Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 40 minuti fa S. Matteo apostolo

Date rapide

Oggi: 21 settembre

Ieri: 20 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaConnectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzateGambardella Minori, Costiera Amalfitana, Pasticceria, Gelateria, Lounge Bar, Liquorificio artigianaleContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel ForniturePansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieMaggio 1938: quell'indimenticabile sfida tennistica Italia-Francia a Ravello /FOTO

LIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaMielePiù Eco Buonus 65%Terra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi

Storia e Storie

Maggio 1938: quell'indimenticabile sfida tennistica Italia-Francia a Ravello /FOTO

Scritto da Bonaventura Fraulo (Redazione), martedì 29 ottobre 2013 11:59:39

Ultimo aggiornamento venerdì 22 maggio 2020 13:31:45

di Bonaventura Fraulo

Fu un vero e proprio evento quella storica sfida tra le rappresentative tennistiche nazionali di Italia e Francia che si disputò sul campo da tennis di Ravello nel maggio del 1938.

Quel gioiellino inaugurato cinque anni prima e utilizzato da facoltosi clienti degli alberghi e qualche ravellese elitario come i fratelli Vuilleumier, era stato scelto per una gara amichevole tra i big del tennis dell'epoca, impegnati in Coppa Davis. Con ogni probabilità fu l'ambasciatore francese in Italia, cliente abitudinario degli alberghi Caruso e Palumbo, a promuovere l'iniziativa con il benestare della Casa Reale che già dagli anni Venti amava ritirarsi a Ravello. La pratica del tennis stava per conquistare Ravello, come la musica aveva fatto 58 anni prima grazie a Wagner.

Giorgio De Stefani, il numero uno del tennis italiano dal 1933, dopo il ritiro dalle gare di Umberto De Morpurgo, avrebbe calcato la terra rossa di Ravello. Con lui Giovannino Palmieri, vincitore del Monte-Carlo Masters nel 1935, degli internazionali d'Italia del 1934 e finalista dello stesso torneo nel 1935 (nel 1934 vinse anche il doppio, insieme all'irlandese Rogers), Carlo Della Vida, nel 1935 il numero 8 italiano in singolare e il numero 3 in doppio, un diciassettenne Marcello Del Bello,Giovanni Cucelli, tennista di grande qualità e temperamento, possedeva un gioco originalissimo anche se non proprio elegante ma sempre efficace e Valentino Taroni convocato dalla squadra italiana di Coppa Davis nel 1933 e presente agli internazionali di Francia nel 1934, 1937 e 1938. Fu legato a Ravello perché qui tenne i primi corsi di tennis.

Noi ragazzini di nove anni eravamo presi dall'evento tanto che ci davamo da fare per aiutare i tecnici nel montaggio delle tribune. Venne il gran giorno: il paese era vestito a festa come nelle grandi occasioni. C'era persino la banda musicale e noi cercavamo la migliore zona del campo per poter assistere"indisturbati" alla partita. Ma non fu possibile "imboscarci", i controlli erano rigidissimi. Io, però, fui fortunato, perché mio padre fu invitato da Don Michele Ruocco, proprietario dell'abitazione in stile vittoriano, che affaccia sul campo, ad assistere alla partita dal terrazzo.

I notabili e i benemeriti del paese erano schierati in prima fila: c'era il Podestà, alte cariche civili, il Duca Confalone, il Barone Compagna, Pantaleone e Paolo Caruso..., mentre gli spettatori erano assiepati sotto Palazzo Tolla, sullo slargo delle "mattonelle". Per noi ragazzi del paese fu un vero e proprio affronto vedere quei raccattapalle venuti da fuori. I tennisti scesero in campo, vestiti con calzoni lunghi e camicia, rigorosamente bianchi. Gli incontri, di singolo e doppio, furono davvero appassionanti, ma non ricordo i punteggi finali. Anzi, è quasi impossibile riuscire a reperire notizie precise di quell'evento.

Al termine degli incontri riuscii a scendere sul campo dove si intrattenevano i giocatori. Andai da Paolo Caruso, allora presidente dell'Azienda di Soggiorno e Turismo e gli espressi i desiderio di poter avere una racchette come quelle utilizzate dai tennisti professionisti. Allora il signor Paolo chiese direttamente a Palmieri che mi regalò la sua racchetta!

Era realizzata in legno e intessuta di stringhe di intestini animali (che non aveva nulla a che vedere con quelle ultramoderne di oggi). Paolo Caruso divenne il mio compare di Cresima.

Foto e approfondimenti: archivio Elio Vuilleumier

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Le famiglie di Ravello che nel 1940 rimpatriarono con navi protette dalla Croce Rossa Internazionale

di Rita Di Lieto Durante la guerra, Via Lacco, a Ravello, era una strada molto popolata: sfollati non solo dai paesi vicini, ma anche dall'estero. I bambini erano tanti. Una mia compagna di scuola e di giochi era una nipote di Antonio Romano che era vissuto molto a lungo in Inghilterra e suo figlio Leonardo...

Mio padre, paracadutista americano, che nel ’43 combatté tra il Valico di Chiunzi e Maiori

Pubblichiamo, in questo giorno di ricordo dell'8 settembre 1943, la testimonianza di William Bonnamy, Jr., detective americano in quiescenza, che ci scrive da Scottsdale, in Arizona. Qualche anno fa è ritornato in Costiera Amalfitana nei luoghi in cui suo padre, un paracadutista americano, combattè nel...

Settembre 1940: l’arrivo in Australia della Dunera con i superstiti del naufragio dell’Arandora Star

di Rita Di Lieto I superstiti dell'affondamento dell'Arandora Star, salvati dall'incrociatore canadese St. Laurent e in grado di viaggiare, furono trasferiti dalla Scozia a Liverpool per essere internati in Australia. Nel porto da cui erano già partiti il 1° luglio alla volta del Canada li attendeva...

Quella notte che Jackie Kennedy si scatenò ad Atrani

di Sigismondo Nastri C'è una foto, rimasta esposta da oltre mezzo secolo nel bar San Domingo, in fondo alla piazza del Duomo di Ravello. Ritrae il presidente degli Stati Uniti John Kennedy, insieme con Jacqueline, colti dall'obiettivo in uno dei loro momenti più felici. La dedica della First Lady d'America...

La dura contesa politica ad Amalfi di inizio Novecento: quei colpi di revolver esplosi in Piazza Duomo

di Sigismondo Nastri Il 5 dicembre 1909: seconda domenica di avvento. Già di primo mattino la piazza di Amalfi era attraversata da intere famiglie - uomini, donne, bambini, col vestito buono della festa -, dirette in cattedrale per la messa. Il tempo era coperto, minacciava pioggia. All'improvviso ci...