Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 minuti fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieSuccesso delle opere del Museo del Corallo al Mirabilia Coralii

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Storia e Storie

Successo delle opere del Museo del Corallo al Mirabilia Coralii

Scritto da Emiliano Amato (redazione), mercoledì 14 gennaio 2009 11:19:14

Ultimo aggiornamento mercoledì 14 gennaio 2009 11:19:14

Grande successo e alta affluenza di pubblico alla mostra di Torre del Greco "Mirabilia Coralii. Capolavori barocchi in corallo tra maestranze ebraiche e trapanesi", che continua a richiamare centinaia di visitatori. Dal 20 dicembre scorso oltre 500 le presenze giornaliere registrate al Palazzo Vallelonga, sede della rassegna che, fino al 1 febbraio prossimo, continuerà ad esporre oltre 60 opere,

tra arredi sacri, gioielli ed oggetti rari e preziosi.

Tutti provenienti da importanti collezioni pubbliche e private, testimonianze autentiche del periodo d’oro dell’arte del corallo in Sicilia tra XVI e XVIII secolo e delle reciproche influenze di maestri locali ed ebrei.

Durante l’influenza barocca infatti, il noto valore simbolico apotropaico attribuito alla materia corallina viene esaltato dalla grande capacità e maestria di artigiani e orafi in manufatti ricchi di decorazioni preziose: ostensori, capezzali, acquasantiere, paliotti d’altare e trionfi allegorici, gioielli, risplendono del color sangue dell’ oro rosso che ha una vita anche quando viene strappato alla vita.

Grazie ai prestiti della Galleria Regionale della Sicilia - Palazzo Abatellis e della Fondazione G. Whitaker (Palermo), del Museo Regionale Agostino Pepoli (Trapani), del Museo Liverino (Torre del Greco), del Museo di Arte Sacra del Convento di San Vito (Vico Equense), del Museo Duca di Martina e del Museo di San Martino (Napoli), insieme a collezioni private di Marsala, Palermo e Ravello, è stato possibile ripercorrere la grande stagione barocca della produzione in corallo di vere e proprie opere d’arte.

Naturalmente la Città della Musica è stata eccellentemente rappresentata dal Museo del Corallo del maestro Giorgio Filocamo, con una Madonna ed un Crocifisso (foto), entrambi del XVII secolo. Singolare è quest’ultimo pezzo, a partire dal capo del Cristo, inclinato a destra, quando l’iconologia tradizionale lo vuole sul lato sinistro.

Analogo il crocifisso attribuito a Michelangelo recentemente esposto a Roma che mostra proprio questa particolarità. Non sarà sfuggito poi, ai più attenti e sensibili al fascino della scultura, rimasta inalterata nel tempo, lo spasmo con cui è fissato l’attimo tra l’alfa e l’omega, la vita e la morte, che continuerà a dare nuova vita. Quest’opera, con le altre di eguale fattura, testimonia come il corallo diventa, a partire dal tardo Seicento, materia per forgiare composizioni artistiche complesse, che dialogano perfettamente con le arti maggiori.

E tutto sommato è questo lo spirito che dal 1986 anima Giorgio Filocamo, maestro corallaro nonché titolare del museo di opere d’arte e della bottega di piazza Vescovado a Ravello. Napoletano del quartiere Chiaia-San Lorenzo, ma discendente di una famiglia di antica tradizione corallara siculo-napoletana, all’età di 11 anni si avvia alla professione di corallaro e cameista presso il laboratorio del maestro Pasquale Capone di San Giorgio a Cremano. In pochi anni Giorgio diviene specialista nel restauro di opere in corallo, cammei e conchiglie, ma passione e maestria gli vengono tramandate dal nonno materno Guglielmo Letizia, abile corallaro napoletano di ceppo ebraico, dal quale eredita molte delle numerose opere d’arte che, dal 1986, sono esposte al pubblico nel noto Museo del Corallo divenuto, in ventitré anni, continuo attrattore di personalità del mondo della cultura e della politica internazionale. E, sicuramente, ulteriore vanto per Ravello.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Quando Mons. Angelo Roncalli (futuro Papa Giovanni XXIII) inciampò sulla scalinata del Duomo di Amalfi

di Sigismondo Nastri Oggi ricorre in calendario San Giovanni XXIII, l'indimenticato pontefice che, unendo calore umano, buon umore e gentilezza al magistero dottrinale, conquistò l'affetto di tutto il mondo cattolico e l'ammirazione dei non cattolici. Pochi sanno di una presenza ad Amalfi, sia pure fugace,...

Alfredo, “il doge di Amalfi” partito per la Repubblica celeste

di Giuseppe Gargano Alfredo, "il doge di Amalfi", è partito per la Repubblica celeste, dove continuerà a reggere, col suo sorriso smagliante e le sue mani aperte al mondo mediterraneo, la pace e l'equilibrio tra gli Amalfitani d'ogni tempo. In quell'Eden dal cielo perennemente "azzurro Amalfi" è stato...

I nostri nonni: gli ultimi testimoni di un mondo antico che non c’è più

diDonato Sarno A tutti noi capita di avere contatti o di incontrare persone ultraottantenni, in salute più o meno buona: a seconda dei casi, può trattarsi di genitori, di parenti, di affini, di vicini, di amici e di semplici conoscenti. Non sempre però riflettiamo sul fatto che queste persone hanno un...

21 luglio 1895: quell'esposizione speciale del Crocifisso di Scala

di Salvatore Amato Nell'estate nel 1895, la principale coltura agricola della Costa d'Amalfi era duramente compromessa da un terribile flagello. I vigneti che disegnavano l'ambiente naturale e antropico erano stati colpiti dalla peronospora, una malattia giudicata più dannosa della filossera, la cui...

Santa Chiara compatrona di Ravello

di Salvatore Amato Il 17 agosto 1637, Severino Puccitelli, predicatore barnabita che nella religione aveva assunto il nome di Celestino, veniva promosso alla diocesi di Ravello-Scala, guidata fino alla morte sopraggiunta nel 1642. Nel corso del suo breve ministero pastorale riuscì a celebrare anche un...