Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieIl Presepe, dalla storia un inno alla vita

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Storia e Storie

Il Presepe, dalla storia un inno alla vita

Scritto da Salvatore Amato (Redazione), sabato 15 dicembre 2012 16:58:39

Ultimo aggiornamento domenica 30 dicembre 2012 00:23:44

di Salvatore Amato - Due anni fa, nel giorno in cui la Chiesa intera celebrava la festa del Patriarca San Francesco, la grande famiglia francescana perdeva uno dei suoi figli più illustri, P. Cristoforo Bove, ordinario di Storia della Chiesa alla Pontificia Facoltà Teologia San Bonaventura, alla Gregoriana e all'Antonianum di Roma, per molti anni Relatore della Congregazione per le Cause dei Santi, ove, tra le altre, curò la positio per la causa di canonizzazione di Padre Pio da Pietrelcina.

Padre Bove, molto legato alla comunità di Ravello, ove nel Collegio Serafico, sotto la direzione di P. Andrea Sorrentino, frequentò le scuole medie nel 1960-1961, ha fornito un enorme contributo alla conoscenza storica dell'ordine francescano e delle figure di santità conventuale operanti nel territorio costiero, come il Beato Bonaventura da Potenza, il Venerabile Domenico Girardelli da Muro Lucano e i frati ravellesi Bonaventura e Antonio Mansi.

A quest'ultimo, in particolare, è legata anche la sua ultima presenza ufficiale a Ravello, il 18 ottobre 2008, quando volle partecipare con funzioni di relatore alla presentazione del volume degli scritti di Fra Antonio Mansi, curato da P. Bonaventura Danza.

Fu in quell'occasione che ebbi la ventura, seppur in modo fugace, di avvicinarlo e scambiare qualche battuta con lui a margine del suo intervento sulla presenza della famiglia Mansi a Ravello, di notevole interesse e complessità.

Prima di lasciare questo mondo, Padre Cristoforo si è occupato, in uno dei suoi ultimi scritti, del mistero del Natale, espresso dalle scene cristiane della Natività, rappresentate nel presepe (Cristoforo Bove, Il Presepe. Dalla storia un inno alla vita, Edizioni San Paolo, 2007).

Un agile racconto e un invito alla lettura, che ci pare opportuno riproporre, attraverso le testimonianze più significative della vicenda natalizia di Cristo, che tuttavia non cela la competenza storica del frate francescano.

Il mistero del Natale e la sua configurazione scenica vengono proposti al lettore in una sintesi esauriente e coinvolgente, che entra nel merito anche di questioni che sembravano scontate, ad esempio il problema del contributo di San Francesco alla storia del presepe.

Molto acutamente Padre Bove si inserisce nel dibattito affermando che "il presepe non ha un iniziatore! La sua storia, tra racconto e rappresentazione, è il tracciato di un sentiero arcaico, sterrato dalla coscienza cristiana con i mezzi propri e inerenti a ciascuna pagina della sua vicenda umana".Piuttosto a Francesco d'Assisi va il merito di averci insegnato solo "con quale spirito ci si deve accostare al mistero del Bambino di Betlemme", relazionando la mangiatoia alla mensa eucaristica.

Dopo Francesco il presepe "continua il suo viaggio sotto le stelle e nella poesia dell'incanto, ma gradualmente va incarnandosi nella storia, viene a confondersi con il suo clamore, in una sorta di regionalizzazione di contenuti e spazi che rappresentano altrettanti dialetti della sacra magia presepiale".

Di qui si accentueranno sempre più le differenze tra vere e proprie scuole presepiali: siciliana, romana, ligure e napoletana, dove la raffigurazione si inserisce in una "dimensione esistenziale, una ricerca di identità comune, ma soprattutto di appartenenza". Il presepe allora presenterà accenti artistici e folklorici, con i connotati della cultura di protesta, quando il mistero della nascita di Cristo si storicizza nella teatralità della povertà umana.

Nonostante ciò il Natale del Signore, perpetuato nella rappresentazione simbolica del presepe, frantuma le barriere delle rivendicazioni sociali per proporsi come un inno alla vita. Perché la vita non si estingua.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Don Lorenzo Mansi: 49 anni fa moriva il Sindaco di Ravello. La proposta di intitolazione di una strada

di Silvano Polvani* Era il 16 febbraio del 1971 quando Lorenzo Mansi, don Lorenzo, cessò di vivere. "La salute di Don Lorenzo, come è descritto nella cronaca del volume 'Don Lorenzo Sindaco di Ravello' da tempo dava segnali di forte preoccupazione e sembrava volgere al peggio. Nonostante le sue condizioni...

Quando la speranza è tutto ciò che resta. Una commovente storia a lieto fine

di Mariarosaria Pisacane Quello tra medico e paziente è un rapporto complesso basato sostanzialmente sulla fiducia e sull'empatia che viene a instaurarsi. Gestire il difficile rapporto con un genitore sopraffatto dall'angoscia di ricevere notizie negative sullo stato di salute del proprio bambino, impone...

Tre anni fa ci lasciava Armando Di Palma. Giovedì Messa di suffragio

Sembra solo ieri, eppure sono già passati tre anni da quel triste lunedì di febbraio in cui il caro Armando lasciava la sua vita terrena. Giovedì 13 febbraio, alle 18:00, nella Basilica di Santa Trofimena a Minori sarà celebrata una Santa Messa di suffragio per il terzo anniversario dalla perdita del...

Padre Bonaventura Mansi, il ravellese che salvò Assisi dalle bombe

di Emiliano Amato Ravello guarda con occhio sempre attento al cuore della francescanità, perchè legata fedelmente alla figura di San Francesco d'Assisi che nel XIII secolo, pellegrino ad Amalfi sulla tomba dell'Apostolo Andrea ivi traslate da Costantinopoli nel 1208, si recò presso il rione Ponticeto...

Ciao Peppe, amico indimenticabile coi capelli lunghi, il basso luccicante e l’aria da "Teddy Boy" americano

di Eddie Oliva Carissimo Peppe, bellissimo amico di gioventù fonte di ispirazione... Ebbene voglio confessare che anche se la passione per la musica mi è stata regalata dai miei numerosi fratelli. Il vero incontro con la musica pop o beat come si chiamava allora per me è avvenuta al Garden Bar di Ravello...