Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Bernardino da Siena

Date rapide

Oggi: 20 maggio

Ieri: 19 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàConnectivia, l'internet provider in fibra della Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieMinori e quel “Delitto a Casa Rossa” di vent’anni fa [VIDEO]

Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto
MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Storia e Storie

Minori e quel “Delitto a Casa Rossa” di vent’anni fa [VIDEO]

Scritto da (redazionelda), mercoledì 15 novembre 2017 13:09:29

Ultimo aggiornamento giovedì 16 novembre 2017 10:40:43

Esattamente vent'anni fa, quando non esisteva ancora, o perlomeno non era a disposizione di tutti, il digitale, tre giovani immaginifici pensarono di girare un film, proprio come quelli che si vedevano al cinema o in televisione. Armati di telecamera VHS, lungo le vie della cittadina di Minori, seguendo chiaramente l'ispirazione del primo Dario Argento, prima scrissero e poi girarono "Delitto a Casa Rossa", cortometraggio tra il noir e lo splatter. Era un mondo senza smartphone, app, videocamere minuscole e senza youtube o simili.

La mente di quell'operazione assolutamente pioneristica, fu Andrea Gasparini, di origini minoresi, che firmava già i suoi esperimenti cinematografici, a Salerno dove viveva, con lo pseudonimo Andy Sbongalo. L'occasione fu offerta da una vecchia casa di collina dove il gruppo si radunava per la tradizionale gita fuori porta il giorno di Pasquetta: un edificio rurale in stato di parziale abbandono al confine tra Ravello e Minori, in via casa Rossa (da qui il nome dell'abitazione e del film). L'ambientazione tetra, i ruderi, il limoneto, le scale tra i terrazzamenti e la trama tra il serio ed il surreale, fecero il resto. Il montaggio eseguito con tecniche assolutamente artigianali (due videoregistratori collegati tra di loro), restituirono circa 30 minuti di pura passione, senza vuoti di sceneggiatura e tensione, nonostante la recitazione fosse naturalmente naif e priva di pretese.

Ma a decretare il successo di "Delitto a Casa Rossa" furono le trovate originali, frutto di anni ed anni di osservazione dei grandi classici del cinema italiano: il mestiere nelle pellicole di Lucio Fulci, il terrore del maestro Mario Bava, oltre al tocco inquietante del fenomeno Argento. Gasparini firmò personalmente gli effetti speciali, lavorando alla sceneggiatura e alla scenografia insieme ai suoi due sodali complici: Christian De Iuliis e Raffaele Amatino, tutti coinvolti anche nel ruolo di attori.

Interpreti furono, con loro, i parenti ed amici degli autori, innanzitutto i fratelli e le sorelle: Massimiliano De Iuliis, Igino Amatino, Chiara Gasparini e Aimee Javurek (allora moglie del Gasparini); quindi gli amici più cari: Davide Bartoli (condomino di Gasparini), Pasquale Rispoli (compare di pasquetta), Carlo Inglese (compagno di banco del De Iuliis), più altre comparse a sorpresa come il favoloso quanto compianto Fortunato Apicella nel ruolo del commissario di polizia, il giornalista Alfonso Bottone conduttore di un telegiornale, il barista Gianluca Barra ed il giornalaio Giuseppe Orio semplicemente nella parte di loro stessi. In più ci fu la collaborazione tecnica di un altro illustre pioniere della tecnologia e del computer in costa d'Amalfi, Giovanni Lambiase.

La sera del 15 Novembre 1997, esattamente venti anni fa (mentre l'Italia vinceva lo spareggio per i mondiali contro la Russia, vedi le casualità della storia), "Delitto a casa Rossa" vinse la categoria del cinema indipendente al 50° Festival del Cinema di Salerno. Qualche tempo dopo su un quotidiano locale, un critico scrisse che citava "La casa dalle finestre che ridono" capolavoro giallo di Pupi Avati. Film che gli autori non avevano mai visto.

"Delitto a casa Rossa fu il coronamento di un piccolo sogno spensierato, quello di fare cinema" racconta oggi Gasparini "oltre al cortometraggio, a vincere fu soprattutto la nostra amicizia grazie alla quale riuscimmo a superare ostacoli, critiche e scetticismi. Quel premio al festival del cinema di Salerno fu incentivo a continuare a fare film". Infatti, da allora, seguirono altri tre cortometraggi, simili nelle atmosfere e nello spirito, l'ultimo girato nel 2005, finalmente in digitale. Ed ancora oggi il desiderio è quello di continuare a raccontare storie, magari attraverso le immagini in movimento.

Gli autori, con gli attori, si sono ripromessi di rivedersi in questi giorni per celebrare l'anniversario sul set, che fu pure il luogo del celeberrimo delitto, casa nel frattempo differente poiché restaurata, ma certamente ancora custode di tanti ricordi. Chissà che non arrivi pure l'idea di girare un seguito, nulla è da escludere (frugando in qualche cassetto dovrebbe già esserci pronta una bozza di trama).

"Delitto a Casa Rossa" visibile in una versione rimasterizzata su Youtube (video in basso) ancora oggi, a vent'anni di distanza, rappresenta un manifesto della creatività e della voglia di fare con le proprie mani che si aveva una volta, del desiderio pure di stupire, prima che la tecnologia giungesse alla portata di tutti, rendendo tutto facile e banale, persino i sogni.

 

Nelle foto gli autori oggi (da sinistra: Christian De Iuliis, Andrea Gasparini, Raffaele Amatino)

Nella foto di gruppo il cast del 1997 con targa premio

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank: 103551105

Storia e Storie

Minori, festa a sorpresa per i futuri sposi Antonio e Claudia: oggi il fatidico "sì" nella Basilica

La notte prima delle nozze non si scorda mai. C'è chi la vive con un po' di ansia e c'è chi la vive con gioia, come nel caso di Antonio Iuliano e Claudia Minerva. Alla coppia è stata organizzata ieri sera una festa a sorpresa a Minori. Ad allietare la serata il cantante Lello Marino con la classica serenata...

Da Corfù alla Costiera Amalfitana: ecco la nave da crociera inaugurata 38 anni fa da Lady Diana

E' arrivata di buon mattino in Costiera Amalfitana, proveniente dalla Corfù, la lussuosa nave Artania, appartenente alla flotta della compagnia Phoenix Reisen. La nave, alle 6, era nella rada di Amalfi, mentre intorno alle 13 si avvicinava a Maiori. La Artania, che naviga attualmente sotto bandiera delle...

Quel terribile 9 maggio 1978. L'assassinio di Aldo Moro

di Sigismondo Nastri Il cadavere di Aldo Moro, assassinato dalle Brigate Rosse, fu fatto trovare il 9 maggio 1978 nel vano bagagli di un'auto - una Renault 4 rossa - parcheggiata a Roma, in via Caetani, nei pressi delle sedi della Dc e del Pci. Aldo Moro - ha scritto la figlia Agnese - "non si stancò...

Ventiquattro anni fa a Sarno la tragica alluvione che causò 137 morti: inaugurata mostra permanente per non dimenticare

A Sarno tra il 5 e il 6 maggiodel 1998 si consumò una delle più grandi tragedie italiane. Un'alluvione che coinvolse altri comuni limitrofi come Bracigliano, Siano e poi comuni di altre province come Quindici e San Felice a Cancello. In tutto ci furono 160 morti, di cui 137 solo a Sarno, con tremila...

A Maiori una scultura in memoria del giovane Carabiniere Francesco Calabretti

Sono passati più di dieci anni ma il ricordo vive ancora nel dramma di un incidente ancora oggi per noi inspiegabile. Si stava recando al lavoro Francesco Calabretti, giovane carabiniere originario di Taranto, in forza al nucleo radiomobile della Compagnia di Amalfi, quando un terribile incidente stradale...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.