Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Beatrice vergine

Date rapide

Oggi: 18 gennaio

Ieri: 17 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieDon Nicola D'Amato un benefattore per Scala e Ravello

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Storia e Storie

Don Nicola D'Amato un benefattore per Scala e Ravello

Scritto da (Redazione), domenica 29 luglio 2012 08:56:34

Ultimo aggiornamento martedì 31 luglio 2012 11:37:20

di Salvatore Sorrentino - Ha reso l'anima a Dio, a quel Dio cui ha sempre ispirato la Sua azione, il dott. Nicola D'Amato, per tutti, Ravellesi e Scalesi, Don Nicola D'Amato.

Di certo non sono io il migliore deputato a tesserNe le doti; questo potrebbero farlo, molto meglio di me, le decine di Scalesi (ma pure Ravellesi) che hanno beneficiato della Sua opera, delle Sue azioni, soprattutto dei Suoi interventi a favore di coloro che volevano impiegarsi, in un periodo della nostra storia contemporanea, in cui un impiego pubblico significava la soluzione, per la vita, dei problemi esistenziali.

Io, posso solo far cenno alla soluzione di problemi amministrativi, effettuati dal dottor D'Amato, nella Sua qualità, per un lungo tempo, di Vice Capo di Gabinetto alla Presidenza del Consiglio, a favore dell'Amministrazione Comunale di Ravello, da me presieduta, oltre che a quella del vicino Comune di Scala, Sua terra d'origine.

I Ravellesi, assieme a me, gli devono la soluzione di tanti problemi presso il Ministero dell'Interno (approvazione dei bilanci e, per conseguenza, dei contributi statali), nonché per le contribuzioni della Presidenza del Consiglio e del Ministero dell'Interno a favore della Casa Comunale, della Scuola, dei cittadini in condizioni economiche disagiate.

Ravello Gli deve tanto anche e, forse, soprattutto per la nascita del Centro Universitario per i Beni Culturali. Nel giro di pochi giorni, fece ottenere quello che, generalmente e con tante difficoltà, si ottiene nel giro di anni: il riconoscimento della Personalità Giuridica.

Un ulteriore intervento del dottor D'Amato, molto importante per Ravello, ma pure per l'intera Costiera Amalfitana, fu a favore dell'inclusione della nostra zona nel Progetto Speciale 11, a favore dell'agrumicoltura, che fruttò a Ravello i grossissimi finanziamenti per la costruzione delle strade interpoderali e di tanti contributi per i limonicoltori.

E devo ricordare pure il Suo intervento legislativo sulla modifica del Decreto Legge Galasso (poi Legge Galasso), al fine di escludere la Costiera Amalfitana dai divieti di autorizzazioni edilizie per la ricostruzione delle nostre macerine: in assenza, oggi, i nostri terrazzamenti sarebbero tutte frane!

Non ho il diritto di dilungarmi; potrei, non devo. Don Nicola merita molto di più che i miei miserevoli ricordi. Non l'ho visto da tanto tempo; l'ultima volta che Ne ho parlato, è stato quando Gli ho dedicato un ricordo in occasione della Sua nomina a Socio Onorario del Centro di Cultura e Storia Amalfitana.

Piango la Sua scomparsa e porgo ai Suoi parenti i sensi del mio più vivo cordoglio.

Chiudo recitando, per Lui e di Lui, i seguenti versi di Alessandro Manzoni:

Ei fu. Siccome immobile,
dato il mortal sospiro,
stette la spoglia immemore
orba di tanto spiro,
così percossa, attonita
la terra al nunzio sta,

muta pensando all'ultima
ora dell'uom fatale;

né sa quando una simile
orma di pie' mortale
la sua cruenta polvere
a calpestar verrà.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

La Costituzione compie 70 anni, in vigore dal 1° gennaio 1948

La nostra Carta Costituzionale compie settant'anni. Firmata il 27 dicembre del 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell'Assemblea Costituente, dall'allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, in una sala di Palazzo Giustiniani è entrata in vigore il primo gennaio del 1948 con i suoi 139 articoli...

Il Natale di tutti

di Antonio Schiavo Come al solito, come ogni anno: la mattina del 23 dicembre ci si accorgeva che mancavano ‘e pagliente (il muschio). Tutto era già a posto: papà , novello Luca Cupiello, aveva passato tutta la sera precedente ad aggiustare una serie di lampadine a pisellini che, ormai già piazzata in...

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

di Sigismondo Nastri Fu durante la seconda guerra mondiale che i tedeschi prima e gli alleati poi estesero l'uso dell'albero di Natale anche da noi. Ma i tedeschi l'avevano già esportato in Inghilterra a metà ottocento, con il corollario delle decorazioni da appendere ai rami: fiori di carta, mele, frutta...

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...