Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 minuti fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StoriePrincipe Rufolo: «la dimora dei miei avi versa nel degrado»

Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Storia e Storie

Principe Rufolo: «la dimora dei miei avi versa nel degrado»

Scritto da Erminia Pellecchia - Il Mattino (redazione), martedì 2 febbraio 2010 13:33:13

Ultimo aggiornamento martedì 2 febbraio 2010 13:33:13

La dimora dei miei avi versa nel degrado, si pensa solo al giardino, ma le quaranta stanze che ancora restano del maestoso palazzo dei Rufolo con i suoi quattrocento lussuosi ambienti sono in uno stato pietoso». Il principe Landolfo (già, proprio come il suo antenato reso celebre da Boccaccio) Alfonso Maria Rufolo del Giglio è indignato.

Dopo vent'anni di assenza è ritornato in una Ravello che ha trovato totalmente cambiata. Si aggira spaesato nella nuova piazza, non trova più i punti di riferimento del suo «ozio felice» nella città della musica, un aperitivo con gli amici e lo sguardo rivolto alla dimora di famiglia, abbandonata nel Trecento, dopo il «falso processo» costruito ad hoc da alcuni nobili e prelati francesi per impossessarsi del favoloso tesoro dei Rufolo: ben ottocentomila once d'oro, 65 milioni di euro in valuta contemporanea, Lorenzo Rufolo ed i suoi figli torturati ed uccisi.

Quella ferita il principe la sente incisa nella pelle come se la «congiura» ai danni del casato, che risale al console romano Spurio Larcio Rufo, personaggio di spicco della Roma del 507 a. C., fosse avvenuta appena ieri. «Noi protagonisti di due Crociate, la prima e l'ottava, cugini dei d'Angiò, tanto da portare nello stemma i tre gigli di Francia, accusati ingiustamente, per l'invidia dei cortigiani, di tradimento. Un'onta che pesa come un macigno», è il suo grido di dolore. Non interessa all' ultimo discendente della gloriosa dinastia, imparentato, tra l'altro con i Grimaldi di Monaco, l'eredità perduta. Il rimpianto è per l'edificio medioevale passato di mano in mano e «maltenuto».

Un rimpianto che si fa indignazione, soprattutto di fronte «allo spreco di soldi per la realizzazione dell’auditorium». Il principe-medico (un titolo professionale che dal 1720 si è trasmesso, insieme a quello nobiliare di padre in figlio) è stato tra gli invitati vip all'inaugurazione del capolavoro di architettura che porta la firma di Oscar Niemeyer. Storce il naso, bacchetta il governatore Bassolino:

«Troppo piccolo, le cose se si vogliono fare si devono fare come si deve. Euro buttati al vento, sarebbe stato meglio restaurare palazzo Rufolo e dal passato recuperato costruire il futuro». Il presidente della Regione gli ha sorriso: «Sto per lasciare l'incarico, ma amo Ravello e le prometto che farò di tutto, finchè dura il mio mandato, per recuperare finanziamenti per villa Rufolo». Il principe annuisce, ma da napoletano e da politico - è stato candidato alla Camera dei Deputati nelle liste di Forza Italia - è abituato a non credere alle promesse elettorali.

«Beh, ne parlerò anche con Silvio», è il suo commento. Silvio, alias il premier Berlusconi di cui Landolfo Rufolo, specialista di fama internazionale in chirurgia maxillofacciale (cattedra a Torino, ha operato a Mosca, Lugano, Zurigo, Parma, Milano e Napoli) è stato il «medico del sorriso». Berlusconi sarà prossimamente a Ravello, suo ospite, in occasione della restituzione - in una pregevole riproduzione d'autore - del trecentesco trittico ligneo raffigurante la Madonna Bruna con San Nicola, San Giovanni e, in piccolo, il donatore Rufolo, trafugato e mai più ritrovato.

«Sarà l'occasione per parlargli della situazione di degrado delle opere d'arte delle chiese della Costiera - annuncia alla funzionaria della soprintendenza per i beni artistici e storici di Salerno Lina Sabino - Il governo deve fare la sua parte, il patrimonio d'Italia è la cultura ed il paesaggio, e su questo tesoro bisogna investire».

Tratto dal quoridiano Il Mattino

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Le bombe su Amalfi e quelle 11 vittime nella notte del 18 luglio 1943

"Nella notte del 18 luglio 1943, verso mezzanotte, la campana del Duomo cominciò a battere i lenti e sinistri rintocchi dell'allarme. Durante il bombardamento di Salerno, un aereo americano sganciò su Amalfi (piazza Flavio Gioia e in Via Mansone, fin quasi alla scala del Duomo) cinque bombe che provocarono...

La Saggezza di un Popolo (39): "Addò e fatto ‘state fai pure vierno"

di Antonio Schiavo Sorry my yankee Director. Adesso con il nostro Direttore, che si divide tra l'Annunziata e Central Park, bisogna conoscere l'inglese per scrivergli e per scusarsi del ritardo con cui, nonostante la buona volontà, facciamo passi in avanti nel cammino a ritroso nella memoria collettiva...

Addio a Ottavio Amato, pioniere dello scautismo ad Amalfi

di Sigismondo Nastri Nella tranquillità della sua casa, in una calda giornata di sole, circondato dagli affetti familiari, ha concluso il suo cammino terreno Ottavio Amato. Amico dai tempi lontani dell'infanzia, come lo erano i suoi fratelli, in particolare Angelo, che fece un po' da chioccia a me e...

Cronaca da quelle macerie nel cuore di Maiori [VIDEO]

di Sigismondo Nastri Il Vescovado ha ricordato una terribile vicenda di trent'anni fa: il crollo di un'ala del palazzo D'Amato, al corso Reginna di Maiori, che provocò sei vittime innocenti tra gli abitanti dello storico edificio, uno dei più belli della cittadina. Vi rimasero uccisi anche i due malfattori...

Maiori, trent'anni fa il crollo del palazzo che spezzò sei vite innocenti [VIDEO]

Era il 27 giugno 1988 quando un boato terrificante svegliò Maiori. Un palazzo sul corso Reginna era crollato, spaccandosi letteralmente in due, provocando sei vittime. Sono passati esattamente trent'anni da quella tragedia, ma il ricordo è ancora vivo in chi vi assistette. Erano le 3 del mattino circa...