Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 32 minuti fa S. Viviana vergine

Date rapide

Oggi: 17 dicembre

Ieri: 16 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieIl Palazzo Della Marra di Ravello

Pietà per i morti, rispetto per i vivi

Il Natale di tutti

Rinascita Ravellese: Di Martino illustra azione amministrativa di primi 18 mesi, Vuilleumier abbandona auditorium

Le salme di Vittorio Emanuele III e della Regina Elena portate in gran segreto in Italia

Da Original Marines Maiori per Natale in omaggio i giochi educativi Clementoni

Tramonti modello d'innovazione per smaltimento rifiuti, premio SMAU all'eccellenza nella Pubblica Amministrazione

Il Costa d'Amalfi torna alla vittoria: battuto il Sant'Agnello

«Stemma comunale usato per attacco politico» Vuilleumier ammonisce sindaco Di Martino e difende sua amministrazione

Maiori, beautycenter Bellessere si rifà il look: domenica 17 la riapertura

Da Facchinetti a Fogli, svelati i big di Sanremo 2018

Vento forte: a Pontone colonnina si stacca da campanile della chiesa, paura tra i residenti [FOTO]

Mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

Gli rubarono il Doblò: anche dalla Costiera colletta per restituire il sorriso ad Erasmo Amato

“Il sogno di Walt Disney” al Maiori Music Festival Christmas

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

Premio letterario Ravello Tales 2017 alla scrittrice inglese Lara Phillips

Ritirava e poi rivendeva i biglietti non obliterati, nei guai autista della Sita

Amalfi, Grand Hotel Convento seleziona 13 figure professionali per stagione 2018

Maiori, su bollette acqua Gatto replica a Del Pizzo: «Strutture non avevano nemmeno il contatore, oggi pagano»

Piano di Zona S2: nessun termine di scadenza per domanda Reddito Inclusione 

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Storia e Storie

Il Palazzo Della Marra di Ravello

Scritto da Luigi Buonocore (Redazione), mercoledì 28 maggio 2014 09:09:45

Ultimo aggiornamento mercoledì 28 maggio 2014 10:27:55

di Luigi Buonocore - Il Palazzo Della Marra, edificato presso il Vescovado nel corso del XIII secolo, costituisce una delle testimonianze più importanti dell'edilizia abitativa ravellese medievale.

In effetti nel corso dei secoli XI-XIII si assiste all'ascesa economica della città, caratterizzata da un nucleo urbano densamente popolato, dove sorgevano palazzi, chiese, botteghe e giardini, circondato da tre ordini di mura, al di fuori delle quali si estendevano i casali rurali con case coloniche e terreni coltivati. "Ravello fu dapprima tutta murata e guarnita di alte torri delle quali se ne veggono ancora le vestigia": dal Monte Brusara a Sopramonte (l'odierna Civita) la città, articolata in rioni, era protetta da baluardi difensivi mentre varie porte aprivano gli accessi ai sentieri.

I traffici marittimi avevano favorito l'ascesa di una nuova aristocrazia ravellese, sostenuta dai sovrani del Regno. Esponenti delle nobili famiglie erano stati chiamati a ricoprire importanti cariche amministrative e finanziarie in Sicilia, in Calabria e in Puglia, dove già si erano affermate vere e proprie colonie di mercanti ravellesi, capaci di dare un nuovo impulso ai traffici marinari e commerciali delle città in cui risiedevano.

Il primo nucleo dell' "hospitium domorum" Della Marra, sorto agli inizi del Duecento su iniziativa di Angelo Della Marra, dovette essere trasformato e ampliato dal figlio Giozzolino. Le forme sontuose della casa esprimevano lo "status symbol" di una nobile famiglia, legata alla corona da una indubbia fedeltà che le aveva consentito di ricoprire cariche di vertice nell'amministrazione finanziaria del Regno di Napoli.

Il palazzo non venne edificato in quel rione Toro che per tradizione aveva accolto le nobili prosapie ravellesi. Come era accaduto per la domus dei Rufolo, uniti ai Della Marra da consolidati legati matrimoniali, la dimora ravellese di Gezzolino si trovava a pochi passi dalla cattedrale. La struttura, che con ogni probabilità dovette essere costruita nei pressi di una porta urbica, si elevava con forme solide in pietrame di varia pezzatura e malta di calce con più piani scanditi dal susseguirsi di volte a concrezione e si affacciava, senza cesure, sul giardino degradante a valle secondo i canoni dell'epoca.

La domus, che già a partire dal Cinquecento doveva apparire allo stato di rudere, nel corso dei secoli è stata interessata da massicci interventi non sempre rispettosi delle preesistenze, ferite della modernità emblematicamente testimoniate dal tracciato stradale ottocentesco. Due grandi arcate a tutto sesto, infatti, ne hanno sfondato le pareti all'altezza del salone, cui si perveniva attraverso una loggia, attraversando il piano nobile e parte di quello terraneo mentre altre superfetazioni hanno radicalmente modificato l'area monumentale.

Lungo le superfici perimetrali sono tuttavia ancora visibili tracce di bifore innestate su cornici marcapiano contraddistinte dalla commistione di tufo grigio e cotto, segno distintivo di un gusto riscontrabile nelle più rilevanti fabbriche cittadine. Nelle austere sale della casa turrita riecheggiano ancora atmosfere dei secoli passati che rimandano ai giorni in cui, agli ordini del maggiordomo, cibi succulenti e vini prelibati imbandivano le tavole riccamente ornate con stoffe preziose e ricercato vasellame. Le sfarzose serate conviviali dovettero bruscamente interrompersi all'indomani della guerra del Vespro (1282) quando il principe di Salerno, il futuro Carlo II, con un'azione rapida e tempestiva, fece arrestare illustri esponenti delle famiglie Della Marra e Rufolo con l'accusa di aver provocato la rivolta siciliana con malversazioni ed abusi.

Angelo e Galgano Della Marra, così come Lorenzo Rufolo, fino ad allora potentissimi secreti e portolani, impegnati nella riscossione delle imposte, furono condannati a morte mentre alle famiglie venivano applicate ingenti sanzioni pecuniarie, utilizzate per finanziare l'allestimento della flotta e la riparazione dei castelli. Una vicenda drammatica da cui solo alcuni esponenti seppero salvarsi grazie al pagamento di laute cauzioni. Una pagina oscura, di cui si è ampiamente discusso nelle presso il complesso della SS. Annunziata in occasione della presentazione del volume "La signora Della Marra", che oggi è testimoniata da carte d'archivio e pietre antiche, unici testimoni di una passato da riscoprire e da tutelare.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Il Natale di tutti

di Antonio Schiavo Come al solito, come ogni anno: la mattina del 23 dicembre ci si accorgeva che mancavano ‘e pagliente (il muschio). Tutto era già a posto: papà , novello Luca Cupiello, aveva passato tutta la sera precedente ad aggiustare una serie di lampadine a pisellini che, ormai già piazzata in...

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

di Sigismondo Nastri Fu durante la seconda guerra mondiale che i tedeschi prima e gli alleati poi estesero l'uso dell'albero di Natale anche da noi. Ma i tedeschi l'avevano già esportato in Inghilterra a metà ottocento, con il corollario delle decorazioni da appendere ai rami: fiori di carta, mele, frutta...

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...

Luce e realismo nella pittura napoletana dell’Ottocento

di Paolo Spirito Ci sono due appunti nel taccuino di Giuseppe De Nittis, pubblicato nel 1894 a Parigi col titolo di "Notes e Souvenirs" e poi in Italia nel 1964 come "Taccuino 1870/1884", che meglio di qualunque altra espressione riassumono, attraverso la viva voce del pittore, la consapevolezza acquisita...