Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieRavello il culto dei Santi Pietro e Paolo "alla Costa"

"Il popolo dei mezzogiorni uniti e l’Europa di Maastricht": 21 luglio a Scala il libro di Angelo Calemme

Per Barbara Amato laurea in Psicologia Cognitiva, nella tesi il concetto di "lavoro emotivo" all’hotel “Le Sirenuse”

Scontro tra scooter a Marmorata: 28enne americano si rompe tibia e perone [FOTO]

"Tramonto dei suoni", 20 luglio concerto dell'orchestra Maiori Music Festival

Esodo estivo, tornano gli autovelox sulle autostrade

Nasce la 'rete' dei siti Unesco del Sud Italia

Mancata depurazione, Italia rischia deferimento a Corte Ue

Agerola, torna "Sui Sentieri Degli Dei": appuntamenti dal 20 luglio al 12 settembre [PROGRAMMA]

Hugh Jackman: per "Wolverine" degli X-Men vacanza tra la Costiera e Capri

Amalfi, bandita progettazione della bretella in roccia. Libererà centro storico da traffico auto

Minori tra benessere e gusto: 21 luglio Radio Castelluccio live da Otium Spa

Cetara: olio sversato nel porto, necessario intervento di bonifica. Scongiurato inquinamento marino [FOTO]

Cetara, sigilli a 28 box deposito al porto: attrezzature dei pescatori custodite abusivamente

Campania: via all’iter per uscita da commissariamento sanità. Soddisfazione da Costiera Amalfitana

Scala Sound-Trek 2018: dal 21 luglio al 24 agosto un mini festival tra musica, arte e natura

Will Smith in Costiera Amalfitana: vacanza in famiglia per l'ex "principe di Bel-Air"

Kurt Elling, performace straordinaria al Ravello Festival

Allarme morbillo nel salernitano: quattro ricoveri in due settimane

Atrani e il “mistero” dell’opera ritrovata dedicata a Santa Maria Maddalena: 20 luglio evento in Collegiata

Una guest house di lusso sulla Costiera Amalfitana: ecco Belmond Villa Margherita di Ravello

Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Storia e Storie

Ravello, il culto dei Santi Pietro e Paolo "alla Costa"

Scritto da (Redazione), venerdì 29 giugno 2012 09:51:51

Ultimo aggiornamento lunedì 2 luglio 2012 07:58:50

In occasione della Solennità dei Santi Pietro e Paolo, celebrata anticamente a Ravello nella chiesa parrocchiale di San Pietro alla Costa, il dott. Salvatore Amato, storico ravellese, rende pubblica una descrizione settecentesca del luogo di culto, redatta dal parroco Fortunato Pisacane, a seguito delle disposizioni emanate dal Vescovo di Ravello e Scala, Biagio Chiarelli, nel 1745.

Archivio Vescovile di Ravello, Visite Pastorali, vol. II, cc. 861r-862v.

"Il titolo della Parrocchiale che si possiede dal sacerdote Don Fortunato Pisacane è di S. Pietro e Paolo, della di cui fondazione non se n'ha memoria.

Vi sono in essa Chiesa quattro altari. Il maggiore viene costrutto da una cona (dipinto) tutta indorata, al finimento di sopra vi è una pittura del Padre eterno, al di sotto vi sono l'effigie di Maria SS. in mezzo, dall'uno e l'altro l'effigie de' suddetti S. Pietro e Paolo, più di sotto e vicino all'altare vi sono effigiati i dodici Apostoli con l'immagine del SS. Salvatore; in detto altare vi è uno gradino indorato senza tabernacolo.

La lapide dell'altare è tutta di marmo consistente in un pezzo solo. Vicino detta cona vi sono quattro colonne, due di sopra e due di sotto. Nel suddetto altare fuori della messa Parrocchiale non v'è altro peso.

Vi sono due altri altari laterali al suddetto maggiore, l'uno verso mezzo quarto (a destra) sotto il titolo della SS. Vergine del Carmine, sospeso dall'Illustrissimi vescovi antecessori per non avere mantenimento; onde solo si riferisce che nella di cui cona, che similmente è tutta indorata vi sono l'effigie della SS. Vergine del Carmine, S. Cosmo e Damiano e del defunto Damiano Gonzalez (castellano della città agli inizi del Seicento) ed Adriana Fenice sua moglie che lo dotarono ed ora si sono perdute l'entrate in questa Città di Ravello.

L'altro verso Tramontana, similmente sospeso, la di cui Cona è tutta indorata e con l'effige di S. Francesco d'Assisi, San Francesco di Paola ed i dodici Apostoli.
L'altro dedicato all'Angelo Custode, che non è sospeso ed ave entrade non di che carlini 48 che sono all'intutto inesigibili per causa d'un soscielleto (bosco di carrube) lasciato a detto altare dal quondam (defunto) Andrea Manso alias mala cera, donationis titulo, e senza verun (nessun) peso; la cona di detto altare è pittata a color celeste con l'effigie dell'Angelo Custode che tiene l'anima per la mano, dietro alla quale v'è effigiato il demonio.

Detta Chiesa viene costrutta con atrio grande, che vien sostenuto da due colonne di marmo, due porte, una grande che corrisponde all'ala di mezzo di detta chiesa ed all'altare maggiore, l'altra più picciola, che corrisponde all'ala di destra, ed al detto altare del Carmine, nella 3a ala non vi è porta; vien sostenuta da sei colonne di marmo divise tre per parte. Ha di longitudine palmi 80 (20 metri) e di latitudine palmi 60 (15 metri).

Vi è un soccorpo (cripta) profanato da tanti anni, che non se n'ha memoria ed in esso vi sono due colonne grosse di marmo che mantengono buona parte di detta chiesa.Vi sono tre sepolture che non sono gentilizie. Vi è un organo a sei registri, che fu fatto dal paroco antecessore Sig. Don Giuseppe Pisani (si dimise da parroco nel 1719) col denaro che ricavò dall'altro organo antico ed ivi stava.

Vi è un sol confessionale con la portella d'avanti e col commodo di confessare sì dalla parte sinistra, come dalla parte destra. Detta chiesa tiene la sua sagristia, di larghezza palmi nove (2,3 metri) di lunghezza palmi 20 (5,2 metri), che esiste verso mezzo quarto (navata destra). Vi è in detta sacristia una cassa per conservare i suppellettili che sono li seguenti:

Una pianeta di damasco cremesi con galloni d'oro (tessuto d'ornamento posto sugli orli e sulle costure dei paramenti) e francette (strisce da cui pendono dei filetti che servono ad ornare l'estremo orlo delle vesti) similmente d'oro nell'estremità di essa.

Un'altra pianeta di zegrinetto (zigrinato) bianco, e con le fascie di raso cremesi.
Un'altra pianeta, similmente rossa di robba di porta nova.

Due altre pianete, una verde, l'altra violacea.
Vi sono quattro veli d'un sol calice, che v'è con la sua patena, due bianchei, l'altro rosso, e l'altro verde. Un camise con cingolo, ed un solo amitto.
Tre corporali e tovaglie sei per l'altare.

Un paliotto di damasco cremesi con galloni d'oro (rivestimento della parte anteriore della mensa dell'altare).

Un panno lungo di catalussa color bianco e rosso che serve per il crocifisso grande che sta in mezzo all'ala maggiore di detta Chiesa.

Vi sono similmente tredici pezzi di panni di taffettà giallo e cremesi che servono una volta l'anno per apparar detta Chiesa per la festa di S. Pietro e Paolo perché solamente detta festa si fa in detta Chiesa.

Vi sono due campanelli, che l'uno serve, e sta vicino alla sagristia, per quando il sacerdote va a celebrare e l'altro per l'elevazione della S. Messa (consacrazione).
Vi sono in detta Chiesa due campane, una grande e l'altra più picciola sono fra di esse divise nell'astrico (copertura piana) di detta Chiesa perché non v'è campanile.

Con detta chiesa solo confina la casa, ove al presente abita Giovanni Di Palma (sposato in prime nozze nel 1708 con Carmina Manso della Parrocchia di S. Angelo di Torello e nel 1733, perché vedovo, con Rosa Polverino, della parrocchia della Cattedrale, vedova di Francesco de Scala alias "lo Patano" della Città di Sorrento, annegato nel mare di Amalfi) che non dà nessuno incommodo o pregiudizio, che sta dalla parte della Sagristia suddetta e proprio verso mezzo quarto (la casa confinava con il lato destro della chiesa)."

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Le bombe su Amalfi e quelle 11 vittime nella notte del 18 luglio 1943

"Nella notte del 18 luglio 1943, verso mezzanotte, la campana del Duomo cominciò a battere i lenti e sinistri rintocchi dell'allarme. Durante il bombardamento di Salerno, un aereo americano sganciò su Amalfi (piazza Flavio Gioia e in Via Mansone, fin quasi alla scala del Duomo) cinque bombe che provocarono...

La Saggezza di un Popolo (39): "Addò e fatto ‘state fai pure vierno"

di Antonio Schiavo Sorry my yankee Director. Adesso con il nostro Direttore, che si divide tra l'Annunziata e Central Park, bisogna conoscere l'inglese per scrivergli e per scusarsi del ritardo con cui, nonostante la buona volontà, facciamo passi in avanti nel cammino a ritroso nella memoria collettiva...

Addio a Ottavio Amato, pioniere dello scautismo ad Amalfi

di Sigismondo Nastri Nella tranquillità della sua casa, in una calda giornata di sole, circondato dagli affetti familiari, ha concluso il suo cammino terreno Ottavio Amato. Amico dai tempi lontani dell'infanzia, come lo erano i suoi fratelli, in particolare Angelo, che fece un po' da chioccia a me e...

Cronaca da quelle macerie nel cuore di Maiori [VIDEO]

di Sigismondo Nastri Il Vescovado ha ricordato una terribile vicenda di trent'anni fa: il crollo di un'ala del palazzo D'Amato, al corso Reginna di Maiori, che provocò sei vittime innocenti tra gli abitanti dello storico edificio, uno dei più belli della cittadina. Vi rimasero uccisi anche i due malfattori...

Maiori, trent'anni fa il crollo del palazzo che spezzò sei vite innocenti [VIDEO]

Era il 27 giugno 1988 quando un boato terrificante svegliò Maiori. Un palazzo sul corso Reginna era crollato, spaccandosi letteralmente in due, provocando sei vittime. Sono passati esattamente trent'anni da quella tragedia, ma il ricordo è ancora vivo in chi vi assistette. Erano le 3 del mattino circa...