Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 36 minuti fa S. Viviana vergine

Date rapide

Oggi: 17 dicembre

Ieri: 16 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieRavello il culto dei Santi Pietro e Paolo "alla Costa"

Pietà per i morti, rispetto per i vivi

Il Natale di tutti

Rinascita Ravellese: Di Martino illustra azione amministrativa di primi 18 mesi, Vuilleumier abbandona auditorium

Le salme di Vittorio Emanuele III e della Regina Elena portate in gran segreto in Italia

Da Original Marines Maiori per Natale in omaggio i giochi educativi Clementoni

Tramonti modello d'innovazione per smaltimento rifiuti, premio SMAU all'eccellenza nella Pubblica Amministrazione

Il Costa d'Amalfi torna alla vittoria: battuto il Sant'Agnello

«Stemma comunale usato per attacco politico» Vuilleumier ammonisce sindaco Di Martino e difende sua amministrazione

Maiori, beautycenter Bellessere si rifà il look: domenica 17 la riapertura

Da Facchinetti a Fogli, svelati i big di Sanremo 2018

Vento forte: a Pontone colonnina si stacca da campanile della chiesa, paura tra i residenti [FOTO]

Mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

Gli rubarono il Doblò: anche dalla Costiera colletta per restituire il sorriso ad Erasmo Amato

“Il sogno di Walt Disney” al Maiori Music Festival Christmas

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

Premio letterario Ravello Tales 2017 alla scrittrice inglese Lara Phillips

Ritirava e poi rivendeva i biglietti non obliterati, nei guai autista della Sita

Amalfi, Grand Hotel Convento seleziona 13 figure professionali per stagione 2018

Maiori, su bollette acqua Gatto replica a Del Pizzo: «Strutture non avevano nemmeno il contatore, oggi pagano»

Piano di Zona S2: nessun termine di scadenza per domanda Reddito Inclusione 

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Storia e Storie

Ravello, il culto dei Santi Pietro e Paolo "alla Costa"

Scritto da (Redazione), venerdì 29 giugno 2012 09:51:51

Ultimo aggiornamento lunedì 2 luglio 2012 07:58:50

In occasione della Solennità dei Santi Pietro e Paolo, celebrata anticamente a Ravello nella chiesa parrocchiale di San Pietro alla Costa, il dott. Salvatore Amato, storico ravellese, rende pubblica una descrizione settecentesca del luogo di culto, redatta dal parroco Fortunato Pisacane, a seguito delle disposizioni emanate dal Vescovo di Ravello e Scala, Biagio Chiarelli, nel 1745.

Archivio Vescovile di Ravello, Visite Pastorali, vol. II, cc. 861r-862v.

"Il titolo della Parrocchiale che si possiede dal sacerdote Don Fortunato Pisacane è di S. Pietro e Paolo, della di cui fondazione non se n'ha memoria.

Vi sono in essa Chiesa quattro altari. Il maggiore viene costrutto da una cona (dipinto) tutta indorata, al finimento di sopra vi è una pittura del Padre eterno, al di sotto vi sono l'effigie di Maria SS. in mezzo, dall'uno e l'altro l'effigie de' suddetti S. Pietro e Paolo, più di sotto e vicino all'altare vi sono effigiati i dodici Apostoli con l'immagine del SS. Salvatore; in detto altare vi è uno gradino indorato senza tabernacolo.

La lapide dell'altare è tutta di marmo consistente in un pezzo solo. Vicino detta cona vi sono quattro colonne, due di sopra e due di sotto. Nel suddetto altare fuori della messa Parrocchiale non v'è altro peso.

Vi sono due altri altari laterali al suddetto maggiore, l'uno verso mezzo quarto (a destra) sotto il titolo della SS. Vergine del Carmine, sospeso dall'Illustrissimi vescovi antecessori per non avere mantenimento; onde solo si riferisce che nella di cui cona, che similmente è tutta indorata vi sono l'effigie della SS. Vergine del Carmine, S. Cosmo e Damiano e del defunto Damiano Gonzalez (castellano della città agli inizi del Seicento) ed Adriana Fenice sua moglie che lo dotarono ed ora si sono perdute l'entrate in questa Città di Ravello.

L'altro verso Tramontana, similmente sospeso, la di cui Cona è tutta indorata e con l'effige di S. Francesco d'Assisi, San Francesco di Paola ed i dodici Apostoli.
L'altro dedicato all'Angelo Custode, che non è sospeso ed ave entrade non di che carlini 48 che sono all'intutto inesigibili per causa d'un soscielleto (bosco di carrube) lasciato a detto altare dal quondam (defunto) Andrea Manso alias mala cera, donationis titulo, e senza verun (nessun) peso; la cona di detto altare è pittata a color celeste con l'effigie dell'Angelo Custode che tiene l'anima per la mano, dietro alla quale v'è effigiato il demonio.

Detta Chiesa viene costrutta con atrio grande, che vien sostenuto da due colonne di marmo, due porte, una grande che corrisponde all'ala di mezzo di detta chiesa ed all'altare maggiore, l'altra più picciola, che corrisponde all'ala di destra, ed al detto altare del Carmine, nella 3a ala non vi è porta; vien sostenuta da sei colonne di marmo divise tre per parte. Ha di longitudine palmi 80 (20 metri) e di latitudine palmi 60 (15 metri).

Vi è un soccorpo (cripta) profanato da tanti anni, che non se n'ha memoria ed in esso vi sono due colonne grosse di marmo che mantengono buona parte di detta chiesa.Vi sono tre sepolture che non sono gentilizie. Vi è un organo a sei registri, che fu fatto dal paroco antecessore Sig. Don Giuseppe Pisani (si dimise da parroco nel 1719) col denaro che ricavò dall'altro organo antico ed ivi stava.

Vi è un sol confessionale con la portella d'avanti e col commodo di confessare sì dalla parte sinistra, come dalla parte destra. Detta chiesa tiene la sua sagristia, di larghezza palmi nove (2,3 metri) di lunghezza palmi 20 (5,2 metri), che esiste verso mezzo quarto (navata destra). Vi è in detta sacristia una cassa per conservare i suppellettili che sono li seguenti:

Una pianeta di damasco cremesi con galloni d'oro (tessuto d'ornamento posto sugli orli e sulle costure dei paramenti) e francette (strisce da cui pendono dei filetti che servono ad ornare l'estremo orlo delle vesti) similmente d'oro nell'estremità di essa.

Un'altra pianeta di zegrinetto (zigrinato) bianco, e con le fascie di raso cremesi.
Un'altra pianeta, similmente rossa di robba di porta nova.

Due altre pianete, una verde, l'altra violacea.
Vi sono quattro veli d'un sol calice, che v'è con la sua patena, due bianchei, l'altro rosso, e l'altro verde. Un camise con cingolo, ed un solo amitto.
Tre corporali e tovaglie sei per l'altare.

Un paliotto di damasco cremesi con galloni d'oro (rivestimento della parte anteriore della mensa dell'altare).

Un panno lungo di catalussa color bianco e rosso che serve per il crocifisso grande che sta in mezzo all'ala maggiore di detta Chiesa.

Vi sono similmente tredici pezzi di panni di taffettà giallo e cremesi che servono una volta l'anno per apparar detta Chiesa per la festa di S. Pietro e Paolo perché solamente detta festa si fa in detta Chiesa.

Vi sono due campanelli, che l'uno serve, e sta vicino alla sagristia, per quando il sacerdote va a celebrare e l'altro per l'elevazione della S. Messa (consacrazione).
Vi sono in detta Chiesa due campane, una grande e l'altra più picciola sono fra di esse divise nell'astrico (copertura piana) di detta Chiesa perché non v'è campanile.

Con detta chiesa solo confina la casa, ove al presente abita Giovanni Di Palma (sposato in prime nozze nel 1708 con Carmina Manso della Parrocchia di S. Angelo di Torello e nel 1733, perché vedovo, con Rosa Polverino, della parrocchia della Cattedrale, vedova di Francesco de Scala alias "lo Patano" della Città di Sorrento, annegato nel mare di Amalfi) che non dà nessuno incommodo o pregiudizio, che sta dalla parte della Sagristia suddetta e proprio verso mezzo quarto (la casa confinava con il lato destro della chiesa)."

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Il Natale di tutti

di Antonio Schiavo Come al solito, come ogni anno: la mattina del 23 dicembre ci si accorgeva che mancavano ‘e pagliente (il muschio). Tutto era già a posto: papà , novello Luca Cupiello, aveva passato tutta la sera precedente ad aggiustare una serie di lampadine a pisellini che, ormai già piazzata in...

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

di Sigismondo Nastri Fu durante la seconda guerra mondiale che i tedeschi prima e gli alleati poi estesero l'uso dell'albero di Natale anche da noi. Ma i tedeschi l'avevano già esportato in Inghilterra a metà ottocento, con il corollario delle decorazioni da appendere ai rami: fiori di carta, mele, frutta...

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...

Luce e realismo nella pittura napoletana dell’Ottocento

di Paolo Spirito Ci sono due appunti nel taccuino di Giuseppe De Nittis, pubblicato nel 1894 a Parigi col titolo di "Notes e Souvenirs" e poi in Italia nel 1964 come "Taccuino 1870/1884", che meglio di qualunque altra espressione riassumono, attraverso la viva voce del pittore, la consapevolezza acquisita...