Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieTramonti e le sue chiese: testimonianza di arte e fede

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Storia e Storie

Tramonti e le sue chiese: testimonianza di arte e fede

Scritto da Annamaria Parlato (Redazione), domenica 10 marzo 2013 08:27:41

Ultimo aggiornamento domenica 10 marzo 2013 08:27:41

di Annamaria Parlato* - Tramonti paese montano della Costiera Amalfitana, il cui nome deriverebbe da intra montes cioè terra tra i monti, è situato in una delle verdi vallate dei Monti Lattari, accessibile dal mare o attraverso il Valico di Chiunzi. Con le sue tredici frazioni e i suoi castagneti, uliveti, vigneti, la sua origine, secondo lo storico Cerasuoli, è legata ai Picentini, che assieme agli Etruschi qui si rifugiarono attorno al 200 a.C. per sfuggire ai Romani.

La storia di Tramonti è legata a quella di Amalfi al tempo delle Repubbliche Marinare, alla quale forniva il pregiato legno per la costruzione delle imbarcazioni, utilizzate nei commerci. Difese Amalfi dal longobardo Arechi II e dall'ambizioso Sicardo, duca di Benevento, sino alla sua ascesa nell'839 d.C. La ricchezza del borgo si rispecchia ancor oggi nelle innumerevoli Chiese esistenti e nei numerosi edifici nobiliari.

Ma quando nel 1127 Amalfi incominciò a subire delle perdite in seguito all'invasione Normanna, anche Tramonti ne risentì, difendendo invano il territorio con la guarnigione del Castello di Montalto, che cadde insieme al Castello di Ravello. Polvica la sua frazione principale, centro amministrativo del territorio, ospita il bellissimo convento di San Francesco, fondato nel 1474 alle falde del Colle di Santa Maria. Fu fatto costruire da Matteo D'Angelo di Tramonti e nel corso dei secoli ha subito diverse trasformazioni. Si sviluppa essenzialmente su tre livelli e vanta un grande chiostro.

Gestito dai Francescani, inventori tra l'altro del famoso Concerto, un rosolio i cui ingredienti sono erbe e spezie, è tutt'oggi anche struttura ricettiva. La Chiesa presenta una sola navata e l'ingresso è dominato in alto da un settecentesco coro ligneo e da due sarcofagi posti di lato. Il sarcofago di destra racchiude le spoglie di Ambrogio Romano, vescovo di Minori nel 1509; quello di sinistra conserva le reliquie di Martino De Majo, vescovo di Bisaccia e Bisceglie tra il 1475-87. Lungo entrambi i lati della navata vi sono degli altarini ciascuno con nicchie, ospitanti statue di Santi.

Sull'altare maggiore vi è il trono marmoreo di San Francesco e gli affreschi che sono posti ai lati raffigurano San Giovanni da Capestrano e San Leonardo da Porto Maurizio. Il soffitto conserva decorazioni di Raffaele Severino, artista attivo a Caiazzo nel XIX secolo e del Bocchetti, con la Morte di Santa Chiara, l'Indulgenza della Porziuncola, la Morte di San Francesco. Nella frazione di Pucara merita di essere citata la Chiesa di Sant'Erasmo, forse il più antico insediamento tramontino, riaperta dopo un lungo lavoro di restauro durato circa tre anni.

A Sant'Erasmo che fu vescovo e martire, i cui devoti in Campania sono soprattutto i marinai, viene dedicata una festa ogni anno che si celebra il 2 giugno e la Chiesa risale al XV secolo. Sorge laddove anticamente vi era la Chiesa della confraternita di Santa Maria Maddalena, immersa tra terrazzamenti di agrumeti. Il portale in pietra è composta da due colonne scanalate e finemente lavorate, poggianti su basamenti a loro volta decorati e recanti in basso la data 1600. L'interno è a navata unica ma a croce latina. Una pala risalente al Cinquecento è collocata dietro l'altare maggiore, mentre delle importantissime tele attribuite a Luca Giordano non si ha più traccia. Se si scende al piano sottostante il salone vi è un locale un tempo adibito a sepolture dalla congrega.

Qui sono visibili le "cantarelle" o seditori, ovvero sedili scavati nel tufo su cui venivano deposti i defunti ad essiccare. La Chiesa viene aperta soprattutto durante le celebrazioni, ma coloro i quali fossero interessati a visitarla possono contattare direttamente il parroco. A Paterno Sant'Arcangelo, altra frazione di Tramonti, posta vicino Montalto dove sorgeva un Castello, a distinguersi è la Chiesa dell'Ascensione in stile romanico.

Questa Chiesa è divenuta parrocchia in seguito alla completa distruzione durante il sisma del 1980, della Chiesa di San Michele Arcangelo. Una scalinata in pietra introduce l'ingresso in Chiesa, sovrastata da un imponente campanile a pianta quadrangolare. La Chiesa è a volta a botte, risalente al IX-X secolo, presenta una sola navata con cappelle laterali. Il campanile invece si sviluppa su quattro piani, di cui il primo è scavato nella roccia, i due intermedi sono costituiti da monofore e bifore, l'ultimo a forma ottagonale culmina a piramide. La Chiesa dell'Ascensione è visitabile previo accordo telefonico.

Il patrimonio artistico e architettonico di Tramonti è vastissimo e questi sono solo alcuni degli esempi di come la Divina Costiera sia l'emblema e scrigno prezioso di una terra ricca di tradizioni, storia, beni culturali e prodotti enogastronomici conosciuti in tutto il Mondo.

*Storico dell'arte, Libero professionista del settore culturale, titolare di PAMART - Consulenza e Progettazione culturale

www.pamart.it

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

La Costituzione compie 70 anni, in vigore dal 1° gennaio 1948

La nostra Carta Costituzionale compie settant'anni. Firmata il 27 dicembre del 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell'Assemblea Costituente, dall'allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, in una sala di Palazzo Giustiniani è entrata in vigore il primo gennaio del 1948 con i suoi 139 articoli...

Il Natale di tutti

di Antonio Schiavo Come al solito, come ogni anno: la mattina del 23 dicembre ci si accorgeva che mancavano ‘e pagliente (il muschio). Tutto era già a posto: papà , novello Luca Cupiello, aveva passato tutta la sera precedente ad aggiustare una serie di lampadine a pisellini che, ormai già piazzata in...

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

di Sigismondo Nastri Fu durante la seconda guerra mondiale che i tedeschi prima e gli alleati poi estesero l'uso dell'albero di Natale anche da noi. Ma i tedeschi l'avevano già esportato in Inghilterra a metà ottocento, con il corollario delle decorazioni da appendere ai rami: fiori di carta, mele, frutta...

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...