Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Emilia vergine

Date rapide

Oggi: 17 febbraio

Ieri: 16 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie“Torna a Surriento”: diario dal Giro (FOTO)

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Storia e Storie

Giro d'Italia, Sport, Ciclismo

“Torna a Surriento”: diario dal Giro (FOTO)

lo sport più appassionante del mondo

Scritto da (admin), lunedì 6 maggio 2013 16:48:17

Ultimo aggiornamento venerdì 11 gennaio 2019 19:22:45

Oggi era una di quelle giornate segnate sul calendario da mesi, da quando in autunno fu annunciato il percorso del Giro 2013. Sono passati la bellezza di sei anni (2007) dall'ultima volta che ho avuto occasione di recarmi alla partenza di una tappa: all'epoca andai a Salerno, in quella che fu la quarta frazione. Con lo stesso entusiasmo di allora ma qualche anno in più, ho deciso fin da settembre che oggi non potevo mancare e, felice come un bambino all'ingresso del parco giochi, mi sono organizzato. Vista l'annunciata chiusura della strada ho deciso di partire presto, in modo da arrivare a Sorrento con largo anticipo rispetto allo start. Non sono ancora le sette quando, con il mio zainetto e la macchina fotografica, salgo sul pullman verso Amalfi, rammentando per strada quel percorso fatto negli anni delle scuole superiori, ricordo anch'esso che inizia a sbiadirsi. Ci sono poche persone in giro, a parte qualche lavoratore che comincia la sua abituale settimana. Il viaggio si svolge senza intoppi, arrivo a Sorrento poco prima delle nove: c'è anche il tempo per fare colazione. Speravo di trovare qualche altro appassionato, lungo il cammino, che venisse dalla Costiera e si unisse a me: nonostante abbia chiesto compagnia a più persone nei giorni precedenti, sono rimasto solo. Del resto, devi essere davvero accanito per svegliarti presto e fare decine di chilometri per vedere la partenza di una corsa ciclistica che interessa molto meno dei vari campionati calcistici. Una delle difficoltà più grosse, nei giorni passati, è stata quella di dare spiegazioni a chi chiedeva "Ma che vai a fare a Sorrento se il Giro passa a Maiori?": vado a vedere la partenza, che è cosa diversa perché è più semplice incontrare i corridori, avere autografi e fare tante belle foto rispetto ad un mero passaggio che dura, nell'ipotesi migliore, dieci minuti.

Arrivo al villaggio montato nella piazza principale di Sorrento: non c'è tanta gente, forse anche perché sabato scorso la corsa rosa partiva da Napoli e gli abitanti dei paesi vicini si saranno recati a piazza Plebiscito.
Dopo un giretto fra i vari stand degli sponsor, riesco a piazzarmi proprio vicino all'arco sotto cui passano tutti i ciclisti per andare al foglio firme: che fortuna! Intanto i ragazzi e le ragazze della carovana distribuiscono gadget e, ovviamente, ci si arraffa per prendere ciò che lanciano. Il "bottino" è accettabile ma non ottimale: una calamita della Rio Mare, una manona di R101 e un campanello per la bici, cappellini e portachiavi finiscono altrove.
Un'ora prima dello start inizia la carrellata di campioni: i duecentosette uomini in gara arrivano progressivamente per firmare sul palco dove, ormai da tempo, il presentatore parla a ripetizione, intrattenendo il pubblico nell'attesa. Ecco Nibali, Pozzato, Pozzovivo, Wiggins, Evans, Cavendish, Goss, gli eterni Paolini e Garzelli. I ciclisti dedicano diverso spazio ai tifosi e anche oggi non si sottraggono, denotando una certa generosità negli autografi. C'è anche qualcuno di loro, sconosciuto ai più, che prova a mettersi in luce proponendosi per foto o autografi. Fra questi ecco Oscar Gatto che riconosco solo io, unico furbo del mucchio di tifosi accalcati lungo le transenne ad essersi appuntato i dorsali su un foglio: il corridore si gira quasi sorpreso e viene a stringermi la mano.
Il tempo vola, scattano le 11.40 e la gara puntualmente parte, attraversando per i primi chilometri le strade cittadine prima di involarsi verso la Costa d'Amalfi e iniziare la picchiata verso sud, fino a Marina d'Ascea dove è posto l'arrivo.
Non resta che salire sul primo pullman disponibile e tornare a casa, felice per un giorno atteso da tanto che merita quanto meno di essere raccontato.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Don Lorenzo Mansi: 49 anni fa moriva il Sindaco di Ravello. La proposta di intitolazione di una strada

di Silvano Polvani* Era il 16 febbraio del 1971 quando Lorenzo Mansi, don Lorenzo, cessò di vivere. "La salute di Don Lorenzo, come è descritto nella cronaca del volume 'Don Lorenzo Sindaco di Ravello' da tempo dava segnali di forte preoccupazione e sembrava volgere al peggio. Nonostante le sue condizioni...

Quando la speranza è tutto ciò che resta. Una commovente storia a lieto fine

di Mariarosaria Pisacane Quello tra medico e paziente è un rapporto complesso basato sostanzialmente sulla fiducia e sull'empatia che viene a instaurarsi. Gestire il difficile rapporto con un genitore sopraffatto dall'angoscia di ricevere notizie negative sullo stato di salute del proprio bambino, impone...

Tre anni fa ci lasciava Armando Di Palma. Giovedì Messa di suffragio

Sembra solo ieri, eppure sono già passati tre anni da quel triste lunedì di febbraio in cui il caro Armando lasciava la sua vita terrena. Giovedì 13 febbraio, alle 18:00, nella Basilica di Santa Trofimena a Minori sarà celebrata una Santa Messa di suffragio per il terzo anniversario dalla perdita del...

Padre Bonaventura Mansi, il ravellese che salvò Assisi dalle bombe

di Emiliano Amato Ravello guarda con occhio sempre attento al cuore della francescanità, perchè legata fedelmente alla figura di San Francesco d'Assisi che nel XIII secolo, pellegrino ad Amalfi sulla tomba dell'Apostolo Andrea ivi traslate da Costantinopoli nel 1208, si recò presso il rione Ponticeto...

Ciao Peppe, amico indimenticabile coi capelli lunghi, il basso luccicante e l’aria da "Teddy Boy" americano

di Eddie Oliva Carissimo Peppe, bellissimo amico di gioventù fonte di ispirazione... Ebbene voglio confessare che anche se la passione per la musica mi è stata regalata dai miei numerosi fratelli. Il vero incontro con la musica pop o beat come si chiamava allora per me è avvenuta al Garden Bar di Ravello...