Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 minuto fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieIl nostro Sant'Antonio

Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Storia e Storie

Il nostro Sant'Antonio

Scritto da Antonio Schiavo (Redazione), venerdì 12 giugno 2015 22:33:25

Ultimo aggiornamento martedì 13 giugno 2017 07:23:08

di Antonio Schiavo

"Prometti 50 lire a Sant'Antonio, vedrai che ti farà ritrovare il giocatore che hai perduto!". Ed effettivamente, mentre ti domandavi, scettico, dov'era l'affare se tutta la bustina di calciatori costava 10 lire e tu dovevi investire cinque volte tanto, la figurina "miracolosamente" ricompariva in una tasca o in un cassetto che pure avevi rovistato fino ad un minuto prima.

Non sembri blasfemo, ma per tanti di noi ragazzini di Ravello, Sant'Antonio da Padova (illustre dottore della Chiesa, taumaturgo ecc.ecc.) era importante quasi esclusivamente perché ci faceva ritrovare un giocatore che, magari,ti consentiva di "finire"una squadra o di completare l'album.
Ma non solo: Sant'Antonio, si può dire che è stato il compagno di viaggio dei ravellesi.
Provate a pensarci: da piccoli, sopra Sant'Antonio, intesa come chiesa, la Signorina Teresa (senza cognome, bastava e basta il nome) ci dava lezioni di catechismo.

Siamo cresciuti a pane e partite sul campetto dei fratini a cui potevi accedere solo se partecipavi agli incontri del sabato con padre Bruno e padre Agostino Ciappetta. Ve li immaginate, già grandi, Andrea Torre o Giò Caruso, fermi e compìti, (si fa per dire) per più di un'ora ad ascoltare il dire dotto del Padre Guardiano?
Oppure a servir messa durante la tredicina con Padre Andrea Sorrentino che pestava sui tasti di un armonium che reggeva l'anima coi denti.

E la banda di Ravello, anzi quella di Fonzino Camera che, il giorno della festa, faceva la seconda uscita stagionale (dopo San Pantaleone di maggio) e insinuava una frizzante colonna sonora per le strade cittadine in cui si avvertiva già l'incanto dell'estate che si approssimava.

La processione con cento fratini preceduta dalla ricerca spasmodica dei "portatori" della statua. Pochi fili di lampadine colorate sotto l'atrio e il profumo penetrante dei gigli.

E la miscela strana, ma per questo indimenticabile, dei fumi dell'incenso con la fragranza del pane da poco sfornato, arrivata appena due minuti prima della prima messa.

A cui mamma ti "costringeva"a partecipare con la promessa di far colazione, dopo, a base di pane benedetto, pomodoro e basilico fresco.

Te l'ho riportato, mamma, quel pane, il tredici giugno di due anni fa, sperando di invogliarti a mangiare qualcosa e cercando di farti ricordare, mentre eri come assopita dopo una notte forse insonne, la tua "brillante carriera"di terziaria francescana che ti aveva, addirittura, vista eletta alla carica di "Ministra". Forse, nemmeno tanto inconsciamente e nonostante le oggettive difficoltà legate ai tuoi novant'anni, stavo tentando di reingaggiare Sant'Antonio in un accordo perché ti facesse stare meglio.

Lo assaggiasti appena quel pane. Però,quando la processione è passata sotto casa e, a stento, sei riuscita ad affacciarti al balcone accompagnata dalla cara Anna, mi è parso di rivederti, arzilla e pure "devotamente" burbera nelle prime file del corteo a mantenere silenzio e ordine.

Il tuo viaggio terreno volgeva al termine ma il tuo, il nostro compagno di strada Sant'Antonio ci regalava ancora un attimo di memoria serena e così, in fin dei conti e una volta di più, manteneva fede, come tanti anni prima, all'impegno "contrattuale".

Certo non era proprio solo quello che avevo chiesto, quello che ogni figlio, con un pizzico di irrazionale stupidità, vorrebbe sempre per la propria mamma, ma la vita non è sicuramente come una figurina di un calciatore da ritrovare, per miracolo, nelle tasche e nei cassetti dei giorni passati.

E poi, come dicevi spesso:"Accussì adda ì ": "Così deve andare!".

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Ernest Hemingway e Amalfi, partendo da “Addio alle Armi”

di Sigismondo Nastri Nelle pagine iniziali di "Addio alle armi" (A Farewell to Arms, 1929), il romanzo di Ernest Hemingway, di cui ieri ricorreva l'anniversario della nascita (Oak Park, 21 luglio 1899 - Ketchum, 2 luglio 1961) ambientato sul fronte delle operazioni del primo conflitto mondiale, c'è un...

Le bombe su Amalfi e quelle 11 vittime nella notte del 18 luglio 1943

"Nella notte del 18 luglio 1943, verso mezzanotte, la campana del Duomo cominciò a battere i lenti e sinistri rintocchi dell'allarme. Durante il bombardamento di Salerno, un aereo americano sganciò su Amalfi (piazza Flavio Gioia e in Via Mansone, fin quasi alla scala del Duomo) cinque bombe che provocarono...

La Saggezza di un Popolo (39): "Addò e fatto ‘state fai pure vierno"

di Antonio Schiavo Sorry my yankee Director. Adesso con il nostro Direttore, che si divide tra l'Annunziata e Central Park, bisogna conoscere l'inglese per scrivergli e per scusarsi del ritardo con cui, nonostante la buona volontà, facciamo passi in avanti nel cammino a ritroso nella memoria collettiva...

Addio a Ottavio Amato, pioniere dello scautismo ad Amalfi

di Sigismondo Nastri Nella tranquillità della sua casa, in una calda giornata di sole, circondato dagli affetti familiari, ha concluso il suo cammino terreno Ottavio Amato. Amico dai tempi lontani dell'infanzia, come lo erano i suoi fratelli, in particolare Angelo, che fece un po' da chioccia a me e...

Cronaca da quelle macerie nel cuore di Maiori [VIDEO]

di Sigismondo Nastri Il Vescovado ha ricordato una terribile vicenda di trent'anni fa: il crollo di un'ala del palazzo D'Amato, al corso Reginna di Maiori, che provocò sei vittime innocenti tra gli abitanti dello storico edificio, uno dei più belli della cittadina. Vi rimasero uccisi anche i due malfattori...