Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 minuti fa S. Giovanni da Cap.

Date rapide

Oggi: 23 ottobre

Ieri: 22 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieMinori e quel “Delitto a Casa Rossa” di vent’anni fa [VIDEO]

Pellet a euro 4,50 fino al 31 ottobre 2019Frai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Storia e Storie

Minori e quel “Delitto a Casa Rossa” di vent’anni fa [VIDEO]

Scritto da (Redazione), mercoledì 15 novembre 2017 13:09:29

Ultimo aggiornamento giovedì 16 novembre 2017 10:40:43

Esattamente vent'anni fa, quando non esisteva ancora, o perlomeno non era a disposizione di tutti, il digitale, tre giovani immaginifici pensarono di girare un film, proprio come quelli che si vedevano al cinema o in televisione. Armati di telecamera VHS, lungo le vie della cittadina di Minori, seguendo chiaramente l'ispirazione del primo Dario Argento, prima scrissero e poi girarono "Delitto a Casa Rossa", cortometraggio tra il noir e lo splatter. Era un mondo senza smartphone, app, videocamere minuscole e senza youtube o simili.

La mente di quell'operazione assolutamente pioneristica, fu Andrea Gasparini, di origini minoresi, che firmava già i suoi esperimenti cinematografici, a Salerno dove viveva, con lo pseudonimo Andy Sbongalo. L'occasione fu offerta da una vecchia casa di collina dove il gruppo si radunava per la tradizionale gita fuori porta il giorno di Pasquetta: un edificio rurale in stato di parziale abbandono al confine tra Ravello e Minori, in via casa Rossa (da qui il nome dell'abitazione e del film). L'ambientazione tetra, i ruderi, il limoneto, le scale tra i terrazzamenti e la trama tra il serio ed il surreale, fecero il resto. Il montaggio eseguito con tecniche assolutamente artigianali (due videoregistratori collegati tra di loro), restituirono circa 30 minuti di pura passione, senza vuoti di sceneggiatura e tensione, nonostante la recitazione fosse naturalmente naif e priva di pretese.

Ma a decretare il successo di "Delitto a Casa Rossa" furono le trovate originali, frutto di anni ed anni di osservazione dei grandi classici del cinema italiano: il mestiere nelle pellicole di Lucio Fulci, il terrore del maestro Mario Bava, oltre al tocco inquietante del fenomeno Argento. Gasparini firmò personalmente gli effetti speciali, lavorando alla sceneggiatura e alla scenografia insieme ai suoi due sodali complici: Christian De Iuliis e Raffaele Amatino, tutti coinvolti anche nel ruolo di attori.

Interpreti furono, con loro, i parenti ed amici degli autori, innanzitutto i fratelli e le sorelle: Massimiliano De Iuliis, Igino Amatino, Chiara Gasparini e Aimee Javurek (allora moglie del Gasparini); quindi gli amici più cari: Davide Bartoli (condomino di Gasparini), Pasquale Rispoli (compare di pasquetta), Carlo Inglese (compagno di banco del De Iuliis), più altre comparse a sorpresa come il favoloso quanto compianto Fortunato Apicella nel ruolo del commissario di polizia, il giornalista Alfonso Bottone conduttore di un telegiornale, il barista Gianluca Barra ed il giornalaio Giuseppe Orio semplicemente nella parte di loro stessi. In più ci fu la collaborazione tecnica di un altro illustre pioniere della tecnologia e del computer in costa d'Amalfi, Giovanni Lambiase.

La sera del 15 Novembre 1997, esattamente venti anni fa (mentre l'Italia vinceva lo spareggio per i mondiali contro la Russia, vedi le casualità della storia), "Delitto a casa Rossa" vinse la categoria del cinema indipendente al 50° Festival del Cinema di Salerno. Qualche tempo dopo su un quotidiano locale, un critico scrisse che citava "La casa dalle finestre che ridono" capolavoro giallo di Pupi Avati. Film che gli autori non avevano mai visto.

"Delitto a casa Rossa fu il coronamento di un piccolo sogno spensierato, quello di fare cinema" racconta oggi Gasparini "oltre al cortometraggio, a vincere fu soprattutto la nostra amicizia grazie alla quale riuscimmo a superare ostacoli, critiche e scetticismi. Quel premio al festival del cinema di Salerno fu incentivo a continuare a fare film". Infatti, da allora, seguirono altri tre cortometraggi, simili nelle atmosfere e nello spirito, l'ultimo girato nel 2005, finalmente in digitale. Ed ancora oggi il desiderio è quello di continuare a raccontare storie, magari attraverso le immagini in movimento.

Gli autori, con gli attori, si sono ripromessi di rivedersi in questi giorni per celebrare l'anniversario sul set, che fu pure il luogo del celeberrimo delitto, casa nel frattempo differente poiché restaurata, ma certamente ancora custode di tanti ricordi. Chissà che non arrivi pure l'idea di girare un seguito, nulla è da escludere (frugando in qualche cassetto dovrebbe già esserci pronta una bozza di trama).

"Delitto a Casa Rossa" visibile in una versione rimasterizzata su Youtube (video in basso) ancora oggi, a vent'anni di distanza, rappresenta un manifesto della creatività e della voglia di fare con le proprie mani che si aveva una volta, del desiderio pure di stupire, prima che la tecnologia giungesse alla portata di tutti, rendendo tutto facile e banale, persino i sogni.

Nelle foto gli autori oggi (da sinistra: Christian De Iuliis, Andrea Gasparini, Raffaele Amatino)

Nella foto di gruppo il cast del 1997 con targa premio

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Storia e Storie

Il messaggio di impegno e di libertà di Antonio Borgese

Mercoledì scorso si sono stati celebrati, nel Duomo di Ravello, i funerali di Antonio Borgese, una delle figure di spicco della comunità ravellese, titolare, fin dagli anni Cinquanta del secolo scorso, dell'allora ufficio di collocamento in vari centri della Costiera amalfitana, impegnato in campo politico...

La frase giusta

Di Christian De Iuliis* Una piastrella all'ingresso della casa del signor Borgese recita: "Se vuoi costruire una fabbrica di grande altezza, pensa prima alle fondamenta dell'umiltà". E' una frase di Sant'Agostino. La si incontra lungo una via centrale di Ravello, insieme ad altre, che il signor Borgese...

Antonio Borgese e il suo impegno per Ravello

di Salvatore Sorrentino* Caro Direttore, Ti ringrazio per il ricordo che, in maniera esauriente, hai fatto dell'attività amministrativa svolta da Antonio Borgese, nella sua funzione di consigliere e assessore, in due delle mie tre amministrazioni. Mi preme dire, nel ricordo di Antonio (che, per altro,...

Il cinema a Ravello

di Antonio Schiavo Questa è la storia (sembro tanto Maria De Filippi) di... un film di cui i ragazzi ravellesi di tanti anni fa - oggi sulla sessantina - non ricordavano e non ricordano né la trama né il titolo. Ma... procediamo con ordine. Tra le tante benemerenze da ascrivere al compianto Don Giuseppe...

Assisi: sulla tonaca di San Francesco la scoperta delle toppe del mantello di Santa Chiara

Nel numero di ottobre della rivista San Francesco uno speciale dedicato alla tonaca del Santo d'Assisi. Secondo la ricerca della studiosa tedesca di tessuti antichi che ha anche guidato il gruppo di restauro della Sacra Sindone nel 2002, Mechthild Flury-Lemberg, fu santa Chiara a rattoppare la veste...