angelo. Si sviluppa essenzialmente su tre livelli e vanta un grande chiostro. La Chiesa presenta una sola navata e l'ingresso è dominato in alto da un settecentesco coro ligneo e da due sarcofagi posti di lato. Il sarcofago di destra racchiude le spoglie di Ambrogio Romano, vescovo di Minori nel 1509; quello di sinistra conserva le reliquie di Martino De Majo, vescovo di Bisaccia e Bisceglie tra il 1475-87. Lungo entrambi i lati della navata vi sono degli altarini ciascuno con nicchie, ospitanti statue di Santi. Sull'altare maggiore vi è il trono marmoreo di San Francesco.

Ma sono ancora tante le sorprese che ci riservano le frazioni di Tramonti, soprattutto nella parte bassa del vasto territorio. Saranno l'argomento del prossimo viaggio/escursione alla scoperta Paterno Sant'Elia e Sant'Arcangelo. Bellissima la chiesa di Paterno Sant'Arcangelo con la monumentalità della scalinata in pietra: ardita, aerea, "panoramicissima", sovrastata da un imponente campanile a pianta quadrangolare, con e con sorprese tutte da scoprire a gonfiare il cuore di emozioni incontenibili.

liucciogiuseppe@gmail.com

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

La Costituzione compie 70 anni, in vigore dal 1° gennaio 1948

La nostra Carta Costituzionale compie settant'anni. Firmata il 27 dicembre del 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell'Assemblea Costituente, dall'allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, in una sala di Palazzo Giustiniani è entrata in vigore il primo gennaio del 1948 con i suoi 139 articoli...

Il Natale di tutti

di Antonio Schiavo Come al solito, come ogni anno: la mattina del 23 dicembre ci si accorgeva che mancavano ‘e pagliente (il muschio). Tutto era già a posto: papà , novello Luca Cupiello, aveva passato tutta la sera precedente ad aggiustare una serie di lampadine a pisellini che, ormai già piazzata in...

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

di Sigismondo Nastri Fu durante la seconda guerra mondiale che i tedeschi prima e gli alleati poi estesero l'uso dell'albero di Natale anche da noi. Ma i tedeschi l'avevano già esportato in Inghilterra a metà ottocento, con il corollario delle decorazioni da appendere ai rami: fiori di carta, mele, frutta...

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...